Drust I "il re delle cento battaglie" | Origine e storia.



di Joshua J. Mark
clip_image001
Drust I (noto anche come Drest I, figlio di Drest dell'Irb e Drest figlio di Erb) era conosciuto come "Il re di un cento battaglie" un precoce re dei Pitti che egli sembra essere stato vittorioso. Suo regno è dato come CE 406-451, 413-451 CE, 424-451 CE, 432-451 CE, o 424-453 CE e sua durata come CE 407-478, a seconda di quale delle fonti primarie uno accetta. I Pitti si sono non lasciati annotazioni scritte della loro storia, solo tagliare pietre o pietre in loco, scolpito con immagini, e così la loro storia, anche la lista del loro re, è stato scritto dai Romani e, successivamente, dagli storici scozzesi e inglesi. Fu sotto il Regno di Drust I che il Cristianesimo fu introdotto a Pitti di St Ninian (360-432 CE) che arrivarono nella regione nel 397 CE (anche se questo è contestato). È stato inoltre documentato che era nel diciannovesimo anno del Regno I Drust che St Patrick ha lasciato in Scozia, Irlanda, che era in 432 CE, litigare per una data di 413 D.C. come inizio del suo regno e 451 D.C. come data della sua morte. Questa è probabilmente la data corretta Drust I regola ma è affatto certo.
Gli autori delle prime cronache erano principalmente interessati a uscire il successo dell'opera missionaria cristiana in Gran Bretagna settentrionale, non con la storia dei Pitti, e loro opere citare Drust ho solo come un mezzo per stabilire quando il quale missionario era al lavoro in quale regione. Lo storico Stuart McHardy ha notato che uno deve stare attento nell'accettare fonti antiche sulla loro storia, senza dubbio, perché nessuna di queste storie sono state scritte dai cittadini stessi e, di solito, queste fonti citano i Pitti come mezzo per promuovere i propri fini narrativi. Egli scrive: "come non abbiamo nessun record pittico letterario contemporaneo siamo costantemente costretti a trattare con il materiale che deve essere trattato con cura. Luogo comune che la storia è scritta dai vincitori potrebbe essere meglio espresso come storia è ri-scritta dai vincitori"(118). Tuttavia Drust io potrei hanno accolto o resistito, i missionari cristiani a Pitti è ignoto e le prove di successivi conflitti tra Pitti cercando di mantenere le loro credenze tradizionali e missionari cristiani non fa nessuna luce sul periodo di Regno di Drust I.
Drust sembra sia stato il primo re dei Pitti a espandere il suo regno sopra tutti Gran Bretagna settentrionale piuttosto che essere contenuto a governare terre tribali di sopra.

Il ruolo del capo & aumento della regalità

Pitti vivevano in piccole comunità composta da famiglie appartenendo a un singolo clan (conosciuto come un "parente"), che era presieduto da un capo tribù. Questi clan erano conosciuti come Caerini, Cornavii, Lugi, Smertae, Decantae, Carnonacae, Caledoni, Selgovae e Votadini (McHardy, 31). Questi clan spesso ha fatto irruzione l'altro bestiame, ma fasciato insieme quando minacciato da un nemico comune ed eletto un capo unico a guidare la coalizione. I parenti (che deriva dalla parola gaelica per "bambini") avrebbe continuato a seguire e proteggere il loro capo, ma che capo vuoi obbedire tutti il guerriero aveva accordato come leader del gruppo. Per quanto riguarda il ruolo del capo, gli storici Pietro e Fiona Somerset Fry scrive:
La testa dei parenti era un uomo molto potente. Egli era guardato come padre di tutti i parenti, anche se egli potrebbe essere solo un lontano cugino per la maggior parte. Egli comandò loro lealtà: ha avuto diritti proprietari sulla loro terra, il bestiame; loro possessi erano in un certo senso suo. Suoi litigi li ha coinvolti e che dovevano prendere parte a loro, fino al punto della loro vita (33) che stabilisce.
Il ruolo di capo, e come i Pitti sarebbe mettere da parte le differenze tribali in tempi di minaccia esterna, è illustrato attraverso romano conto produttore Tacitus della battaglia di Mons Graupius in 83 CE tra romano sotto Agricola e Pitti unirono sotto il Calgaco capo di Caledonian. Nel 79/80 CE Agricola invase la Scozia e premuto di una linea tra i fiumi Clyde e Forth di 82 CE. Dopo la definizione di fortificazioni, invase la terra dei Pitti in 83 CE ed è stata accolta da Calgaco nella battaglia di Mons Graupius.
Tacito registrato la battaglia e, in tal modo, è stato il primo a dare un resoconto scritto della storia scozzese. È dal conto di tacito di questa battaglia, e viene fornito il famoso discorso di Calgaco ai suoi uomini, che la frase, "fanno una solitudine e lo chiamano pace". Tacito non chiama Calgaco un re né un capo ma scrive: "Uno dei tanti leader, denominato Calgaco, un uomo di eccezionale valore e nobiltà, convocò le masse che già erano assetati di battaglia e rivolto loro." Note di McHardy Calgaco "sembra aver tenuto il suo ruolo a causa della sua abilità piuttosto che qualsiasi supposta particolare diritto di nascita o posizione aristocratica. Ancora una volta fa eco nella successiva società clan dove ogni clan aveva il proprio capitano che li ha portati in battaglia"(McHardy, 28). Il capo del clan e il sistema tribale, cambiato a causa dell'influenza del cristianesimo tra i Pitti e l'ascesa di anglicano Regno di Northumbria, che era governato da una monarchia.
Cristianesimo ha cambiato il sistema pitto del governo sostituendo il sistema matrilineare di Pict di successione (in quale direzione discendente da parte di madre) con un sistema patrilineare, in cui il primogenito succedette a suo padre. Questo sembra si sono verificati quando la devozione di Pict a una dea madre fu sostituita dal dio maschio patriarcale del cristianesimo. Influenza di angoli di Northumbria in Pitti, per quanto il capo tribù venga sostituito da un monarca, aveva a che fare con le loro ripetute incursioni nelle terre dei Pitti, che ha reso necessaria la forte leadership centrale sotto forma di un re di tutte le tribù regnante costantemente anziché il vecchio sistema di molti capi tribali che si riunirono sotto un unico capo quando necessario. Anche se non è chiaro perché i Pitti sentivo la necessità di un governo centrale, si è pensato che possono avere attribuito efficacia Northumbria nella conquista al loro re e così ha cercato di proteggere le loro terre specchiando forma di angolo di governo (anche se questo è quasi certo). Il primo re dei Pitti fu Gede, benchè nessun anni sono indicati per il suo regno, ma, al tempo della Drust io, la regalità sembra sono diventati una posizione accettata fra i Pitti come è menzionata da antichi cronisti senza commento o spiegazione.

Il Regno di Drust I

Molto poco si sa delle Regno Drust I. Egli è menzionato in un certo numero di storie antiche tra cui La cronaca dei Pitti antico che è un lavoro di storia dei Pitti da un autore sconosciuto stabilito nel Regno di Kenneth II di Scozia (971-995 CE). Per quanto riguarda Drust I menzione nelle cronache, scrive lo storico del XIX secolo D.C. Thomas Innes: "il vecchio record di St. Andrews hanno in queste parole: «Drust o Durst, fil. Urb o Irb, 100 vixit grat e 100 bella peregit' significato 'Drust figlio dell'Irb ha vissuto 100 anni e ha combattuto 100 battaglie' "(90). Innes conclude che Regno I Drust iniziò nel 406 CE e si è conclusa nel 451 CE sulla base delle informazioni da fonti che egli non fornisce. Poi scrive:
Da questo calcolo risulta che fu durante il Regno di questo Drust (Durst) che ha predicato il Vangelo fu dapprima a Pitti di St Ninian, all'inizio del quinto secolo e in seguito da Palladius St e St Patrick a scozzesi e irlandesi, fra A.D. 430 e 440. E qui finisce la prima parte della astratta delle Cronache dei Pitti, che contiene l'account di successione dei loro re ai tempi dell'ignoranza che precede la loro conversione al cristianesimo, quando, e come, hanno ricevuto in primo luogo l'uso di lettere (90).
A parte il suo semplice essere parte della narrazione cristiana della conversione dei Pitti, Drust sembra di essere stato un formidabile condottiero e re efficace del suo popolo. Scrivendo nel 1794 CE, lo storico John Pinkerton, nella sua opera An inchiesta nella storia della Scozia che precede il Regno di Malcolm III o l'anno 1056, note che Drust era ben noto per le battaglie che ha combattuto e la sua devozione per la libertà del suo popolo. "100 battaglie" citate da Innes e altri, sembrano di essere stato offensivi impegni a mantenere la tribù meridionali dalle terre di Pitti; aggressive campagne a tenere o espandere il territorio dei Pitti a fronte di usurpazioni di angoli, Britanni e scozzesi. Pinkerton menziona i Romani nella sua narrazione e sembra essere seguendo la stessa fonte, come nella sua successiva CE 1879 Innes ha funzionato per quanto riguarda la lunghezza approssimativa del Regno I Drust. È Pinkerton che imposta l'inizio della regola Drust I a 413 CE basato sull'anno St Patrick ha lasciato in Scozia, Irlanda (432 CE nel diciannovesimo anno del Regno I Drust). Come i romani lasciarono l'Inghilterra nel 410 CE, e aveva molto prima abbandonati i loro tentativi di conquistare le terre del nord dei Pitti, sembra improbabile che Drust re dei Pitti avrei avuto eventuali impegni con le legioni di Roma. Come con la maggior parte della vita di Drust I, tuttavia, questo è certo come le date del suo regno.
Attingendo le antiche cronache e Annali, Pinkerton scrive:
La monarchia dei Pitti, anticamente confinata nelle isole Hebud [Ebridi], era di gradi esteso sopra il nord-ovest della terra dei Pitti, o Scozia presente; e Drust, che inizia questa serie, sembra che alcune delle sue battaglie hanno impiegato nella diffusione di tutta la terra dei Pitti. Per il prossimo secolo troviamo che Beda menziona Brudi II come re di tutti i Pitti senza alcun accenno che il titolo era nuovo. Il Regno di Drust è notevole e illustre, sotto molti aspetti; dal cristianesimo, essendo stabilito tra i Pitti meridionali in, o poco prima, il suo tempo; da lode maleducato, che lui ha combattuto battaglie di cento; dalle frequenti incursioni dei Pitti e loro grippaggio su Valencia, quando i romani lasciarono l'isola. Da qui l'epiteto di 'Grande' sembra il suo debito; ed è dato spesso con meno causa...La cronaca dei Pitti dice che è stato nel XIX secolo [19] anno di Regno di Drust, che St Patrick è andato in Irlanda. Usher [un altro storico] dimostra che era nel 432, quell'evento accaduto; che forma un'epoca fissa per l'inizio di questo Regno [413]. Drust dice di aver combattuto battaglie di un centinaio, che è, un gran numero; molti di loro forse a stabilire la sua autorità sui Pitti meridionali e molti, senza dubbio, contro i Britanni e i Romani, quest'ultimo di chi lascia l'isola (295).
Drust ho, quindi, sembra essere stato il primo re dei Pitti a espandere il suo regno sopra tutta la Gran Bretagna settentrionale, in contrasto con i precedenti capi e poi dei re, che sembrano essere stati contenuti a governare le loro terre tribali. Si noti, tuttavia, che non sono disponibili informazioni affidabili sui re che hanno preceduto il Drust io. L'artista e lo storico dei Pitti, Ronald W. Henderson, di Perth, in Scozia, si osserva che, "non abbiamo informazioni [sui re prima Drust io] oltre ai loro nomi e la supposte lunghezze del Regno... altri scrittori hanno fatto varie proposte per quanto riguarda i loro significati, ma soprattutto senza molto segno di successo. i nomi sono troppo oscuri"(22). Drust poi è il primo re che era abbastanza notevole stato scritto circa.
Henderson risale Drust I data di nascita al 407 CE, "quando i Romani stavano lasciando la Gran Bretagna" e lo caratterizza come un uomo che "probabilmente è diventato una leggenda nel corso della propria vita...Un vero leader, ha preso il controllo durante la conseguente rottura [dell'evacuazione romano] e Uniti tutti i Pitti meridionali sotto il suo stendardo, (che probabilmente raffigurava un cinghiale) e si pensa che hanno istituito porti sicuri per proteggere la costa dalle invasioni dai Britanni "(22). Henderson arriva allo stato:
Che cosa si crede per essere la sua fortezza, conosciuta come collina di fidato (su cioè Drust), si trova a Anwoth vicino Gatehouse della flotta a Galloway in Scozia sudoccidentale. Le rovine di questa fortezza esistono ancora, insieme ai simboli dei Pitti, composto da un doppio disco e 'Z' rod, un serpente di mare, un simbolo geometrico, che è stato suggerito sembra un pugnale, e quello che sembra essere la testa di un insetto, tutto scolpito su uno spuntone di roccia nei pressi dell'ingresso del forte (22).
Ulteriore prova di Regno I Drust, secondo Henderson, è primavera acqua dolce Katie sete bene a sud di Abnernethy, in Scozia. Henderson fa notare che il pozzo non è chiamato "di Katie sete bene" né è "Di Katie Thirsty bene" ma Katie sete bene e sostiene che l'origine del nome deriva dal St Katherine di Alessandria (che fu martirizzato) attaccato ad una corruzione del nome di Drust, 'Fidato' (come con 'collina di Trusty') per diventare 'Thirsty'. Henderson respinge pertanto la storia conosciuta dell'origine del nome che una cameriera di nome Katie Thirsty regolarmente usato il pozzo a prendere l'acqua per la sua padrona, la signora Miller, per un illegale che ancora ha avuta. La probabilità che Henderson è corretto nella sua affermazione è rafforzata dalla nota correlazione fra i nomi 'Drust', 'Drustan' e 'Fiducia', 'Trustan' e 'Tristran' / 'Tristram'. Come collina di Trusty è identificato con Drust io, così può bene essere che originariamente potrebbe sono stati chiamati pozzo di sia Katherine o Drust bene prima i nomi combinati in Katie e Drust bene per diventare finalmente Katie sete bene.
Quel Drust ero una figura importante nella storia dei Pitti è riconosciuto per il numero di volte che il suo nome appare nelle cronache successive come il "re di un cento battaglie" e, come noto, per il suo successo in espansione sul territorio dei Pitti. Purtroppo, gli storici antichi che non stavano usando solo il Regno di Drust come marcatore per gli sforzi di missionari cristiani, né ha scritto nella convinzione che Drust ero abbastanza famoso richiedere alcuna elaborazione sul suo Regno o tale documentazione è stata persa. Data di morte di Drust I, secondo Henderson, è 478 CE, molto più tardi rispetto a quella di solito dato (come è la data di nascita di 407 CE) e questa discrepanza incarna la difficoltà nel fare qualsiasi definite asserzioni circa il Regno di re Drust diverso da quello che era conosciuto per la lunghezza della sua vita e le sue numerose vittorie militari.
Anche se, come osservato, egli è quasi sempre citato come il re sotto il quale il cristianesimo è venuto a Pitti, si è anche affermato che questo evento è accaduto prima o dopo, il suo regno. Dopo Drust morii, regola passato al figlio Tholarg di Anile e poi al figlio di Nechtan Morbet dell'Irb (su molto probabilmente Drust I fratello minore), e Nechtan è anche accreditato come il re che ha accolto i missionari cristiani. Regno di Nechtan, c. 485 CE, è troppo tardo, tuttavia, per il lavoro missionario St Ninian e troppo presto per St. Columba. Mentre ci sono certamente stati cristiani all'opera evangelizzatrice la popolazione tra Ninian e Columba, questi due sono i più conosciuti e più spesso citato in concomitanza con altri eventi al fine di registrare i loro successi. È quindi probabile - anche se non certo - che era sforzi Ninian sotto Drust io che per primo portò il cristianesimo a Pitti. Tuttavia che può essere, Drust I di Pitti è da tempo riconosciuto come un'importante figura politica e militare della Scozia del v secolo D.C., anche se i particolari delle sue vittorie e i successi sono stati persi al tempo.

Scritto da Joshua J. Mark, pubblicato il 19 dicembre 2014 con la seguente licenza: Creative Commons: attribuzione-non commerciale-Condividi allo stesso modo. Questa licenza consente di altri remix, tweak e costruire su questo contenuto non commerciale, purché essi autore di credito e loro nuove creazioni sotto le identiche condizioni di licenza.

Bibliografia

  • Rex Pictorum: la storia dei re dei Pitti di Ronald Henderson
  • Innes, T. & Grub, g. un saggio critico sulla Scozia o antichi abitanti delle regioni settentrionali della Gran Bretagna. William Paterson, Edimburgo, 1879.
  • Keay, J. & J. Collins Enciclopedia della Scozia. HarperCollins Publishers, 2001.
  • MacLean, F. una sintetica storia della Scozia. Casa Beekman, 1970.
  • McHardy, S. una nuova storia dei Pitti. Luath Press Ltd, 2011.
  • Pinkerton, J. un'inchiesta nella storia della Scozia che precede il Regno di Malmolm III o l'anno 1056. John Nichols, Londra, 1794.
  • Il Somerset Fry, P. & F. storia della Scozia. Barnes & Noble, 1995.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.