Che cos'è l'umanesimo?


L'umanesimo è un concetto definito dalla filosofia ed è un atteggiamento che cerca di porre particolare enfasi sulla dignità e il valore della persona umana, considerandolo come un essere razionale in grado di praticare bene e trovare la verità. È anche un concetto usato per definire culturali e movimenti letterari presentano nell'Europa del secolo XIV e XV, dove egli rinasce lo studio di Roma e della Grecia classica, che evidenzia il valore di classico e soprattutto la sua importanza nel contesto cristiano.

Umanesimo rispettare come un intero movimento e ha avuto origine in Italia alla fine del Medioevo, quando importanti personaggi come Dante e Francesco de Tetrarch, tra gli altri, fatto di grandi contributi alla scoperta e conservazione dei classici. Altri grandi hanno contribuito alla formazione di questo movimento come era Giovanni Pico Della Mirandola, che, attraverso il suo lavoro, "Preghiera" è stata in grado di catturare ideali umanisti focalizzati sulla dignità umana.

L'espansione di questo movimento ha preso ancora più forte grazie alla diffusione di testi classici, ciò che era possibile tramite l'uso di romanzo della stampa nel XV secolo, una volta parte della nobiltà e l'alto clero ha contribuito in modo significativo nella compilazione e traduzione dei testi classici in questione.

Umanesimo ha avuto un forte impatto sulla letteratura e arte, tuttavia, era in espansione ed entrare in paesi come l'Inghilterra dove le sue influenze è venute a prendere parte nell'istruzione e nella teologia, stabilendosi come una delle cause principali della riforma. Fu in questo paese dove la diffusione del movimento umanista era incaricato di grandi istituzioni educative come la famosa Università di Oxford e Cambridge.
Traduzido per scopi educativi
Cultura e scienza