Definizione e significato di Corano | Concetto e Che cos'è.

Che cosa è il Corano?


Questo deriva etimologicamente da "recitare", quello che vedremo che non è lontano dal suo vero significato. Il Corano, composto da 114 capitoli o "Azzorre si" e un totale di 6236 versi o "versi", è il testo sacro centrale dell'Islam. La convinzione dei musulmani è che questo testo corrisponde alle parole letteralmente rivelate da Dio a Maometto, per un periodo di 23 anni. Per questo motivo anche il "nobile Corano", viene chiamato "l'ultimo testamento" e "Il libro di Dio".

Storia del Corano secondo la tradizione inizia con la trasmissione orale di Maometto per i suoi seguaci da ciò che è stato rivelato a lui direttamente da Dio, attraverso l'Arcangelo Gabriel. Per questi motivi si dice nessuno credere o inventato il Corano che è una trascrizione diretta della divinità, in modo particolare enfasi è data alla conservazione nel formato e lingua. Le traduzioni sono accettati dalla loro utilità per diffondere il messaggio e come supporto, ma è considerata solo come "Corano" per la versione in lingua originale, arabo classico.

La corretta interpretazione del Corano ha giocato un ruolo importante nell'interpretazione dei testi sacri di altre tradizioni. Ecco perché non ci sono commenti o "tafsir" per chiarire e spiegare loro passaggi. Il primo di questi commenti riguardano la storia dell'Islam, e ci sono commentatori che sono considerati classici, il cui lavoro è considerato interpretazione classica. Alcuni di questi personaggi sono Al-Tirmidhi, al-Tabari e az-Zamakhshari. Inoltre, per interpretare le Scritture fatta utilizzando l'insieme di tradizioni o "hadith", che si basano su leggi islamiche.

Il Corano tradizionalmente è stata trasmessa oralmente, con il testo in lingua originale sempre di supporto. La recita di questo è così importante che ancora ci sono diverse scuole di recitare, che è considerato come un'arte. Considerato che esso non può esistere solo come un testo, e un musulmano dovrebbe memorizzare almeno alcuni capitoli della stessa, solitamente a partire con il primo, "al - Fatiha". La persona in grado di recitare questo testo nella sua interezza è chiamata "qari" o "hafiz", parole che significano rispettivamente voce recitante o guardia e corso di Muhammad è considerato il primo "Hafez".
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano