Passa ai contenuti principali

Biografia di Adolf Hitler | Chi era?


Adolf Hitler
(1889/04/20-30/04/1945)

Adolf Hitler

Dittatore politico e tedesco di origine austriaca

Era nato il 20 aprile 1889 a Braunau am Inn (Austria).

Figlio di Alois Hitler, uno spirito amatoriale del funzionario doganale e il contadino Klara Hitler, per il quale suo figlio sentiva la sua vita una grande devozione.

Adolf Hitler era un mediocre studente che non ha finito la scuola secondaria. Egli ha chiesto l'ammissione all' Accademia di belle arti di Vienna, ma essa non è stata ammessa per mancanza di talento. Rimase in quella città fino al 1913, dove visse grazie ad una pensione di orfano e alcune immagini di reddito pittura.

Nella prima guerra mondiale si arruolò come volontario nell' esercito bavarese. Hitler ha dimostrato di essere un soldato consegnato e coraggioso, anche se ha ottenuto la laurea alta era tenuto, dal momento che la suoi superiori considerato che egli era privo di doti di leadership. Dopo la sconfitta della Germania nel 1918, egli tornò a Monaco di Baviera e rimase nell'esercito fino al 1920. Egli fu nominato ufficiale di istruzione e fu assegnato il compito di soldati immunitarie nella sua carica contro il pacifista e le idee democratiche. Hitler aderì al partito dei lavoratori tedeschi, segno nazionalista, nel settembre 1919 e nell'aprile del 1920 è stato dedicato tutto il suo tempo ora. A quel tempo, era stato ribattezzato il Lavoro partito tedesco socialista nazionale (brevemente conosciuto come partito nazista), e Hitler fu eletto nel 1921 (Führer) con poteri dittatoriali. Diffondere la sua dottrina dell'odio razziale e disprezzo per la democrazia a numerosi incontri organizzati da e, nel frattempo, le organizzazioni paramilitari del partito terrorizzavano i suoi nemici politici. Egli non ha esitato a diventare una figura chiave nella politica di Baviera, grazie alla collaborazione di alti funzionari e imprenditori facoltosi.

Nel novembre 1923, in un momento di caos politico ed economico, guidò una rivolta in Munich contro la Repubblica di Weimar, in cui si proclamò il cancelliere di un nuovo regime autoritario. Tuttavia, noto come il putsch Munich fallito per mancanza di supporto militare. Adolf Hitler è stato condannato a cinque anni in carcere come leader del tentato golpee dedicato a otto mesi di condanna che ha incontrato a scrivere la sua autobiografia: Mein Kampf (la mia lotta). Fu liberato grazie ad un'amnistia generale nel dicembre 1924. Durante la crisi economica del 1929, molti tedeschi ha accettato la teoria che ha spiegato come una cospirazione tra ebrei e comunisti. Egli è riuscito ad attrarre il voto di milioni di cittadini promettendo di ricostruire una Germania forte, creare più posti di lavoro e ripristinare la gloria nazionale. La rappresentazione del partito nazista nel Reichstag andò da 12 deputati nel 1928 a 107 nel 1930. Il partito ha continuato a crescere durante i seguenti due anni, approfittando della situazione creata dall'aumento della disoccupazione, la paura del comunismo e la mancanza di decisione dei suoi rivali politici.

Quando Hitler divenne cancelliere nel gennaio 1933, grandi datori di lavoro si sperava di poter controllare lui facilmente. Nonostante previsto di potere economico, una volta che hanno deciso la sede del governo, esso presto proclamare se stesso un dittatore della nazione, accumulando la Presidenza del Reich e cancelleria con il titolo di Reichsführer. Migliaia di cittadini che si oppose al partito nazista furono inviati nei campi di concentramento e rimosso qualsiasi accenno di opposizione. Sua maggioranza parlamentare gli ha permesso di passare una legge che ha trasferito al controllo del partito nazista della burocrazia e della magistratura, ha sostituito i sindacati per un fronte del lavoro tedesco diretto anche da nazisti e ha vietato tutti i partiti politici tranne il Socialista nazionale. Le autorità naziste ha preso il controllo dell'economia, i media e le attività culturali, facendo dipendere i lavori di fedeltà alla loro ideologia. Egli aveva la sua polizia segreta, la Gestapoe con prigioni e campi di concentramento per intimidire gli avversari, anche se la maggior parte dei tedeschi lo ha sostenuto con entusiasmo.

I progressi dell'industria braccia finì disoccupazione, lavoratori sono stati attratti da un ambizioso programma di attività ricreative e successi in politica estera fu impressionato dalla nazione. Così, ha modellato il popolo tedesco per diventare flessibile strumento necessario per stabilire il dominio della Germania sull'Europa e altre parti del mondo. Ha ridicolizzato il concetto di uguaglianza tra gli esseri umani e ha sostenuto la superiorità razziale dei tedeschi. Perché erano considerati membri di una razza superiore, hanno creduto per avere diritto a sottomettere tutte le nazioni che avevano subito.

Adolf Hitler iniziò il riarmo della Germania nel 1935 (contro ciò che è stato concordato nel Trattato di Versailles che aveva posto fine alla prima guerra mondiale in relazione la Germania sconfitta), inviò truppe nella regione Rhineland smilitarizzata nel 1936 e annessa Austria e Sudetenland (Sudeti); della Cecoslovacchia nel 1938. Il resto del territorio cecoslovacco era sotto controllo tedesco, nel marzo 1939. Hitler venne in aiuto delle truppe ribelli della guerra civile spagnola (1936-1939), guidata da Francisco Franco. Nessuno dei leader di altri paesi erano contrari a queste azioni, smarrite tra i timori che si verifica una nuova guerra. Ha firmato il patto di neutralità Mosca con la promessa che l'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (USSR) una parte del territorio della Polonia quando questa nazione fu sconfitta, che ha attaccato lei nel settembre 1939. I polacchi sono stati rapidamente e i loro alleati inglesi e francesi, che avevano dichiarato guerra alla Germania, poteva fare nulla per aiutarli. Le forze di Hitler invase Danimarca e Norvegia , nella primavera del 1940 e, settimane più tardi, sconfisse le truppe dei Paesi Bassi, Belgio e Francia. La sconfitta della Gran Bretagna potrebbe essere evitata grazie all'intervento delle forze aeree reais (RAF), che ha respinto la Luftwaffe (aviazione tedesca). Tornò la sua attenzione all' Unione Sovietica. Il primo passo di Adolf Hitler era di conquistare la penisola balcanica per proteggere questo fianco. L'invasione dell'Unione Sovietica, iniziata nel giugno 1941, non ha esitato a prendere le armate tedesche alle porte di Mosca , ma i russi li costrinse a ritirarsi nel mese di dicembre, proprio quando gli Stati Uniti decisero di intervenire nel conflitto. Col passare del tempo, la sconfitta era più inevitabile, ma Hitler ha continuato a rifiutare di capitolare per la convinzione che la Germania non meritano di sopravvivere non riuscendo a compiere la sua missione. D'altra parte, il piano per sterminare gli ebrei continua la marcia in tutto questo periodo e innumerevoli treni che trasportavano i milioni di prigionieri nei campi di concentramento erano una piaga per lo sforzo di guerra economica. Nel luglio 1944, un gruppo di ufficiali organizzato un complotto per assassinarlo e porre fine al conflitto, ma il piano fallì.

Infine, lasciando dietro di lui per una Germania invase e sconfitto, Adolf Hitler si suicidò nel suo bunker a Berlino il 30 aprile 1945, insieme che a lungo era stata sua compagna, Eva Braun, con il quale aveva sposato il giorno precedente.
Traduzido per scopi educativi
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…