Passa ai contenuti principali

Punti notevoli di Giosuè 12-15 - Scuola di Ministero Teocratico

Scuola di Ministero Teocratico: Informazioni per studio personale

Lettura della Bibbia: Giosuè 12-15 (10 min)


(Giosuè 12:7)

E questi sono i re del paese che Giosuè e i figli d’Israele sconfissero dalla parte del Giordano verso ovest, da Baal-Gad nella pianura della valle del Libano e fino al monte Halac, che sale verso Seir, dopo di che Giosuè lo diede alle tribù d’Israele come possedimento secondo le loro parti,

*** it-1 p. 1215 Halac ***
HALAC
(Hàlac) [[monte] liscio].
Monte che segna il limite geografico meridionale della conquista israelita della Terra Promessa sotto la guida di Giosuè. (Gsè 11:16, 17; 12:7) Halac è in genere identificato col Gebel Halaq (Har He-Halaq), l’ultimo rilievo occidentale della Palestina sulla strada che da Beer-Seba porta all’Araba. La catena montuosa che inizia col Gebel Halaq divide i pascoli a E dal deserto sabbioso a O. Se questa identificazione è esatta, la descrizione biblica dell’Halac che “sale” o ‘si eleva’ verso Seir potrebbe voler dire che l’ampio versante del monte in direzione SO-NE guarda verso Seir.

(Giosuè 12:14)

il re di Orma, uno; il re di Arad, uno;

*** it-1 p. 171 Arad ***
2. Città al confine S di Canaan, il cui re attaccò gli israeliti mentre si avvicinavano al paese di Canaan. Gli israeliti votarono alla distruzione il distretto e lo chiamarono “Orma”, che significa “un votare alla distruzione”. (Nu 21:1-3; 33:40) Comunque non vi restarono, e a quanto pare alcuni degli abitanti scamparono alla distruzione. Infatti il re di Arad è incluso nell’elenco dei 31 re sgominati più tardi nella fulminea campagna di Giosuè. (Gsè 12:14)

*** it-2 p. 444 Orma ***
In Giosuè 12:14 “il re di Orma” è elencato accanto al re di Arad fra i 31 re sconfitti da Giosuè. Sembra improbabile che ciò si riferisca alla vittoria riportata in precedenza mentre Mosè era ancora in vita e Giosuè era comandante militare, perché queste vittorie sono presentate come avvenute dopo che Israele era entrato in Canaan attraversando il Giordano. (Gsè 12:7, 8) Benché questa vittoria riportata da Giosuè non sia specificamente menzionata, potrebbe essere inclusa nella dichiarazione di Giosuè 10:40-42. Questo indicherebbe che dopo la partenza di Israele da quella regione per effettuare la manovra di aggiramento del paese di Edom, i cananei si stabilirono di nuovo nel territorio. Mentre viene indicato che Giosuè sconfisse il re di Orma, non è specificato che gli israeliti abbiano occupato in quell’occasione la città di Orma. — Cfr. il caso di Ghezer in Gsè 12:12; Gdc 1:29.

(Giosuè 12:18)

il re di Afec, uno; il re di Lassaron, uno;

*** it-1 p. 72 Afec ***
3. Città che, sulla base delle città insieme alle quali viene menzionata, doveva trovarsi nella piana di Saron. Il suo re fu uno di quelli uccisi da Giosuè. (Gsè 12:18) Secoli più tardi, ma prima del regno di Saul, i filistei vi si accamparono prima della vittoria su Israele, schierato presso la vicina Ebenezer. (1Sa 4:1) Si ritiene che possa essere identificata con Ras el-ʽAin (Tel Afeq; diversa dal n. 2) alla sorgente del fiume Yarqon.

*** it-1 p. 1092 Ghilgal ***
3. Località a O del Giordano menzionata in un elenco di conquiste israelite sotto Giosuè. (Gsè 12:7, 8, 23) Alcuni ritengono che il versetto possa contenere un errore di copiatura, e quindi preferiscono la lezione della Settanta greca, “Galilea”, come nella traduzione di Garofalo.

*** it-1 p. 1183 Goim ***
2. Dominio a O del Giordano di un re cananeo sconfitto da Giosuè, definito “il re di Goim a Ghilgal”. (Gsè 12:7, 23) Nulla si sa di Goim tranne che Ghilgal, forse il suo centro, non è il ben noto accampamento israelita omonimo presso il Giordano.

MOSTRA TUTTE LE INFORMAZIONI NEL FILE PDF


Scarica il file in PDF con informazioni per studio personale

Scarica File in PDF per Laptop, Tablet e Mobile

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…