Passa ai contenuti principali

Recupero post-partum: esercitare dopo la gravidanza

Quanto tempo ci vorrà per recuperare il mio fisico dopo la gravidanza? Come dovrei preoccuparmi per post-partum? Io sport se sono una madre di professione d'infermiera? Qui troverete consigli e risposte a queste domande.

Recupero post-partum

Quanto tempo ci vorrà per recuperare il mio fisico dopo la gravidanza? Come dovrei preoccuparmi per post-partum? Io sport se sono una madre di professione d'infermiera? Qui troverete consigli e risposte a queste domande circa l'esercitazione dopo il recupero di gravidanza e post-parto.
Dopo il parto è la fase di transizione in cui la madre e il bambino si sposta da questa stretta relazione che esiste durante la gravidanza in un periodo di maggiore autonomia per entrambi. In questa situazione, ogni donna subisce profondi cambiamenti a livello fisico e psicologico, nuove emozioni, sentimenti e responsabilità, così come i cambiamenti importanti nella fisiologia della madre, fino a quando torna a una condizione simile a quella era prima della gravidanza. Esercizio fisico può aiutare a recuperare la figura.
Quanto tempo farlo prendere a scomparire la lassità legamentosa?
Gravidanza aumenta la lassità delle articolazioni (una maggiore elasticità dei legamenti e articolazioni) che permette un movimento più ampio per effetto degli ormoni rilasciati durante la gravidanza, che possa facilitare l'emergere della caviglia distorsioni, ginocchio, spalla e dito.
Lassità legamentosa può rimanere fino a circa 12 settimane dopo il parto. Per questo motivo, all'interno del nostro obiettivo di recupero post-partum consiglia di sport che non richiedono saltando o eccessivo allungamento e usare una calzatura adatta. Si consiglia inoltre di esercizi di riscaldamento delle articolazioni delle spalle, caviglie e ginocchia.
Quali cure ho dopo il parto?
Entro il periodo di recupero post-partum, dobbiamo seguire i seguenti consigli:
· Bere molti liquidi.
· Utilizzare un reggiseno adeguato quando si esercita.
· Mantenere adeguate abitudini nutrizionali.

Può esercitare una madre di professione d'infermiera?

La pratica dello sport e l'allattamento non sono solo compatibile, se non che fornisce anche vari benefici all'interno del nostro obiettivo di recupero post-partum. Diversi studi suggeriscono che una donna dando il petto al vostro bambino ed esercizio fisico recupera il suo peso ex (che era prima della gravidanza) più veloce di una madre cura sedentaria. Inoltre, elimina prima il grasso accumulato durante la gravidanza.
Non solo quello, lo sport contribuisce alla madre recente altri effetti positivi, come un miglioramento nella loro funzione cardiovascolare, aumento della flessibilità muscolare, una migliore calcificazione delle ossa, un sistema immunitario più forte e una riduzione dello stress e ansia, favorendo l'autostima della mamma sportiva al tatto meglio con se stessa.
Quali effetti può avere lo sport sulla composizione e il volume del latte?
Non esistono studi chiari che suggerisce che l'esercizio fisico influenza il volume o la composizione del latte materno. Secondo l'associazione spagnola di pediatria, nei seni che erano già prima di atleti, esercizio non influisce negativamente al volume di latte o la composizione.
Ma, in quelle madri che non sono assiduo sportivo, fare esercizio intenso durante il periodo di recupero post-partum può causare diminuzione latte volumi e cambiamenti nella sua composizione, come una diminuzione del lattosio o alcuni fattori di difesa e un aumento di acido lattico che, essendo amaro, potrebbe rendere alcuni bambini a respingono il petto (anche se di solito tendono a tollerare bene questo "cambiamento del gusto"). Pertanto, l'esercizio del modo intenso e regolare dopo la gravidanza dovrà lasciarlo solo alle mamme che sono atleti professionisti.

Quali sport sono quelli raccomandati per post-partum?

La donna cura può esercitare tipo aerobico, come nuoto, o camminata, tutti o quasi tutti i giorni della settimana, nel corso di circa 30 minuti per sessione. Che sì, il nuoto non è raccomandato per dopo il parto, dovrebbe essere un tempo ragionevole.
Quegli sport dove ci può essere rischio di trauma in seno anche sono controindicati durante il puerperio e l'allattamento.
L'associazione spagnola di pediatria dà alcuni consigli per lo sport dopo la gravidanza senza rischi per la madre:
· Se sei una madre di professione d'infermiera e andando a fare sport, farlo dopo la cura.
· Utilizzare un reggiseno sportivo, preferibilmente di cotone.
· Riscaldati bene prima e regola l'intensità dell'esercizio, passando da meno a più progressivamente e sapendo che bisogna fermarsi quando si inizia a stancarsi
· Aumenta l'idratazione.
· La dieta dovrebbe essere ricca di carboidrati complessi e povera di grassi.

Consigli per post-partum in materia di esercizio fisico

Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente se volete esercitare dopo il parto:
· Quando sanguina: è conveniente aspettare alcuni giorni per iniziare l'esercizio.
· Nel caso in cui avete fatto unepisiotomia: sarebbe opportuno aspettare abbastanza a lungo fino a quando ha smesso di dolore prima di tornare a praticare sport.
· Dovrebbe essere particolarmente attento con l'ipermobilità legamentosa durante le prime settimane dopo il parto, poiché può causare incidenti.
· Stanchezza o affaticamento è un problema molto comune. Se si verifica, è conveniente cambiare l'esercizio per un periodo di riposo (per esempio un pisolino).
· L'incontinenza urinaria è un problema comune nelle donne dopo il parto, che può essere estesa per alcuni mesi. Sarebbe conveniente eseguire esercizi che aiuteranno ad per accelerare il recupero, come ad esempio gli esercizi di Kegel.
· È molto importante fare esercizi per riscaldare e allungare prima di iniziare l'attività fisica e rilassarsi dopo.
· La pratica di addominali esercizi di rafforzamento può aiutare, insieme con cura per la postura, alleviare il mal di schiena, così prevalente nel periodo successivo al parto.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…