Hanno identificato la molecola che attiva la sensazione di calore

Uno studio effettuato con topi di laboratorio ha identificato una molecola - chiamata polipeptide natriuretic b (NPPB) - che è coinvolto nella sensazione di prurito. La ricerca, pubblicata nel 'Scienza', scoperto che i topi che si erano ritirato questa molecola non viene pulito quando sono stati esposti a varie sostanze che inducono prurito. I ricercatori hanno analizzato le funzioni di un gruppo di cellule nervose, o neuroni, in pelle, muscoli e altri tessuti, che contribuiscono a controllare diverse condizioni esterne, come sbalzi di temperatura e identificato vari neurotrasmettitori, come NPPB, per scoprire che cosa tipo di sentirsi coinvolti.
Hanno scoperto che quando esposto a topi carenti di NPPB a che causano prurito sostanze animali non vengono puliti e che questa molecola era necessaria per avviare la sensazione di calore
Ecco come hanno trovato che quando esposto a topi carenti di NPPB alle sostanze che provocano prurito, gli animali non sono puliti, e che questa molecola era necessaria per avviare la sensazione di calore.
Scienziati hanno quindi localizzati alle molecole recettore NPPB nel corno dorsale, un punto della colonna vertebrale dove sono diretti i segnali sensoriali da zone periferiche del corpo al cervello. Questo ricevitore NPPB, secondo gli autori del lavoro, è la proteina NPRA e per ritirarla - Mark Hoon, uno dei ricercatori ha spiegato principale-, ha notato che c'era un breve nella sensazione di prurito, anche se non aveva alcun effetto su altre sensazioni sensoriali del tatto, temperatura e dolore.
Hoon dice che la ricerca ha permesso di individuare i neuroni che iniziano prurito nei topi, e che ora dovremmo trovare un simile biocircuito esseri umani al fine di analizzare e trovare lo stesso tipo di molecole, per verificare se possono essere rimossi per evitare il prurito che causa malattie come eczema o psoriasi, ma senza effetti collaterali indesiderati.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere