Adunanza di Servizio: Settimana del 23 febbraio

Adunanza di servizio: informazioni per studio personale

10 min: Siate zelanti per la vera adorazione come Gesù.

Discorso basato sulla Torre di Guardia del 15 maggio 2013, pagina 8, paragrafo 2, e sullaTorre di Guardia del 15 dicembre 2010, pagine da 9 a 11, paragrafi da 12 a 16. Dare risalto al fatto che predicare è una delle “opere eccellenti” che i cristiani hanno il privilegio di compiere (Tito 2:14). Spiegare in che modo conoscere la verità ci spinge a predicare la buona notizia con zelo e a condurre studi biblici. Lodare la congregazione per lo zelo che dimostra nelle opere eccellenti.

(Tito 2:14) che diede se stesso per noi, per liberarci da ogni sorta d’illegalità e purificare per sé un popolo particolarmente suo, zelante nelle opere eccellenti.

***w13 15/5 p. 8 Siamo ‘zelanti nelle opere eccellenti’?***

2 In qualità di testimoni di Geova abbiamo questo onore senza pari. Sotto la guida di Dio e Cristo, imploriamo altri di “[essere] riconciliati con Dio” (2 Cor. 5:20). Geova ci sta impiegando per attirare le persone a sé. Così sono milioni, in più di 235 paesi, quelli che sono stati aiutati ad avere una buona relazione con Dio e a godere quindi della speranza della vita eterna (Tito 2:11). Con sincero zelo invitiamo “chi lo desidera [a prendere] l’acqua della vita gratuitamente” (Riv. 22:17). Dato che consideriamo prezioso questo incarico e lo assolviamo con diligenza, possiamo a buon diritto essere definiti un popolo “zelante nelle opere eccellenti” (Tito 2:14). Esaminiamo ora in quali modi il nostro zelo per le opere eccellenti ci permette di aiutare altri ad avvicinarsi a Geova. Il primo ha a che fare con la nostra attività di predicazione.

par. 2 (2 Cor. 5:20) Noi siamo perciò ambasciatori in sostituzione di Cristo, come se Dio supplicasse per mezzo di noi. Quali sostituti di Cristo imploriamo: “Siate riconciliati con Dio”.
par. 2 (Tito 2:11) Poiché è stata manifestata l’immeritata benignità di Dio che porta la salvezza a ogni sorta di uomini,
par. 2 (Riv. 22:17) E lo spirito e la sposa continuano a dire: “Vieni!” E chi ode dica: “Vieni!” E chi ha sete venga; chi lo desidera prenda l’acqua della vita gratuitamente.
par. 2 (Tito 2:14) che diede se stesso per noi, per liberarci da ogni sorta d’illegalità e purificare per sé un popolo particolarmente suo, zelante nelle opere eccellenti.

***w10 15/12 pp. 9-11 Siate zelanti per la vera adorazione***

12, 13. Cosa hanno fatto i capi religiosi dei nostri giorni riguardo al (a) nome di Dio? (b) Regno di Dio?
12 Oggi il panorama religioso è simile a quello dei giorni di Gesù, se non peggio. Per esempio, ricorderete che la prima cosa per cui Gesù disse ai suoi discepoli di pregare riguardava il nome di Dio: “Sia santificato il tuo nome”. (Matt. 6:9) Nei nostri giorni si vedono forse i leader religiosi, e in particolare il clero della cristianità, insegnare alle persone a conoscere Dio e il suo nome e a santificare, o onorare, tale nome? Al contrario, questi capi religiosi hanno rappresentato Dio in maniera distorta servendosi di falsi insegnamenti come la Trinità, l’immortalità dell’anima e l’inferno che fanno apparire Dio misterioso, insondabile, crudele e persino sadico. Hanno anche infangato Dio con i loro scandali e la loro ipocrisia. (Leggi Romani 2:21-24). Per giunta, hanno fatto tutto ciò che potevano per nascondere il suo nome, arrivando persino a rimuoverlo dalle loro traduzioni della Bibbia. Così facendo, impediscono alle persone di avvicinarsi a Dio e di coltivare una relazione personale con lui. — Giac. 4:7, 8.
13 Gesù insegnò ai suoi seguaci anche a pregare per il Regno di Dio con queste parole: “Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra”. (Matt. 6:10) Anche se i capi religiosi della cristianità ripetono spesso questa preghiera, essi hanno incitato le folle ad appoggiare istituzioni politiche o altre organizzazioni umane. Per di più, sminuiscono coloro che si sforzano di predicare e rendere testimonianza a questo Regno. Di conseguenza, per molti di coloro che si professano cristiani il Regno di Dio non è più oggetto di interesse, per non dire di fede.
14. In che modo il clero della cristianità ha annacquato la Parola di Dio?
14 Rivolgendosi a Dio in preghiera Gesù affermò con chiarezza: “La tua parola è verità”. (Giov. 17:17) Verso la fine del suo ministero terreno Gesù indicò che avrebbe costituito “lo schiavo fedele e discreto” perché provvedesse cibo spirituale ai suoi seguaci. (Matt. 24:45) Anche se è pronto ad arrogarsi il ruolo di custode della Parola di Dio, il clero della cristianità si è dimostrato fedele nell’assolvere l’incarico conferito dal Signore Gesù? No. I membri del clero hanno mostrato una propensione a bollare quello che dice la Bibbia come mito o leggenda. Anziché confortare e illuminare il gregge nutrendolo con cibo spirituale, il clero ha solleticato le orecchie dei fedeli per mezzo di filosofie umane. Per giunta, ha annacquato le norme morali di Dio per venire incontro alla cosiddetta nuova moralità. — 2 Tim. 4:3, 4.
15. Cosa provate pensando a tutto quello che il clero ha fatto in nome di Dio?
15 A causa di tutto ciò che è stato fatto — apparentemente nel nome dell’Iddio della Bibbia — molte persone sincere adesso sono disilluse o hanno perso del tutto la fede in Dio e nella Bibbia. Sono preda di Satana e del suo malvagio sistema di cose. Quando giorno dopo giorno sentite e vedete che succedono cose di questo genere cosa provate? Quali servitori di Geova, quando vedete che il nome di Dio viene infangato e trattato in modo blasfemo non vi sentite spinti a fare del vostro meglio per correggere il torto? Quando vedete che persone sincere vengono ingannate e sfruttate, non provate il desiderio di recare conforto a queste anime oppresse? Quando Gesù vide che le persone dei suoi giorni erano “mal ridotte e disperse come pecore senza pastore”, non si limitò a provare pietà; “cominciò a insegnare loro molte cose”. (Matt. 9:36; Mar. 6:34) Abbiamo ogni motivo per essere zelanti per la vera adorazione, come lo era Gesù.
16, 17. (a) Cosa dovrebbe spingerci a prodigarci nel ministero? (b) Cosa considereremo nel prossimo articolo?
16 Quando vediamo il nostro ministero in quest’ottica, le parole dell’apostolo Paolo riportate in 1 Timoteo 2:3, 4assumono un significato più profondo. (Leggi). Ci diamo da fare nel ministero non solo perché sappiamo di vivere negli ultimi giorni ma anche perché comprendiamo che questo è ciò che Dio vuole. Egli desidera che le persone acquistino conoscenza della verità così che anch’esse possano imparare ad adorarlo e a servirlo ed essere benedette. Ciò che ci spinge principalmente a prodigarci nel ministero non è l’approssimarsi di una scadenza, ma il desiderio di onorare il nome di Dio e aiutare le persone a conoscere la sua volontà. Siamo zelanti per la vera adorazione. — 1 Tim. 4:16.

par. 12 (Matt. 6:9) “Voi dovete dunque pregare così: “‘Padre nostro [che sei] nei cieli, sia santificato il tuo nome.
par. 12 (Rom. 2:21-24) tu, dunque, che insegni a qualcun altro, non insegni a te stesso? Tu, che predichi di “non rubare”, rubi? 22 Tu, che dici di “non commettere adulterio”, commetti adulterio? Tu, che esprimi abominio verso gli idoli, derubi i templi? 23 Tu, che sei orgoglioso della legge, mediante la tua trasgressione della Legge disonori Dio? 24 Poiché “il nome di Dio è bestemmiato per causa vostra fra le nazioni”, come è scritto.
par. 12 (Giac. 4:7, 8) Sottoponetevi perciò a Dio; ma opponetevi al Diavolo, ed egli fuggirà da voi.8 Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi. Mondate le vostre mani, o peccatori, e purificate i vostri cuori, o indecisi.
par. 13 (Matt. 6:10) Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra.
par. 14 (Giov. 17:17) Santificali per mezzo della verità; la tua parola è verità.
par. 14 (Matt. 24:45) “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo?
par. 14 (2 Tim. 4:3, 4) Poiché ci sarà un periodo di tempo in cui non sopporteranno il sano insegnamento, ma, secondo i loro propri desideri, si accumuleranno maestri per farsi solleticare gli orecchi; 4 e distoglieranno i loro orecchi dalla verità, mentre si volgeranno a false storie.
par. 15 (Matt. 9:36) Vedendo le folle ne ebbe pietà, perché erano mal ridotte e disperse come pecore senza pastore.
par. 15 (Mar. 6:34) E, sceso, vide una grande folla, e fu mosso a pietà verso di loro, perché erano come pecore senza pastore. E cominciò a insegnare loro molte cose.
par. 16 (1 Tim. 2:3, 4) Questo è eccellente e accettevole dinanzi al nostro Salvatore, Dio, 4 il quale vuole che ogni sorta di uomini siano salvati e vengano all’accurata conoscenza della verità.
par. 16 (1 Tim. 4:16) Presta costante attenzione a te stesso e al tuo insegnamento. Attieniti a queste cose, poiché facendo questo salverai te stesso e quelli che ti ascoltano.

Scarica informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone