Definizione e significato di Leninismo | Concetto e Che cos'è.

Ciò che il Leninismo?


È una particolare visione del marxismo che Lenin si sviluppa dal marxismo stesso. La visione del leninismo è diversa con gran parte del pensiero di Marx, perché esso si concentra su un processo rivoluzionario a livello locale (a livello di un singolo paese). Lenin si estende questo punto di vista di un processo globale o globale. Egli sostiene che il capitalismo è diventato un processo che copre il mondo intero e che quindi esiste un imperialismo economico. Da questa premessa è che l'imperialista degli Stati usare le loro risorse per mantenere le masse (soprattutto al proletariato) relativamente felice combattendo in questo modo la rivoluzione proletaria. Pertanto non è possibile per un'imperialista stato cadere facilmente alla rivoluzione, la rivoluzione potrebbe essere stato imperialista più debole: Russia.

Da lì potrebbe espandere gradualmente ad altri Stati e nella visione di Lenin Germania era stato successivo in condizioni di caduta. Tuttavia per Lenin, c'è un'altra possibilità: la rivoluzione è effettuata in piccoli paesi (sottosviluppati) e che insieme formano una Confederazione quanto basta per affrontare i paesi imperialisti. Come potete vedere, è un'estensione della lotta di classe, ma con una visione globale. Lo stato dovrebbe essere gestito dai sovietici a titolo di cooperative dell'autogestione (direbbe oggi) e l'apparato statale dovrebbe essere minimo, dove un ministro non dovrebbe guadagnare più di un operaio. Può essere visto solo Lenin parzialmente soddisfatte le loro aspettative e poi appaiono tre movimenti che cercano di portarli a compimento: stalinismo, maoismo e trotskismo.

Stalinismo (a causa di José Stalin) tentò di formare un unico stato, burocratico e repressivo, centralizzato dove le risorse naturali e umane sono al vostro servizio. Era uno stato dove figure dei loro capi esaltarono e metterli sopra tutti. Lo scopo principale era quello di trasformare questo stato in una superpotenza a qualsiasi costo e in effetti ha fatto. I costi umani e risorse naturali era molto alte, anche in senso repressivo e anche le conseguenze ecologiche sono non stati lasciato per aspettare, producendo anche carestie. La superpotenza dovrebbe estendere il processo rivoluzionario in altri paesi a partire con i meno sviluppati.

Trotskismo (di León Trotsky) cercò uno stato meno burocratico, più focalizzato sul Soviet (consigli) e con una rotazione degli uffici politici per evitare l'esaltazione delle figure personali. La rivoluzione deve essere graduale, progressiva e non aggressivo. Trotskismo era generalmente meno violenta e più aggiornato leninismo tranne alla fine della rivoluzione. Proposto anche come portare a scomparsa allo stato e quindi eliminare la burocrazia tutti.

Maoismo (di Mao Tse Tung) ha elementi stalinista e trotskista, ma incorniciato nella società feudale cinese, dal momento che questo paese non era venuto fuori dal feudalesimo. Approfittate di questi elementi per sostituire la figura dell'imperatore la figura della guardia dello stato e non visto nel classe operaia giri motore. Mao vede nella classe contadina per quel motore. Naturalmente la classe operaia cinese era quasi inesistente e quindi non può condurre il processo rivoluzionario. Per leninismo dovrebbe essere applicato a seconda delle circostanze. Questo pensiero ha portato a grandi cambiamenti che sono stati implementati sia da lui e dai suoi successori.

In definitiva il leninismo si potrebbe dire che in alcuni rispetti ancora esistenti oggi, nel senso di diversi paesi, in alcuni dei suoi principi e visioni sono state applicate. Il fatto che l'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche è andata può essere interpretato come la scomparsa di questa corrente in termini di pratica applicata nel suo complesso, ma continuano ad essere rimborsabili e applicare alcune delle loro aspirazioni.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano