Definizione e significato di paradosso (Concetto e Che cos'è)

Che cosa è un paradosso?

Un paradosso è il termine usato per definire, dalla logica, quelle conclusioni che risultano contraddittorie da un insieme di locali considerati validi. Questo termine, utilizzato fin dall'antichità, circa dal quinto secolo A.C., deriva dalle parole in greco "Per" e "Doxos", che può essere tradotto in spagnolo come "di là del credibile" complessivamente.
I paradossi, per sua natura contraddittoria, sono stati poiché essi sono stati definiti per la prima volta, gli oggetti di studio di molti esperti in logica e matematica. Molti di loro, dopo essere sottoposto all'esame hanno dimostrato di essere basato su false premesse, girato immediatamente risolto il problema della contraddizione. Tuttavia, ci sono molti altri casi in cui paradossi veramente sono basate su premesse vere e pur mantenendo la sua natura contraddittoria hanno contribuito, attraverso il loro studio, in evoluzione, per esempio, della matematica.
Più esplicativo, un paradosso potrebbe essere definito come un'affermazione che sembra essere false, ma è effettivamente vero. La stessa cosa accade il contrario; una dichiarazione che sembra vera, ma che si rivela per essere false. Che contenente tutti i paradossi in comune è che da un insieme di locali, questi portano a contraddizioni logiche, quindi ha sostiene di cui è molto difficile e persino impossibile, dire se si tratti di qualcosa di reale o qualcosa di falso.
I paradossi non sono solo presenti nel mondo della logica e della matematica, ma ha nel corso della storia sono stati utilizzati abbastanza nella letteratura, in particolare nella poesia. Un esempio di questo è la poesia di Jorge Tellier chiamato "La strada che sale e scende".
Se lo stesso percorso che si arrampica
è la stessa che cade
la cosa migliore è guardare
ancora da una finestra.
Un'altra area dove i paradossi, vengono spesso utilizzati corrisponde alla delle discipline contemplativa e mistica, in cui sono comuni per riferirsi alle realtà che trascendono il Regno materiale, dove le distinzioni logiche comuni cessano di essere rilevanti; per esempio il concetto di vuoto, di primaria importanza nel campo del buddismo e dell'induismo, include un'equivalenza tra il creato e l'Increato, la forma e l'informe. Qualcosa che non potete immaginare la mente concettuale.
Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano