Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di I re che erano maghi | Concetto e Che cos'è.

I re che erano maghi?


Per rispondere a chi eravate uomini saggi, dobbiamo cominciare guardando la Bibbia, principalmente, nel Gospel di Matthew.

In questo Vangelo, racconta come tre maghi, percorsa una lunga distanza, per arrivare a Betlemme, per dare doni o offerte, per il neonato Messia degli ebrei. Uno dei più intriganti della storia dei Re Magi raccontata da Matthew, è la stella che ha guidato i Re Magi, per la città di Betlemme e il luogo di nascita di Cristo. Molti esperti ritengono che il più sicuro, era un qualche tipo di corridore di velocità. Inoltre, all'interno dei miti che circondano questo fatto, esso è stato menzionato, che la stella che ha guidato i Re Magi, era nientemeno che la cometa di Halley.

La cosa strana è che Matthew, non rappresenta l'origine di questi individui. Non menziona anche che fossero re. Così, si è creduto che ha usato per esaltare il Cristo.

È stato ipotizzato, inoltre, i saggi, erano persone dedicate all'astronomia. E che sono venuto dalla regione di Babilonia. O da est. Analogamente, anche pensato che mega re, erano persone che sono state dedicate all'astrologia e quindi attraverso le stelle, potrebbero impedire che egli sarebbe nato Cristo, re dei Giudei, nella città di Betlemme. Si dice erano Babilonia, poiché al momento era nato Gesù Cristo, quella parte di Oriente, era noto per i suoi astronomi e astrologi. Infatti, il nome dei giorni della settimana è loro necessario per i fan dei babilonesi dalle stelle (lunedì viene dalla luna, Marte, martedì, mercurio di mercoledì,...)

Per quanto riguarda i nomi di coloro che erano i Re Magi, questi sono Melchor, Gaspar e Baltasar. Almeno conosciuta in Occidente, dato che per alcuni, i loro nomi originali sono abbastanza sconosciuti. Tradizionalmente si ritiene che questi re erano tre. Ciò è dovuto al presente, che si arrese a Cristo, nella sua mangiatoia (oro, incenso e mirra). Sebbene anche in diverse opere d'arte antica, sono venuti a disegnare due Re Magi, o anche quattro.

È nota la storia che uno dei Re Magi, era nero. Questo non è nell'inconscio collettivo, fino al XIV secolo. Situazione che è a causa di un capriccio di un dottore della Chiesa, chiamato Beda. Egli parla di un europeo e un asiatico e un africano, attraverso la descrizione delle loro caratteristiche fisiche. Situazione che si verifica, dovuta al fatto che questo monaco benedettino, in questo modo, ha voluto dare un carattere universale, Regno di Cristo contro l'umanità.

Anche per quanto riguarda i loro nomi (situazione di cui sopra, ad ovest), questi non sono gli stessi in aree geografiche diverse. Inoltre, per alcune persone, erano dodici Re Magi (come con gli armeni. Pertanto, ciò che è ovvio, ci sono dodici nomi).

Per quanto riguarda quello che è successo con loro, dopo aver visto il Messia, non c'è molta chiarezza. Per quanto riguarda gli scritti di Matthew, questo menziona solo che hanno deriso Erode non tanto per dire, dove era il Cristo.

Gli altri citati, che nel corso del tempo, divennero discepoli di Saint Thomas. È anche detto, che quelli che erano i Re Magi erano consacrati come vescovi, dalla Chiesa emergente al momento, è poco probabile dato che la struttura formale della Chiesa è stata sviluppata più successivamente.

Per quanto riguarda le reliquie, almeno quelli che sono considerati come tali, resto in un reliquiario bizantino, la città tedesca in Cattedrale di Colonia. Questo è stato così fin dal XII secolo.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…