Passa ai contenuti principali

Che cosa è Complesso di Edipo | Psicologia


Complesso di Edipo

Il complesso di Edipo è un concetto creato da Sigmund Freud, sebbene descritto e denominato con il termine 'complesso' di Carl Jung. Il creatore della psicoanalisi fu influenzato nelle sue osservazioni e ricerche, dalla tragedia Edipo re, di Sofocle. In questo gioco Oedipus, ignaro che Giocasta è sua madre, sposa, dopo aver ucciso il proprio inconscio del padre, Laio, la parentela tra i due. Dopo aver scoperto la verità, egli tende da se stesso mentre sua madre si suicida.

Questo concetto fondamentale e universale della psicoanalisi si risveglia sentimenti opposti di bambini, amore e odio, diretto a quelli più vicini a lui, i suoi genitori. Ciò si verifica quando lei attraversa la fase fallica, durante la seconda infanzia e genera la consapevolezza della diversità tra i sessi. Solitamente si sente attratto, poi dal sesso opposto, nel proprio ambiente, la familiarità. Questo complesso ha inizio quando il bambino, abituato a ricevere attenzione e protezione, per raggiungere circa tre anni, diventa il bersaglio di molti divieti che vengono a lui sconosciuto. Ora il bambino non può più fare quello che sai, perché sei già 'cresciuti', non è più possibile condividere tutto il tempo il letto dei genitori, dovrebbe evitare di camminare nudi a volontà, come prima, tra altri divieti.

Quando il bambino si rende conto che egli non è più il centro dell'universo, e ti rendi conto che le distinzioni tra se stessa e i suoi genitori, si unisce una delle diverse fasi di passaggio nella sua vita, forse il più importante, perché si definiscono il comportamento nell'età adulta, soprattutto per quanto riguarda la sua vita sessuale. Generalmente, il bambino si sente una forte attrazione per il sesso opposto – la ragazza di suo padre, il ragazzo di sua madre – e antagonizzare, mentre ama, suo avversario – nel caso la ragazza, la figura della madre; nel ragazzo, l'immagine paterna, sentimenti contrastanti che configurano il complesso di Edipo.

Se tutto si sviluppa normalmente, la tendenza è la ragazza di identificarsi con la madre, sviluppando atteggiamenti così femminili, mentre il ragazzo si basa sul modello maschile, ereditato dal padre. Tuttavia, quando il timore di esaurire il possesso di ciò che lei inimicarsi è più grande di tutti, può verificarsi un'empatia con la persona del sesso opposto, generando in futuri atteggiamenti forse omosessuali.

Il complesso di Edipo permette l'individuo, nell'infanzia, fare la transizione dalla sfera di istinti e impulsi per l'universo cultura. Nel caso in cui la persona non realizza questo cambiamento fondamentale nella vita mentale umana, lei può entrare in un processo di estrema agitazione psichica. Modo che il bambino può sopprimere la loro libido – energia diretto verso tutte le forme di piacere, sessuale – non solo, lei subisce un meccanismo simbolico di castrazione.

Paura di essere castrato, lei nasconde sentimenti e i canali per l'entrata nell'ambito sociale e verso il partner che non si configura per lei in tabù. Così, lei opta per i valori di civiltà e lascia dietro di sé alcuna traccia incestuosa, ora si limita al suo inconscio.
Traduzido per scopi educativi
Cultura e scienza

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…