Passa ai contenuti principali

Tecniche per l'induzione del travaglio

È giunto il momento atteso, e il vostro bambino sarà pronto a guardare al mondo esterno. Ma prima c'è una fase finale, la nascita e non tutti si presentano allo stesso modo. Vieni a conoscere i diversi modi di mettere al mondo un bambino.

Tipi di consegna

È giunto il momento atteso, e il vostro bambino sarà pronto a guardare al mondo esterno. Ma prima c'è una fase finale, la nascita e non tutti si presentano allo stesso modo. Conosci i diversi tipi di parto che esistono?
Indipendentemente da dove la consegna a sviluppare (in alcuni casi non è possibile perché la madre non ha tempo per arrivare all'ospedale, anche se questo accade raramente), questo può essere vaginale (il bambino fuori attraverso la vagina, come il nome suggerisce) o addominale (nel caso in cui serve un cesareo per rimuoverlo). Tra le tipologie di lavoro esistenti, abbiamo che può anche essere spontanea o indotta, prematura (se si verifica prima del tempo considerato normale), naturale (quando la madre decide la posizione in cui si desidera partorire), parto senza dolore (quando somministrato sedativi a mamma per diminuire la sensazione di dolore).
Se la gravidanza è trascorso senza complicazioni, alcune mamme decidono di dare nascita a casa. È importante chiedere il parere dello specialista che ha preso il controllo della tua gravidanza se si sceglie questa opzione e conoscere la possibilità di risolvere qualsiasi problema che si pone all'ultimo momento.
Nelle sezioni seguenti informazioni sui vari modi per portare il mondo al bambino e quindi decidere quale è più adatto alle vostre esigenze e preferenze, sempre affidandosi al parere di medici professionisti, che sanno consigliarti cosa sono meglio per voi e il vostro bambino. Questi sono i più comuni tipi di consegna:
· Parto naturale
· Nascita pretermine
· Travaglio indotto

Parto naturale

Parto naturale è uno in cui, salvo complicazioni, non è utilizzato alcun tipo di farmaco e permette la donna a decidere quale posizione per partorire.
Numerosi studi attestano che la postura eretta della madre incoraggia il parto, mentre l'orizzontale si ostacola. Montante accorcia e si estende il canale del parto, e la forza di gravità rende la discesa del bambino. In ogni caso, se la donna può decidere la posizione in cui si vuole partorire, sceglierà che lo ha reso l'istinto e più confortevole.
In Spagna, questa pratica non è diffusa e ci sono alcune cliniche ove effettuato il parto naturale. Ma se siete interessati, il Collegio di infermieristica ed ostetricia fornisce informazioni sul parto naturale e i centri dove viene praticato.
Una forma di parto naturale è che si svolge in acqua:

Waterbirth

Il medico francese Michel Odent ha sperimentato questo tipo di consegna. Nel 1970, iniziò a introdurre casi di maternità in una vasca con acqua calda e scoprì che era vantaggioso, perché è diminuito il dolore e ha favorito la dilatazione cervicale. Negli anni ottanta, questa pratica ha cominciato a diventare alla moda negli Stati Uniti come opzione alternativa per partorire.
Il principale vantaggio offerto da è che acqua promuove la dilatazione e la madre può adottare pose più naturali che aiutano a rilassarsi e ridurre la percezione del dolore. La temperatura dell'acqua (37 °) benefici anche il bambino perché è molto simile al liquido amniotico, così non ha bisogno di adattarsi al cambiamento improvviso che è la temperatura della sala operatoria.
Questi sono alcuni dei benefici del parto in acqua:
· Parto naturale senza farmaci.
· Riduce l'utilizzo di procedure invasive.
· La nascita avviene in un'atmosfera intima e tranquilla con le interferenze minime di personale medico.
· Il padre è attivamente coinvolto nel lavoro.
· Acqua calda rilassa i muscoli della madre e facilita la produzione di endorfine (neurotrasmettitore prodotto dalla ghiandola pituitaria che contribuiscono a ridurre la percezione del dolore).
· Il bambino soffre meno stress perché viene fuori un ambiente molto simile, con una temperatura simile a che era nel grembo materno.

Nascita pretermine

Parto pretermine appare in 5-10% delle donne incinte; definito come una nascita che si verifica tra 28 a 37 settimane di gravidanza, ed è un problema non solo ostetrico, ma anche neonatale, poiché è associato con un alto tasso di problemi per il neonato, compresa la morte di esso.
Un altro caso è la nascita di immatura, ovvero che si verifica tra i 20 e 28 della gravidanza settimana.
Prima settimana 20 è considerato aborto.
Più precoce è il bambino, ci sono meno probabilità di sopravvivere e se farlo, si troveranno ad affrontare grandi difficoltà: ritardo mentale, paralisi cerebrale, problemi respiratori, digestivi, perdita della visione e dell'udito, ritardi nello sviluppo e problemi comportamentali e di apprendimento.

Fattori di rischio per parto pretermine

Una singola causa non è nota, ma ci sono fattori di rischio che predispongono al parto pretermine, e devi cercare di prevenire o evitare. Le più importanti sono:
· Malattie della madre: infezioni del tratto urinario, vaginale o sistemico rene, malattie cardiache, diabete, anemia severa, alterazioni della tiroide...
· Precedenti aborti o nascite pretermine.
· Anomalie uterine come fibromi o incompetenza cervicale.
· Età della madre sotto 18 anni o sopra i 35.
· Emorragia, placenta praevia, distacco di placenta.
· Lavoro duro e stressante.
· Gravidanza multipla.
· Malformazioni nel feto.
· Malattie della gravidanza (diabete gestazionale o di pre-eclampsia), interruzione prematuri può essere consigliabile.
· Fumo (> 10 sigarette al giorno).
· Povero stato nutrizionale.
· Obesità.
· Basso livello socio-economico.
· Consumo di alcool o droghe.
· Violenza domestica (abuso fisico, sessuale o emotivo).
· Eccessiva attività fisica.
In ogni caso, la madre incontra uno o più di questi fattori di rischio non significa che avrà un parto pretermine.

Sintomi di prematuri

· Regolare le contrazioni uterine, con o senza dolore.
· Sensazione di pressione pelvica (sensazione che il bambino è spinto verso il basso o pesantezza).
· Sanguinamento vaginale.
· Dolore nei fianchi o schiena.
· Rompere il sacchetto d'acque.
· Mal pancia (con o senza diarrea).
· Simile per i disturbi mestruali.
· Modifiche o un aumento delle perdite vaginali (brunastro flusso di colore o di sangue).
· Crampi addominali (con o senza voglia di vomitare).

Travaglio indotto

Perché è indotto il travaglio?

Ci sono diverse giustificazioni per indurre una nascita:
Malattie della madre
Alcuni disturbi subirono dalla madre, come l'ipertensione (preeclampsia) o diabete (soprattutto in tipo I), possono influenzare la salute del feto o la propria incinta se la gravidanza continua. Anche giustificare un rene di induzione, malattia del fegato o del polmone, cuore, alcuni tipi di cancro, emorragie e infezioni in utero.
Gravidanza post-termine
Se la gravidanza supera le 42 settimane (età gestazionale è valutato con l'ecografia), poiché l'invecchiamento della placenta può impedire la corretta alimentazione del bambino.
Rottura prematura delle membrane
Quando rompendo il sacchetto d'acque, normale è che, in breve tempo, compaiono le contrazioni e iniziare la dilatazione. Quando non è così, e il parto non inizia spontaneamente, sarà necessario a provocarlo a causa del rischio di infezione sia madre e bambino. Tuttavia, assicurarsi prima che i polmoni del bambino sono sufficientemente sviluppati.
Meconio nel liquido amniotico
Se il ginecologo osserva che il liquido è tinto di meconio (nome dato allo sgabello primo che il bambino dopo la nascita), è necessaria per terminare la gravidanza perché, oltre ad essere un'indicazione che il feto non è bene (ha defecato nell'utero), se fa schifo questa sostanza può soffrire di difficoltà respiratorie.
Crescita intrauterina ritardata (CIR)
Il feto non è non più crescere a un tasso normale all'interno dell'utero. Questo indica che sta producendo Alcune alterazione che impedisce la corretta nutrizione del piccolo, che può causare gravi problemi di salute e persino la morte nell'utero.
Motivi non medici
A volte decide di indurre un parto per altri motivi, ad esempio, quando una donna ha avuto in precedenza un altro e il suo sviluppo è stato molto rapido, o vive lontano da ospedale e il dottore teme di non arrivano in tempo.

Tecniche per l'induzione del travaglio

Travaglio indotto è un lavoro causato da farmaci o altre procedure:
Uso dei farmaci
L'ossitocina è un ormone che rilascia naturalmente il cervello umano e serve a regolare i vari processi fisiologici ed emozionali. Prima della consegna, aumenta i livelli per provocare le contrazioni dell'utero. Ossitocina sintetica è un farmaco che viene somministrato per via endovenosa ed è usato per stimolare, artificialmente, le contrazioni dell'utero.
Prostaglandine sintetiche, che solitamente vengono applicate in vagina in forma di uova o gel che sono utilizzati allo stesso scopo. Prostaglandine sono anche prodotta naturalmente nel corpo e causano vibrazioni che modificano il collo dell'utero che può sviluppare il lavoro.
Separazione delle membrane
Il medico inserisce un guantata nella cervice del dito incinta e separa la sacca di liquido amniotico dalla parete dell'utero. Questa procedura aumenta la naturale produzione di prostaglandine.
Rottura artificiale delle acque di borsa
Genera la "pausa di acqua" praticando un foro nel sacchetto contenente il liquido amniotico, quando c'è già una dilatazione parziale, accelerare il processo di contrazione. La donna è monitorata per evitare possibili infezioni.

Quando esso è controindicato per indurre il travaglio

Ci sono situazioni in cui non può indurre il parto:
· Nelle gravidanze con il previa della placenta (una complicazione della gravidanza che consiste nel fatto che la placenta si trova nell'utero zona inferiore, totalmente o parzialmente, che copre l'uscita alla cervice).
· Quando la madre ha cicatrici sull'utero.
· Se si è affetti da alcuni tipi di cancro della cervice o infezioni quali herpes genitale.
· Nel caso che il feto è fuori luogo, è molto grande (macrosomia fetale), c'è una sproporzione tra la testa e il bacino materno, o a rischio imminente.

Rischi di induzione del travaglio

L'induzione è un procedimento artificiale. I professionisti utilizzano media per imitare la natura e anticipare la nascita del vostro bambino in una donna che non ha ancora iniziato il processo del parto. Questo, a volte, non è abbastanza perfetto e può causare effetti indesiderati.
Per la madre
· Rischio di rottura uterina. Poiché queste nascite sono più lunghe, la donna si stanca di più e hanno più probabilità di soffrire di febbre, disidratazione ed eccesso di contrazioni, che può portare alla rottura uterina.
· Abruption placentare. Farmaci che vengono utilizzati per provocare le contrazioni possono essere più pericolosi per le donne che hanno partorito in precedenza da cesareo o altri tipi di chirurgia nel grembo materno. Un Abruption placentare può verificarsi se le contrazioni sono troppo intense.
· Infezioni uterine. Il rischio di infezioni uterine da movimentazione ha sofferto durante l'induzione.
· Sezione caesarean. Possibilità di aumenti alla fine in cesareo o parto vaginale strumentale, così in questi casi viene aggiunto ai rischi coinvolti in tali procedure, quali infezione, dolore, sanguinamento e lacrime del canale del parto.
Il bambino
In una lunga nascita, il feto può anche subire una perdita di benessere all'interno dell'utero e quindi aumenta il tasso di parti cesarei nel lavoro. Ossitocina sintetica che viene dato alla madre per provocare le contrazioni, possono influenzare la diminuzione del battito cardiaco del bambino.
Un'altra complicazione possibile (anche se raro) è il prolasso del funicolo, che consiste del midollo precede il feto nel loro passaggio attraverso il canale del parto e, quando questo viene fuori, premere il midollo, limitando così il rifornimento di ossigeno e di sangue, che può avere conseguenze fatali per il bambino.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…