Studio della “Torre di Guardia” - Settimana del 22 Dicembre

“Tenete la mente rivolta alle cose di sopra”: informazioni per studio personale

“Tenete la mente rivolta alle cose di sopra, non alle cose della terra” (COL. 3:2)

COME RISPONDERESTE?

• Come dimostrarono Abraamo e Sara la loro fede in Geova?
• Come sappiamo che Mosè era concentrato nel fare la volontà di Dio?
• In quali modi possiamo tenere la mente rivolta alle cose di sopra?

(Colossesi 2:8) State attenti che qualcuno non vi porti via come sua preda per mezzo della filosofia e di un vuoto inganno secondo la tradizione degli uomini, secondo le cose elementari del mondo e non secondo Cristo;
- 2 -
(Colossesi 2:20-23) Se moriste insieme a Cristo rispetto alle cose elementari del mondo, perché, come se viveste nel mondo, vi assoggettate ancora ai decreti: 21 “Non prendere, non assaggiare, non toccare”, 22 riguardo a cose che sono tutte destinate alla distruzione mediante l’uso, secondo i comandi e gli insegnamenti degli uomini? 23 Queste stesse cose, in realtà, possiedono un aspetto di sapienza in un’autoimposta forma di adorazione e [finta] umiltà, in un severo trattamento del corpo, ma non hanno nessun valore nel combattere la soddisfazione della carne.
(Colossesi 3:2) Tenete la mente rivolta alle cose di sopra, non alle cose della terra.
(Colossesi 1:4, 5) da che abbiamo udito della vostra fede riguardo a Cristo Gesù e dell’amore che avete per tutti i santi 5 a motivo della speranza che vi è riservata nei cieli. Di questa [speranza] avete già udito mediante l’annuncio della verità di quella buona notizia
- 3 -
(Romani 8:14-17) Poiché tutti quelli che sono condotti dallo spirito di Dio, questi sono figli di Dio. 15 Poiché voi non avete ricevuto uno spirito di schiavitù che causi di nuovo timore, ma avete ricevuto uno spirito di adozione come figli, mediante il quale spirito gridiamo: “Abba, Padre!” 16 Lo spirito stesso rende testimonianza col nostro spirito che siamo figli di Dio. 17 Se, dunque, siamo figli, siamo anche eredi: eredi in realtà di Dio, ma coeredi di Cristo, purché soffriamo insieme per essere insieme anche glorificati.
(Giovanni 10:16) “E ho altre pecore, che non sono di questo ovile; anche quelle devo condurre, ed esse ascolteranno la mia voce, e diverranno un solo gregge, un solo pastore.

MOSTRA TUTTE LE INFORMAZIONI NEL FILE PDF


Scarica il file in PDF con informazioni per studio personale

Scarica File in PDF per Laptop, Tablet e Mobile