Passa ai contenuti principali

La sindrome di imperatore: quando il bambino è un tiranno

Tuo figlio imporre la sua legge in casa? Loro capricci esaurito la pazienza? Potrei soffrire di sindrome dell'imperatore, un fenomeno sempre più frequente in cui i bambini sono quelli che dominano i genitori.

La sindrome dell'imperatore: non posso con mio figlio

Tuo figlio imporre la sua legge in casa? Direi impossibile che non senza che esplode in un impeto di rabbia? Sue lacrime e capricci di scarico vostra pazienza? Può essere che soffre della sindrome dell'imperatore, un fenomeno sempre più frequente in cui i ruoli sono invertiti: dominano i genitori di bambini e, nei casi estremi, maltrattano i loro.

Il figlio del tiranno, nasce o si diventa?

Anche se non non c'è nessun quadro clinico con quel nome, l'espressione di sindrome dell'imperatore è usato per riferirsi a bambini che presentano alcune caratteristiche, come l'insensibilità emotiva, poca responsabilità per punizione, difficoltà a sviluppare sentimenti di colpa e mancanza di attaccamento ai genitori e altri adulti.
In generale, si tendono prima di incolpare i genitori di questo tipo di comportamento essendo troppo permissiva e protettivo con i loro figli; Anche se influenza anche l'ambiente, perché i bambini di oggi vivono in una consumistica, società individualistica e materia semplice e veloce successo che sopra ogni cosa. Inoltre, ci può essere una predisposizione genetica di una natura che spiegherebbe perché all'interno della stessa famiglia, e alle stesse condizioni, solo un membro è influenzato.
Inoltre, c'è un motivo. A volte è il fratello minore; gli altri, il più grande; altri, unico o di adozione del bambino, altri figli di anziani, famiglia monoparentale, ecc. Che sì, sembra che più si verifica tra la classe superiore e medio e tra i ragazzi rispetto alle ragazze, ma le ragazze sono guadagnando terreno.

Quando l'imperatore sindrome bolle in pentola?

Struttura della famiglia è molto cambiata, matrimonio già non dura una vita - divorzi e ricomposizioni sono l'ordine del giorno-, i figli unici sono legione e, inoltre, abbiamo figli sempre più tardi o li adotteremo. In questo terreno fertile è facile che un bambino diventerà un bellissimo ben cui desideri deve sempre soddisfare, che non si può subire o sapere i limiti e la disciplina.
Fino a quandotutti i bambini sono piccoli despoti: gli altri esistono solo per soddisfare le vostre esigenze. A partire da andarci, strategie di apprendimento per arrivare a loro, un assalto al potere progressivo e inarrestabile, se non non c'è alcuna resistenza. Come famoso e temuto collera, ad esempio, una manifestazione di malcontento normale, ma come affrontare.
Esso di età quattro, rispetto al solito è che il bambino è già in grado di verbalizzare la loro rabbia e a cinque, più o meno controllato. Questo non è il caso dei bambini tiranni, che tenta di imporre la loro volontà in modo sistematico, sono aggressivi, soffrire costante bizze in luoghi pubblici e la vita quotidiana della famiglia diventano un calvario. I genitori alla fine arrendono con successive dimissioni al fine di raggiungere una pace precaria. Diventare maestri nell'arte di evitare potenziali conflitti e già non osano chiedere nulla al bambino, se non sono sicuri della loro risposta. Il bambino viziato accade di essere il re della casa, quindi tiranno del bambino, e infine, se l'aggressione continua, sono essi trasformati in adolescenti abusivi e non controllati dai loro genitori.
Record generale memoria 2011 procuratore portato da questa causa - un 9.000 - raddoppiato, e che, secondo gli esperti, solo uno in otto casi si presume.

Come comportarsi con un bambino tiranno

Frustrazione è un sentimento essenziale per lo sviluppo del bambino: bambini bisogno, dal momento che ha più o meno un anno, routine, regole e cancellare i confini di ciò che può e non può fare. Infatti, uno dei loro preferiti sport è costantemente messa alla prova i genitori a vedere dove si possono raggiungere.
Ma sei anni hanno figli dimostrato molto impulsivo, che si trovano, cui atteggiamenti vendicativi non collegano con gli altri, che sono insensibili, volendo fare il male perché sì, si sentono potenti, mancanza di empatia... Queste sono tiranniche, che a undici anni può ottenere affilato e atteggiamenti a 15 anni già sono difficili da gestire perché si radunano con propria ribellione adolescenziale.
Ed è che educare non è facile, e dovrebbero coinvolgere alcune dosi di frustrazione per bilanciare l'amore infinito che proviamo per i nostri figli. Se è esercizio genitori che loro autorità con passione e Costanza, le note della tirannia dovrebbe andare lentamente attenuanti. Il problema arriva se non non c'è nessuna reazione dai genitori, che, nel loro desiderio di trovare un explicacion-excusa per tutti-"il bambino ha un sacco di carattere", "che cosa è normale alla tua età"...-non osare non imporre qualsiasi disciplina. Il problema si aggravi fino a quando la famiglia si sente che si è andato dalle mani. Cosa fare allora? È non tornare alle pratiche del passato, ma di agire con buon senso, senza esagerato esso e senza violenza.

Regole di base di arginare comportamenti tiranni

Se i genitori hanno raggiunto il punto di rottura con i loro tiranni bambini può - e deve - chiedere aiuto esterno. Prima visita: il pediatra, che offrirà le linee guida e consigli su come agire. Alcuni bambini - e i loro genitori - hanno bisogno di psicoterapia anche a seconda della loro età e i sintomi. Se è un pre-adolescenti o adolescenti e loro sono già diventati aggressivi, il problema è più seria, più a lunga la terapia.
Inoltre, le seguenti regole impostabile per affrontare il comportamento tirannico:
· Entrambi i genitori devono essere d'accordo su come vogliono educare i loro figli, in quello che sarà il modello educativo e affrontarlo senza crepe, perché se presente, il bambino sarà immediatamente approfittare di loro.
· I genitori dovrebbero essere in grado di ammettere che suo figlio è un tiranno e non cercare di circostanze attenuanti.
· Routine, routine e più di routine. Il quotidiano del bambino deve essere pianificato: impostare tempi per mangiare, per andare a dormire, a casa. Inoltre deve avere a casa una serie di obblighi - fare il letto, mettere e rimuovere la tabella, ecc-di cui possono non essere timido. E regole molto precise per il loro tempo libero.
· Nessuna minaccia. Minacce trasmesso insicurezza un bambino e gestire solo aumentare la sua tendenza alla negazione.
· È di non vietare tutti dopo permettendogli di fare tutto. Che ha detto una cosa, non può essere retratto, quindi è meglio pensare prima di parlare e agire con calma.
· Non all'altezza del bambino: se egli urla, calci e assembla una scena, devono respirare e astenersi. Niente urla, lampeggia o puzza, meglio aspettare a calmarsi senza il minimo caso.
· È non discutere all'infinito, non viene utilizzato il bambino tirannico a parole. Invece di discutere, dovrebbe ricordargli quali sono le regole che ci siamo prefissati e il suo dovere di rispettarli.
· Serve anche a chiedere di essere messo al tuo posto: solo una delle sue caratteristiche è la sua mancanza di empatia.
· Ricordate che non esistono miracoli e l'educazione è una gara di fondo: non ci possono essere risultati immediati, ma che cresce, il bambino avrà successo interiorizzare i nostri insegnamenti.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…