La battaglia di Nectain Dun | Origine e storia.

La battaglia di Dunnichen o battaglia di Nechtanemere, Lin Garan e battaglia di Nechtan



di Joshua J. Mark
clip_image001
La battaglia di Dun Nechtain (noto anche come la battaglia di Dunnichen, la battaglia di Nechtanemere, Lin Garan e la battaglia di Nechtan) è stato un impegno fondamentale tra i northumbriani sotto il loro re Ecgfrith e Pitti sotto la guida del loro re Carmelo Mac Bile (noto anche come re Bridei III). La battaglia si svolse presso 15:0 (15.00) su sabato, 20 maggio, 685 CE. La precisa datazione dell'aggancio potrebbe suggerire che c'è la documentazione completa della battaglia ma, in realtà, a parte la considerazione dello storico Beda il Venerabile (672-735 CE) e, eventualmente, la raffigurazione scolpita nella pietra di Aberlemno Stone #2, sono noti alcuni dettagli. La battaglia di Dun Nectain fermò l'invasione della Northumbria (almeno per una volta), liberato gli scozzesi e i Britanni dalla dominazione della Northumbria e fissato i confini delle terre dei Pitti. Gli storici Giovanni e Julia Keay notare che la battaglia "possa così hanno creato le circostanze che hanno portato alla fondazione della Scozia" (271). Questa affermazione è ulteriormente sostenuta da altri storici, come Stuart McHardy, che rileva anche l'importanza duratura di questa battaglia nella storia scozzese.
La battaglia di Dun Nechtain ha rotto il potere di Northumbria e fissati i confini delle terre dei Pitti, che più tardi diventerà la Scozia.

Northumbria & Pitti

L'aumento del Regno di Northumbria anglicano e la caduta del Regno di Gododdin (che si trovava tra le terre dei Pitti e le regioni meridionali degli angoli) aumentato aziende angolo in Gran Bretagna e ha provocato nelle loro incursioni regolari nella terra dei Pitti. Pitti meridionali furono conquistati dagli angoli e soggiogati, come gli scozzesi e i Britanni erano stato prima di loro. Secondo gli storici Keay, "da una combinazione di mezzi dinastici, politici e militari, Northumbria è venuto a dominare gran parte della terra dei Pitti meridionale. Intorno 672, dopo la morte del potente re di Northumbria Oswin, Pitti tentò di 'gettare il giogo della schiavitù', ma subì una terribile sconfitta per mano di successore di Oswald Ecgfrith"(271). Ecgfrith poi politiche istituite per mantenere la gente conquistata nel loro posto e il tributo richiesto versati regolarmente la Northumbria Regno di Bernicia.
Northumbria aveva le risorse e la manodopera per prendere grandi porzioni di terreno da tribù come gli scozzesi, che erano arrivato dall'Irlanda e si stabilì in Dalriada e Argyll e i Britanni di Strathclyde, sia di chi, come notato, sono stati poi temi degli angoli. Uno dei generali di Ecgfrith era l'installazione re in determinati territori di cui si sentiva che sarebbe servito il suo scopo. Uno di questi re dei Pitti fu Bridei Mac Billi (meglio conosciuto come Carmelo Mac Bile), che è considerato uno dei più grandi, se non il più grande dei re dei Pitti per arrestare l'avanzata di angoli di Northumbria e liberando le sue terre della loro influenza. In tal modo, avrebbe anche togliere il giogo della Northumbria i Britanni e gli scozzesi a sud, così come altre tribù e più o meno impostato i primi confini di quello che sarebbe poi diventato, Inghilterra, Scozia e Galles.

La battaglia

Re Ecgfrith, che era cugino di Carmelo, può lo hanno aiutato a potenza a condizione che Carmelo trasmetterebbe regolarmente il tributo e vuoi lavorare per gli interessi di Ecgfrith. Questa affermazione è stata contestata, tuttavia, e si è anche pensato che Carmelo è venuto al potere dopo i northumbriani sconfissero il re dei Pitti settentrionali, Drest Mac Donuel, alla battaglia dei due fiumi nel 670 CE. Comunque Carmelo è venuto al potere, è chiaro che egli doveva inviare tributo sud Northumbria. Carmelo, tuttavia, non aveva alcuna intenzione di farlo e, anche se sembra che inizialmente ha mandato tributo in forma di bestiame e grano, questa pratica si è conclusa poco dopo che egli aveva consolidato il suo potere. Ecgfrith era difficilmente soddisfatto di questo sviluppo, ma è diventato più sconvolto di Pictish incursioni nel suo regno a sud di Adriano ora fatiscenti e parete indifesa. Ecgfrith ha deciso che era ora di togliere Carmelo e insegnare i Pitti una lezione importante.
Allo stesso tempo, Carmelo era ulteriormente consolidando il suo potere sottomettendo ribelle dei Pitti sotto-capi. Nel 681 CE ha preso la roccaforte di Dunottar e 682 CE aveva una Marina di adeguate dimensioni e forza a vela alle isole Orcadi e sottomettere le tribù ci. A seguito di questa vittoria, ha preso la capitale scozzesi di Dunadd ad ovest che, da 683 CE, aveva assicurato i suoi confini settentrionali, orientali e occidentali (Orkney, Dunnottar e Dunadd) e solo dovuto occuparsi di un attacco direttamente dal sud.
Questo attacco è venuto nel maggio di 685 CE quando Ecgfrith non poteva più tollerare minacce di carmelo alla sua regola e rifiutò il Consiglio dei suoi consiglieri per cercare ulteriori misure diplomatiche. Ha mobilitato una forza di cavalleria (possibilmente numerazione circa 300) per mettere giù che cosa ha visto come una ribellione dei Pitti nelle sue terre. I Pitti sotto Carmelo attirato la forza angolo più profonda e più profonda nel loro territorio da fingendo la ritirata. I tasti osservano che "sembrerebbe che Carmelo aveva un piano che ha coinvolto evitando il tipo di terreno che aveva condotto alla sconfitta precedente [nel 672] e reso necessario attirando l'esercito della Northumbria nella sua scelta del territorio. Ha usato la topografia locale per intrappolare il suo nemico, con Mire di Dunnichen Hill e di Nectan giocare un ruolo cruciale"(271). Una volta che gli angoli sono stati saldamente nella sua stretta, Carmelo poi colpito in un luogo noto agli scozzesi come Dunnichen, nelle cronache inglesi come Nechtansmere e in gallese racconta come Linn Garan; gli Annali dell'Ulster si riferiscono ad essa come Dun Nechtain, e questo è il nome più comunemente fatto riferimento dagli storici. Le forze di angolo si sono trovano tra l'esercito dei Pitti sulle alture di Dunnichen Hill, che si dice che hanno numerato nelle migliaia e le paludi del lago Nectan. Ecgfrith, realizzando la sua posizione pericolosa, ha optato per una carica su vasta scala della sua cavalleria in salita a rompere la linea Pitti nel centro. Carmelo, tuttavia, è caduto indietro, fingendo la ritirata e poi e ha tenuto la linea. Ha respinto l'accusa, inviando gli angoli avvolti in ritirata indietro giù per la collina e verso le paludi; poi ha contro accusato. Lo storico Beda, che dà il resoconto più dettagliato della battaglia, scrive:
Re Ecgfrith, ignorando i consigli dei suoi amici... avventatamente condusse un esercito a devastare la provincia dei Pitti. Il nemico finse di ritirarsi e attirato il re in passi di montagna stretta, dove è stato ucciso con la maggior parte delle sue forze il XX maggio nel suo quarantesimo anno e il quindicesimo del suo regno. Come ho detto, suoi amici lo ha messo in guardia contro questa campagna; ma durante l'anno precedente che aveva rifiutato di ascoltare il reverendo padre Egbert, che lo pregò di non attaccare gli irlandesi che lui non avevano fatto alcun male; e questa è stata la sua punizione, che ora si è rifiutato di ascoltare coloro che hanno cercato di salvarlo dalla distruzione. D'ora in poi le speranze e la forza del Regno inglese cominciò a vacillare e declino, per Pitti ha recuperato le proprie terre che erano state occupate dagli inglesi, mentre gli scozzesi che vivono in Gran Bretagna e una proporzione dei Britanni stessi ha riacquistato la libertà. Molti degli inglesi in questo momento furono uccisi, schiavizzati o costretti a fuggire dal territorio dei Pitti (capitolo 26).

Guaime

La battaglia di Dun Nechtain ha rotto il potere di Northumbria e fissati i confini delle terre dei Pitti, che più tardi diventerà la Scozia. Inoltre ha guidato i missionari cristiani degli angoli (Chiesa cattolica) fuori dalle terre dei Pitti, permettendo il Colombano originale marca del cristianesimo (chiesa celtica) a prendere tenere nelle highlands invece il marchio romano, che era stato accettato dagli angoli. Carmelo continua a governare fino alla sua morte nel 693 D.C., momento in cui suo regno era sicuro e in pace.
Questa pace sarebbe non ultima a lungo, tuttavia, come suo successore successiva Nechtan Mac Derile (706-724 CE), avrebbe aperto i negoziati con gli angoli sul religioso conta e inizia un conflitto religioso di dieci anni nel Regno tra coloro che favorivano la chiesa celtica e coloro che hanno creduto negli insegnamenti del marchio cattolica del cristianesimo. Nonostante questi conflitti, tuttavia, Carmelo Mac Derile aveva forgiato una nazione unificata che vuoi essere portata indietro insieme sotto il Regno di re Oengus figlio di Uurguist nel 734 CE. Oengus e quelli che sono venuti dopo di lui, avrebbe ripetutamente affrontare tentativi di angolo di invadere e conquistare la terra dei Pitti, e questo paradigma continuerebbe attraverso il Regno di Kenneth Mac Alpin (843-858 CE) e in passato l'ultimo re dei Pitti, Giric, che morì nel 899 CE. Le guerre tra gli angoli (dopo l'inglese) e Pitti (che si fuse con lo Scots) sono leggendari nella storia e ha continuato per secoli, ma la battaglia di Dun Nechtain nel 685 CE ha stabilito i confini più tardi i due popoli avrebbe combattono sopra e regolato la fase per l'istituzione della Scozia.

Scritto da Joshua J. Mark, pubblicato il 18 dicembre 2014 con la seguente licenza: Creative Commons: attribuzione-non commerciale-Condividi allo stesso modo. Questa licenza consente di altri remix, tweak e costruire su questo contenuto non commerciale, purché essi autore di credito e loro nuove creazioni sotto le identiche condizioni di licenza.

Bibliografia

  • Keay, J. & J. Collins Enciclopedia della Scozia. HarperCollins Publishers, 2001.
  • McHardy, S. una nuova storia dei Pitti. Luath Press Ltd, 2011.
  • Price Shirley, L. Beda una storia della chiesa inglese e persone. Classici del Penguin, 1962.

Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.