Passa ai contenuti principali

Origini » Agricoltura & cibo azteco › Pugnale cerimoniale Azteca › Essi Náhua civiltà » Storia

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Agricoltura & cibo azteco
  2. Pugnale cerimoniale Azteca
  3. Essi Náhua civiltà
  4. Texcoco
  5. Tenochtitlan
  6. Templo Mayor
  7. Pietra del sole

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Agricoltura & cibo azteco

Articolo
da Mark Cartwright

La civiltà azteca, cui due nel Messico centrale tra CE c. 1345 e il 1521, era in grado di fornire, attraverso una combinazione di vantaggi climatici, metodi di irrigazione artificiale diversificata e perizia di allevamento estensivo, una sorprendentemente vasta gamma di prodotti agricoli che ha dato loro una delle cucine più varie del mondo antico.

Organizzazione & metodi

Nella società Azteca , terra potrebbe essere di proprietà di comunità (calpolli) e spartita fuori per singole famiglie per la coltivazione, gli agricoltori potrebbero essere residente o inquilino (mayeque) nelle aziende agricole di grandi dimensioni, di proprietà privata. Affitto era pagato in natura per i proprietari terrieri che erano entrambi nobili Aztechi (pipiltin), guerrieri dati la terra come una ricompensa per i servizi resi, o il re stesso (tlatoani), che tutti sono riusciti loro estates tramite intermediario agli amministratori. Su una scala più piccola, era anche tipico di popolani (macehualtin) di avere la propria porzione di giardino (calmil), in grado di fornire la famiglia con il cibo. Nella parte inferiore degli strati sociali erano schiavi (tlacohtin) che, oltre a lavorare in altri settori, anche ampiamente sono stati impegnati in agricoltura.
Si possono distinguere due gruppi di lavoratori agricoli - i braccianti generale che ben curati, i campi, piantato e irrigate le colture e il più specializzati orticoltori che aveva conoscenza di semina, trapianto, rotazione delle colture, e i migliori tempi a piantare e raccogliere. Le informazioni di quest'ultime potrebbero essere determinate da almanacchi tonalamatl e consideravano non solo condizioni climatiche ma anche periodi di buon auspicio ed eventi dopo che semina e raccolta dovrebbe prendere posto.
Per massimizzare la resa delle colture, sono state adottate varie misure. Ad esempio, terrazzamenti per aumentare l'area di terreno agricolo è stato ampiamente usato, specialmente dal Regno di Netzahualcoyotl. Irrigazione è stata impiegata anche in tutto l' Impero azteco, talvolta in ambiziosi progetti su larga scala, come il divertimento del fiume Cuauhtitlan all'acqua campi circostanti, ma più comunemente tramite campi artificialmente allagati, noti come chinampa (Vedi sotto). Colture erano anche d utilizzando una combinazione di fanghi dragati dai canali costruiti ovunque Aztechi preso fino residence e con escrementi umani, polizia raccolti dai centri urbani.
Eppure, nonostante queste misure, resa delle colture potrebbe essere notevolmente ridotte mediante sfavorevoli eventi naturali quali eccessiva pioggia e anche neve o piaghe di parassiti come locuste e roditori. Di conseguenza, riserve di grano sono state accumulate per essere ridistribuito per i bisognosi in tempi così duri.
Il mercato più famoso e più grande era a Tlatelolco, che ogni giorno ha attirato 25.000 acquirenti.
Ogni sorta di prodotti alimentari sono stati coltivati e colture non alimentari includevano cotone e tabacco, che era fumato in entrambi un tubo o rotolato in sigari. Una volta raccolte, le merci sono state vendute nei mercati tenuti nella piazza centrale di tutte le città. Il più famoso e più grande è stato il mercato a Tlatelolco, che ogni giorno ha attirato 25.000 acquirenti e oltre 50.000 al mercato speciale celebrata ogni quinto giorno.

Chinampa

Chinampa artificialmente sono state sollevate e allagato i campi utilizzati per la coltivazione, e hanno coperto vaste aree del bacino di Xochimilco-Chalco e notevolmente aumentato la capacità agricola della terra. Infatti, quanto sei colture che un anno potrebbe essere coltivato su chinampas; non stupisce quindi, che continuano ad essere utilizzati al giorno d'oggi. Loro uso in Mesoamerica è andato indietro nei secoli, ma non era fino al 13 ° e 14 ° secolo CE che hanno cominciato a diffondersi di là del Lago bacino di Xochimilco-Chalco cui eventualmente coperte fino a 9.500 ettari (23.000 ettari). Il chinampa potrebbe sfamare una popolazione crescente, che presso la capitale Tenochtitlan da solo era almeno 200.000 e forse 11,000,000 in tutto l' Impero. Motecuhzoma Io, in particolare, si imbarcò su un progetto di espansione nel XV secolo D.C., probabilmente come una risposta diretta alle esigenze di una popolazione in rapida crescita.
Ogni campo chinampa era notevolmente simile in dimensioni e l'orientamento. Misura circa 30 x 2,5 mt, essi erano ancorati nelle zone paludose, utilizzando pali lunghi. Ogni trama confinava con un recinto fatto di rami intrecciati che, nel corso del tempo, è diventato più solidi come hanno raccolto il fango e vegetazione. Il muro è stato ulteriormente rafforzato attraverso la piantumazione di alberi di salice a intervalli regolari. La zona di piantatura all'interno il chinampa è stata riempita di sedimenti e tra ogni trama era al canale che dava accesso per canoe. L'acqua era fornito e accuratamente controllato, tramite una combinazione di sorgenti naturali e costruzioni artificiali quali acquedotti, dighe, dighe, canali, serbatoi e cancelli. Uno dei più impressionanti di questi era il dyke di 16 km costruito da Nezahualcoyotl sul bordo di Tenochtitlan per bloccare l'acqua salata del lago Texcoco e creare una laguna fornita dalla sorgente di acqua dolce.

Giardini

Gli Aztechi apprezzato anche la coltivazione di giardini fioriti e questi erano disseminati di Tenochtitlan. L'esempio più famoso è di Motecuhzoma I giardino botanico esotico en Huaxtepec, per il quale ho importato i fiori come l'orchidea di vaniglia e cacao alberi dalla costa, insieme a giardinieri specializzati per garantire che hanno prosperato nel loro nuovo ambiente. I giardini sono stati irrigati tramite sorgenti, ruscelli e canali artificiali e offriva fontane e laghi artificiali. I giardini a Huaxtepec e gli altri come ad esempio quelli creati da Netzahualcoyotl presso Tetzcotzingo sono stati anche utilizzati per coltivare prodotti alimentari e sono stati notati per avere piante e alberi di valore medicinale. In realtà, la maggior parte delle residenze di classe superiore azteco avevano i propri giardini di piacere con giochi d'acqua, frutteti e orti.

Alimentari e bevande

La dieta azteca era dominata da frutta e verdura, come gli animali domestici sono stati limitati ai cani, anatre, tacchini (totolin) e le API il miele. Gioco (soprattutto conigli, cervi e cinghiali), pesci, uccelli, salamandre, alghe (usate per fare torte), rane, girini e insetti sono stati anche una fonte di alimento prezioso. Le coltivazioni più comuni erano mais (centli, notoriamente usato per fare tortillas, ma anche tamales e farinata), amaranto (un grano), salvia, fagioli (etl), zucca e peperoni del Cile. Pomodori rossi e verdi si sono coltivati (ma erano molto più piccoli rispetto alla varietà moderna), come erano bianche patate dolci, jicama (un tipo di rapa), chayote (ortaggio pera), il fico d'India e arachidi. Gli Aztechi coltivavano anche molti tipi di frutta tra cui papaia, guava, Mele cannella, mamey, zapotes e mele cannella. Spuntini inclusi popcorn e il dolce al forno foglie di agave maguey.
Non utilizzare oli o grassi, la maggior parte erano neanche uova sode o piatti alla griglia, e gusto supplementare è stato aggiunto utilizzando condimenti, gli Aztechi amato loro salse e condimenti. Esempi di questi includono epazote, tostati foglie di avocado, semi di achiote, e, naturalmente, Cile peperoni freschi, secchi o affumicati. Gli altri due sapori popolari per gli Aztechi erano vaniglia e cioccolato. Quest'ultimo è venuto dai chicchi di bacche di cacao dall'albero che è stato ampiamente coltivata in frutteti nei pressi della costa. I fagioli erano fermentati, curati e arrostiti. Poi i fagioli sono stati macinati in polvere e mescolano con acqua calda, come era solito consumato come una cioccolata calda bevanda schiumosa. Amaro q.b., potrebbe essere aromatizzata con l'aggiunta, ad esempio, mais, vaniglia, fiori, erbe e miele. Così stimato era cioccolato che fagioli sono stati utilizzati come denaro (anche contraffatto) e p:System.Security.SecurityException.demanded come tributo da tribù di soggetto. Altre bevande popolari era octli (pulque agli spagnoli), alcolica leggera birra fatta dalla linfa fermentata di maguey e pozolli ottenuti da un impasto di mais fermentato. Queste bevande alcoliche erano, tuttavia, consumate con moderazione, come essere catturati ubriaco ha potuto provocare ogni sorta di punito, anche la pena di morte.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Pugnale cerimoniale Azteca

Articolo
da Mark Cartwright

Aztec mosaico- coltello gestito attualmente in the British Museum, Londra risale al tra 1400 e 1521 CE e si pensa che sono stati usati nelle cerimonie religiose. Fatto da legno e pietra focaia il manico del coltello rappresenta un guerriero azteco, ma la lama ha rivelato alcuna traccia di sangue sotto test e quindi probabilmente non era abituata a sacrificare vittime, una comune pratica religiosa azteca.
Il pugnale cerimoniale o ixcuac misura circa 32 cm di lunghezza e 10 cm di altezza. La lama, fatta di pietra focaia, è inserita il manico di legno di cedro (Cedrela odorata) e fissata con resina di Protium e legata con una corda in fibre di maguey (Agave), un tipo di cactus. La pietra focaia della lama è stato ripetutamente colpita (knapped) per produrre una lama molto sottile, semitrasparente, che si assottiglia in una punta acuminata.
Il manico del coltello è stato scolpito per assomigliare ad una figura accovacciata-chi indossa il costume rituale di un'aquila-guerriero azteco o cuauhtliocelotl, uno più anziano militare degli Aztechi truppa e tradotto anche come aquila-jaguar. La figura è rivestita in mosaico fatto da piccoli pezzi di turchese blu chiaro. Belle dettagli come gli occhi, i denti e le unghie sono resi usando tessere ancora più piccole di malachite verde scuro e tre tipi di shell diversa: bianco conchiglia (Strombus SP.), ostrica spinosa (Spondylus princeps) e madreperla (Pinctada mazatlantica). Altri dettagli scelto in malachite e in madreperla conchiglia includono gioielli come bracciali, cavigliere, una decorazione di petto e un ornamento di naso. Labbra e gengive del guerriero sorridente sono drammaticamente scelto tramite shell di rosso-arancio.
Le tessere di mosaico sono fissate con resina di pino e copal che viene utilizzata anche in luoghi come intarsio decorativo. Interessante, la figura è se stesso stringendo il coltello con entrambe le mani. Tipico delle rappresentazioni nell'arte azteca Guerrieri Aquila della porta di figura un perizoma o maxtlatl, un mantello alato decorato con stelle bianche e la testa sporge da un copricapo dal becco, anche decorato con stelle, che rappresenta la testa di un uccello da preda. La figura indossa anche qualcosa appeso giù per la schiena, forse fatta per rappresentare un raggio di sole, un corpo strettamente associato con aquile e questi guerrieri particolari.
Il coltello non è univoco come due tipi simili anche sopravvivono uno ora risiede in Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" ed a Roma e l'altra nel Museo Nazionale di antropologia di cittàdel Messico. Uno dei ruoli dell'Aquila-guerrieri d'élite doveva fornire vittime sacrificali per 'nutrire' il sole con i loro cuori e il sangue, così fanno un soggetto interamente raccordo per tali coltelli cerimoniali.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Essi Náhua civiltà

Origine e storia
da Mark Cartwright

Il civiltà essi Náhua (noto anche come il p ' urhépecha, dopo la loro lingua) dominato Messico occidentale e costruì un Impero che avrebbe portato in diretto conflitto con quel altri grande mesoamericana civiltà del periodo post-classico, gli Aztechi. Seconda solo all' impero azteco, Taraschi stessi controllati, dalla loro capitale di Tzintzuntzan, un impero di oltre 75.000 chilometri quadrati.

Origini culturali

La storia di Taraschi sono stato messo insieme dal record archeologico e delle tradizioni locali, principalmente quelli relativi alla Relación de Michoacán scritti dal frate francescano Gerónimo de Alcalá nel secolo di mid-16th CE. Mentre i Taraschi dovuto al debito cultura del Bajio e Michoacan tribale civiltà precedenti, la cultura Purépecha aveva infatti una storia di oltre due millenni. Taraschi erano basati nel Michoacan centrale e settentrionale (significa ' luogo dei maestri pesce') intorno al bacino del lago della Zacapu, Pátzcuaro e Lago Cuitzeo. Già nel tardo Preclassico (150 A.C. – 350 CE), Purepecha società si è sviluppata in una cultura più sofisticata con un alto grado di centralizzazione politica e stratificazione sociale dal periodo di medio periodo post-classico (CE 1000 / 1100-1350). Secondo il rapporto la tribù più importante erano il Wakusecha (dal gruppo etnico chichimeco), cui Tariakuri capo stabilì la prima capitale a Patzcuaro intorno 1325 CE.
Il territorio controllato dai Taraschi ora era doppio nella misura delle generazioni precedenti e la produzione e il commercio di mais, ossidiana, basalto e ceramiche corrispondentemente aumentati. Il livello aumentante del lago nel bacino di Pátzcuaro significava anche molti siti pianeggianti sono stati abbandonati e la concorrenza per le risorse è diventato sempre più feroce. Modo troppo, in terre più alte della Zacapu, concentrazione di popolazione notevolmente aumentato in modo che 20.000 persone abitate solo 13 siti. Questo periodo fu caratterizzato da un aumento nella rivalità di stato locale e di instabilità generale tra il élite, ma le fondamenta del grande impero Tarasco ora erano a posto.
Taraschi è riuscito a rimanere non conquistati dall'Impero azteco possente.

Tzintzuntzan

Dal tardo periodo Post classico (1350-1520 CE, noto anche come la fase di Tariakuri in questo contesto) il Tarasco capitale e più grande insediamento era a Tzintzuntzan sul braccio nord-est del lago Pátzcuaro. I Taraschi anche controllati, attraverso al sistema politico altamente centralizzata e gerarchica, alcuni 90 più città intorno al lago. Dal 1522 CE la popolazione del bacino era alto come 80.000, mentre Tzintzuntzan vantava una popolazione di 35.000. La capitale era il centro amministrativo, commerciale e religioso dell'Impero Tarasco e sede del re o Kasonsi. Estensiva irrigazione e terrazzamento progetti sono stati effettuati al fine di rendere una grande popolazione locale sostenibile per l'agricoltura ma significativo le importazioni di merci e materiale è rimasto una necessità.
Una rete di mercati locali e il sistema di tributi cui c'era una quantità sufficiente di beni di base, ma c'era anche una pronta fornitura di ceramiche, conchiglie e metalli (in particolare lingotti di oro e argento) e anche del lavoro, per soddisfare la domanda. A questi mercati occupati frutta, verdura, fiori, tabacco, cibi preparati, merci del mestiere e materie prime come l'ossidiana, di rame e leghe di bronzo sono stati comprati e venduti. Lo stato controllava l'estrazione e la fusione di argento e oro (nel bacino di Balsas e Jalisco), e la produzione di prodotti in queste materie preziose è venuto attraverso abili artigiani che probabilmente risiedevano nel complesso palace di Tzintzuntzan. C'è una certa prova di indipendente oro e argento produzione nelle regioni sud-orientali e occidentali, compatibile con evidenza dei centri amministrativi secondari e terziari. In aggiunta, il turchese Tarascani importati, cristallo di Rocca e pietre verdi mentre locale da tributo sono acquisite piume di cotone, cacao, sale ed esotici. Taraschi essi stessi erano i più importanti produttori di campane di bronzo-stagno, rame e sue leghe (utilizzati in danze cerimoniali) in Mesoamerica.
Stato tarasco controllato anche l'assegnazione di terreni, foreste, miniere di rame e ossidiana, i workshop di industria ed artigianato di pesca in generale. Tuttavia, il grado di controllo è poco chiara e locale comunità e leader tribali tradizionali possono ben hanno concesso l'accesso reale a queste risorse. Questi diversi gruppi etnici all'interno dell'Impero, anche se soggetti politicamente a Tzintzuntzan, anche mantenuto la propria lingua e identità locali, ma in tempi di guerra loro regolari tributi ai loro sovrani Náhua è stato aumentato dal rifornimento di guerrieri.
Secondo la Relación de Michoacán il Náhua nobiltà era divisa in tre gruppi: royalty, nobiltà superiore e inferiore (l'elite di Wakusecha). Royalty riseduto presso la capitale e il luogo sacro di Ihuatzio, che in realtà era stata la capitale di Náhua precedente. Il funerale di un re Náhua è descritto nel rapporto quale entourage del sovrano morto vengono sacrificati ad accompagnarlo nella terra dei morti - 40 schiavi maschii, suoi sette schiavi femminile preferite, suo cuoco, vino-portatore, operatore di servizi igienici e, infine, il medico che non era riuscito a impedire la sua morte.

Religione

La religione Náhua è stato condotto da un sommo sacerdote supremo che era a capo di una classe sacerdotale a più strati. I sacerdoti sono stati identificati facilmente la zucca tabacco che hanno indossato intorno al collo. Essi Náhua religione ha sostenuto il bacino di Patzcuaro come il centro del cosmo, o almeno la sua potenza centro. L'universo ha avuto tre parti: il cielo, terra e inferi. Il cielo era governato dalla più importante divinità, il Dio del sole Kurikaweri, la cui moglie era Kwerawaperi, la dea madre terra. Loro bambino più importante era la dea Xaratenga, la luna e il mare.
Taraschi sembrano inoltre sono presi precedenti divinità locali e metamorfosati o Unito questi con dii Náhua totalmente originali. Inoltre, i dèi delle tribù conquistate erano solitamente integrati ufficiale Náhua pantheon. Kurikaweri è stato adorato la combustione del legno e offrendo il sacrificio umano e salasso e piramidi sono state costruite in onore di dèi Tarasco, cinque a Tzintzuntzan e Ihuatzio alle cinque. Una caratteristica peculiare della religione Náhua era l'assenza di tale comune divinità mesoamericane ACE al Dio della pioggiaTlaloc() e un dio serpente piumato (Quetzalcoatl). Né hanno Taraschi utilizzare il calendario di 260 giorni ma impiegava il anno solare 18 mesi con mesi di 20 giorni.

Arte & architettura

Una caratteristica unica dell'architettura post-classico tardo Náhua è le strutture monumentali che combinano piramidi gradini rettangolari e circolari, noti come yacata. Questi sono a forma di buco della serratura, ma c'erano anche piramidi rettangolare regolare. A Tzintzuntzan cinque tali strutture poggiano su un'enorme piattaforma 440 m di lunghezza. Yacata erano originariamente fronte stretta-montaggio delle lastre di pietra vulcanica e scavi al loro interno hanno tombe ricche di manufatti. Davanti il yacata sculture sono stati collocati per la ricezione di offerte sacrificali (chacmools) come in molte altre culture mesoamericane. A Ihuatzio c'è anche un esempio di un tribunale per il tlachtli.
Essi Náhua ceramica era anche distintivo con i suoi barattoli gettate con maniglie a forma di sperone (a volte prendendo la forma di animali e piante), treppiede ciotole, vasi in miniatura e tubi con lunghi steli, tutti altamente decorati. Taraschi erano anche dei metalmeccanici altamente qualificati, soprattutto in oro e argento. Inoltre, erano lavoratori esperti di ossidiana, in particolare gioielli hanno e labret, che era ricoperta d'oro e intarsiato con foglio di turchese.

La minaccia Azteca

Gli imperi contemporanei di Taraschi e ampliando i loro vicini del sud e dell'ovest gli Aztechi alla fine è venuto in concorrenza diretta per territorio e delle risorse. Infatti, in un certo senso queste due grandi potenze mesoamericana controbilanciato l'altro. I Taraschi, forse impiegando sotterfugi e sabotaggio, forzasse agli Aztechi di entro 50 miglia di Tenochtitlan nella CE anni 1470 che ha portato ad un accordo su una frontiera di nord-sud tra i fiumi Lerma e Balsas, protetti da fortificazioni collocati strategicamente per comandare le valli vulnerabili. Con questo bordo assicurato Taraschi continuato loro politica di espansione altrove. La miglior fonte archeologica della potenza militare Tarasco e dell'innovazione è la fortezza di Acámbaro. Turnless come questa, le strategie militari hanno impiegato e l'uso del metallo armi aiutano a spiegare come i Taraschi riusciti a rimanere non conquistati dall'impero azteco possente.
Nonostante le ostilità tra le due civiltà c'è qualche prova di contrattazioni tra di loro, soprattutto in punti strategici come il commercio di frontiera città di Taximoroa, ma anche attraverso le tribù locali che agiscono come intermediari nelle zone di 'buffer' di confine. La documentazione archeologica di scambio culturale in termini di stili artistici è, tuttavia, limitato a una manciata di vasi in ceramica trovati nel territorio del rispettivo partner commerciale.
Quando gli spagnoli arrivarono nel Michoacan in 1522 CE i Taraschi, che avevano precedentemente ignorato una richiesta di aiuto dagli Aztechi, termini relativamente pacifiche con i nuovi padroni della Mesoamerica e divenne uno stato vassallo di mera.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Texcoco

Origine e storia
da Mark Cartwright

Texcoco (aka Tezcoco o Tetzcocano), situato vicino alle rive orientali del Lago di Texcoco nella valle del Messico, fu la capitale del popolo Acolhua. Era una grande potenza nel periodo Aztec e un membro della triplice alleanza insieme a Tenochtitlan e Tlacopan. Texcoco anche prodotto uno dei righelli più famosi di Mesoamerica completo, Netzahualcóyotl, che ha presieduto una città che divenne un noto centro di cultura e apprendimento.

Storia remota

Probabilmente si stabilirono all'inizio, non era fino a qualche tempo nel XIII secolo CE che significativi insediamenti sorsero sulle rive orientali del Lago di Texcoco. Nella tradizione locale semi-leggendaria varie tribù migrazione - i chichimechi, Tepanechi e Mexica e Acolhua - arrivati nella valle del Messico in questo momento e il secondo gruppo, guidati dal loro capo, Xolotl, diretto per il terra di nord-ovest del lago e si stabilirono a Tenayuca. Era Xolotl sono Nopaltzin, il quale fu accreditato con una spedizione di ricognizione da Tenayuca di montaggio e alla scoperta della zona intorno a Monte Tlaloc come possibile luogo per stabilire una nuova città. In primo luogo le grotte di roccia nelle colline circostanti erano abitate e quindi, alla fine, gli insediamenti si svilupperebbero per diventare la grande città di Oxtoticpac, Tzinaccanoztoc, Coatlinchán e Huexotla.
Tradizione afferma che Nopaltzin sono Tlohtzin divenne sovrano su tutta l'area orientale e fondò un nuovo centro presso la collina di Tetzcotzingo ma, una generazione più tardi, sua sono Quinatzin spostò la capitale Acolhua a Texcoco che era più vicino al lago e così meglio posizionato per commercio. In questo momento il potere economico è venuto a essere concentrato nelle mani di una ristretta élite che ha anche stabilito legami commerciali e culturali con la vicina chichimechi. Una caratteristica di questa dominanza d'Elita era la creazione di aree speciali di caccia nei dintorni di monte Tlaloc, che sono stati forniti con gioco dalle comunità locali e dato come tributo. Anche l'agricoltura è diventato più sofisticato, con la costruzione di canali per l'irrigazione, terrazzamenti e i giardini 'sommersi' o chinampa che divenne una caratteristica di agricoltura mesoamericana. Questi sviluppi sono stati tradizionalmente attribuiti a Tlohtzin cui padre Nopaltzin aveva sposato una donna da Chalco (nel sud) e così essendo cresciuta tra questi agricoltori sofisticati, Tlohtzin era in grado di trasmettere questa conoscenza Acolhua. Con un surplus agricolo, commercio e prosperità è diventato assicurati per lo stato di Acolhuacan e la sua capitale Texcoco.

L'ascesa di Netzahualcóyotl

Sotto il Regno di Netzahualcóyotl, Texcoco divenne un noto centro per l'apprendimento e la cultura.
I Mexica e i loro alleati tepaneca basato a Azcapotzalco (che in realtà erano forza dominante della regione) sono stati anche prosperare e, cercando di espandere il loro territorio ulteriormente, gettarono avaro sguardo a Texcoco. La premessa per l'invasione di Aztec di Acolhuacan era che il capo a Texcoco, uno Ixtlilxochitl, che era un discendente di Xolotl e Nopaltzin, in seguito al suo matrimonio con una principessa di Tenochtitlan, dichiarato come il nuovo sovrano dei chichimechi. Nel 1418 fu conquistata CE Texcoco e Ixtlilxochitl fu sconfitto e ucciso, ma le sue sono Netzahualcóyotl (scritto anche Nezaualcoyotl o Nezahualcoatl) è sopravvissuto lui. In fuga per Huexotzinco nella valle di Puebla vorrei tornare in 1422 CE a Tenochtitlan per affinare le sue abilità di guerriero e alla fine ritornò alla sua casa ancestrale a Texcoco. Tuttavia, vedendo il suo potenziale come una minaccia allo status quo, una delegazione è stata inviata da Azcapotzalco per assassinare il giovane sovrano. La trama è stato scoperta ma Netzahualcóyotl ancora una volta fu costretto a trovare rifugio a Huexotzinco. Netzahualcóyotl completo Fortune cambiato per il meglio dopo la morte di Chimalpopoca di Tenochtitlan e l'ascesa di Itzcoatl (Netzahualcoyotl completo zio) come leader dei Mexica. Un'alleanza tra Tenochtitlán e Texcoco è stato offerto e Netzahualcóyotl era sulla strada verso la grandezza. Tornò a Texcoco e cominciò a guerra contro Azcapotzalco e i Tepanechi. Azcapotzalco cadde e il Tepenec re Maxtla fu portato prima Netzahualcóyotl che lui stesso sacrificato suo nemico caduto di strapare il suo cuore, un'azione eseguita con una grande cerimonia prima di tutti i guerrieri vittoriosi e nobile.

La triplice alleanza & espansione

Texcoco ora formò la triplice alleanza insieme a Tenochtitlan e Tlacopan. Texcoco, la seconda potenza del trio, avrebbe il controllo del bacino orientale della valle mentre Tlacopan ha preso la zona occidentale e Tenochtitlan governò il Nord e il sud. Tributo prelevato dagli stati conquistati sarebbe condivisa in un rapporto di 2:2:1 tra Tenochtitlán, Texcoco e Tlacopan rispettivamente e comprendeva enormi quantità di panno, cibo, piume e gomma. Le basi per l' impero azteco, l'ultimo grande mesoamericana uno, ora sono stata fissate.
Ufficialmente è diventato tlatoani o leader Nezahualcoyotl di Texcoco nel 1431 CE e ora hanno governato una città con una popolazione di circa 45.000 e controllato una serie di città minori disseminati lungo il lato orientale del lago. Netzahualcóyotl era noto anche come qualcosa di uno studente di filosofia, letteratura e astronomia ed era un celebre poeta.
Sotto il Regno di Netzahualcóyotl, Texcoco è diventato un centro noto per l'apprendimento e la cultura, infatti, di quattro grandi concili del governo, uno in particolare è stato dedicato alla promozione della scienza e delle arti. La città di Texcoco, quindi, ruotava intorno a grande palazzo del re, che copriva oltre un miglio quadrato. Così come le solite piramidi, giardini, fontane, animali esotici e sontuosi appartamenti c'erano anche quartieri dedicati per gli storici e poeti e una biblioteca. Il re ha anche costruito un grande tempio a Tloque Nahuaque, 'il Dio ignoto, creatore di tutte le cose' che aveva nove storie che simboleggiano i nove cieli. Al decimo piano superiore era dipinta di nero e ornato con le stelle, mentre l'interno era ben arredata in oro, gemme e piume esotiche.
Texcoco anche ampliato e Acolhua consolidato il controllo della regione e ulteriormente sviluppato l'irrigazione di terrazze, costruito una serie di impressionanti acquedotti e strutturate di magnifici giardini, soprattutto a Tetzcotzinco. Netzahualcóyotl catturato anche Tollantzinco come parte di un ambizioso programma di espansione imperiale che estratti evermore omaggio come cibo e legno da città conquistate. La triplice alleanza sarebbe anche diventato sempre più ambiziosi e attacati stati come Tlaxcala e Huexotzinco.
Netzahualcóyotl era, però, attenzione a dare sconfitti governanti a nel nuovo Impero e ruolo in modo da evitare futuri dissensi, quindi molti sono stati costituiti i dirigenti distrettuali semi-autonomo. Egli è anche accreditato con la creazione di un codice legale dove 80 Leggi definito comportamento accettabile e delineato punito per eventuali reati, anche quelli fatti da giudici corrotti. Reati contemplati dalle leggi hanno variato da furto per ubriachezza e punito dal fatto di avere la testa rasata alla morte per strangolamento. Inoltre, la rigidità del sistema è stata mitigata con la flessibilità dell'approccio più tradizionale di valutare alcuni casi sul loro proprio merito e con una Corte d'appello che consiste di dodici giudici.
Netzahualcóyotl fu divinizzato dopo la morte e il suo corpo rinchiuso a sacri del Tetzcotzingo. La triplice alleanza ha continuato, però, anche quando i suoi fondatori avevano passato le redini del potere ad altri come Motecuhzoma II a Tenochtitlan e Netzahualcóyotl sono Netzahualpilli a Texcoco. A dimostrazione degli stretti legami tra questi alleati Netzahualpilli ha partecipato alla cerimonia di incoronazione del grande re azteco Motecuhzoma II nel 1503 CE. Infatti, sia Netzahualpilli e Totoquilhuaztli, il leader di Tlacopan, disposto Motecuhzoma completo testa la corona d'oro e verde Smeralda. A sua volta, il nuovo re ha dato le insegne dell'ufficio ai suoi governanti alleati e così ha indicato che era lui e la sua città di Tenochtitlan che ha portato la triplice alleanza.

La conquista spagnola

Tuttavia, l'Alleanza ha cominciato a dare segni di cedimento, soprattutto arroganza percepita di Motecuhzoma seguente e la sua politica di sminuire il ruolo e il potere dei suoi due alleati. Relazioni non erano mai stato che lo stesso poiché Netzahualpilli rimuovere aveva ordinato la morte di una delle sue mogli, come lei è capitato di essere la figlia della Axayácatl re azteco. Più significativamente, il Texcocans è diventato sempre più insoddisfatti con la dominanza di Tenochtitlan nell'Alleanza e sarebbe anche portare a Texcoco questo schierandosi con gli invasori spagnoli e l'elezione di un nuovo capo, Ixtlilxochitl, con il supporto di Cortés. Nel 1521 CE Texcoco fornito navi e uomini per facilitarne l'assedio spagnolo di Tenochtitlan, che porterebbe la caduta dell'impero azteco intero.
Pochi resti fisici sopravvivono di Texcoco, ora seppellito sotto la città moderna dello stesso nome. Alcuni serbatoi, la pietra acquedotto, gradini e terrazze sopravvivono dai sistemi di irrigazione dei magnifici giardini a Tetzcotzinco, alcune illustrazioni dai vari codici miniati e alcune poesie di Netzahualcóyotl anche sopravvivono. Questa eredità piccola per una grande città e il generale dell'impermanenza della vita è, infatti, a molto ripetuto tema nella cultura azteca in generale ed elegantemente descritto nel seguente poema attribuito al più grande sovrano di Texcoco:
Netzahualcóyotl, chiedo questo:
È vero uno davvero vive sulla terra?
Non per sempre sulla terra,
solo un po' di tempo qui.
Anche se essere giada cade a pezzi,
anche se essere oro logora,
anche se essere piume di quetzal che si è lacerato.
Non per sempre sulla terra,
solo un po' di tempo qui.
(Miller, 238)
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Tenochtitlan

Origine e storia
da Mark Cartwright

Tenochtitlan, situato su un'isola vicino occidentale del lago Texcoco nel Messico centrale, era la capitale città e centro religioso della civiltà azteca. La data tradizionale della Fondazione della città era 1345 CE e rimase il più importante centro di Aztec fino alla sua distruzione per mano la conquista spagnoli guidati da Hernán Cortes nel 1521 CE, che ha portato alla finale crollo dell' Impero azteco. Nel cuore della città è stato un grande recinto sacro dominato dalla enorme piramide, conosciuto come il più grande tempio , che onorato il Dio Huitzilopochtli e Tlaloc. Il sito, ora città del Messico, continua ad essere scavato e hanno prodotto alcuni dei più grandi tesori dell' arte azteca come la celebre Pietra del sole , nonché oggetti d'arte aztechi stessi raccolti da altre grandi civiltà della Mesoamerica.

Nella mitologia

Nella mitologia azteca, i fondatori della città migrarono dalla leggendaria grotta di Aztlan nel deserto del nord-ovest che ha coinvolto un viaggio prolungato che finalmente ha condotto al lago di Texcoco. Durante questa migrazione sacerdoti avevano portato un enorme idolo del dio Huitzilopochtli, che sussurrava le indicazioni, i Mexica diedero il loro nome e ha promesso di grande ricchezza e la prosperità se ero adeguatamente dai capelli rossi. Lungo la strada che i Mexica si stabilirono in punti diversi, nessuno dei quali veramente adatto loro scopo. Un evento decisivo nella migrazione era la ribellione incitata da Copil, sono della sorella di Huitzilopochtli completo Malinalxochitl. Questo era nella vendetta per l'abbandono della dea dai Mexica ma con l'aiuto di Huitzilopochtli completo Copil fu ucciso. Il Dio della grande guerra istruiti che cuore dei ribelli essere gettati per quanto possibile nel lago Texcoco e dove è atterrato indicherebbe il luogo che i Mexica dovrebbe costruire la loro nuova casa, il punto preciso viene contrassegnato da un'aquila che si siede sul (fico d'India) fichi e divorare un serpente. Questo è esattamente ciò che avvenne e fu costruita la nuova capitale di Tenochtitlan, la data tradizionale essendo 1345 CE.
Il nome della città deriva dal tetl che significa roccia, nochtli, fichi e tlan, il suffisso locativo. Di origine simile è il termine Tenocha che i Mexica talvolta chiamato se stessi e il nome del loro Tenoch quasi leggendario prete-leader.
TenochtitlAn era una delle più grandi città in Mesoamerica con oltre 200.000 abitanti.

La città

Anche se la città fu distrutta e ampiamente costruito sopra nei secoli successivi, i cronisti del XVI secolo CE, fortunatamente, registrata in grande dettaglio gli edifici e le opere d'arte che aveva fatto una volta Tenochtitlán, una delle più grandi città in Mesoamerica e, con oltre 200.000 abitanti, certamente la più popolosa. Questi record e la vasta e continua archeologia presso il sito significa che conosciamo più circa Tenochtitlan rispetto a qualsiasi altra città da grandi civiltà mesoamericane.
Come Bernal Diaz del Castillo, uno degli uomini di Cortés metterlo su prima di visitare la città:
Era come incantesimi nel libro di Amadis, a causa di alte torri, rues (piramidi) ed altri edifici, tutti della Massoneria, che è aumentato dall'acqua. Alcuni dei soldati ha chiesto se ciò che hanno visto non era un sogno.
(Miller, 239)
Tenochtitlan coperto, nella sua massima estensione, circa 12-14 km ² ed era collegato alla riva occidentale del lago e campagna circostante da tre strade rialzate (esecuzione di nord, est) e ad ovest, che comprendeva le lacune attraversate da ponti rimovibili per consentire barche passare e che potrebbe essere preso in caso di un attacco alla città (cosa che mai si è verificato fino a quando arrivarono gli spagnoli). C'era anche una pietra acquedotto che portava l'acqua fresca alla città dalle sorgenti vicino alla collina di Chapultepec. Il lago fornito un'importante fonte di cibo ma buon terreno agricolo era scarsa e questo fatto comporta un ri-esigendo terre dal lago e, infine, afferma militare conquista di prendere la terra con la forza dalle vicine. La circostante chinampa o 'giardini galleggianti' (fango Zattere fissati con alberi di salice) dei loro vicini immediati sono stati, pertanto, sequestrati e sviluppato per soddisfare le esigenze della crescente popolazione della città.
La città stessa è stata rifinita in un modello di griglia con numerosi canali che permea attraverso la città. Oltre alle principali arterie della città lungo i quattro punti cardinali di dissezione, la maggior parte delle strade e canali erano strette, soprattutto perché non c'erano nessun veicoli a motore o bestie affinché le merci venivano trasportate da piccole imbarcazioni e canoe o porter. I canali, insieme a tanti salici piangenti, giardini fioriti e bianco-tradurre monumenti luccicante alla luce del sole, deve aver fatto per una città pittoresca. Come una poesia Nahuatl descrivere:
La città è sparso nei circoli della giada,
irradiamento lampi di luce come piume di quetzal,
Oltre esso i signori sono sostenuti in barche:
su di loro si estende nebbia fiorito.
(Coe, 192)
Il cuore della città era il cerimonia cinta muraria con i suoi tre ingressi, imponenti templi e piramidi da cui la città si è sparso in quattro principali quartieri residenziali. Questi hanno avuti a volte vasti palazzi come Motecuhzoma di vecchia residenza e le residenze di pietra di Palazzo di Axayacatl, più piccolo tetto piatto per nobili e funzionari, enorme mercato posti (dove ogni sorta di beni di lusso e basic potrebbe essere acquistato come giada, cioccolato e vaniglia), giudiziaria chambers, tesoro case, magazzini, strutture come la casa di danza e la voliera e zone molto attentamente imballate di workshop (lavorando soprattutto metal e ossidiana, ma anche con le canne di vimini locale) e mattoni di adobe piccolo e reed case dove vivevano le classi inferiori, anche se questi potrebbero essere troppo sparpagliati con piccoli giardini.

Il recinto sacro

Il recinto sacro nel cuore di Tenochtitlan conteneva, secondo un testimone oculare, 78 strutture separate. Tra i più importanti erano il più grande tempio di Tlaloc e Huitzilopochtli, cui si affianca il completo Eagle House (che prende sua decorazione di pietra) su un lato e la piramide di Tezcatlipoca da altro. Davanti al tempio più levato in piedi la pietra di gladiator (dove vittime sacrificali erano vincolate e attaccate da 'Cavalieri'), alla pietra tzompantli (cremagliera del cranio) e un foro a forma di palla. Nell'angolo sud-ovest sorgeva il Tempio del sole di Tonatiuh e il Tempio di Quetzalcoatl.
C'era anche un tempio alla dea terra Tonantzin e il Coateocalli edificio che ospitava e in un certo senso catturato spiritualmente, le statue di divinità e varie altre opere d'arte dai nemici catturati. Infine, sul lato di Tlaloc del tempio ulteriori scavi hanno rivelato alla montagna artificiale fatto di offerte e depositi che è stato progettato per imitare la montagna sacra di Tlaloc completo.

Il tempio più

Il grande tempio o tempio maggiore (chiamato Hueteocalli dagli Aztechi) prende il centro della scena nel recinto sacro. In cima alla piattaforma di piramide alta 60 metri, raggiunta da due rampe di scale, erano due templi gemelli. Il Santuario di lato nord è stato dedicato a Tlaloc, il Dio della pioggia e l'altro, sul lato sud, è stato dedicato a Huitzilopochtli, il Dio della guerra. Il Tempio di Tlaloc contrassegnato il solstizio d'estate (simbolico della stagione umida) mentre Huitzilopochtli completo contrassegnato il solstizio d'inverno (simbolico di un tempo per la guerrae la stagione secca). La monumentale scalinata Acceso Tlaloc tempio era dipinte di blu e bianco, l'ex che rappresenta il colore dell'acqua, l'elemento così fortemente associato con il Dio. Al contrario, i gradini che conducono Acceso Huitzilopochtli tempio sono stati verniciati rosso brillante per simboleggiare il sangue e guerra.
Si sacrifici, comprese quelle umane, sono state effettuate presso entrambe le tempie per nutrire e onorare dei. Un tipico sacrificio coinvolti la vittima avendo loro cuore strappato fuori, essere scuoiati, decapitato e poi smembrato. Dopo tutto quello che il cadavere è stato gettato giù per le scale della piramide di atterrare alla base dove una massiccia pietra rotonda raffigurato Coyolxauhqui, la dea che è stata trattata allo stesso modo da Huitzilopochtli nella mitologia.

Distruzione

Quando gli spagnoli arrivarono a Tenochtitlan, loro leader Cortés aveva solo 500 uomini e meno di 20 cavalli a disposizione. Tuttavia, di reclutare alleati come gli abitanti di Tlaxcala, ero in grado di porre l'assedio alla città che alla fine sarebbe caduta il 13 agosto 1521 CE. I grandi monumenti erano sacked e saccheggiati, opere d'arte e oggetti preziosi furono fuse e azteca civiltà crollò. Ciò che rimaneva della città è stata effettuata nel capitale della nuova Spagna, come lo spagnolo chiamato la loro nuova Colonia.

Archeologia

Gli scavi all'interno di templi e palazzi di Tenochtitlan iniziarono nel XX secolo CE e hanno rivelato la vera complessità della storia del sito. Non c'è prova, ad esempio, che il recinto sacro è stato costruito sopra le strutture molto prima, che i templi stessi sono stati ricostruiti e aggiunto a molte volte e all'interno di essi erano sepolte offerte, ad esempio, il corallo, conchiglie e mare-vita seppellito profonda all'interno del tempio maggiore.
La città è stata spogliata di qualsiasi cosa di valore dopo il suo crollo ma, tuttavia, numerose splendide opere d'arte sono stati, quasi miracolosamente, recuperato da Tenochtitlan. Questi includono l'iconica pietra del sole (aka Calendario di pietra), la grande scultura in pietra di Coatlicue, la pietra di Tizoc, l'enorme pietra rotonda raffigurante Coyolxauhqui che poggiava ai piedi del tempio maggiore, il Tempio di pietra - un trono di pietra probabilmente utilizzato da Motecuhzoma II e decorato con dèi e disco solare e, infine, il Vaso antropomorfo in ceramica blu raffigurante Tlaloc.
Oltre a queste magnifiche opere di arte azteca, scavo dei templi hanno rivelato le cache di arte da molte civiltà mesoamericane precedenti fin da quella degli Olmechi, illustrando che gli Aztechi erano riconoscenti e persino révérent collezionisti d'arte. Molti riccamente decorato e finemente realizzati vasi inoltre sono stati scavati che mostrano che l'artista di ceramica azteca era forse più qualificati che prima era stato apprezzato. La maggior parte di questi reperti fanno parte della collezione mozzafiata del Museo Nazionale di antropologia di città del Messico, che è stato, naturalmente, costruito in cima al sito antico di Tenochtitlán.
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Templo Mayor

Origine e storia
da Mark Cartwright

Il tempio maggiore o il grande tempio (chiamato Hueteocalli dagli Aztechi) ha dominato il recinto sacro centrale della capitale Azteca Tenochtitlán. Sormontati da templi gemelli dedicati a Huitzilopochtli , il Dio della guerra e il Dio della pioggia Tlaloc era un punto focale del Aztec religione e cuore del mondo azteco. Era anche la scena di occasioni di stato come incoronazioni e il luogo di innumerevoli sacrifici umani dove il sangue delle vittime è stato pensato per nutrire e placare le due grandi dèi ai quali fu dedicato.

Costruzione

Il tempio maggiore fu costruito durante il Regno di Itzcoatl (CE r. 1427-1440), migliorato dal suo successore Motecuhzoma I (CE r. 1440-1469) e nuovamente ampliata durante il Regno di Ahuitzotl (CE r. 1486-1502). Questi governanti e gli altri, ciascuno impiegate le risorse e il lavoro dato in omaggio dai paesi limitrofi al fine di costruire un monumento più impressionante rispetto ai loro predecessori.
La posizione è stata scelta con scopo come il tempio doveva miglioramento il santuario originale, che i primi coloni di Tenochtitlan avevano costruito in onore di Huitzilopochtli in azteco Fondazione leggende di pietra. Poiché il tempio è cresciuto nel corso degli anni, offerte e merci preziose ritualmente furono sepolti all'interno i suoi strati in continua espansione. La piramide è stata raggiunta tramite un modo processionale sacro costruito lungo l'asse est-ovest. La piramide è stata costruita allo stesso modo su un asse est-ovest così che quando nella parte superiore della scala uno vorrei affrontare est e vedere entrambi monte Tlaloc e, sull'equinozio, vedere l'alba esattamente tra i due santuari sulla piattaforma superiore. Situato presso il centro di Tenochtitlan il Templo maggiore era il cuore dell' impero azteco sociali e religiose.
Il tempio era più di un metro 60 alta montagna architettonico dedicato a The Gods TlaloC & Huitzilopochtli.

Dimensioni & forma

Il tempio maggiore era la struttura più importante al centro di un grande recinto sacro misura 365 m (1.200 ft) su ogni lato e circondato da un muro che, a causa delle sue sculture in rilievo serpente, era conosciuto come coatepantli o 'Wall serpente'. Al distretto può avere contenuti oltre 78 strutture diverse, ma il tempio principale era di gran lunga il più alto e deve hanno dominato lo skyline della città . Il tempio era in realtà 60 metri (180 ft) alta piramide piattaforma con quattro livelli e due rampe di scale sul lato occidentale che conduce ad un vertice con due templi gemelli o santuari, l'intera struttura viene affrontato con calce intonaco e dipinte a colori vivaci. Il Santuario di lato nord (a destra) è stato dedicato a Tlaloc, il Dio della pioggia e l'altro, sul lato sud (a sinistra), è stato dedicato a Huitzilopochtli, il Dio della guerra. Tlaloc era anche associato con montagne ed è probabile che il più grande tempio fu concepito come una montagna architettonica letterale in omaggio a questo aspetto del Dio della pioggia, per imitazione artificiale di Tonacatepetl, 'Montagna di sostentamento' di Tlaloc. Allo stesso tempo e con la tipica passione mesoamericane per dualità, era anche una rappresentazione del Coatepetl, il 'serpente montagna sacra' dove Huitzilopochtli sconfitto gli altri dèi.
Il tempio sul lato nord, dipinto con strisce blu, è stato dedicato a Tlaloc e contrassegnato il solstizio d'estate (simbolico della stagione umida) mentre il luogo di culto di Huitzilopochtli completo sul lato sud, dipinto di rosso, contrassegnato il solstizio d'inverno (simbolico di un tempo per la guerrae la stagione secca). All'interno di ogni santuario era una statua lignea del Dio. La monumentale scalinata Acceso Tlaloc tempio era dipinte di blu e bianco, l'ex che rappresenta il colore dell'acqua, l'elemento così fortemente associato con il Dio. Al contrario, i gradini che conducono Acceso Huitzilopochtli tempio sono stati verniciati rosso brillante per simboleggiare il sangue e guerra. Entrambi i voli realizzato sculture di teste di serpente; quelli lato completo Tlaloc aveva paraocchi mentre quelli su Huitzilopochtli completo sono stati decorati con piume.

Sacrifici umani

Tlaloc era visto come entrambi un giver di pioggia essenziale in un ambiente spesso ostile, ma anche come una forza distruttiva quando mandò tempeste, inondazioni e siccità. Doppio motivo, quindi, per gli Aztechi a fare tutto il possibile per mantenere questa divinità volubile di buon umore. Huitzilopochtli era il Supremo Dio azteco e considerato il Dio del sole, guerra, oro, righelli, e fu mecenate di Tenochtitlan.
Per gli Aztechi il modo migliore per ottenere il favore con queste due divinità potente era di onorarli con un monumento adeguatamente imponente tempio e regolarmente offrire sacrifici per saziare il loro appetito vigoroso e perpetuare l'armonia tra la divinità e l'umanità. Ulteriormente, i sacrifici sono stati considerati come debito pagamento per i sacrifici che i dèi avevano fatto quando si sono generati il mondo. Queste offerte potrebbero assumere la forma di cibo, fiori e preziose merci (conchiglie e coralli, ad esempio, sono stati scavati da completo de Tlaloc Santuario) ma anche, a volte chiave nel calendario, soprattutto sangue. Il sacrificio di animali e non fatale del salasso tra la classe sacerdotale erano pratiche comuni, ma gli Aztechi sono diventati infami per la loro scelta più drammatico e importante di offrire ora: sacrificio umano.
Un tipico sacrificio coinvolti la vittima viene allungata sopra alla pietra mentre Sacerdote, armato con un coltello in ossidiana, strappato il cuore e poi decapitato e smembrato li. Dopo tutto quello che il cadavere è stato gettato giù per le scale della piramide di atterrare alla base dove una massiccia pietra rotonda raffigurato Coyolxauhqui, la dea che è stata trattata allo stesso modo da Huitzilopochtli Aztec mitologia dopo che aveva condotto una ribellione contro il Dio grande. Infine, le teste delle vittime sono state visualizzate su rack conosciuto come tzompantli , che sono stati fissati alla base della piramide.
Vittime sacrificali erano solitamente prigionieri di guerra, ma i bambini sono stati sacrificati anche come le loro lacrime sono state considerate favorevoli link con le gocce di pioggia vivificante da Tlaloc. I sacerdoti che hanno effettuato questa carneficina, in occasione, abbiamo mangiato la carne delle vittime, con il cuore è il più pregiato, se non erano già stati bruciato in offerta alle divinità. Il righello Aztec, nobili privilegiati e coloro che avevano catturato le vittime nella guerra anche partecipato a questa festa simbolica.

Principali cerimonie presso il Templo Mayor

Sacrifici si potrebbero anche avvenire per commemorare eventi importanti dello stato. Uno della più infame è la quattro giorni del macello dei prigionieri quando Ahuitzotl ri-dedicò il tempio ed esteso ancora più elevato per celebrare i suoi trionfi imperiali in 1487 CE. Un altro importante evento è stata la cerimonia di fuoco nuovo, tenuto ogni 52 anni - un ciclo solare completo nel calendario azteco - quando la prima torcia ardente è venuto da mt. Huixachtlan ed è stata usata per accendere il fuoco sacro in cima al tempio più prima di essere trasferito a sussidiari tutti i templi della città.
Il tempio principale era anche un punto focale normale durante le celebrazioni del compleanno di completo di Huitzilopochtli nella cerimonia di Panquetzalitzli nel mese dello stesso nome. Un altro importante festival è stato tenuto durante il mese di Toxcatl quando un'effigie del Dio fatto da pasta e vestita in costume storico era sfilata attraverso la città e poi mangiato del Templo Mayor. I funerali di stato si è verificato presso il sito, in particolare la cremazione funerale di tre sovrani: Axayacatl, Tízoc e Ahuitzotl. Infine, incoronazioni ha avuto luogo presso il tempio, in particolare quella dell'ultima vera Aztec re Motecuhzoma Xocoyotzin, meglio conosciuto come Montezuma, nel 1502 CE.

Più tardi storia & scavo

La piramide fu rasa al suolo seguendo la spagnola conquista - gli Aztechi avevano usato come un rally point e difenderla vigorosamente - e croce cristiana era stato collocato su di esso. Poi nel corso dei secoli fu gradualmente costruito sopra e scomparve sotto edifici coloniali del XIX secolo D.C. a città del Messico. Mai dimenticato, il sito fu scavato nel 20esimo secolo CE scarso entusiasmo e poi sistematicamente da fine anni 1970 CE. Si scoprì poi che la piramide era in realtà una successione delle piramidi ogni costruita sopra un predecessore più piccolo e anche la piattaforma primitiva originale, datato con l'ausilio di una pietra geroglifico al 1390 CE, è stato scoperto.
Così anche molti manufatti, polizia seppellita dagli Aztechi, sono state rinvenute presso il sito, e questi includono pregiate ceramiche, figurine, gioielli di giada e madreperlato, scheletri di animali che includono pesce, coccodrillo, due aquile e Jaguar e premi da precedenti civiltà mesoamericane come una maschera di Olmec e un altro da Teotihuacan. Tre dei più grandi ritrovamenti relazionati al tempio sono la pietra di 3,5 metri (diametro) di Coyolxauhqui dalla base della piramide, alla scultura chacmool (usato per bruciare cuori completo vittima) dal Santuario di Tlaloc e a 12 tonnellate monolite rettangolare raffigurante la dea della terra Tlaltecuhtli. Il sito continua ad essere scavato fino ai giorni nostri con regolari nuove scoperte aggiungendo alla storia di questo più grande di monumenti Aztechi.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Pietra del sole

Origine e storia
da Mark Cartwright

La Aztec Pietra del sole (o Calendario di pietra) mondi consecutivi Jellybean i cinque del sole da Aztec mitologia. La pietra non è quindi, in ogni senso al funzionamento calendario, ma piuttosto è un disco solare riccamente intagliato, che per gli Aztechi e altre culture mesoamericane rappresentato sovranità. Nella parte superiore della pietra è a glifo di data (13 reed) che rappresenta sia l'inizio del sole presente, il 5 ° e finale uno secondo la mitologia e la data corrente 1427 CE, quindi legittimare la regola di Itzcoatl (che prese il potere in quell'anno) e la creazione di un legame tra il divino e l'umanità.
La pietra fu scoperto nel dicembre 1790 CE nella piazza centrale di città del Messico e ora risiede in Museo Nazionale di antropologia, in quella città. La pietra di basalto riccamente intagliato era una volta una parte del complesso architettonico del tempio maggiore e misure 3,58 metri di diametro, è 98 centimetri di spessore e pesa 25 tonnellate. La pietra avrebbe originariamente sono state deposte sul terreno piatto e possibilmente unto con sacrifici di sangue. Quando è stato scoperto, la pietra era disteso e testa in giù, forse nel tentativo di evitare il cataclisma finale - la caduta del sole 5 ° e ultimo - come gli Aztechi mondo cadde a pezzi dopo l'attacco dal vecchio mondo.
La pietra del sole avrebbe originariamente sono state deposte sul terreno piatto e possibilmente unto con sacrifici di sangue.
Al centro della pietra è una rappresentazione del Dio del sole Tonatiuh (il giorno sole) o Yohualtonatiuh (il sole di notte) o la terra primordiale, mostro Tlaltecuhtli, in quest'ultimo caso che rappresenta la distruzione finale del mondo, quando il sole 5a cadde a terra. La lingua è forse anche un coltello sacrificale che attacca fuori, suggerisce e una sete di sangue e sacrificio. Intorno al viso centrale a quattro punti sono i soli altri quattro che successivamente sostituito l'altro dopo il Dio Quetzalcoatl e Tezcatlipoca lottarono per il controllo del cosmo fino all'era del 5 ° sole è stato raggiunto. I suns sono conosciuti con il nome del giorno in cui si è verificato la loro distruzione finale. Cominciando dall'alto a destra c'è il primo sole Nahui Ocelotl (4 - Jaguar), parte superiore a sinistra è il secondo sole Nahui Ehécatl (4 - vento), in basso a sinistra il terzo sole Nahui Quiáhuitl (4 - pioggia) e in basso a destra è il quarto sole Nahui Atl (4 - acqua).
Su entrambi i lati del fronte centrale sono due teste di giaguaro o zampe, ogni stringendo un cuore, che rappresenta il regno terrestre. La band immediatamente intorno i suns è segmentata in esecuzione i 20 Aztec-nomi dei giorni (da qui il nome di calendario di pietra). Poi c'è un anello decorativo, circondato da un altro anello raffigurante simboli che rappresentano turchesi, giada, simboli di equinozi e solstizi e i colori del cielo. Le due teste in basso al centro rappresentano serpenti di fuoco, e i loro corpi eseguire intorno al perimetro della pietra con ogni conclusione in una coda. I quattro cardinali e Inter-cardinale le indicazioni sono anche indicate con i punti di maggiori e minore rispettivamente.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…