Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di Balletto | Concetto e Che cos'è.

Qual è il Balletto?


Il balletto o la danza classica è un'importante forma di arte in movimento, ammirato in tutto il mondo, che presenta grande destrezza e bellezza nella sua interpretazione. È considerato come la madre delle danze per consentire a chi studia e pratica il completo dominio del corpo. Oltre la danza stessa, il balletto può anche includere musica, mimo, decorazione e macchinari. Infatti, la composizione musicale eseguita da danza classica, anche chiamato balletto.

Il balletto, che è oggi considerato all'interno di una delle arti dello spettacolo, è nato alla fine del XV secolo, nella cultura della corte rinascimentale d'Italia, come una forma di danza della scherma. Ma lo sviluppo del balletto ha avuto luogo in Francia in tempi di Luis XIV, soprattutto nel XVII secolo. Infatti, il balletto ha un proprio vocabolario che ha un gran numero di parole francesi. Nonostante il suo sviluppo e le riforme effettuate da Jean-George Noverre nel XVIII secolo, il balletto ha perso popolarità in Francia dopo il 1830; Tuttavia, si è sviluppato in altri paesi europei come Italia, Russia e Danimarca. Fra loro, la Russia era essenziale per l'espansione della danza a causa della popolarità in tutto il mondo raggiunta dai Ballets Russes di Sergei Diaghilev.

Durante il XX secolo, balletto continuò il suo sviluppo, migliorando le tecniche e variando in stili. Oggi, ha una forte influenza sulla danza concerto e attuale ballerini sono considerati molto superiore all'ultima abilità tecniche. Il balletto è in realtà una forma altamente tecnica di danza che richiede studio e pratica costante, meglio ancora se è dalla tenera età. Nel mondo ci sono scuole di balletto specializzati che insegnano utilizzando la propria cultura e della società. Il balletto è una danza coreografato e comunemente accompagnata da musica classica e può includere anche le azioni e le espressioni facciali.

Ci sono tre principali stili di balletto. Balletto classico è lo stile più formale di loro. È caratterizzato tramite tecniche di danza tradizionale. Balletto neoclassico è uno stile che utilizza il vocabolario del balletto tradizionale, ma è meno rigido rispetto al classico. E il balletto contemporaneo è una danza con influenza della danza classica e danza moderna. Importante precisare che una persona con balletto Studios, può ballare qualsiasi altro stile di danza, dal momento che permette la perfetta padronanza del corpo dello strumento. Nel balletto studi ci sono diversi metodi utilizzati come preparazione. Le quattro principali sono russo, italiano, francese e danese. Altri metodi includono inglese, americano e cubano.

Una delle forme più riconosciute del balletto sono sonde di balletto, che sono speciali scarpe con punta di cartone o gesso, permettendo di tenere proprio sulla punta. Essi sono stati creati per stilizzare il corpo della donna per la danza. Il suo utilizzo richiede molto studio e pratica, poiché richiede grande tecnica e la forza delle gambe. Una persona senza allenamento potrebbe essere gravemente ferita se egli arriva a utilizzare queste famose scarpe.
Articolo contribuito per scopi didattici
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…