Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di Blues | Concetto e Che cos'è.


Che cos'è il Blues?

Il Blues è un genere musicale che è riconosciuto nel mondo come la "musica dell'anima". È venuto dalle canzoni di afro-americani degli Stati Uniti del sud, che esprime la sua tristezza attraverso la musica. E infatti, il termine "blues" denota tristezza e malinconia, che non è per dire che tutte le espressioni di questa musica sono a tal fine. Il blues è uno dei generi più influenti, essendo parte di altri generi come riconosciuto come Rock and Roll, R & B e Jazz.

Blues ha avuto origine, probabilmente nel XVII secolo, le canzoni religiose e pagane che cantava di schiavi africani nelle piantagioni di cotone, arachidi e tabacco nel sud degli Stati Uniti. Questa musica era un modo di esprimere le loro richieste al divino e i loro sentimenti riguardo la schiavitù, la tristezza e la libertà per loro. Il suono ha cominciato ad estendere per divenire urbano e diventare il Blues.

Nel 1912, la prima partitura della musica blues è venuto alla luce: "Dallas Blues" di Hart bacchetta. Lo stesso anno ha lasciato "Memphis Blues" di W. C. Handy. Nel 1920, Mamie Smith ha prodotto "Crazy Blues", che divenne la prima registrazione di questo genere. Il blues divenne ben presto la principale espressione afro-americano e uno dei generi più popolari degli Stati Uniti, anche tra la popolazione bianca. Si evolve da musica vocale degli schiavi neri, una serie di stili e sottogeneri, vocale e strumentale, con variazioni nei vari Stati del paese. Inoltre, presto si è evoluta dalla musica bar informale al grande spettacolo nei teatri. Con il passare degli anni, diverso stile di blues erano attirare l'attenzione di persone provenienti da tutto il mondo e oggi è uno stile musicale rispettato e uno dei più influenti.

Il blues si presenta come caratteristiche principali il ritmo, il canto e la strumentazione. Il ritmo del blues (acustica e rurale) ha un ritmo molto caratteristico a causa sua fissa battere, che permette di ballare. In termini di canto, esso è una parte importante e presenta caratteristiche del Vangelo, con il grido, per esempio, che è un grido del cantante nero, o caratteristici inflessioni della voce o trilli e falsetto. Il cantante esprime le loro emozioni, che cosa è più importante in questo stile alla sintonizzazione. Sulla strumentazione, predominano la chitarra (con trasposizione di corde e vibrato, per dare maggiore espressività, più uso dello "slide", un tubo che scorre verso il basso le corde, dando loro un suono speciale), basso, batteria, armonica, pianoforte e, a volte, si snoda. Il blues classico è giocato in dodici battute e presenta ripetute tensioni armoniche con accompagnamento vocale, che può essere improvvisata, o strumentale.

I diversi stili di blues includono alcuni come paese blu Acoustic Blues, Jazz Blues, Vaudeville Blues, Jump Blues, Blues urbano, Folk Blues, Blues elettrico, classico femminile Blues, Blues moderno, tra molti altri.

Si distinguono in artisti blues come Robert Johnson (con il suo stile leggendario alla chitarra), Muddy Waters, B.B. King, Eric Clapton, Bonnie Raitt (con influenze rock e paese in più), Jonny Lang, Buddy Guy, Robert Cray, Johnnie Johnson e Jimmie Vaughan, tra gli altri.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…