Il trial | Aneddoti, parabole, fiabe e riflessioni organizzative

Anedotas, parábolas,
fábulas e reflexões.

Parabole e storie di educare ai valori

Una vecchia leggenda dice che nel Medio Evo un uomo molto virtuoso fu ingiustamente accusato di omicidio. Il colpevole era una persona molto influente del Regno, e così dal primo momento abbiamo cercato di trovare un capro espiatorio di nasconderle.

L'uomo è stato processato e capito che avrebbe scarse possibilità di sfuggire al patibolo. Il giudice, anche se egli è stato anche conniventi, curato tenere tutte le apparenze di un processo equo. Così ha detto il convenuto:

Conoscendo la tua fama di uomo giusto, lascerò il vostro destino nelle mani di Dio: voglio scrivere le parole 'colpevoli' e 'innocente' in due ruoli distinti. Potete scegliere e sarà la Provvidenza, che decide il tuo destino.

Naturalmente, il funzionario perverso aveva preparato due carte con la stessa leggenda: "Colpevole". La vittima, anche senza conoscere i dettagli, che si rese conto che il sistema era una trappola. Quando il giudice gli ordinò di prendere uno dei ruoli, l'uomo ha preso un respiro profondo e rimase in silenzio qualche secondo con gli occhi chiusi. Quando la camera stava già cominciando a crescere impaziente, egli aprì gli occhi, con un sorriso, ha preso uno dei ruoli, metterlo alla bocca e ha inghiottito rapidamente. Sorpreso e indignato, il presente lo rimproverò.

- Ma, che cosa ha fatto? Come può ora diavoli sappiamo il verdetto?

-È molto semplice - rispose l'uomo. Si tratta di leggere la carta che rimane e sa cosa mi ha detto che ha ingoiato.

Con una rabbia mal dissimulata e Mumbles, deve rilasciare l'imputato e mai tornato a molestare lui.

Più difficile è quello di presentarci con una situazione, mai fermata ricerca uscita, né del combattimento fino all'ultimo momento. In tempi di crisi, solo l'immaginazione è più importante della conoscenza.

Albert Einstein
Tradotto per scopi didattici