Passa ai contenuti principali

Come e quando parlare di sesso con bambini

Parlare di sesso con bambini

I genitori sono responsabili per ottenere i loro bambini ad acquisire un' adeguata educazione sessuale attraverso un processo graduale che inizia nei primi anni di vita e passa attraverso l'adolescenza. In tutto questo processo, è importante che i genitori e gli insegnanti rispettano alla maturità e stato evolutivo dei minori (per esempio, non può spiegare allo stesso modo dove vengono i bambini a un bambino di quattro anni ad uno dei sette, indipendentemente da ciò che vogliamo trasmettere è la stessa).
Questo processo dovrebbe non solo occasionali conversazioni gravi quando i genitori ritengono che lei ora è il momento in cui quella conversazione dovrebbe avvenire. Al contrario, una buona educazione sessuale si basa su una corretta attitudine alla vita che permette ai minori di porre domande sul sesso quando i dubbi sorgono li dal momento che è in quel momento, quando il bambino o l'adolescente è veramente motivato a prestare attenzione alla risposta dei genitori.

Consigli ai genitori per discutere di sesso con i loro figli

Domande ed espressioni sessuali dei bambini anche generare dubbi, insicurezze e sentimenti nei genitori. È importante che i genitori siano consapevoli di questi sentimenti per poter controllare e gestirli in modo più appropriato, in modo tale che non sono in grado di influenzare negativamente l'educazione dei loro figli. Questo è importante perché l'educazione sessuale si trova non solo in quello che i genitori dicono i bambini, ma anche in cui callan.
Allo stesso tempo, è conveniente che i genitori siano consapevoli di frequenti preoccupazioni circa il sesso secondo l'età che hanno i bambini. Questo permetterà loro di dare una spiegazione correttamente e si adatta al loro livello di comprensione.
Castello di alcuni genitori che sono a disagio prima il sesso domande dei loro figli, in atteggiamenti che esprimono con frasi come "con Internet già sapere tutto", "ha spiegato già è a scuola", "me nessuno mi ha parlato di sesso, e l'ho imparato solo", per evitare le conversazioni che li può essere imbarazzante. Questo atteggiamento è completamente sbagliato, dal momento che la famiglia dovrebbe agire come un filtro di grande numero di informazione sessuale che li raggiunge per i minori, si laurea e adeguandolo ai valori della famiglia. Istituzioni accademiche sono solo contributori ai genitori i compiti discutere sesso con i bambini, dato che l'educazione sessuale dalla famiglia non deve essere delegata nel terzo.
Alcuni dei consigli che i genitori devono seguire quando si tratta di parlare di sesso con i loro figli sono:
  • Ulteriori informazioni su preoccupazioni sessuali che i bambini avranno lungo il loro processo evolutivo.
  • Fare attenzione quando si comunica con ogni bambino le differenze individuali (sesso, età, personalità...).
  • Prendere in considerazione domande che chiederanno i vostri bambini sia i relativi comportamenti di curiosità sessuale e di esplorazione.
  • Prima di rispondere alle vostre domande, informarsi di cosa sanno sull'argomento.
  • Essere onesti con loro e parlare naturalmente, apertamente e senza pregiudizi.
  • Rispondere quando le domande da parte del bambino, e non quando si tratta di genitori bene e se in quel momento che non si può spiegare perché, dirvi quando riprendono la conversazione.

Come parlare di sesso con bambini

Dalla prima infanzia i bambini avranno domande o curiosità riguardo al sesso. Informazioni che devono trasmettere i genitori in ogni caso dovrebbero essere limitati ai termini sexuales-biologicos (ad esempio con riferimento al sistema riproduttivo), devono contenere, inoltre, informazioni su aspetti emotivi, relazionali, ecc. Ma, quali domande si troveranno ad affrontare i genitori a seconda dell'età dei vostri figli e come è possibile risolverle?
Bambini da 0 a 2 anni
Ovviamente, il bambino non fare domande a questa età, così più importante quello che dicono i genitori sarà quello che fanno prima le manifestazioni sessuali dei piccoli. Il bambino scopre il piacere sessuale dal contatto fisico con persone che si preoccupano per lui, soprattutto con la persona che svolge la funzione materna (che non sempre la madre). Comportamenti che producono piacere al bambino sono aspirazione e tocco, è quindi importante che i genitori permettono che si incontrano piccolo questi desideri da oggetti adatti per questo (non avendo alcun pericolo se la portava alla bocca o tocco), e che mentre mamma o prendendo il look della bottiglia che tu madre, tu amare, parlare... Alla fine dei 2 anni ottengono il piacere dal controllo sfinteri e giochi legati a questo traguardo. I genitori dovrebbero facilitare questi giochi senza preoccuparsi che ottengono bagnati o sporchi e lasciarli parlare loro pis e loro cacca, oltre ad accompagnare il controllo di queste funzioni fisiologiche con frasi come "molto bene, mio figlio sa già, mamma di chiedere di portarlo a fare pipì".
Bambini 3-5 anni: prime domande sul sesso
Questo piccolo ciarlatano e ricercatore che confonde realtà con fantasia ha due principali preoccupazioni sessuale: la differenza tra i sessi e l'origine della vita. È la fase del perché, che devono essere soddisfatte dai genitori. È importante che quando noi comunichiamo con i bambini di questa età che chiamiamo le cose per nome (per esempio invece di coda pene o vulva anziché bastone).
Possiamo anche aiutare lamina adattato alla loro età per soddisfare la curiosità dei bambini, che non dovrebbe mai essere represso, perché questo li genererà vergogna e pudore.
Tra 6 e 9 anni: naturalizzano sesso
A questa età, le domande sono più elaborate. Il più comune è come incontrare spermatozoi e uova. In questo caso, i genitori devono rispondere chiaramente qual è il rapporto sessuale, senza dimenticare gli affetti tra i membri della coppia. La spiegazione deve essere semplice, ad esempio: i testicoli sono una fabbrica di sperma che viaggiano attraverso i tubi...
Se non gli chiedi, a questa età ancora non è necessario parlare di contraccezione. E se il bambino non ha ancora parlato di sesso, i genitori dovrebbero cercare opportunità quotidiane rimuovere l'argomento naturalmente.

Come parlare di sesso durante la pubertà

Tra 10-12 anni e gli anni successivi della pubertà domande sesso diminuiscono perché dà più vergogna ragazzi chiedono ai genitori, ma questo non significa che esso è ridotto interesse nel sesso che, al contrario, in realtà è riemerso nuovamente a causa di cambiamenti fisiologici, vissuti a quell'età.
Un aspetto fondamentale e che spesso preoccupa i genitori a questa età ha a che fare con la masturbazione, che ora si non è esplorativo come nelle fasi precedenti, ma è usato per la ricerca del piacere. A causa di questo fatto che i genitori devono rispettare la privacy della pubertà e, se hanno a parlare con suo figlio per aver scoperto a masturbarsi, devono essere naturale e normalizzare la situazione. Si può dire, ad esempio, "è normale e dovrebbe essere semplicemente un'attività privata, quindi un'altra volta Chiudi la porta o farlo in bagno."
A questa età, i genitori devono fornire informazioni che potrebbero mancare sesso in pieno comprese malattie sessualmente trasmesse infezioni (malattie sessualmente trasmissibili) e i metodi contraccettivi (ad esempio, se stiamo parlando di metodi di protezione sessuale è possibile aprire un preservativo e insegnarlo).
È importante che in questa fase, i bambini hanno sufficiente conoscenza circa le dimensioni del pene, Eiaculazioni, erezioni, perdite vaginali, mestruazioni, ecc. Ed è anche auspicabile che i genitori trattano aspetti come abuso sessuale.
Vostro atteggiamento verso il sesso domande del vostro bambino in tutte le fasi precedenti, in gran parte determinare come questo si comportano da pubertà, lasciando fuori dalla vostra vita sessuale, o chiedendo i tuoi dubbi futuri e ricorrere a voi quando è necessario. A parlare di sesso con i vostri bambini, non esitate, è importante sapere come comunicarla.
Articolo contribuito per scopi didattici
Salute e Benessere

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…