Passa ai contenuti principali

Gelotofobia, prendere in giro il panico

La gelotofobia è la paura patologica con esperienza di una persona di essere oggetto di derisione da altri e rendere ridicolo. Il nome deriva dai termini greci - Phobos, paura e gelos, risate - e non è semplicemente che non come quello ridono di voi - che come?-, ma che va oltre, affinché l'interessato presenta una particolare sensibilità per le risate degli altri, così se è vero che ridere di essa o alcune delle sue azionicome se fossero la propria immaginazione.
Questo panico oltre le risate e il ridicolo diventa così forte che persone con gelotofobia soffrono di ansia, sudorazione, tremori e vertigini quando sono in una situazione in cui si crede che gli altri stanno facendo beffe di loro. Le conseguenze di questo problema sono la bassa autostima, isolamento sociale e persino depressione, affinché le persone colpite dovrebbero essere nelle mani di un professionista, che li aiuterà ad affrontare gradualmente questa paura per superarla.
Persone con gelotofobia soffre di ansia, sudorazione, tremori e vertigini quando sono in una situazione in cui si crede che gli altri stanno facendo beffe di loro
Per non essere confusa la gelotofobia con il mobbing - molestie sul luogo di lavoro- o bullismo, termine che ha descritto una situazione in cui un bambino o giovane persona è vittima di aggressioni o prendere in giro da un compagno o compagni di scuola, che può essere estesa anche per le molestie via Internet, noto come cyberbullismo. Anche se in questi casi la vittima può anche sentire il terrore contro la risata, è non perché hai una sensibilità eccessiva al ridicolo, ma perché sta davvero soffrendo abusi e molestie.

Come prevenire la gelotofobia

La gelotofobia solitamente ha la sua origine nell'infanzia o nell'adolescenza ed è frequentemente associato a situazioni in cui il bambino ha sentito che hanno fatto gioco di lui, o è stati criticati o disprezzati, buono per il suo aspetto fisico, o per non sapere nulla. Bassa autostima può anche generare questa fobia al ridicolo.
È un altro trigger per la gelotofobia scuola bullismo che abbiamo menzionato prima, poiché la vittima, dopo essere molestata e umiliato, può sviluppare il panico per rivivere qualcosa di simile e diventa ossessionati che pensa che qualsiasi ascolto risate si riferisce ad esso anche se non è certo.
Per evitare la gelotofobia, si dovrebbero evitare queste situazioni e in aggiunta:
  • È fondamentale non beffardo mai bambini, non ridicolo e non usare sarcasmo per criticare il tuo aspetto o il comportamento.
  • I genitori dovrebbero guardare anche se i loro bambini mostrano sentimenti di inferiorità e scarsa autostima, o se non volete giocare con altri bambini, poiché essi possono essere essere in giro a scuola, e noi dobbiamo mostrare loro che hanno amore e supporto per risolvere eventuali problemi che avete.
  • Si deve evitare anche la sovraprotezione e non ostacolare la socializzazione dei bambini, dal poi costerà loro che più interagire con i bambini, l'età e non integrerà naturalmente a scuola, così il loro comportamento può essere rara e può rifiutarli.
  • Insegnare ai vostri figli a tollerare la frustrazione e il senso del ridicolo e di essere autocritici, ma per migliorare, per non sentirsi inferiori, è un buon modo per farli sentire più sicuri in se stessi e meglio in grado di affrontare situazioni avverse.
  • Se il bambino è sulla difensiva e si rifiuta di interagire con gli altri, vedere uno specialista .
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…