Eleusi | Sua Origine e storia.

Definizione: Eleusi

da Mark Cartwright
clip_image001
Eleusi era una demo di Atene, più famoso per il suo festival annuale dei misteri in onore di Demetra e Persefone. Il sito è stato anche un fortress importante proteggere Attica e tenuto diversi altri importanti festival, in particolare la Tesmoforia, il soggetto e il titolo di una commedia di Aristofane. Il sito ha continuato ad essere un importante centro religioso attraverso periodi ellenistici e romani, quando il sito è stato ampliato notevolmente con architettura monumentale aggiunta da diversi imperatori romani.

Eleusi nella mitologia

Nella mitologia greca quando Demetra era alla ricerca di sua figlia Persefone, che era stata rapita da Ade, decise di riposarsi dalla sua ricerca stanco ad Eleusi. Le figlie del re Celeo, si offrì di aiutare la dea che si era travestita da una donna. Recuperando nel palazzo reale, Demeter ha preso un lustro di Celeo neonato figlio Demofoonte (o Trittolemo) a cui lei ha dato ambrosia e, ogni notte, in segreto, ha tenuto la gioventù sopra un fuoco per renderlo immortale. Madre di Demofonte è capitato di vedere questa una notte e, fraintendendo le intenzioni della dea, bandita la vecchia dal Palazzo. Non meglio soddisfatto, Demetra ha rivelato la sua vera identità e ordinato Celeo a costruirle un tempio. Questo è stato fatto, e la dea si ritirata all'interno di esso e ha portato una terribile siccità e la carestia sulla terra, fino ad altri dii Olympian rivelati dove Persefone era e ha deciso di rilasciare la dagli inferi per metà dell'anno. In grazie ad Eleusi, la dea benedetta la terra e insegnò al popolo riti sacri, affinché il Eleusinians successivamente potrebbe prosperare sia moralmente e fisicamente. E così sono nati i misteri eleusini.

Panoramica storica

Stabilimento intorno alla baia e la piana di Eleusi ha cominciato nell'età del bronzo, c.1900 A.C., sulla Thriasian pianura, in particolare, sulle pendici della collina orientale nell'angolo sud-ovest. Dal XVI secolo A.C. il vertice era abitato e nel XV secolo A.C. un tempio a Demetra era primo costruito in concomitanza con il Regno del leggendario re Celeus, che prima fondò un santuario alla dea nella tradizione omerica. Il nome della città deriva dal mitico eroe Eleusi, il cui padre era Ogygos, re di Tebe.
Il più importante festival ad Eleusi era annuali misteri che sono stati famosi in tutto il mondo greco.
Nel VII secolo A.C. Eleusis, sempre strategicamente importante sulla rotta per il Peloponneso, fuse con Atene e divenne la deme della tribù (phyle) di Hippothontis. Nel VI secolo A.C. fortificazioni furono costruite per racchiudere la Akris hill e il Santuario di Demetra e Persefone (Kore). La fortezza fu, insieme a Panakton e Phyle, una delle più importanti fortezze in Attica. C'era anche un importante teatro di Dioniso, costruiti nel sito. Il più importante festival ad Eleusi era annuali misteri, che erano famosi in tutto il mondo greco e c. 600 A.C. si sono trasformati in una cerimonia ufficiale del calendario ateniese. Solon abbassarli anche il sito aggiungendo un nuovo tempio, il Telesterion (anche conosciuto come Solonian o Anaktoron per la sala interna, Sacra) e allargando il recinto sacro. Durante il Regno di Eleusi Pisistratus (550-510 A.C.) beneficiato il Pisistratan muro di fortificazione con torri e una molto più grande Telesterion per meglio accogliere il crescente numero di iniziati ai misteri.
Il sito è stato distrutto durante l'invasione persiana di 479 A.C. ma ricostruito sotto il Cimon. Un altro giro di ricostruzione fu effettuato nel v secolo A.C. sotto Pericle, permettendo di Eleusi a vantare il più grande edificio in Grecia, quando il Telesterion fu ricostruito su scala ancora più grande. Scappare eventuali danni durante la guerra del Peloponneso, il sito era nuovamente espanso c. 360 A.C., che ha reso necessaria una più grande parete protettiva, la parete "Lycurgan". Allo stesso tempo il sesto secolo A.C. Plutoneion edificio fu sostituito da una struttura più ampia e aggiunto il Portico di Philo.
clip_image002
Il Telesterion, Eleusi
Oltre ai misteri (Vedi più sotto), altri importanti festival ad Eleusi durante i periodi arcaico e classico incluso il Eleusinia (un importante biennale giochi dove i premi sono stati grano sacro), Tesmoforia (un festival d'autunno di tutta al femminile in onore di Demetra quando i suini sono stati gettati in pozzi e sinistra a putrefarsi; i loro resti furono poi mescolati con semi prima della semina), Haloa (un altro festival di inverno in gran parte tutta al femminile in onore di Demetra e Dioniso), Kalamaia e il Proerosia.
In epoca ellenistica era di stanza una guarnigione macedone ad Eleusi, e i Romani, a partire da Adriano, rinnovato il santuario dall'inizio del II secolo D.C. e aggiunto un arco trionfale. Disastro ha colpito quando il Telesterion fu distrutta nel 170 CE del Costobocs. Il tempio è stato ricostruito durante il Regno di Marcus Aurelius (161-180 D.C.), e l'imperatore romano inoltre ha sorvegliato la costruzione di una porta monumentale, una copia esatta dei Propilei dell'Acropoli di Atene. Altre aggiunte romane comprendeva un ginnasio, ostelli e bagni. Fortune del santuario è diminuite in modo significativo dopo il decreto di Teodosio I a chiudere tutti i siti pagani nel 379 CE ed Eleusi fui distrutto circa 395 CE a seguito dell'invasione dei Visigoti. La città ha continuato ad esistere per alcuni secoli più, ma i giorni di gloria quando ha goduto di statura panellenico mai dovevano essere riguadagnata.
clip_image003
Rilievo votivo eleusini

I misteri eleusini

I famosi misteri di Demetra e Persefone tenuto ad Eleusi sono proprio questo, un mistero, come gli iniziati sono stati proibiti da rivelare qualsiasi dei dettagli delle cerimonie coinvolti. Sappiamo che dal VI secolo A.C., le cerimonie si sono tenute due volte l'anno. Il primo passo nel processo di iniziazione era conosciuto come "Misteri minori" e tenuto ogni primavera. Il più importante "grandi misteri" si sono svolte in autunno per nove giorni. Potrebbero essere avviati solo greci, anche se questo è stato successivamente ampliato per includere i cittadini romani.
Sappiamo anche dettagli di alcune delle attività all'aperto e cerimonie si sono tenute sotto la fiaccolata. C'era un corteo guidato dalla sacerdotessa di Demetra lungo la via Sacra da Eleusi all'Agorà di Atene e un altro ritorno processione guidata da un carro simbolico di Iacchus. C'erano rituale e pulizia comunali e cerimonie di purificazione effettuato in mare di Attica, la rappresentazione o la rievocazione dei miti che coinvolgono le due Dee, sacrifici di animali (suini) e l'interpretazione dei testi sacri dai sacerdoti, il mystagōgoi. C'era anche probabilmente bere, musica, danze, e baldoria generale coinvolto (come con molte altri tali culti nella religione greca), come attestato da scene di ceramiche dei riti che mostrano iniziati tenendo il "Bacco" o la verga sacra. Strettamente connesso con la fertilità e l'agricoltura, i misteri probabilmente portarono buona fortuna adoratori e la promessa di una vita migliore.
clip_image004
Corazzate busto di un imperatore romano da Eleusi

Resti archeologici

Il sito oggi è dominato dalla grande trapezio corte romana (56 x 54,5 metri), che ha una pavimentazione lastra di marmo ed era la più importante struttura al sito, il Telesterion. Costruita in epoca micenea, l'edificio fu ricostruito molte volte. Oggi rimane la data al v secolo A.C. in piano e successive modifiche romane dopo il fuoco distruttivo nel 170 CE. Sappiamo che ci sono stati sei ingressi, un porticato e Stoà 14-colonna, e il piano superiore aveva originariamente 42 colonne. La circuizione otto ordini di sedili e basi di colonne sopravvivono per dare una buona idea della planimetria originale.
Il maggiore Propilei di Eleusi era una copia della parte centrale dell'ingresso monumentale dell'Acropoli di Atene. Sul lato sud del santuario, aveva cinque porte ed era l'ingresso principale. Aveva un volo di sei gradini che conducono a due verande con una facciata di sei colonne doriche su ogni lato e un vestibolo interno con sei colonne ioniche. Decorazione è stata fornita tramite un fregio di triglifi e metope e un frontone mostrando il busto di un imperatore (Adriano, Antoninus Pius o Marcus Aurelius, ma troppo tempo indossato per identificare con certezza) che può ancora essere visto sul sito.
Solo le fondazioni e restaurati parti del portico dieci colonna rimangono dello stoa nord-est. Alcuni pezzi notevoli dell'arco trionfale est, costruito utilizzando il marmo pentelico, sopravvivono anche che una volta era alto 16 metri, larghezza 4,85 metri e una replica dell'arco di Adriano ad Atene. Dell'opposto arco sul lato occidentale solo la base e restano pochi frammenti. Fondamenta di altre strutture ancora presenti include la Stoà nord-ovest, due esedra, il tempio di Artemide e Poseidon, altari all'aperto di Artemis e Poseidon, magazzini e silos, edifici di tesoreria e la pietra poligonale Kallichoron bene. Parti della parete Pisistratan sopravvivono anche visualizzando fondazioni, una sezione di pietre piatte, uno strato di blocchi poligonali di pietra eleusini grigio-azzurro e uno strato di mattoni.
Superstite di arte e scultura dal sito includono pannelli sollievo mostrando di Demetra e Persefone, targhe votive di argilla raffiguranti riti dai misteri, una statua del v secolo A.C. una Persefone in fuga da frontone della casa sacra, una cariatide da Propilei minore, una statua a grandezza naturale del secondo secolo D.C. di Antinoo e un maiale votivo di marmo, che può essere visto nel Museo di Eleusi.

Scritto da Mark Cartwright, pubblicato il 14 gennaio 2015 con la seguente licenza: Creative Commons: attribuzione-non commerciale-Condividi allo stesso modo. Questa licenza consente di altri remix, tweak e costruire su questo contenuto non commerciale, purché essi autore di credito e loro nuove creazioni sotto le identiche condizioni di licenza.

Bibliografia

  • Ananiandes, D. antica Grecia: templi e santuari. Toubis, 2010.
  • Hornblower, S. dizionario Oxford classica. Pressa dell'Università di Oxford, 2012.
  • Kinzl. Un compagno al mondo greco classico. Wiley-Blackwell, 2010.
  • Preka-Alexandri, K. Eleusis. Ministero della cultura archeologica entrate fondo, 2015.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.