Definizione e significato di Haiku | Concetto e Che cos'è.

Che cosa è Haiku?


L'Haiku, la forma poetica, provenienti dal Giappone, è una piccola poesia che in genere consiste di 17 sillabe che sono divisi in 3 versi, il primo di 5 sillabe, il secondo di 7 e l'ultima 5 nuovo; tradizionalmente si parla di natura e i suoi fenomeni, anche se occasionalmente copre altri soggetti della vita.

Nasce dal "Hokku", cioè, della parte introduttiva o prima parte del cosiddetto "Tanka" o più lungo poema che ha origine nell'improvvisazione di un gruppo di poeti.

Il poeta Matsuo Basho, considerato il padre dell'Haiku, esso è definito nel modo seguente, "Haiku è proprio ciò che sta accadendo in questo luogo, in questo momento". In altre parole, l'Haiku è una forma breve poetica che cerca di descrivere una scena o un'immagine, reale o immaginaria.

Nella maggior parte dei casi il contenuto fa riferimento ad alcune delle stagioni dell'anno, ognuno dei quali è associato con gli elementi che sono spesso citati. Nel caso di primavera si riferisce alla fioritura di alcuni alberi come prugne e ciliegi, canto degli uccelli e le 7 caratteristiche di fiori primaverili. L'estate vi ricorderà alcuni insetti, come anche le piogge tempestose e colture. Nel caso di autunno citato rapporto di elementi salvati con coltivazioni di riso e alcuni uccelli come aironi e anatre. Infine, in inverno freddo, neve e nebbia protagonisti diventano questa forma letteraria così concentrata sulla bellezza della natura.

Il carattere semplice e chiaro dell'Haiku è essenziale per comprenderla, è più non possiede né il titolo né le rime e si può fare senza punteggiatura e capitalizzazione. È questa semplicità che ha fatto diventare la forma d'arte che vuoi rappresentare al meglio la filosofia del Buddismo Zen, che è universale in quanto più semplice.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano