Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di Poesie | Concetto e Che cos'è.

Quali sono le Poesie?


Le poesie sono scritte in versi opere, cercando di esprimere emozioni o impressioni del mondo per l'autore, dove è uso comune di rima e altri strumenti per le lingue.

All'interno le poesie, troviamo chi è epico, lirico; Esistono sotto forma di odi, drammatiche, di amore, amicizia, ecc. Essi sono espressioni liriche, che tengono una narrazione piacevolmente stilizzata, dal momento che è parte di ciò che viene ricercato con la poesia, la bellezza e la sua manifestazione attraverso la scrittura. È così, perché, le poesie sono il fascino di tante persone nel mondo e anche poeti, scrittori di loro, sono così adorato ovunque.

Molte delle opere letterarie, che ha iniziato la tradizione dei poemi, venuto dall'antica Grecia. Secoli prima della nascita di Cristo. In quel tempo, quasi tutti la scritta letterarie, erano poesie. Perché la parola poesia, proviene il verbo greco poiein, significato di fare. Pertanto, tutti scritti, è stato preso come uno tra i molti poemi.

Rispetto alla letteratura ispanica, le prime poesie, sorgono attraverso le invasioni arabe (700d.c.), verso la Spagna. Questo è destinato, dal 1950, trovare piccoli frammenti lirici, scritti in mozarabica. Che non è altro che la lingua che è stato dato, tra la congiunzione del latino volgare parlato in Spagna, con l'arabo. E che è la cultura araba, era molto più potente, di quella esistente nella penisola iberica. Pertanto ispanici latino volgare, ha cominciato a inondare di parole arabe.

Queste poesie sono state scritte intorno ai primi secoli dopo la nascita di Cristo. Sono chiamati jarchas, che erano brevi poesie. Che sono stati scritti da giovani donne e il suo amore per i suoi uomini ha parlati.

All'interno le poesie, ci sono vari sottogeneri. Ad esempio, abbiamo di satira di e scherno, disprezzo, davanti alle truppe di moralità o problemi di buone abitudini. Possiamo trovare anche sotto forma di poesie elegia, che sono sentimenti di profonda tristezza. Quei sentimenti, che sono nato dell'anima, quando è ferito o frammentato da un episodio della vita.

Al contrario, abbiamo le odi, che esaltano un fatto, evento o cosa, mediante sensazioni positive. E non è tutto tristezza nei cuori dei poeti. Pertanto, alcune poesie, ad esempio le odi, trattano con sentimenti di gioia, gioia, amore ed estasi, faccia diversi eventi che hanno segnato la vita degli scrittori.

Comunque, sono quelli cosiddetti classici poesie liriche. Con lo stesso mezzo, che diverse sotto-generi della poesia, venuto dalla madre di loro, arrivando ad essere la poesia lyric. Queste poesie sono scritte in versi. In cui il poeta parla in prima persona. I versi sono solitamente brevi, dove la rima è spiritosa. Allo stesso modo, essi incorporano strutture sintattiche o semantiche, a seconda di quello che l'autore si desidera.

Queste poesie sono circa i sentimenti o le emozioni che il poeta ha vissuto. Quindi, come si esprime nel suo lavoro. Come potete vedere, ad esempio, nel libro "20 poesie d'amore e una canzone disperata", il poeta cileno Pablo Neruda. Uno dei più famosi poeti del mondo, che ha anche vinto il premio Nobel per la letteratura.

In generale, poemi lirici, sono di breve durata. È il modo di scriverle. Se stai leggendo poesie liriche, uno può pertanto conto, che sono piuttosto brevi.

Per quanto riguarda il momento poemi lirici, essi sono nel presente. Che è, oggi, che è il momento che sta vivendo il poeta. Ed è che questo è basato sull'attuale. Poiché a causa della sensibilità che li circonda, che possono non per passare il tempo, quando si tratta di scrivere qualcosa sono sensazione o situazioni che hanno segnato profondamente.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…