Passa ai contenuti principali

Punti notevoli di Giudici 5-7 - Scuola di Ministero Teocratico

Scuola di Ministero Teocratico: Informazioni per studio personale

Lettura della Bibbia: Giudici 5-7 (8 min)


(Giudici 5:4)

Geova, al tuo uscire da Seir, Al tuo marciare dal campo di Edom, La terra sobbalzò, anche i cieli stillarono, Anche le nubi stillarono acqua.

*** it-1 p. 773 Edom ***
Nella benedizione poetica che pronunciò su Israele prima di morire, Mosè descrisse Geova Dio dicendo che ‘era venuto dal Sinai’, ‘aveva rifulso su di loro da Seir [Edom]’ e ‘aveva brillato dalla regione montagnosa di Paran’. Una descrizione simile ricorre nel cantico di Barac e Debora e nella profezia di Abacuc. (De 33:2; Gdc 5:4, 5; Aba 3:3, 4) Questa raffigurazione profetica descrive evidentemente la scena o il contesto in cui Geova si era manifestato alla sua nuova nazione, illuminandola come con raggi di luce che sfolgoravano sulle vette dei monti.

(Giudici 5:5)

I monti scorsero via dalla faccia di Geova, Questo Sinai via dalla faccia di Geova, Dio d’Israele.

*** it-2 p. 315 Montagna, Monte ***
Quando la Bibbia parla di monti che ‘si struggono’ o ‘scorrono via’ potrebbe descrivere l’effetto di un violento temporale. (Gdc 5:5; Sl 97:5) Le forti piogge formano corsi d’acqua e torrenti impetuosi che erodono il terreno, come se lo dissolvessero. Similmente fu predetto che l’espressione dell’ira di Geova contro le nazioni avrebbe provocato un massacro tale che il sangue degli uccisi avrebbe fatto struggere i monti, cioè avrebbe eroso il terreno. (Isa 34:1-3)

(Giudici 5:6)

Ai giorni di Samgar figlio di Anat, Ai giorni di Iael, i sentieri non erano frequentati, E i viaggiatori delle strade viaggiavano per sentieri traversi.

*** it-1 p. 131 Anat ***
1. Padre di Samgar, giudice di Israele. — Gdc 3:31; 5:6.

(Giudici 5:7)

Quelli che dimoravano nella campagna cessarono, cessarono in Israele, Finché io, Debora, sorsi, Finché io sorsi come madre in Israele.

*** w03 15/11 p. 28 Mediante la fede Barac mise in fuga un potente esercito ***
Parlando della vita in Israele, le Scritture dicono: “[In quei giorni] i sentieri non erano frequentati, e i viaggiatori delle strade viaggiavano per sentieri traversi. Quelli che dimoravano nella campagna cessarono”. (Giudici 5:6, 7) La gente era terrorizzata dalle scorribande dei carri dei predoni. “La vita sociale era dominata dalla paura”, dice uno studioso, “tutta la comunità era praticamente paralizzata e indifesa”. Perciò, come spesso era accaduto in passato, gli israeliti demoralizzati implorarono Geova di venire in loro aiuto.

*** it-1 p. 661 Debora ***
Il giorno della vittoria Debora e Barac cantarono insieme un cantico. Parte del cantico è in prima persona, segno che almeno in parte, se non tutto, l’aveva composto Debora. (Gdc 5:7) Le donne erano solite celebrare le vittorie con canti e danze. (Eso 15:20, 21; Gdc 11:34; 1Sa 18:6, 7; Sl 68:11)

MOSTRA TUTTE LE INFORMAZIONI NEL FILE PDF


Scarica il file in PDF con informazioni per studio personale

Scarica File in PDF per Laptop, Tablet e Mobile

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…