Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di Buddismo | Concetto e Che cos'è.

Che cosa è il Buddismo?


Il buddismo è una religione fondata da Siddharta Gotama (o Gautama) Buddha ("sveglio" o il saggio) o Zakyamuni (il solitario Zakyas). Il nome Siddharta si traduce come "che ha raggiunto il loro aspirazione" (devono dire che oggi essere digitata un po' diverso, ma mi piace la trascrizione originale che si trova nella maggior parte della letteratura). Egli è il figlio di una nobile famiglia del clan Zakyas, fiero e bellicoso in realtà non vivono in città, se non in villaggi di grandi dimensioni, con un'organizzazione piuttosto militare e con un patrimonio ricco di leggende.

È in quell'ambiente che Siddharta (che molti vedono come un principe che diventano disillusi del potere esercitato dal suo proprio, altri come un pastore di bovini che vede anche qualcosa molto frivola in potere delle caste) si preoccupa per il dolore della gente. Non ho mai conosciuto che sta perdendo una madre così non mi può mettere in loro stivali, ma dovrebbe essere un dolore molto acuto che lo accompagnò sempre. Dice la tradizione che il principe allora si avventurò fuori i confini del luogo accomodato dove visse con la nobiltà, dove aveva il contatto con la sofferenza umana e capito che lo avevo trovato uno scopo.

Via dopo la vita come un principe, ha seguito il percorso dello yoga e l'austerità, per trovare finalmente il "Middle Road" fra gli estremi della pratica spirituale, e dopo una serie di esperienze raggiunto spirituale, diventando Buddha "Illuminismo" (il carattere storico, poiché il buddismo afferma che la natura di Buddha, il risveglio primordiale, abbiamo tutti gli esseri senzienti)(, e attraverso l'evoluzione e lo sviluppo della coscienza risveglio viene raggiunto o è sempre presente natura).

Secondo Buddha, ci sono quattro cose proprio vero: l'esistenza del dolore, l'origine del dolore, la soppressione del dolore e il modo per eliminare il dolore; in questo modo ha organizzato la sua dottrina, che chiamò le quattro nobili verità.

Buddismo riconosce la realtà del dolore, ma si dice molto di questo noi creiamo nella nostra esistenza legata all'ego; superare questa aderisca alle cose, esperienze e fenomeni, basati sull'ego, è superato anche il dolore, o il profondo effetto che ha su di noi. Per fare progressi in questo modo è che il Buddha ha sollevato una serie di precetti e consigli per vivere la vita in armonia con la realtà, e la meditazione è un pilastro fondamentale per conseguire l'obiettivo finale della vita umana, Illuminismo.

Secondo il Buddismo, non c'è solo una realtà soprannaturale o solo sensibili o fenomenologica. Essi esistono sia nella convivenza (come è il vuoto e il vuoto è forma, dicono i filosofi buddisti). Attraverso la contemplazione fedeli rompe il ciclo del samsara ("oceano di sofferenza" dove viene svolta la trasmigrazione dell'anima) e quindi il Karma (conseguenze di azioni e pensieri) perdono la sua ragion d'essere, e infine l'anima entra nel nirvana, una realtà che è di là di ogni comprensione umana. Questo sistema filosofico è rivelato contro il sistema delle caste, poiché pone la natura di Buddha per tutte le persone. Oggi giorno di 750 milioni di persone sono buddista, anche se diverse tradizioni molto diversamente interpretato la loro eredità.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…