Passa ai contenuti principali

Osteopatia, riequilibra il corpo

Osteopatia

La Medicina osteopatica è immerso all'interno della vasta gamma di discipline di fisioterapia, costituito da un insieme di tecniche manuali e trattamenti non invadente come alternativa per i problemi e le condizioni di salute, evitando l'applicazione dei metodi farmacologici per il loro trattamento.
L'osteopatia è una disciplina in cui massima risiede nella visione olistica del corpo umano, questa intesa come unità e non come un insieme di strutture e organismi indipendenti. A partire da questa premessa, trattamenti osteopatici vengono indirizzati ad alleviare la condizione medica attraverso il recupero dell'equilibrio nel complesso organico, più che il focus analitico di sollievo dal dolore.
Aggiunto a questo concetto è l'applicazione dell' omeostasi, cioè, la proprietà degli organismi viventi di mantenere una condizione stabile compensando il commercio interno ed esterno (metabolismo), come ad esempio i livelli del corpo di autoregolamentazione del pH o temperatura.
Questo sfondo, troviamo in osteopatia uno strumento dedicato a preservare le funzioni tutti biologici nella vostra attività perfetta (cardiovascolare, respiratorio, nervoso, linfatico, scheletrico muscolo...).
[Questa disciplina è stata sviluppata da Andrew Taylor ancora americano nell'anno 1874, ]ed è attualmente riconosciuta dall'organizzazione mondiale della sanità, essendo dato come gli studi universitari in paesi come Francia, Inghilterra o Stati Uniti.UU. Nonostante questo, l'osteopatia Spagna non sono regolamentati come professione giuridica, qualificata fine del controverso tenendo conto che il Ministero della scienza e dell'innovazione riconoscerlo legalmente, ma solo entro i poteri della laurea in fisioterapia.

Per osteopatia chi si qualifica?

Grazie al concetto olistico dell'osteopatia (che comprendono il corpo intero), il suo utilizzo è consigliato per un'ampia varietà di patologie e disturbi organici:
  • Osteo-articolare e muscolo-scheletrico: distorsioni, tendiniti, contratture, radiculopathies (perdita di sensazione), risultato di disturbi strutturali dismetrias (membri di diverse lunghezze), e così via.
  • Digestivi: sindrome del colon irritabile, gonfiore addominale, costipazione, gas, ernia jatale, gastrite...
  • Genito-urinario: amenorrea, dismenorrea, cistiti, incontinenza, disturbi della menopausa e gli altri.
  • Apparato respiratorio: asma, tosse, bronchite...
  • Neurale: mal di testa di varie origini, emicrania, nevralgia del trigemino.
  • Pediatria.
  • Postoperatoria.
  • Disturbo del sonno, stanchezza, vertigini, stanchezza generalizzata, stress, ansia, ecc.
  • Ostetricia.

Benefici dell'osteopatia

Il beneficio più grande che presenta da altre terapia manuale osteopatia è il principio del 'minimo intervento'. Contrariamente alle linee guida e modelli di azione delle terapie standard, medicina osteopatica non cerca intrusione diretta di una condizione medica per sradicare, ma studi discute la possibile origine ed evoluzione. Con questa informazione professionale può alleviare il disturbo eliminando la causa originaria, senza tali tecniche invasive o aggressivi (farmaci, apparecchiature di fisioterapia, ecc.), favorendo la capacità di autoguarigione del corpo.
Ed è che, è provato - di fronte alcuni problemi, la scuola che possiede il corpo umano di rigenerarsi, auto-guarire, adattarsi alle aggressioni esterne e meccanismi di lesioni: gli esseri umani sono capaci sulla propria guarigione loro ferite, ulcerazioni strette, guarire i processi di influenza eliminando agenti infettivi, saldatura di ossa rotte, rivestire oggetti con tessuto fibrotico,...; Osteopatia, aiuta semplicemente con tecniche a mantenere questa virtù.

Controindicazioni per osteopatia

Dovuto la loro natura non invasiva, l'uso di osteopatia non ha controindicazioni, ad eccezione di quelli di eventuali altre tecniche fisioterapeutiche: (mista degenerazione, avanzata osteoartrosi, varie alterazioni neurologiche o ematologiche, ecc).
L'osteopatia non è destinato a essere la panacea dei trattamenti, né né sostituire la medicina moderna costruzione come la soluzione di tutti i mali del corpo umano. Un osteopata professionista conosce i suoi limiti e la ferita che è in grado di trattare, evitando di impegnarsi in intrusismos e abusi del tipo "che io posso risolverlo". Quando un paziente va a una query di osteopatia soffrono di dolore, il professionista dovrebbe iniziare sempre con la stessa domanda: che cosa ha detto il medico circa il dolore?

Tipi di osteopatia e tecniche osteopatiche

Osteopatia moderna è divisa in tre grandi gruppi: strutturali, viscerali e craniali. Vediamo che cosa è ogni uno di loro e le varie tecniche utilizzate da osteopati per alleviare tutti i tipi di disturbi.
Osteopatia strutturale
È la sezione finalizzata alla conoscenza del sistema muscolo-scheletrico. Essi sono quindi studiati i tre pilastri fondamentali del corpo movimento: ossa, muscoli e articolazioni e come essi interagiscono per realizzare movimenti complessi. Studi allo stesso tempo tutti i quadro di morbido, come tessuto di fascia, tendine o legamento. Conosciuto tutto questo, viene analizzato il modo per correggere le possibili alterazioni di questo sistema e la sua correzione. Generalmente questa sezione è suddivisa in treno superiore e carrello per il suo apprendimento corretto.
Osteopatia viscerale
In questo caso, lo studio si concentra su organi e visceri: stomaco, pancreas, sistema urogenitale, riproduttivo, ecc. C'è la sua funzione e il suo comportamento e così può correggere i suoi possibili disfunzioni.
Osteopatia craniale
Come suggerisce il nome, si concentra sulla conoscenza della struttura ossea del cranio e il suo rapporto con il sistema nervoso centrale e le modifiche subite dall'Agenzia a seguito di questa (vertigini, emicrania, errori posturali...). La struttura del cranio includono la parte mandibola, di grande importanza in numerose alterazioni nella funzione Ent.

Alcune tecniche osteopatiche

Esistono molte tecniche utilizzate da osteopati, ma includono i seguenti tra i più utilizzati:
- Rilascio miofasciale: è di liberare la fascia, il tessuto che circonda i tessuti molli e conseguente dolore e mancanza di mobilità quando è attaccato e limitato.
-La tecnica di energia muscolare: è quella che si avvale di contrazione attiva e volontaria del muscolo del paziente in una direzione controllata e un'intensità variabile, da un terapeuta di fronte a una determinata resistenza. È usato per trattare i muscoli accorciati o spastici, potenziare le strutture muscolo indebolito, riducendo edemi o remobilization di un giunto.
-Tecniche di Jones, 'punti' e 'trigger points': punti sensibili producono dolore premendo in quella precisa zona. Trigger punti trigger dolore a distanza del posto verso il basso. Il successo di questa tecnica sta nella precisione della posizione di questi punti. Una volta che si preme il punto, si muove l'articolazione fino a trovare l'angolo al quale il dolore. Questa posizione mantiene una pressione sostenuta per 90 secondi. Adatto per le contrazioni e sovraccarico muscolare grave.
-Tecnica di fiducia: probabilmente che più identifica un cittadino camminando la Gilda osteopatica, anche conosciuto comunemente come "fruscio o posizionando le ossa". Si compone di normalizzare un giunto con un gesto rapido e indolore. Verrà posizionato il paziente in posizione di tensione all'interno del suo inizio limitazioni congiunto, quindi per superare tali limiti usando le braccia o le gambe come leve. Tecnica molto efficace, ma che richiede un alto grado di esperienza di osteopata, sia per isolare la parte da trattare per controllare il grado di ampiezza e la forza per stampare.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…