Passa ai contenuti principali

Superkilen, un parco pubblico a Copenaghen con manufatti provenienti da 60 paesi

Superkilen è un parco pubblico nel quartiere Nørrebro di Copenaghen, Danimarca. Progettato dal gruppo arti Superflex con la collaborazione di grandi architetti e un'architettura del paesaggio tedesco impresa chiamato Topotek1, il parco è considerato uno dei quartieri più etnicamente diversi e socialmente sfidati nella capitale danese. Riempito con oggetti provenienti da tutto il mondo, è stato progettato come una sorta di esposizione mondiale per gli abitanti locali, coprendo oltre 60 nazionalità, che sono stati in grado di contribuire le proprie idee e manufatti al progetto. superkilen-15
Foto di credito
Stretching circa 750 metri lungo entrambi i lati di una pista ciclabile pubblica e per una superficie totale di circa 30.000 metri quadrati, il parco ha tre colori diversi segmenti ogni ambienti semi-autonomo con le proprie agende programmatiche e atmosferici. La piazza rossa, dipinta di rosso, arancio e rosa, si concentra sulla ricreazione e vita moderna. Il mercato nero al centro è Piazza del parco offre un paesaggio collinare che è blasonato con un reticolo di linee bianche, che si snodano intorno set pezzi come la fontana marocchina e cinese alberi di palma. Il parco verde ha dolci colline, alberi e piante adatte per pic-nic, sport e passeggiate con il cane.
Molti oggetti nel parco sono stati appositamente importati o copiati da modelli stranieri. Essi comprendono altalene dall'Iraq, Panche da Brasile, una fontana dal Marocco e lettiera bidoni dall'Inghilterra. Ci sono insegne al neon da in tutto il mondo pubblicità tutto da un albergo russo per un salone di bellezza cinese. Anche i chiusini vengono da Zanzibar, Danzica e Parigi. In tutto, ci sono 108 piante e reperti che illustrano la diversità etnica della popolazione locale.
"Quando la nostra squadra è stata invitata a proporre un progetto in questo quartiere ci siamo resi conto che abbiamo dovuto fare più di solo urban design. Piuttosto che di intonacatura area urbana con disegni danese, abbiamo deciso di raccogliere l'intelligenza locale e globale esperienza per creare una visualizzazione di global best practice urbano che comprende i migliori che ciascuno dei 60 paesi e diverse culture hanno da offrire quando si tratta di arredo urbano."ha detto Nanna Gyldholm Møller, project leader per il grande architetto.
superkilen-14
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-5
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-9
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-1
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-2
Fermata bus indicazioni in arabo. Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-3
Piastre di depurazione da Israele adornano la terra. Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-4
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-6
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-7
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-22
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-8
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-10
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-11
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-23
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-12
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-13
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
superkilen-21
Foto di credito: BIG (Bjarke Ingels Group)
Fonti: Wikipedia / Design BoomTradotto dal sito web: Amusing Planet

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…