Qual è la motivazione?


La motivazione è un concetto ampiamente utilizzato, tuttavia, psicologia rende proprio la definizione che lo psicologo famoso degli Stati Uniti, Abraham Maslow, rende questo concetto e la divisione che rende a diversi livelli. La motivazione è definita come la ragione perché un individuo esegue determinate attività o azione, comportandosi come una delle cause di qualche atto.

Motivazione possa includere in esso sia consapevole di impulsi e inconscio, pertanto, è possibile, a partire dalla psicologia, riferimento delle motivazioni primarie e secondarie. I primi sono quelli che riguardano la soddisfazione dei bisogni umani di base come mangiare, respirare, bere, tra gli altri. D'altra parte, motivazioni di carattere secondario sono quelle che soddisfano le esigenze di ordine sociale, come nel caso di affetto o di realizzazione. Come si potrebbe supporre, è il requisito per ottenere la soddisfazione delle motivazioni primarie al fine di raggiungere per soddisfare il secondario.

Come già accennato, quando si parla di motivazione in psicologia la prima cosa che viene in mente è la teoria proposta da Abraham Maslow. Tuttavia, molti sono stati correnti di questa disciplina che hanno cercato di sviluppare questo concetto, tra cui il comportamentismo, cui seguaci pongono che c'è una certa quantità minima di stimolazione che predispone gli individui ad agire in un certo modo per cercare di eliminare la stimolazione in questione si trova. Secondo questo approccio, fondamentale sarebbe stato di alcuna stimolazione. Da un'altra prospettiva, solleva teoria cognitivo umano necessario ottimizzare la stimolazione e non annullarlo. In questo modo, molti flussi di psicologia tentano di spiegare il fenomeno della motivazione.

Come già accennato, Abraham Maslow ha progettato la famosa "piramide motivazionale" in cui la motivazione è diviso in sei livelli che spiegano la determinazione della legge dell'uomo. Al primo piano sono bisogni fisiologici, quindi la sicurezza per passare poi ai sentimenti di appartenenza e di amore ha bisogno. In quarto luogo, è possibile soddisfare le esigenze di prestigio, di concorrenza e di stima, mentre al quinto piano sono i bisogni di autorealizzazione e, infine, la necessità, per curiosità e capire il mondo intorno.
Traduzido per scopi educativi
Cultura e scienza