Passa ai contenuti principali

Timidezza, chiavi per superarla

Cercando di passare inosservati o hai notato? Ti costa per esprimere le vostre opinioni o avete un passivo quando si tratta di mescolarsi con gli altri, stile di comunicazione? Vi aiutiamo a togliersi la maschera di timidezza.

Timidezza, come superarla

La timidezza è una tendenza relativamente stabile, mostrando alcune persone verso l'inibizione sociale. Questa tendenza si traduce comportamenti per passare inosservata o non essere notato, non a esprimere opinioni, così come uno stile di comunicazione che è passivo quando si tratta di interagire con altre persone. Mentre la timidezza è un tratto della personalità ed è più facile cambiare atteggiamento per superare la timidezza è possibile, e stiamo andando a dare le linee guida in modo che si ottiene.

Nasciamo timido o diventiamo timidi?

C'è molta polemica circa se i tratti di personalità, come la timidezza, ci accompagnano da quando siamo nati, o, al contrario, abbiamo acquisito per tutta la vita. A quanto pare, per spiegare la timidezza, così come altri tratti di personalità, ci a partecipare ad un modello di interazione tra la parte genetica (dalla nascita) e la parte acquistata (l'esperienza).
In questo senso, non c'è dubbio che, come parte del nostro carattere, la timidezza è un tratto che i bambini possono presentare dalle prime fasi della sua infanzia. Tuttavia, come agire ambiente prima le manifestazioni della timidezza di una persona, come pure l'apprendimento successivo, possa modulare il tratto detto anche per ridurlo alla sua minima espressione. Così per esempio, se una persona timida ottiene punizione dal loro ambiente - rendono meno caso, non ascoltare la loro opinione, se è un bambino dirvi se è nascosto dietro la madre, eccetera - e rinforzi quando ha effettuato una condotta sociale priva di tratti timidi - persone ascoltarlo, ridere con lui, se si tratta di un ragazzo i suoi genitori si riferiscono alla loro natura piacevole, ecc-, sarà molto probabile che il tratto di timidezza finisce per ridurre ai minimi termini. D'altra parte, se una persona che non ha questa caratteristica inizialmente avere spiacevoli conseguenze ogni volta che è socievole, in uscita, ecc., può finire mostrando un comportamento timido di apprendimento.
Così sembra essere che l' apprese (le nostre esperienze) ha molto da dire se sarà o non alcuni timido persone. Anche per coloro che sostengono che i genitori sono nati bambini timidi timidi, più comportamentista teorie basate sull'apprendimento alludono all'apprendimento vicaria (o osservazione) per spiegare questo fatto. Secondo queste teorie, i genitori avrebbe agito come modelli che bambini osservano e imitano, confermando il ben noto detto "di tale seme, come il figlio".

Caratteristiche di una persona timida

La persona timida è soprattutto caratterizzata da inibizione sociale e il desiderio di passare inosservato. La grande differenza tra le persone timide e coloro che hanno il disturbo chiamato fobia sociale è che quest'ultimo avrebbe amano non inibita per relazionarsi in modo soddisfacente a livello sociale. Tuttavia, il timido non hanno perché da correlare necessariamente con altre persone. In ogni caso, c'è un grande rapporto tra fobia sociale e timidezza.
Possiamo definire un profilo con le caratteristiche principali di persone timide. Queste sono:
· Essi mostrano una tendenza all'introversione (solitamente racchiuso in se stessi).
· È difficile esprimere i loro sentimenti.
· Essi mostrano alti livelli di ansia in situazioni sociali, quindi se potete evitarli o sostenerli con molto disagio.
· Essi preferiscono passare inosservato, dato che non mi piace essere al centro dell'attenzione.
· Essi tendono ad arrossire facilmente.
· Essi non apertamente esprimere il suo parere così, alcune persone timide agire in un modo agresivo-pasivo (volto alla schiena).
· Essi conoscono spesso il "cosa dire".
· Non piace sentirsi osservati, poiché di solito si sentono giudicato.
Se si desidera sapere se il tuo profilo sembra come con queste qualità rendono nostro test timidezza per controllare il tuo livello emotivo in proposito.

Conseguenze della timidezza e della terapia per superarlo

Conseguenze della timidezza

Timidezza ha più svantaggi che vantaggi. I problemi e le conseguenze che possono causare essere timido includono:
· Bisogno eccessivo di approvazione: bisogno di essere approvato da tutti coloro che lo circondano per sentirsi a proprio agio.
· Dipendenza emotiva di quelle persone che si sentono bene.
· Scarsa tolleranza alla critica. Essi sono molto sensibili a loro, rendendo difficile critica li aiuta a crescere.
· Tendenza alla solitudine; si sentono soli e in alcuni casi sono in realtà.
· Bassa autostima: sensazione che nessuno li ascolta.
· Stretta relazione con le emozioni negative come la tristezza, depressione, ansia, vergogna, senso di colpa, ecc.
· Essi hanno difficoltà a trovare un partner, dal momento che sono a disagio in situazioni intime con persone che sono interessanti per loro.

Come superare la timidezza

Nei casi in cui la timidezza può avere importanti conseguenze negative ed eccessivamente interferire nella vita della persona in questione, può essere necessario per ottenere l'aiuto specializzato. Terapia psicologica per superare la timidezza comincia con una valutazione preventiva del soggetto, che mira a determinare quali sono le cause possibili della sua timidezza.
In seguito, essere analizzate variabili che tenere quella persona nella situazione che è e in quali contesti specifici sua timidezza diventa particolarmente complicate o impedisce lui da svilupperà normalmente.
Trattamento di timidezza consisterà di addestramento del paziente nell'acquisizione di strategie specifiche che consentano di far fronte a tali situazioni e facilitare l'autocontrollo del malessere emotivo che soffre, attraverso tecniche cognitive come individuazione di idee irrazionali, o tecniche come allenamento delle abilità sociali.
Spesso il trattamento viene completato con tecniche di rilassamento per aiutare l'attivazione controllo paziente che può causare timidezza, a volte così controllare alcune delle sue manifestazioni, quali rossore, quando possibile.

Trucchi che la timidezza non causare problemi

Se sei timido, vogliamo darvi qualche buona notizia: si può imparare a cessare di essere, o almeno che si nota di meno. Vi offriamo alcuni trucchi così capito e non causano problemi:
· Ricordate che solo lei sa cosa stai pensando: se ti senti male dalla vergogna o disagio in una situazione sociale, ricordate che solo lei sa quello che ti senti o pensando, quindi, che lascia una buona condotta parlare per voi.
· Controlla la palla sul tetto esterno: se in una situazione sociale davvero si sta così male, e far sapere a altra persona, quindi in parte può anche assumere responsabilità che tale situazione è piacevole per entrambi.
· Se arrossire non dare troppa importanza, perché lei stesso può essere ingrandimento questa reazione guardando entrambi.
· Ridere il tuo Errori piuttosto che vergogna su di voi per loro. Cerca di mostrare sempre un sorriso, si preoccupa che il tuo tono di voce non è basso, sottolinea quando parli, fare gesti che supportano la comunicazione verbale, ecc., nel modo più naturale possibile e senza ossessionato da lei. Tutto questo vi farà sentire più sicuri quando si tratta di interagire con gli altri.
· Se ci sono situazioni in cui la timidezza rende molto difficile espongono ad essi gradualmente e progressivamente.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…