Biografia e Vita di: Giovanni Paneroni

Terra piatta

Giovanni Paneroni
Giovanni Paneroni, personaggio bizzarro ed estroverso, è passato alla storia per i suoi studi astronomici. Conosciuto come "l'astronomo Paneroni", non è in realtà un vero astronomo, tantomeno un Tolemaico come lui si definiva o come lo hanno sempre descritto, ma bensì un patafisico puro e cosciente. La sua opera letteraria e pittorica infatti è puro spettacolo, esibizione e provocazione a livello mentale.
Nasce a Rudiano (Brescia) il 23 gennaio del 1871, qualche giorno prima che Roma diventi la capitale d'Italia. Il padre Battista vede in lui delle capacità e lo indirizza agli studi, dopo le scuole elementari, che per l'epoca rappresentano già un traguardo non indifferente, entra in un collegio vescovile a Bergamo dove studia per due anni. Si ritira presto per mancanza di vocazione, ma acquisisce le basi culturali che gli servono per dare vita alla sua filosofia rivoluzionaria e contestatrice.
Inizia a lavorare in una bottega in Bergamo dove impara la lavorazione del "Tiramolla", uno dei dolci più diffusi e popolari del periodo, ed apprende la professione che lo sosterrà economicamente per tutta la vita, permettendogli di crescere una grande famiglia di ben otto figli.
Nel 1871 dopo il primo censimento si evidenzia che la metà della popolazione Lombarda è analfabeta,
Paneroni invece sa leggere e scrivere e possiede una loquacità che lo aiuta nella sua missione-vocazione: svelare al mondo con prove per lui scientifiche che la teoria di Galileo Galilei sulla terra rotonda non può essere vera. L'opera di divulgazione comincia negli anni che precedono la Prima Guerra Mondiale, inizialmente è limitata ed estemporanea ma col passare del tempo comincia a farsi largo nelle scuole superiori e nelle università di tutto il nord Italia.
Paneroni si ferma agli angoli delle strade e nelle piazze delle città e con semplici attrezzi prepara rapidi esperimenti per convincere e stregare la folla che gli si fa via via intorno. Anche personaggi del calibro di Indro Montanelli rimangono affascinati dall'astronomo e dal motto col quale diventa celebre: "La Terra non gira, o bestie".
Paneroni produce anche una vasta gamma di scritti e disegni, con il sole in continua rotazione attorno alla Terra piatta e ferma, che inserisce nei suoi volantini pubblicitari venduti persino nella capitale. Le stravaganti teorie e lo spirito ribelle e indomito non sono apprezzati né dagli scienziati né tantomeno dalle autorità dell'epoca che più volte lo umiliano, lo censurano e lo rinchiudono persino in galera.
Paneroni conclude la sua battaglia lunedì 2 Gennaio 1950, all'età di 79 anni nel suo paese natale, lasciando ai posteri un chiaro messaggio: bisogna lottare per le proprie idee in barba alle istituzioni Fasciste e ai "professoroni universitari" e "non bisogna mai esser disposti a cambiare opinione per convenienza". Queste le parole riecheggiano alla memoria di coloro che lo hanno conosciuto e nei luoghi che ha frequentato.
Biografie di personaggi famosi e storici

Estratto dal sito web: Biografieonline.it sotto Licenza Creative Commons.