Biografia di Nelson Mandela | Chi era?

Nelson Mandela
(1918/07/18-05/12/2013)

Nelson Mandela
Nelson Rolihlahla Mandela

Politico sudafricano

Dopo aver scalato una montagna molto alta, abbiamo scoperto che ci sono molte altre montagne da scalare.
Nelson Mandela

Era nato il 18 luglio 1918 a Mvezo, capo.

A cinque anni egli fu pastorizia pecore e vitelli. Egli era uno dei 15 bambini del Mandela di Henry Mgadla, capo del supremo capo di Thembuland, che, alla morte del padre, divenne tutore di Mandela. Alla fine dell'istruzione elementare in una scuola missionaria locale, ha studiato presso la University College di Fort Hare per ottenere la laurea Bachelor delle arti e dove viene a contatto con la politica e conosce Oliver Tambo. Entrambi hanno preso parte ad uno sciopero studentesco nel 1940, che significava la sua espulsione dal centro. Poi incontra Walter Sisulu, che gli fornì un lavoro in una ditta di legge.

Nel 1944, insieme a Sisulu, Tambo e Anton Lembede, fondò il ramo giovanile del Congresso nazionale africano (ANC). Divenne il Segretario nazionale di questa organizzazione nel 1948 e anche se in linea di principio si oppose a collaborare con altri gruppi razziali, cambiò idea nel 1952 nel corso della cosiddettacampagna di sfida. Pertanto, ha sostenuto l'azione comune contro la politica del governo dell'apartheid. A quel tempo, era nazionale presidente del ramo giovanile del ANC e con Tambo, aveva fondato il primo studio legale gestito da neri in Sud Africa. Nel dicembre 1952, è stato arrestato in virtù della Soppressione del comunismo Act (atto di repressione del comunismo). Anche se la sua pena di nove mesi è stato sospeso, è stato proibito di partecipare a raduni o lasciare il distretto di Johannesburg. Questo divieto sarebbe essere rinnovato più volte nei prossimi nove anni. Nonostante questa squalifica, continuò a lavorare con i leader dell'ANC. Nel dicembre del 1956 fu, insieme ad altri 156, processato per tradimento. Il processo durò fino al 1961 e si è conclusa con l'assoluzione da ogni accusa. Dopo l'uccisione di Sharpeville, dove 69 cittadini neri sono stati assassinati dalla sicurezza del sudafricana forze durante una manifestazione contro l'apartheid, vietato l'ANC e il Congresso panafricano (PAC). Nel marzo 1961, al fine di impedire il suo arresto e la nuova squalifica, Mandela è andato sottoterra e, insieme a Sisulu, segretamente ha girato il paese per organizzare uno sciopero di tre giorni. Nel giugno 1961, il leader dell'ANC ha deciso di avviare la lotta di armati e creato l'ala Umkhonto noi Size ('la lancia della nazione'), armati di ANC, con Mandela come leader. Nel gennaio 1962, lasciò il Sud Africa e ha partecipato alla Conferenza Pan-africana ad Addis Abeba (Etiopia); successivamente si recò in Algeria, dove ha ricevuto la formazione combattere la guerriglia, e infine a Londra, città in cui si è incontrato con i leader dell'opposizione in esilio. Tornò al suo paese nel mese di luglio di che anno e lui è stato arrestato il 5 agosto, accusato di ribellione e abbandono illegale del paese, quindi esso è stato condannato a cinque anni in prigione. Mentre era in prigione, la polizia ha registrato sede ANC in Rivonia. La maggior parte dei membri principali di questa organizzazione sono stata arrestata; sequestrati anche diversi documenti, tra cui era il giornale scritto da Mandela durante il suo viaggio all'estero.

Lui e gli altri attivisti sono stati provati, in quello che è conosciuto come il tradimento di Rivoniatrial. Durò dall'ottobre 1963-giugno 1964 ed effettuata la propria difesa e quella degli altri imputati. Fu condannato all'ergastolo. Per più di 25 anni fu prigioniero politico più famoso del mondo. Ha trascorso diciotto anni nella prigione di Robben Island, prima di essere trasferito alla di Pollsmoor (Cape Town) nel 1982, data in cui ha iniziato una campagna internazionale per la sua liberazione. Durante gli anni che è rimasto nella prigione di Robben Island, fu costretto ad eseguire il lavoro duro nelle miniere della calce isola. Non autorizzati a indossare occhiali scuri e i riflessi del sole sulla calce danneggiato gli occhi per sempre. Mentre in carcere morì sua madre e uno dei suoi figli, ma è stato negato il permesso di partecipare al suo funerale. Nel 1985, ha rifiutato l'offerta di libertà vigilata, il Presidente Di Pieter Willem Botha sulla premessa che il Presidente non era disposto a cambiare la sua posizione sul regime dell'apartheid.

Il governo del Presidente Frederik Willem de Klerk rilasciato Mandela nel febbraio 1990, dopo la legalizzazione dell'ANC e altri partiti politici. Mandela ha assunto la leadership del ANC e condotto i negoziati con il governo tra gli anni difficili del 1990 e il 1994, quando in molte occasioni, sembrava che i negoziati si rompono e che sarebbe esplosa la violenza. Nel 1991, il regime sudafricano abrogato l'ultima delle leggi che costituiscono la base giuridica dell'apartheid. Mandela e De Klerk condiviso nel 1993 il Premio di pace Nobel per i suoi sforzi stabilire la democrazia e l'armonia razziale in Sud Africa. Nel maggio 1994, dopo le prime elezioni generali in cui tutti i gruppi razziali (compresi neri) avevano il diritto di voto, Mandela divenne il primo presidente della Repubblica del Sud Africa nera. Su assumendo l'incarico di Presidente ha rinunciato a un terzo dello stipendio e creato il Fondo di Nelson Mandela per i bambini. Dopo l'approvazione parlamentare, nel maggio del 1996, la nuova Costituzione sudafricana, il proprio Mandela ha firmato nel dicembre dello stesso anno prima di migliaia di persone a Johannesburg, mettendo così fine al periodo di transizione alla democrazia ha iniziato con il suo rilascio dalla prigione nel 1990 e anche significato la scomparsa della coalizione di governo formata dall'ANC e il partito nazionale di Frederik Willem de Klerk. Mandela divenne definitivamente, nel 1997, in un leader indiscusso delle relazioni internazionali africani, per mediare in vari conflitti, come dello Zaire (oggi Repubblica democratica del Congo), che nella prima metà di quest'anno sarà finalmente la fine del regime di Mobutu Sese Seko.

Il 20 giugno 1999, Mandela mani potere al suo successore, Thabo Mbekie si ritira dalla politica, almeno formalmente. Da quando ha lasciato l'ufficio ha assunto diverse responsabilità di leadership in diverse aree, tra cui i negoziati sul conflitto nella regione dei grandi laghi.

Nel luglio 2001, l'ufficio di Nelson Mandela ha annunciato che l'ex Presidente sudafricano, soffre di cancro alla prostata.

Mandela si sposò tre volte ed ebbe 5 figli. Winnie Mandela, sua ex moglie, è stato arrestato accusato di frode e furto in caso di prestiti bancari. Sua ultima moglie è l'ex first lady del Mozambico, Graça Machel.

Ha ricevuto più di 100 lauree honoris causa e riconoscimenti da tutto il mondo.

Nelson Mandela è morto in compagnia della sua famiglia nella sua casa a Johannesburg, Gauteng, Sud Africa, circa 20.50 localtime dal 5 dicembre del 2013, a 95.

Che è stato il Presidente sudafricano e leader nella lotta anti-apartheid ha disegnato da anni fa un delicato stato di salute. È stato ospedalizzato 8 giugno quest'anno a Pretoria, a causa di polmonite, che lo ha tenuto lontano da eventi ufficiali. La sua ultima apparizione pubblica è avvenuta nel 2010 durante il calcio Coppa del mondo che si è tenuto nel suo paese.
Traduzido per scopi educativi
Biografie di personaggi famosi e storici