Definizione e significato di musica elettronica | Concetto e Che cos'è.

Che cosa è la musica elettronica?


Musica elettronica è uno stile di musica popolare, il cui nome implica l'uso di tecnologie e strumenti musicali elettronici di diverse caratteristiche. Il genere supporta anche l'uso di mezzi elettromeccanici, consentendo di produrre effetti e suoni diversi, unici (genere tradizionalmente è stato collegato alla sperimentazione sonora). Musica elettronica comprende anche musica ottenuto con nastri audio (che esiste sul nastro e viene interpretato con altoparlanti), musica elettronica dal vivo (che si verifica tempo reale con apparecchiature elettroniche, quali sintetizzatori), musica concreta (con suoni registrati e modificato) e che utilizza anche elementi combinati da quelle precedenti.

Musica elettronica ha i suoi inizi nel lavoro di Hernann Ludwig Helmholtz, nel 1860, che, dopo diverse indagini, costruito uno strumento in grado di analizzare le combinazioni di tono controllato elettronicamente. Il suo scopo non era musica, ma curiosamente scientifica. Era Ferruccio Busoni che hanno prodotto le teorie musicale da quello strumento. I primi strumenti costruiti includono la ruota di tono e il telegrafo musica creato da Elisha Gray. Ma il primo strumento musicale elettronico più importante era il con orgoglio, di Thaddeus Cahill, presentato nel 1906. Altri ritengono che il primo strumento musicale elettronico è il teremin, creata da León Thérémin nel 1919.

Nel corso degli anni, nuove invenzioni sono state fatte, e la musica elettronica ha cominciato a diventare popolare, specialmente dal 1960, con alcune delle melodie elettroniche prime che sono state create, come soggetto della serie Doctor Who e alcuni brani dell'album dal gruppo The Beach Boys durante l'anno. Esso sottolinea anche il clavicembalista brasiliano Wendy Carlos, che ha reso popolare l'uso del sintetizzatore utilizzato da famosi gruppi come Pink Floyd. Altri che hanno contribuito alla popolarità della musica elettronica erano del gruppo tedesco Kraftwerk, la cui influenza ha dato origine alla musica house nel 1970. Vale la pena ricordare anche il musicista Jean-Michel Jarre, il cui album Oxygene riuscì a vendere milioni di copie a livello mondiale.

Nel 1980, sintetizzatori sono stati digitalizzati e apparso i campionatori che ha portato una nuova evoluzione alla musica elettronica e una serie di band che continuò a divulgare, come il rinomato Depeche Mode e i Pet Shop Boys. Quel decennio è comparso inoltre, generati stili quali techno, trance e dance, tra gli altri. Da allora, la musica elettronica ha raggiunto una grande popolare in tutto il mondo. Artisti come Madonna, Björk e Moby sono diventati popolari varianti di questa musica.

Musica elettronica ha stato avvantaggiato dalla possibilità di presentazioni computer-assistita. Negli ultimi anni, la tecnologia informatica e nuovi programmi di musica hanno avanzato a grandi passi. Anche gli artisti possono individualizzare la loro produzione musicale, creazione di software personalizzato sintetizzatori, effetti, ambienti della composizione, ecc.
Articolo contribuito per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano