Definizione e significato di Capitalismo | Concetto e Che cos'è.

Che cosa è il Capitalismo?


In termini generali, è possibile definire il capitalismo come il modello economico che prevale nel mondo di oggi, con alcune modifiche. Questo sistema economico opera da privati e aziende che sono responsabili per la produzione e lo scambio di tutti i tipi di merci, nonché servizi, attraverso transazioni riguardanti prezzi e mercati diversi.

La prima volta fa riferimento a questo termine era metà del XIX secolo da Karl Marx, autore di "Capitale", e chi ha criticato il concetto e proposto al contrario la corrente detta "Marxismo". Tuttavia, al giorno d'oggi è conosciuto anche come "Libera impresa" e "Economia di mercato"

Come già accennato, sotto il capitalismo, i mezzi di produzione sono di proprietà privata, ed è un sistema economico che funziona attraverso l'interazione che avviene tra chi compra e chi vende in un mercato particolare. Un'altra caratteristica di questo modello economico è relativo ai proprietari privati della capitale, materiale e manodopera (operai, manodopera) che sono liberi di cercare i mezzi per migliorare il loro benessere, cercando così di ottenere il massimo dalla loro proprietà e la sua forza lavoro. D'altra parte, i consumatori possono scegliere liberamente e spendere i vostri soldi come e quando vogliono, diventando così la sovranità del consumatore, in altre parole, la necessità per il produttore di adattarsi alle esigenze di coloro che consumano i loro prodotti, ciò che motiva la concorrenza.

Si dice che i primi segni del capitalismo si svolge durante il Medio Evo, quello che è stato definito il capitalismo mercantile. Successivamente, lo sviluppo continuò con il capitalismo industriale, emerse dopo l'industrializzazione seguirà poi il capitalismo finanziario, che è definito come il sistema economico dominante in Occidente nel XX secolo. Tuttavia, oltre al riconoscimento di queste forme di capitalismo, è possibile trovare prove di esso in tempi molto più antichi. Tale è il caso dell'Impero romano, in cui ogni cittadino aveva l'autorità di comprare, vendere e commerciare liberamente e dove, inoltre, la produzione ha avvenuto in massa di vari prodotti, tra cui anfore e lampade ad olio. Qualcosa di simile è accaduto nella Grecia antica, dove il commercio con diverse nazioni hanno fluito in forma libera, come nei nostri giorni tra diversi paesi in diversi continenti.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano