Passa ai contenuti principali

Origini » Civiltà Inca › Arte Inca › Architettura Inca › Cusco » Storia

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Civiltà Inca
  2. Arte Inca
  3. Architettura Inca
  4. Cusco
  5. Inti
  6. Lago Titicaca
  7. Coricancha

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Civiltà Inca

Origine e storia
da Mark Cartwright

La civiltà Inca due in Perù antico tra CE c. 1400 e 1533 e il loro Impero alla fine estesa attraverso occidentale del Sud America da Quito nel nord a Santiago nel sud, che lo rende il più grande impero mai visto nelle Americhe e la più grande del mondo a quel tempo. Imperterrito da spesso duro ambiente andino, il popolo vinto Incas e paesaggi sfruttati in tali ambienti diversi come montagne, deserti, pianure e giungla tropicale. Famosa per la loro unica arte e architettura, costruirono edifici imponenti e finemente costruito ovunque hanno conquistato, e loro adattamento spettacolare dei paesaggi naturali con terrazzamenti, autostrade e insediamenti di montagna continua a stupire i visitatori presso tali siti moderni di fama mondiale come Machu Picchu.

Cenni storici

Come con altre culture antiche, le origini storiche delle Americhe Incas sono difficili da distinguere dai miti fondatori che si sono generati. Secondo la leggenda, all'inizio, il Dio creatore Viracocha è venuto fuori l'oceano Pacifico, e quando sono arrivato al Lago Titicaca, ha creato il sole e tutti i gruppi etnici. Queste persone sono state sepolte dal Dio e solo più tardi ha fatto in primo luogo emerge dalle sorgenti e rocce (sacra pacarina) torna nel mondo. Gli Incas, in particolare, furono portati all'esistenza a Tiwanaku (Tiahuanaco) dal Dio del sole Inti, quindi, hanno considerare se stessi come pochi eletti, i 'figli del sole', e il sovrano Inca era rappresentante di Inti e l'incarnazione sulla terra. In un'altra versione del mito della creazione, i primi Inca è venuto da una grotta sacra conosciuta come Tampu T'oqo o 'The House di Windows', che si trovava a Pacariqtambo, il 'Inn di Dawn', a sud di Cuzco. La prima coppia di esseri umani era Manco Capac (o Manqo Qhapaq) e sua sorella (anche sua moglie) al seno Oqllu (o Ocllo). Sono nati altri tre fratelli germani di fratello e sorella, e il gruppo partì insieme a fondare la loro civiltà. Sconfiggendo il Chanca persone con l'aiuto dei guerrieri di pietra (pururaucas), Incas primo finalmente risolta nella valle di Cuzco e Manco Capac, gettando una verga d'oro nel terreno, stabilito quello che sarebbe diventato la capitale Inca, Cusco.
40.000 incas governato un territorio con oltre 30 lingue differenti 10 milioni di soggetti.
Più concreta evidenza archeologica ha rivelato che i primi insediamenti nella valle di Cuzco in realtà risalgono al 4500 A.C., quando hunter-gather comunità occupava l'area. Tuttavia, Cuzco solo è diventato un importante centro a volte all'inizio del periodo tardo intermedio (1000-1400 CE). È iniziato un processo di unificazione regionale da CE la fine del XIV secolo, e dall'inizio del XV secolo CE, con l'arrivo del primo grande condottiero Inca Pachacuti Inca Yupanqui ('inversore del mondo') e la sconfitta dei Chanca nel 1438 CE, Incas cominciarono ad espandersi in cerca di bottino e produzione risorse, prima a sud e poi in tutte le direzioni. Alla fine, hanno costruito un impero che si estendeva attraverso le Ande, conquistando tali popoli come le civiltà Lupaka, Colla, Chimore Wanka lungo la strada. Una volta stabilito, sistema nazionale di amministrazione fiscale e stato istigato che consolidò il potere di Cuzco.
L'ascesa dell'Impero Inca era straordinariamente veloce. Primo, tutti gli altoparlanti del Inca lingua Quechua (o Runasimi) ci hanno dato uno status privilegiato, e questa classe nobile allora dominato tutti i ruoli importanti all'interno dell'Impero. Hmnchmbhm Inca Yupanqui (conosciuto anche come Topa Inca), successore di Pachacutida 1471 CE, è accreditato con avendo espanso l'impero da una massiccia 4.000 chilometri (2.500 miglia). Gli Inca stessi chiamato loro impero del Tawantinsuyo (o Tahuantinsuyu) che significa 'Terra dei quattro quartieri' o 'The quattro parti insieme'. Cuzco è stata considerata l'ombelico del mondo, e irradiano era autostrade e linee di avvistamento sacro (ceques) ogni trimestre a: Chinchaysuyu (Nord), (est) Antisuyu , Collasuyu (Sud) e Cuntisuyu (ovest). Diffondendo in tutta l'antica Ecuador, Perù, nord del Cile, Bolivia, Argentina e il southern upland Colombia e 5.500 km (3.400 miglia) si estende a nord a sud, 40.000 Incas governato un vasto territorio con alcuni soggetti 10 milioni oltre 30 lingue differenti.

Governo e amministrazione

Incas tenuti gli elenchi dei loro re (Sapa Inca) in modo che sappiamo di nomi come Pachacuti Inca Yupanqui (Regno c. 1438-63 D.C.), hmnchmbhm Inca Yupanqui (Regno c. 1471-93 D.C.) e Wayna Qhapaq (l'ultimo sovrano di pre-ispanica, Regno c. 1493-1525 CE). È possibile che due sovrani regnarono contemporaneamente e che regine possono aver avuto alcune notevoli poteri, ma il record spagnolo non sono chiari su entrambi i punti. Il Sapa Inca era un sovrano assoluto, e ha vissuto una vita di grande opulenza. Da oro e argento, bicchieri, indossare scarpe d'argento e vivere in un palazzo arredato con i migliori tessuti, egli era coccolato fino all'estremo. Ho anche curato dopo la sua morte, come l'Inca era mummificata i loro governanti. Memorizzati nel tempio Coricancha a Cuzco, le mummie (mallquis) sono stati, in elaborate cerimonie, regolarmente portate fuori indossando i loro migliori regalia, dato offerte di cibo e bevande e "consultato" per il loro parere su premendo gli affari di stato.
Regola del Inca è stato, molto come loro architettura, basata su unità di razionalità e ad incastro. Alla parte superiore era il righello e dieci gruppi affini di nobile chiamato panaqa. Seguono dieci gruppi più affine, più alla lontana correlati al re e poi, un terzo gruppo di nobili in linea non di Inca di sangue ma fatto Incas come privilegio. Nella parte inferiore dell'apparato statale, sono stati reclutati localmente gli amministratori che ha curato gli insediamenti e la più piccola unità di popolazione andina ayllu, che era un insieme di famiglie, in genere di famiglie imparentate che hanno lavorato una zona di terra, hanno vissuto insieme e fornito sostegno reciproco nel momento del bisogno. Ogni ayllu era governata da un piccolo numero di nobili o Kuraka, un ruolo che potrebbe includere le donne.
Gli amministratori locali segnalati agli oltre 80 amministratori di livello regionale che, a sua volta, ha riferito ad un governatore responsabile per ogni trimestre dell'Impero. I quattro governatori segnalato per il supremo sovrano Inca a Cuzco. Per garantire la fedeltà, gli eredi dei righelli locali erano anche tenuti come ben tenuti prigionieri nella capitale Inca. I ruoli politici, religiosi e militari più importanti all'interno dell'impero erano, quindi, tenuti nelle mani delle élite Inca, chiamato dal spagnolo le albicocche secca o 'big ears' perché portavano grande earspools per indicare il loro stato. Per meglio garantire il controllo di questa elite sui loro sudditi, guarnigioni punteggiato dell'Impero, e interamente nuovi centri amministrativi sono stati costruiti, in particolare a Tambo Colorado, Huanuco Pampa e Hatun Xauxa.
Per tassa censimenti scopi furono presi e divise in gruppi basati sulle popolazioni più di dieci (matematica Inca era quasi identico al sistema che usiamo oggi). Come non c'era nessuna valuta del mondo Inca, le tasse sono state pagate in natura - solitamente i metalli preziosi, tessuti, prodotti alimentari, piume esotiche, coloranti e conchiglia spondylus - ma anche in operai che potrebbe essere spostato circa l'impero per essere utilizzato dove servivano più, conosciuto come mit' a servizio. Terreni agricoli e gli allevamenti sono stati divisi in tre parti: produzione per la religione di stato e i dèi, per il sovrano Inca, per i propri agricoltori e l'uso. Comunità locali erano dovrebbe inoltre contribuire a costruire e mantenere imperiale tali progetti come il sistema della strada che si estendeva in tutto l'Impero. Per tenere traccia di tutte queste statistiche, l'Inca utilizzato il quipu, un sofisticato assemblaggio di nodi e stringhe che era inoltre altamente trasportabile e potrebbe registrare i decimali fino a 10.000.
Anche se Incas imposto loro religione e l'amministrazione sui popoli conquistati, Estratto omaggio, e popolazioni leale anche spostati (mitmaqs) per meglio integrare nuovi territori nell'Impero Incas anche portato alcuni benefici come la ridistribuzione di cibo in tempi di catastrofe ambientale, meglio impianti di stoccaggio per prodotti alimentari, lavoro tramite progetti sponsorizzata dallo stato, feste religiose sponsorizzato dallo stato, strade, beni di lusso e di assistenza militare, soprattutto oggetti d'arte apprezzati dal élite locale.
Più splendidi erano i templi costruiti in onore di Inti e Mama Kilya - il primo è stato rivestito con 700 kg 2 fogli d'oro battuto.

Cuzco

La capitale Inca di Cuzco (da qosqo, significato 'letto lago prosciugato' o forse derivato da cozco, una particolare pietra miliare della città) era il centro religioso ed amministrativo dell'Impero e aveva una popolazione di fino a 150.000 al suo apice. Dominata dal Sacro coperto da oro e tempestato di smeraldo Coricancha complesso (o Tempio del sole), gli edifici più grandi sono stati accreditati di Pachacuti. Più splendidi erano i templi costruiti in onore di Inti e Mama Kilya - il primo è stato rivestito con 700 kg 2 fogli d'oro battuto, quest'ultimo con l'argento. Tutta la capitale era strutturata in forma di un puma (anche se alcuni studiosi contestano questo e prendere la descrizione metaforicamente) con la metropoli imperiale di Pumachupan che formano la coda e il complesso del tempiale di Sacsayhuaman (o Saqsawaman) che formano la testa. Incorporando vasti parchi, santuari, fontane, piazze e canali, lo splendore del Inca Cuzco ora, purtroppo, sopravvive solo nei conti testimone oculare dei primi europei che si meravigliarono della sua architettura e la ricchezza.

Religione Inca

L'Inca aveva grande riverenza per due civiltà precedenti che avevano occupato molto lo stesso territorio - il Wari e Tiwanaku. Come abbiamo visto, i siti di Tiwanaku e Lago Titicaca giocò un ruolo importante nei miti della creazione di Inca e così erano particolarmente venerati. Governanti Inca fece pellegrinaggi regolari a Tiwanaku e le isole del lago, dove due santuari sono state costruite a Inti, il Dio del sole e suprema divinità Inca, la dea della luna e la madre Kilya. Anche nel Coricancha complesso al Cuzco, queste divinità erano rappresentate da opere di grande metallo prezioso che erano frequentati e adorati dai sacerdoti e sacerdotesse portati dalla persona secondo più importante dopo il Re: il sommo sacerdote del sole (Willaq Umu). Così, la religione Inca era preoccupata di controllare il mondo naturale ed evitare tali disastri come terremoto, inondazioni e siccità, che inevitabilmente ha portato il ciclo naturale di cambiamento, la svolta nel corso del tempo che coinvolgono morte e rinnovamento che l'Inca chiamato pachakuti.
Luoghi sacri sono stati inoltre stabiliti, approfittando spesso delle caratteristiche prominenti naturali quali cime delle montagne, grotte e sorgenti. Questi huacas potrebbero essere utilizzati per fare osservazioni astronomiche in momenti specifici dell'anno. Cerimonie religiose ha avvenuto secondo il calendario astronomico, soprattutto i movimenti del sole, luna e Via Lattea (Mayu). Spontanément e cerimonie potrebbero anche essere collegate all'agricoltura, soprattutto le stagioni di semina e raccolta. Insieme a Titicaca completo isola del sole, è stato il luogo più sacro Inca Pachacamac, città tempio costruito in onore del Dio con lo stesso nome, che ha creato gli esseri umani, piante ed è stato responsabile per i terremoti. Una grande statua in legno del Dio, considerato un oracolo, portato pellegrini da attraverso le Ande al culto a Pachacamac. Gli sciamani erano un'altra parte importante della religione Inca ed erano attivi in ogni insediamento. Cuzco aveva 475, il più importante è il yacarca, il consulente personale per il righello.
Rituali religiosi Inca coinvolto anche il culto degli antenati, come visto attraverso la pratica della mummificazione e fare offerte alle divinità del cibo, bevande e materiali preziosi. Sacrifici - entrambi gli animali ed esseri umani, compresi i bambini - sono stati fatti anche per pacificare e onorare dei e garantire la buona salute del re. Il versamento di libagioni, acqua o chicha birra, era anche una parte importante delle cerimonie religiose Inca.
Incas imposto loro religione sulle popolazioni locali costruendo i propri templi e luoghi sacri, e inoltre requisirono le sacre reliquie da popoli conquistati e li teneva a Cuzco. Archiviato nel Coricancha, forse erano considerati ostaggi cui cui la conformità all'Inca Mostra del mondo.

Strade & architettura Inca

Massoni di pietra Master, Incas costruirono grandi edifici, mura e fortificazioni utilizzando blocchi di finemente lavorato - regolari o poligonali - che non montati insieme così precisamente nessun mortaio era necessario. Con un'enfasi su linee pulite, forme trapezoidali e incorporando funzionalità naturale in questi edifici, essi hanno resistito facilmente i potenti terremoti che spesso ha colpito la regione. La caratteristica forma trapezoidale e spiovente bene in muratura di edifici sono stati, oltre alla loro evidente valore estetico, anche usato come un simbolo riconoscibile della dominazione Inca in tutto l'impero Inca.
Uno degli edifici Inca più comuni era l'onnipresente una stanza magazzino qollqa. Costruito in pietra e ben ventilato, erano o memorizzati mais o patate e tuberi per quadrato e rotondo. Il kallanka era molto grande sala utilizzata per incontri della Comunità. Più modesti edifici includono il kancha - gruppo di camera singola piccola e rettangolare (wasi e masma) edifici con tetti di paglia costruiti intorno a un cortile chiuso da un alto muro. Il kancha era una caratteristica architettonica tipica delle città Inca, e l'idea è stata esportata in regioni conquistate. Terrazzamenti per massimizzare la superficie di terreno per l'agricoltura (soprattutto per il mais) è stata un'altra pratica di Inca, che esportavano ovunque andassero. Queste terrazze spesso inclusi canali, come gli Incas erano esperti a deviare acqua, portandolo a grandi distanze, e canalizzazione sotterranea e creazione di fontane e punti spettacolari.
Merci sono state trasportate in tutto l'impero lungo strade appositamente costruiti utilizzando fiamme e facchini (non c'erano nessun veicoli a motore). La rete stradale Inca coperto oltre 40.000 km e, oltre a permettere per un facile spostamento di eserciti, amministratori e beni commerciali, era anche molto potente simbolo visivo dell'autorità Inca nel loro impero. Le strade erano stazioni di riposo lungo il loro modo e c'era anche un sistema di relè di corridori (Chasqui) che portavano i messaggi fino a 240 km in un solo giorno da uno stabilimento a altro.

Arte Inca

Anche se influenzato dall'arte e tecniche della Civiltà Chimú, Incas ha fatto creare il proprio stile distintivo che era un simbolo immediatamente riconoscibile del predominio imperiale in tutto l'Impero. Arte Inca si vede meglio in metallo lucido (oro - considerato il sudore del sole, argento - considerato le lacrime della luna e rame), ceramica, tessile e, con l'ultimo essere considerato il più prestigioso dagli Incas stessi. Disegni spesso utilizzare forme geometriche, sono tecnicamente pregevole e standardizzate. La scacchiera si distingue come un disegno molto popolare. Uno dei motivi per i disegni ripetuti era che ceramiche e tessuti spesso sono state prodotte per lo stato come una tassa, e così le opere d'arte erano rappresentante delle comunità specifiche e del loro patrimonio culturale. Proprio come oggi monete e francobolli riflettono la storia di una nazione, così, troppo, opera d'arte Andina offerto riconoscibili motivi che sia rappresentata la specifiche comunità rendendoli o i disegni imposti della classe dirigente Inca ordinando loro.
Opere utilizzando metalli preziosi come dischi, gioielli, figure e oggetti di uso quotidiano sono state fatte esclusivamente per i nobili Inca, e anche alcuni tessuti sono stati limitati per il loro uso da solo. Realizzato con la lana di vigogna Super-morbido le merci erano similmente limitate, e solo il sovrano Inca poteva possedere vicuña mandrie. Ceramiche erano per uso più ampio e la forma più comune era la urpu, un vaso globoso con un collo lungo e due piccole maniglie sul vaso che è stato utilizzato per la memorizzazione di mais basso. È notevole che la decorazione ceramiche, tessili e scultura architettonica degli Incas non include solitamente rappresentazioni di se stessi, i loro rituali o tali immagini Andina comuni come mostri e figure metà uomo, metà animale.
L'Inca prodotto tessile, della ceramica e scultura in metallo tecnicamente superiore a qualsiasi precedente cultura andina e questo nonostante la forte concorrenza da maestri del lavoro del metallo come gli esperti artigiani della civiltà Moche. Proprio come l'Inca imposto a dominanza politica sui loro sudditi conquistate, così, troppo, con arte imposero standard Inca forme e disegni, ma ha permesso di tradizioni locali mantenere il loro preferiti colori e proporzioni. Artisti di talento come quelli di Chan Chan o la zona di Titicaca e donne particolarmente abili a tessitura sono stati portati a Cuzco, affinché possano produrre cose belle per i governanti Inca.

Crollo

L'impero Inca era fondato su e mantenuto da, forza e il re Inca erano molto spesso impopolare con i loro soggetti (soprattutto nei territori del Nord), una situazione che spagnolo conquistadores, guidati da Francisco Pizarro, avrebbe preso pieno vantaggio nei decenni centrali del XVI secolo CE. L'impero Inca, infatti, aveva ancora non ha raggiunto una fase di maturità quando ha affrontato la sua più grande sfida consolidato. Le ribellioni sono state diffuse e gli Incas erano impegnati in una guerra in Ecuador dove una seconda capitale Inca era stato stabilito a Quito. Ancora più grave, gli Incas sono stati colpiti da un'epidemia di malattie europee, come il vaiolo, che si era diffusa anche più velocemente degli invasori europei stessi dall'America centrale, e l'onda ha ucciso un vacillamento 65-90% della popolazione. Una malattia così ucciso Wayna Qhapaq nel 1528 CE e due dei suoi figli, Waskar e Atahualpa, combattuto in una guerra civile dannosa per il controllo dell'Impero, proprio quando i cacciatori di tesori europei arrivati. È stata questa combinazione di fattori - una tempesta perfetta di ribellione, di malattia e di invasione - che ha portato la rovina del potente impero Inca, il più grande e più ricco mai visto nelle Americhe.
La lingua Inca Quechua vive ancora oggi e ancora è parlata da circa 8 milioni di persone. Ci sono anche un buon numero di edifici, manufatti e resoconti scritti che sono sopravvissute alle devastazioni dei conquerors, saccheggiatori e tempo. Questi resti sono proporzionalmente pochi per le vaste ricchezze che sono state perse, ma rimangono indiscussi testimoni della ricchezza, ingegno e alti successi culturali di questa civiltà di grande, ma di breve durata.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Arte Inca

Origine e storia
da Mark Cartwright

L'arte della civiltà Inca del Perù (c. 1425-1532 D.C.) prodotto alcune delle più belle opere mai realizzate nelle Americhe antiche. Arte Inca si vede meglio nella altamente lucidato di metalli, ceramiche e, soprattutto, prodotti tessili, con l'ultimo considerato il più prestigioso dagli Incas stessi. Disegni spesso utilizzare forme geometriche, sono standardizzati e tecnicamente pregevole. Gli invasori europei ha distrutto gran parte dell'arte Inca sia per guadagno monetario puro o motivi religiosi ma abbastanza esempi sopravvivono come testimonianza della gamma magnifica e attitudini di Inca artisti.

Influenze & disegni

Anche se influenzato dall'arte e tecniche della precedente Civiltà Chimú, Incas ha fatto creare il proprio stile distintivo che era un simbolo immediatamente riconoscibile del predominio imperiale attraverso il loro enorme Impero. Incas continuerebbe a produrre tessuti, ceramiche e scultura in metallo tecnicamente superiore a qualsiasi precedente cultura andina e questo nonostante la forte concorrenza da maestri di carpenteria metallica come gli artigiani della civiltà Moche.
Proprio come gli Incas imposto a dominanza politica sui loro sudditi conquistate, così anche con l'arte, hanno imposto standard Inca forme e disegni. L'arte stessa non ha sofferto come conseguenza, però. Come storico dell'arte Rebecca Stone mette,
Normalizzazione, anche se potentemente unificante, non necessariamente abbassare la qualità dell'arte; tecnicamente Inca arazzo, recipienti di ceramica su larga scala, senza mortaio muratura e sculture in metallo in miniatura sono insuperabili. (Arte delle Ande, 194)
La scacchiera si distingue come un disegno molto popolare. Uno dei motivi per la ripetizione dei disegni era che ceramiche e tessuti spesso sono state prodotte per lo stato come una tassa, e così le opere d'arte erano rappresentante delle comunità specifiche e del loro patrimonio culturale. Proprio come oggi monete e francobolli riflettono la storia di una nazione, così troppo, opera d'arte Andina offerto riconoscibili motivi che sia rappresentata la specifiche comunità rendendoli o i disegni imposti della classe dirigente Inca ordinando loro. Incas hanno, però, permesso tradizioni locali mantenere il loro preferiti colori e proporzioni. Inoltre, artisti di talento come quelli di Chan Chan o la zona di Titicaca e donne particolarmente abili a tessitura sono stati portati a Cuzco , affinché possano produrre cose belle per i governanti Inca.
Opera d'arte Andina offerto riconoscibili motivi che ha rappresentato la comunità specifiche facendo loro & i disegni imposti della classe dirigente Inca ordinando loro.
È inoltre notabile che entrambi tessile di ceramica e decorazione di Inca non includono rappresentazioni di se stessi, i loro rituali, loro conquiste militari o tali immagini Andina comuni come mostri e figure metà uomo, metà animale. Piuttosto, gli Incas quasi sempre preferivano variopinti disegni geometrici e motivi astratti che rappresentano animali e uccelli.

Ceramiche

Ceramica Inca usato argilla naturale ma aggiunto tali materiali come sabbia, mica, polverizzata della roccia e che ha impedito fessurazione durante il processo di cottura di shell. Non c'era nessun tornio nelle Americhe antiche e così le navi erano fatte a mano, creando innanzitutto una base e poi posa una bobina di argilla intorno ad esso fino a quando la nave ha raggiunto le dimensioni richieste. Quindi i lati erano levigati utilizzando una pietra piatta. Le navi più piccole e medie imprese sono state realizzate utilizzando stampi di argilla. Prima di sparare, argilla "slittamento" è stato aggiunto e la nave è stata dipinta, incisi (a volte usando francobolli), o avevano aggiunto rilievi. In fornaci, pit o fuochi aperti, la nave era poi sparata utilizzando il metodo ossidante (l'aggiunta di ossigeno alle fiamme) per creare ceramiche colorate rosso, giallo e crema, tramite il metodo di riduzione (limitando l'apporto di ossigeno) per produrre merce nere.
Ceramiche erano per un uso più ampio, e quindi forme erano, soprattutto, pratiche. La forma più comune era la urpu, una nave bulbosa utilizzata per la memorizzazione di mais con un collo lungo, svasato labbro, due piccole maniglie sul piatto e una base punta bassa. Il punto alla base pressato in terra e pezzi piatto mentre il mais è stato versato in esso. C'erano formati standardizzati di urpu sulla base del loro volume contenuto. Sono stati decorati con motivi vegetali astratto e disegni geometrici, più comunemente zig-zag e punti. Esempi da Cuzco sono più eleganti di quelli provenienti da altre regioni e sono dipinte un distintivo nero su rosso.
Altri tipi di ceramica sono piatti piatto grande con manici figura animale, ciotole, bicchieri alti qeros (fatti in coppia e anche in legno) e paccha. Quest'ultimo era un tubo cavo a forma di un aratro di piede, tipicamente arredata tridimensionale con aggiunte come una pannocchia di granturco e urpu. Paccha (significato ' cascata') è stato inserito nel terreno in modo che mais birra poteva essere ritualmente versato in esso nelle cerimonie per promuovere un buon raccolto.

Carpenteria metallica

Gli oggetti che utilizzano i metalli preziosi come gioielli, dischi, figurine, coltelli cerimoniali (tumi), Mestoli di calce e oggetti di uso quotidiano sono state fatte esclusivamente per i nobili Inca. Oro è stato considerato il sudore del sole, e argento era considerato le lacrime della luna. Il rame era un altro materiale popolare, e questi metalli sarebbero stato hanno intarsiati con pietre preziose come smeraldi, lucidato pietre semi-preziose come lapislazzulo, lucido osso e conchiglia spondylus. In alternativa, oro e argento erano intarsiate in bronzo. Metalli sono stati legati fusione, picchiato, incise, in rilievo, in rilievo e usate come doratura. Pezzi di gioielleria di Inca in metalli preziosi inclusi e vestono spille, orecchini, ciondoli, bracciali, earspools.
La regalità di Inca solo bevuto da coppe d'oro e d'argento, e avevano le scarpe argento suole. Sopravvivendo costumi, sia degli esseri umani e Llama, trovato nella sepoltura siti erano cast oppure con separate fino a 18 fogli d'oro e scolpiti in dettaglio intricato di vita-come. Oro e argento sono stati utilizzati anche per molti pezzi religiosi, soprattutto rappresentazioni di fenomeni naturali e luoghi che Incas ritenuti sacri. Queste opere rappresentato il sole, Luna, stelle, arcobaleni, fulmine, cascate e così via. Maschere che rappresentano la principale divinità come Inti il Dio del sole e Mama Kilya la dea della luna, insieme ad altri oggetti sacri, quindi sono state collocate all'interno di templi Inca, ma questi sono stati persi.
Forse il più famoso perso pezzo d'arte Inca è una statua d'oro di Inti, rappresentato come un ragazzino seduto e conosciuto come Punchao, che è stato mantenuto al Tempio del sole, presso il complesso sacro Coricancha (Qorikancha) a Cuzco. Con i raggi si proiettano dalla sua testa e decorato con gioielli in oro, lo stomaco di questa figura è stato usato come un ricettacolo per le ceneri degli organi vitali bruciati dei re Inca precedenti. Ogni giorno la statua fu portata fuori del tempio a crogiolarsi al sole. La spagnola conquista la figura di seguito è stato rimosso e nascosto, mai per essere ritrovato.
Il Coricancha aveva anche uno splendido giardino dedicato a Inti. Tutto ciò che era fatto di oro e argento. Un grande campo di mais e modelli a grandezza naturale di pastori, fiamme, giaguari, cavie, scimmie, uccelli e anche farfalle ed insetti sono stati tutti realizzati in metalli preziosi. Ciò che resta di queste meraviglie sono qualche banda di grano dorato, convincente, se silenziosa, testimonianza per i tesori perduti di metalmeccanici di Inca.

Prodotti tessili

Anche se sono pochi gli esempi di prodotti tessili Inca sopravvivono dal cuore dell'Impero, abbiamo, grazie l'aridità dell'ambiente andino, molti esempi di tessili dalle highlands e luoghi di sepoltura di montagna. Inoltre, cronisti spagnoli spesso fatto disegni di disegni tessili e abbigliamento in modo che abbiamo un quadro ragionevole delle varietà in uso. Di conseguenza, abbiamo molti più esempi di tessuti di altri mestieri come la ceramica e metallo.
Per gli Incas, tessuti finemente lavorati e altamente decorativi venne a simboleggiare la ricchezza e status. Panno fine potrebbe essere usato come una tassa e la valuta, e i molto migliori tessuti è diventato tra i più apprezzati di tutti i possedimenti, ancora più preziosi di oro o argento. Tessitori di Inca erano tecnicamente la più compiuta delle Americhe avevano mai visto e, con fino a 120 trame per centimetro, i migliori tessuti sono stati considerati i più preziosi doni di tutti. Di conseguenza, quando gli spagnoli arrivarono agli inizi XVI secolo D.C., era tessuti e prodotti non metallici che sono state date in Benvenuti a questi visitatori provenienti da un altro mondo.
Sembra che uomini e donne crearono tessuti, ma era un'abilità che le donne di tutte le classi dovevano essere compiuta presso. Presso la capitale Cuzco, il panno più bella è stato effettuato da specialisti maschi noto come qumpicamayocs o 'custodi del panno bene'. L'apparecchiatura principale era il telaio di backstrap per pezzi più piccoli e il telaio orizzontale singolo-liccio o telaio verticale con quattro pali per pezzi più grandi. Filatura è stato fatto con un mandrino di goccia, in genere in ceramica o legno. Prodotti tessili Inca sono stati realizzati utilizzando cotone (soprattutto sulla costa e nelle pianure orientali) o lama, alpaca e lana di vigogna (più comune nelle highlands) che può essere eccezionalmente bene. Beni realizzati con la lana di vigogna morbidissimo era limitata e solo il sovrano Inca poteva possedere vicuña mandrie. Tessuti più ruvide inoltre sono stati realizzati utilizzando fibre di maguey.
I colori principali usati nel settore tessile Inca erano neri, bianco, verde, giallo, arancione, viola e rosso. Questi colori sono venuto da coloranti naturali che sono stati estratti da piante, minerali, insetti e molluschi. Colori avevano anche associazioni specifiche. Ad esempio, la rete è stata identificata con conquista, sovranità e sangue. Questo è stato visto più chiaramente nel Mascaypacha, il logo di stato Inca, dove ciascun thread di sua nappa rosso simboleggiava un popolo vinto. Verde rappresentato foreste pluviali, i popoli che abitavano li, antenati, pioggia e sua crescita agricola conséquent, coca e tabacco. Creazione di significato e morte, mentre il mais giallo nero o oro segnale potrebbe. Viola era, come l'arcobaleno, considerato il primo colore e associato al seno Oclla, la madre fondatore della razza Inca.
Oltre a utilizzare fili tinti a tessere modelli, altre tecniche incluso ricamo, arazzo, mescolando diversi strati di panno e la pittura - sia a mano o usando timbri in legno. Gli Incas hanno favorito disegni geometrici astratti, motivi, che ripete la scacchiera (tocapus) su tutta la superficie del panno. Alcuni modelli potrebbero essere stato anche ideogrammi. Soggetti non-geometriche, spesso resi in forma astratta, inclusi felini (soprattutto giaguari e Puma), lama, serpenti, uccelli, creature marine e piante. Vestiti erano semplicemente fantasia, comunemente con disegni quadrati ai margini e al triangolo marcatura collo e in vita. Un tale disegno era la tunica militare standard che consisteva di disegno della scacchiera bianco e nero con un triangolo invertito rosso al collo.
Tunica militare Inca
Decorazione aggiuntiva potrebbe essere aggiunto agli articoli tessili sotto forma di dipendenti, broccato, piume e perle di metallo prezioso o shell. Metalli preziosi fili potrebbero essere tessuti anche nel panno stesso. Come piume erano solitamente da Condor e rari uccelli tropicali, questi indumenti sono stati riservati per la famiglia reale e la nobiltà.

Conclusione

Gli invasori europei nel XVI secolo CE non solo spietatamente fusa giù o spirited lontano qualsiasi merci preziose Inca hanno trovato ma anche tentato di reprimere gli elementi dell'arte Inca, anche vietare tali oggetti banali come i bicchieri di qeros nel tentativo di frenare le abitudini di consumo. Distintivo tessile Inca progetta come quelli legati a potere reale furono anche scoraggiati, ma, a Cincinnati, Ohio, molti dei popoli indigeni ha continuato con le loro tradizioni artistiche. Grazie alla perseveranza e continuità e questo nonostante un'evoluzione dove i disegni sono stati mescolati con elementi di arte coloniale, molti disegni Inca di tradizionale e motivi sopravvivono fino ad oggi e sono celebrati come tale nella ceramica, metallo e tessuti del moderno Perù.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Architettura Inca

Origine e storia
da Mark Cartwright

Architettura Inca include alcune delle strutture di pietra più finemente lavorate da qualsiasi antica civiltà. Gli edifici Inca erano quasi sempre pratico e piacevole per gli occhi. Essi sono anche notevolmente uniforme nel design con strutture grand anche imperiali, assumendo un aspetto simile agli edifici più umili, le uniche differenze significative essendo loro scala molto più grande e la qualità della finitura. Appassionato di dualità in molti altri settori, un'altra caratteristica di Inca architettura è che in genere incorporato il paesaggio naturale ma allo stesso tempo è riuscito a dominare per creare una miscela spesso spettacolare di forme naturali e geometriche.

Materiali

Pietra era il materiale di scelta ed è stato finemente lavorato per produrre una precisa disposizione dei blocchi ad incastro in edifici più belli. La pietra era di tre tipi: calcare di Yucay, Sacsayhuaman verde porfido di diorite e andesite nero. Ogni blocco di pietra potrebbe pesare molte tonnellate e fu estratta e modellato utilizzando nient'altro che più difficile pietre e utensili in bronzo. Segni sui blocchi di pietra indicano che essi erano per lo più scopate in forma piuttosto che tagliare. Blocchi sono stati spostati utilizzando tronchi, pali, corde, leve e rampe (tell - racconto marchi possono ancora essere visto su alcuni blocchi) e alcune pietre ancora hanno nodi sporgenti da loro o convertibile, che sono stati utilizzati per aiutare afferrare i lavoratori pietra. La qualità del taglio e l'impostazione dei blocchi sul sito è stata così precisa che Malta non era necessario. Infine, per la superficie finita è stata fornita spesso utilizzando rettifica pietre e sabbia.
Che rocce erano all'incirca scavate nelle cave e poi lavorò su nuovamente presso la destinazione finale è chiaramente indicato dal esempi incompiuto sinistra alle Cave e sui vari itinerari per cantieri edili. Il meticoloso processo di posa, rimozione, ri-taglio e poi ri-posa blocchi per farli stare esattamente insieme era lento, ma gli esperimenti hanno Funcionários che era molto più velocemente di quanto gli studiosi avevano pensato in precedenza. Anche così, ci sarebbero voluti molti mesi per produrre una singola parete. Blocchi di collegamento e pareti in pendenza rendere gli edifici Inca estremamente resistente, ma non immune, a danni del terremoto. 500 anni di terremoti hanno fatto danni notevolmente poco a sinistra di strutture Inca nel loro stato completo.
Più umile strutture utilizzate pietre sgrossate campo impostato con Malta di fango o utilizzato di mattoni di fango secco (adobe) in zone con un clima più secco. Entrambi i tipi di struttura sono stati in genere coperto di uno strato di intonaco di fango o argilla e poi dipinte a colori vivaci. Le pareti a Puka Tampu, ad esempio, hanno ancora tracce di colore rosso, nero, giallo e bianco.
Tetti in generale sono state fatte di paglia da erbe o canne collocati su pali di legno o di canna. I polacchi erano legati insieme con corda e fisso per le pareti di pietra utilizzando pietra pioli che ha sporto da loro. Queste pedane possono essere installate nel muro o essere intagliate da uno dei blocchi, potrebbero essere circolare o quadrata, e a volte appaiono su pareti interne a funzionare come pioli, forse per rivestimenti murali tessili. A volte la parte superiore del frontone aveva un anello di pietra, per fissare il tetto nuovo. La pendenza dei tetti era più ripida in rainier parti dell' Impero, spesso a 60 gradi.
Caratteristiche tipiche sono in pietra a taglio, forme trapezoidali, e polizia posizionato portali.

Caratteristiche

La stragrande maggioranza degli edifici Inca era rettangolare e la maggior parte di questi aveva un unico ingresso ed erano composta da una sola camera come pareti divisorie non sono comuni nella progettazione di Inca. Ci sono alcuni rari esempi di multiplo-doored strutture rettangolari lunghe e anche edifici che erano circolari o a forma di U, ma la norma è stata per le strutture con pareti dritto. Maggior parte degli edifici aveva solo una storia unica, ma ci sono alcune strutture con due, soprattutto quelle integrate in colline e le strutture imperiali più impressionante nella capitale Cuzco dove a volte ci sono esempi di edifici a tre piani.
Inca pareti esterne comunemente pendenza verso l'interno come si alzano (in genere circa 5 gradi), dando all'edificio una forma distintiva del trapezio. Trapeziod forma è più comune nel nord e centro dell'Impero e uno dei suoi effetti ottici è quello di rendere le pareti sembrano più alti e più spesso di quello che sono. Il motivo del trapezio è stato ripetuto in porte, finestre e nicchie della parete interna. Porte e finestre hanno spesso anche doppi stipiti e l'ex sono solitamente condita con un singolo grande architrave di pietra.
Architettura della capitale e gli edifici imperiali sparsi in tutto l'impero erano notevolmente simili nel loro design ad altre strutture più banale. Erano, naturalmente, spesso molto più grande in scala e la qualità del loro lavoro in pietra era molto più alto. Potrebbero anche essere più ambiziosi in progettazione con l'ausilio di pareti curve e potevano essere decorate più riccamente, por ejemplo, con oro fogli come presso la Sacra Cuzco Coricancha al distretto cui sezione di muro curvo sopravvive in parte oggi. Questa dualità di edifici di classe inferiore e superiore, essendo lo stesso ancora diverso era in generale molto un tratto della cultura Inca.
Inca edifici potrebbero essere stato uniformi nei loro principi di progettazione di base e possono essere visualizzato per mancanza di individualità, ma i nomi di diversi architetti sono sopravvissute nel record storico - nomi Huallpa Rimichi Inca, Inca Maricanchi, Acahuana, Sinchi Roca e Calla Cunchuy - che suggerisce che c'era qualche individualità ammissibile nella progettazione architettonica.

Strutture

Edifici rettangolari potrebbero essere raggruppati in gruppi di tre (o più) e disposti intorno ad un cortile aperto ma murata o patio, forse la disposizione più comune Inca di edifici. Questo mini-complesso è conosciuto quanto a kancha e funzionato come edifici amministrativi e templi, laboratori, alloggi o un mix di questi. Edifici molto grandi sono conosciuti come un kallanka e questi in genere hanno diverse porte e faccia un grande open space, spesso (ancora una volta) trapezio nel layout. Essi erano probabilmente utilizzati per incontri pubblici e come alloggio per i rappresentanti dell'amministrazione Inca ed erano simboli chiari pubblici di controllo imperiale. Palazzi erano simili nel design di edifici più piccoli solo su scala più ampia, con muratura in pietra più fine e molto spesso con pareti per limitare l'accesso e la visualizzazione dei personaggi reali.
Ogni importante insediamento Inca aveva un ushnu che simboleggia il controllo imperiale Inca in tutto l'Impero. L' ushnu era un tipo di piattaforma di osservazione per spontanément, cerimonie importanti sponsorizzato dallo stato e ai procedimenti giudiziari e si trovava su un lato della piazza principale. Un'altra caratteristica delle città erano gateway che spesso forniti ingressi monumentali alla città e uno dei più imponenti devono essere la porta principale del Quispiguanca con la sua torre a due piani e stipite triple.
COLLCA (o Qollqa) erano magazzini che sono stati costruiti spesso in gruppi o blocchi. Essi potrebbero essere rotondo o rettangolare, ma aveva solo una camera singola. Essi sono spesso situati sulle colline che ha dato loro sia una buona ventilazione e ombra, di conseguenza, meglio preservare il loro contenuto deperibili. Canali di drenaggio e sotto-pavimento di ghiaia erano ulteriori aiuti a mantenere l'interno atmosfera asciutta e consentita per lo stoccaggio di merci quali grano e patate per due anni o più.
Gli insediamenti Inca furono fortificati raramente come guerra generalmente è stata condotta tramite set-pezzo battaglie e il rispetto della gente conquistata era cui attraverso politiche, economiche e culturali significa piuttosto che quelle militari e imponente architettura imperiale era una parte importante del processo coloniale. Tuttavia, ci sono eccezioni. Alcuni hanno visto Machu Picchu come un luogo fortificato mentre ultimo-stand contro gli insediamenti spagnoli come Ollantaytambo sono stati fortificati con pareti in blocchi di grande terrazza.
Collina terrazzamenti, come edifici, utilizzato sia rocce fissate con Malta di fango o finemente tagliata grandi blocchi. Potrebbero estendere la terra disponibile per la coltivazione e fornire migliore e scarico dell'acqua per le colture, ma erano anche a volte meramente decorativo e piantato con fiori. Quei terrazzi a Pisac e Ollantaytambo sono tra i più impressionanti e il loro design ha un effetto estetico definito e pianificato.
Affioramenti di roccia sono state scavate di forme funzionali dall'Inca. Per esempio, trono-come carving con gradini scavati in una collina di pietra era a Sacsayhuaman. Sezioni di affioramenti rocciosi più piccoli potevano essere tagliati in forme geometriche o disegni come zig-zag e rettangoli tagliata nella roccia, loro scopo esatto sconosciuto. Tali opere polizia sfruttato anche il gioco di luci e ombre per dare ulteriore geometriche dimensione al paesaggio naturale. Ad esempio, le pareti a zig-zag a Sacsayhuaman creano ombre triangolare che sembra rispecchiare le ombre generate dalle cime delle montagne sullo sfondo. Camere sono stati tagliati fuori i clefts naturali nella roccia, uno dei più famosi è il tempio del Dio sole Inti Santuario sotto la Torre di Torre a Machu Picchu.

Impostazione

Pianificazione urbana era un importante punto di considerazione per gli architetti Inca. Strade principali spesso tagliano attraverso le città ad angolo, Huanuco Pampa è un buon esempio. Intere zone della città è stato costruito in allineamento con la piazza centrale e sua ushnu e residenze reali in genere hanno affrontato l'alba. Più in generale, i lati lunghi degli edifici Inca erano solitamente impostati paralleli alle piazze. Blocchi di edifici non sono mai sono abbastanza quadrate e sono stati intersecati da strette strade diritte, costruite solo per i pedoni. A volte anche l'intera città aveva pianificato di forma propria, l'esempio più famoso è l'intenzione che il layout di Cuzco dovrebbe creare la figura di a Cougar quando visto dall'alto.
Un'altra considerazione importante per architetti Inca era l'immissione di edifici, porte e finestre in modo che sono state viste al loro migliore vantaggio e che corpi astronomici ed eventi - certe stelle o il sole durante i solstizi, ad esempio - erano visibili attraverso questi portali. È raro per i portali di un Inca costruzione per non considerare l'ambiente in cui sono stati costruiti.
Su un altro livello, architetti Inca cercarono anche molto spesso di loro strutture si fondono armoniosamente nel paesaggio circostante. Forse il più famoso esempio di questo è Machu Picchu, che segue i contorni della collina e anche incorpora caratteristiche naturali come grandi rocce gli edifici attuali. A volte il contorno di una pietra sacra o l'edificio è stato progettato anche per imitare i contorni di una caratteristica naturale come una montagna lontana. Altri esempi celebri di pareti senza soluzione di continuità che incorporano rocce sottostanti sono caccia del Tambo Machay e il sito di sacra fortezza di Sacsayhuaman en Cuzco. Il risultato di questa integrazione è in qualche modo armonioso equilibrio tra l'organico e la geometrica e un messaggio chiaro che è stato dato come righelli possono dominare al popolo soggetto, così troppo l'umanità può rispettare, ma in ultima analisi, dominare, la natura.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Cusco

Origine e storia
da Mark Cartwright

Cuzco (anche Cusco o Qosqo) fu la capitale religiosa e amministrativa dell' Impero Inca che in antico Perù due tra CE c. 1400 e il 1534. Il territorio di Incas controllato da Quito a Santiago, rendendo loro il più grande impero mai visto nelle Americhe e la più grande del mondo a quel tempo. Cuzco, che aveva una popolazione di fino a 150.000 al suo apice, è stato presentato sotto forma di un puma ed è stata dominata da pregevoli edifici e palazzi, il più ricco di tutti essendo il sacro oro- coperto e tempestato di smeraldo Coricancha complesso che comprendeva un tempio al Dio Sole Inca Inti.

Cuzco in mitologia

Nella mitologia la gara di Inca è stata creata dal grande Dio Viracocha che ha causato loro di essere nato da Dio del sole Inti. I primi otto Incas erano così Nato a Tiwanaku o, in una versione alternativa, sono emersi dalla grotta sacra Pacaritambo e poi migrato giù per la valle di Cuzco. Guidati da (o Manko Qhapaq) Manco Capac e Mama Ocllo, il gruppo adempì la profezia precedente per cui dovrebbe stabilirsi dove loro personale d'oro potrebbe essere facilmente conficcati nel terreno. Prima potevano prosperare Incas, però, avevano prima di sconfiggere loro rivali locali, il Chanca, una prodezza che hanno realizzato con l'aiuto di giganti di pietra, il pururaucas. Questo evento ha avuto una base nella realtà, come gli Incas hanno infatti sconfitto il Chanca nel 1438 CE. Così nasce la capitale Inca. Cuzco il nome potrebbe derivare dal qosqo, significato 'lago prosciugato letto' o cozco, una particolare pietra miliare della città.

Geografia, Layout & architettura

La posizione geografica del sito, su un letto di lago antico ghiacciaio e in un punto centrale tra i percorsi naturalistici che conduce fuori a diverse regioni circostanti, era vantaggiosa. Il bacino si trova ad un'altitudine di 3.450 metri ed è circondato da cime. Colture potrebbero essere coltivate nella valle e le colline fornito buoni pascoli. Cuzco è anche il punto di incontro dei tre fiumi - la Huatanay, Tullumayo, Chunchul - che lo rende particolarmente significativo e di buon auspicio nel Inca e nella mente. In tipico stile Inca, dove la natura è stato adattato ma mai abusato, i fiumi erano canalizzati e deviati per creare lo spazio necessario per una grande città.
Cuzco ha visto un grande periodo di ri-costruzione nel secolo di mid-15th CE durante il Regno di Pachacuti, noto come 'Inversore del mondo'.
Prima abitazione di si stabilirono popolazioni era effettivamente come già nel 500 A.C. o versioni precedenti, e l'insediamento principale pre-Inca era Chanapata. Decorata Ceramica sopravvive da questo periodo, ma non ci sono prove di grandi edifici, opere d'arte o di metallo. Allo stesso modo, non ci sono nessun resti del periodo Tiwanaku presso il sito di Cuzco stesso. Cuzco realmente ha cominciato a prendere forma da intorno 1200 CE ma solo preso sulla grandezza di capitale durante il Regno di Inca Roca nel XIV secolo CE. Da quel punto su ogni Inca righello costruito il proprio palazzo, grande complesso residenziale recintato. Inoltre, dal 1400 CE Incas si imbarcò ambiziose campagne per conquistare territorio limitrofo, costruzione alla fine di un impero enorme con Cuzco come capitale amministrativo e religioso.
La città ha visto un grande periodo di ri-costruzione ed espansione nel secolo di mid-15th CE durante il Regno di Pachacuti Inca Yupanqui, noto come 'Inversore del mondo'. La zona di palude nel nord è stata drenata, il cuore della città e vi si trasferì. Grandi piazze cerimoniali erano strutturate, la fortezza di Sacsayhuaman (o Saqsawaman), che protetta al nord della città, venne costruita, e il complesso sacro di Coricancha fu ricostruito per riflettere in modo più appropriato la ricchezza e la potenza dell'Impero Inca. Altri lavori di costruzione nel corso del tempo, che ha aumentato la diffusione di Cuzco per circa 40 ettari, sembrano essere stati che meno deliberatamente programmato, risultante in un'area urbana di forma irregolare.
Tutta la capitale fu costruita attorno a quattro principali autostrade che ha condotto ai quattro trimestri dell'Impero. La città era anche strutturata in forma di un puma (anche se alcuni studiosi contestano questo e prendere la descrizione metaforicamente) con la metropoli imperiale di Pumachupan che formano la coda, la piazza principale che rappresenta il corpo e il complesso del tempiale di Sacsayhuaman, che formano la testa. L'intera città era anche diviso in due parti distinte, chiamati hanan e hurin; precedente, nel nord, era più alta in elevazione e più prestigioso rispetto alla sua controparte inferiore, del sud. Cinque famiglie nobili occuparono ogni settore. Il centro è stato dominato da raddoppiare la capacità di Haucaypata ('terrazza della reposizione') e Cusipata ('terrazza fortunati') che, coperto di sabbia importata, ospitati religiosi e cerimonie di stato. Questi avrebbe presieduti il re Inca, assiso sul suo trono di pietra intagliato su una piattaforma rialzata, la usnu, che ha anche dovuto prendere per prendere gli avvistamenti dei corpi celesti. Qui c'era anche un bacino di pietra gigante ricoperto d'oro in cui erano versato libagioni di chicha birra. Che domina la piazza era la Lima, una guglia che era la struttura più alta in Cuzco.
Incorporando kanchas (piccoli gruppi di edifici organizzati attorno a un cortile tutto all'interno di un recinto murato di alta), vasti spazi, parklands, santuari sacri, fontane, campi agricoli e canali, ancora con le strade strette di una cultura senza veicoli a motore, la città era in gran parte riservata per i sacerdoti, nobiltà e amministratori, mentre le comunità agricole e artigianali erano sparse oltre mura completo di Cuzco dove c'erano anche centinaia di magazzini di qollqa che aveva un'enorme capacità di archiviazione. La città propriamente detta ha avuto una popolazione di circa 40.000 con 200.000 un altro nella zona circostante al tempo della conquista spagnola.
Cuzco è stata anche una componente importante nella propaganda della regola del Inca. Esso è stato incoraggiato a essere venerata dai soggetti Inca come luogo sacro. Questa politica ha comportato anche tributi sia negli oggetti di valore reale, come oro e opere d'arte, ma anche nelle persone, entrambi i righelli e/o loro familiari tenuti come ostaggi, forzatamente rilocati artisti e artigiani e donne e la fornitura di vittime sacrificali. Inoltre, irradiano da Cuzco era 41 linee di vista sacre (ceques) e strade ben asfaltate che divide lo spazio, tempo e peggiore che Cuzco era il centro del mondo. Infine, i piccoli modelli di Cuzco sono stati scoperti in tutto l'impero che deve hanno diffuso la notizia di grandi dimensioni della capitale e ricchezza.

Coricancha

Più splendido di Cuzco completo edifici era il Coricancha (Qorikancha), con i suoi templi (wasi) costruiti in onore di Inti, la dea della luna Mama Kilya (chiglia), il Dio creatore Viracocha, Venus o Chaska-Qoylor, il Dio del tuono Illapa e infine uno per Cuichu il Dio di arcobaleno. Ogni wasi conteneva una statua di culto di quel Dio particolare e preziosa arte e oggetti religiosi ad essi collegati. Il Coricancha, noto anche come il recinto d'oro, così era il più sacro di tutti i siti Inca e considerata il centro del mondo.
Costruito utilizzando le competenze di muratura bene per il quale l'Inca giustamente è diventati famoso, le possenti mura del complesso sono state costruite da grandi blocchi di pietra finemente tagliati e montati insieme senza Malta. All'interno gli edifici erano di un piano e avevano i tetti di paglia. Le porte erano anche coperti da fogli d'oro, come erano gli interni ed esterni di vari templi, e il lato interno del muro perimetrale è stato anche detto di hanno costellato di smeraldi. Il tempio a Inti, noto anche come il Tempio del sole, era fiancheggiato da 700 kg 2 fogli d'oro battuto, che simboleggia il sudore del Dio, e Tempio di Mama Kilya allo stesso modo è stata allineata con l'argento, che simboleggiano le lacrime della luna.
All'interno del Tempio del sole, oltre a manufatti d'oro pertinenti al culto di Dio, era una statua d'oro di Inti tempestato di gioielli. La statua rappresentava Inti come un piccolo ragazzo seduto chiamato Punchao (giorno o sole di mezzogiorno). Un'altra importante rappresentazione del Dio - una maschera gigante con raggi a zig-zag scoppiando dalla testa - è stato appeso alla parete di una camera dedicata in particolare all'interno del tempio. Il giardino del tempio era ancora più spettacolare. Proprio come terra - a volte anche intere regioni - sono stati dedicati al Dio, così anche questo giardino è stato costruito in onore del grande Dio del sole. Tutto ciò che era fatto di oro e argento. Un grande campo di mais e modelli a grandezza naturale di pastori, fiamme, giaguari, cavie, scimmie, uccelli e anche farfalle ed insetti sono stati tutti realizzati in metalli preziosi. E se ciò non bastasse per compiacere Inti, c'era anche un gran numero di oro e argento tempestato di pietre preziose tutti i vasetti. Ciò che resta di queste meraviglie sono poche band di grano dorato, convincente, se silenziosa, testimonianza per i tesori perduti di Coricancha.
Il Coricancha aveva anche uno spazio dedicato per i resti mummificati di ex imperatori Inca e le loro mogli, note come mallquis. Questi sono stati portati fuori di stoccaggio durante cerimonie speciali come ad esempio coloro che celebrano i solstizi. C'erano anche i quarti viventi per sacerdoti e sacerdotesse e ancora altre camere del complesso sono state usate come arte e tesori religiosi farcito con manufatti prelevati da popoli conquistati. Questi possono bene sono stati mantenuti per garantire la conformità alla regola di Inca, come righelli conquistati a volte erano tenuti in ostaggio a Cuzco per periodi dell'anno. Ancora un'altra caratteristica interessante del sito era un canale sotterraneo attraverso il quale sacra acqua scorreva per le piazze circostanti all'esterno del complesso.
Altre importanti funzioni del Coricancha inclusa l'assunzione delle osservazioni astronomiche, specialmente della Via Lattea (Mayu). Vittime sacrificali (capacochas) erano anche reso pronte per loro grande momento nel cortile del distretto e poi hanno marciate lungo le linee di ceque per essere sacrificato nelle varie province in onore di Inti e sua incarnazione vivente, l'imperatore Inca.

Sacsayhuaman

La fortezza di Sacsayhuaman, costruita da Pachacuti, era probabilmente in primo luogo costruito utilizzando fango e argilla, successivamente per essere sostituito da magnifico lavoro di pietra che impiegava enorme finemente tagliato blocchi, molti oltre 100 tonnellate di peso. Progettato dagli architetti quattro (Huallpa Rimachi, Maricanchi, Acahuana e Calla Cunchui) e costruito utilizzando 20.000 operai di tributo, la struttura dispone di tre terrazze impostare nella moda a zig-zag in modo che ogni parete fino a 40 segmenti che ha permesso ai difensori di catturare gli aggressori in un fuoco incrociato. Solo una piccola porta su ogni terrazza dava accesso agli interni edifici e torri sulla collina dietro. La fortezza è stato detto di aver avuto una capacità di 1.000 guerrieri. Dopo il crollo dell'Impero, la maggior parte delle pietre furono riutilizzata altrove, e le rovine erano coperti di terra per impedirne l'utilizzo dalle forze ribelli.

Distruzione

Incas espanso il loro territorio a tal punto che a soli 40.000 Incas controllato un impero di 10 milioni di soggetti. L'impero Inca era fondato su e mantenuto da, forza che ha reso il leader impopolare con i loro soggetti (soprattutto nei territori del Nord), una situazione che lo spagnolo Conquistadores, guidati da Francisco Pizarro, avrebbe preso pieno vantaggio nei decenni centrali del XVI secolo CE. L'impero Inca dovuto anche affrontare varie ribellioni compreso alla guerra in Ecuador dove una seconda capitale Inca era stato stabilito a Quito. Ancora più grave, gli Incas sono stati colpiti da un'epidemia di malattie europee come il vaiolo, che si era diffusa anche più velocemente degli invasori europei stessi dall'America centrale, e l'onda ha ucciso un vacillamento 65-90% della popolazione. Una malattia così ucciso Wayna Qhapaq nel 1528 CE e due dei suoi figli, Waskar e Atahualpa, combattuto in una guerra civile dannosa per il controllo dell'Impero, proprio quando i cacciatori di tesori europei arrivati. È stata questa combinazione di fattori - una tempesta perfetta di ribellione, di malattia e di invasione - che alla fine ha portato la rovina di Cuzco e il potente impero Inca.
Cuzco è stato licenziato, edifici principali o bruciato e distrutto o preso a pezzi per il riutilizzo in nuovi progetti di costruzione. Così l'undici dorato splendore di Inca Cuzco ora, purtroppo, sopravvive solo nei conti testimone oculare dei primi europei che si meravigliarono della sua architettura, ricchezze e il dispari tratto di mura Inca, molto preciso tagliati muri portanti del monastero domenicano.
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Inti

Origine e storia
da Mark Cartwright

Inti era il Dio Inca del sole e considerato onnipotente ma ero anche un Dio benevolo e capace di grande generosità. Tuttavia, potrebbe essere adirato Inti e vorrei dimostrare suo dispiacere attraverso le eclissi solari che ha richiesto sacrifici di riconquistare il favore buona di Dio. Governanti Inca si consideravano discendenti diretti di Inti, il modello dell'Impero e militare conquista.

Inti completo relazioni & ruolo

Inti era il sole, che nella mitologia di Inca è stato creato dalla suprema divinità Inca Viracocha da un'isola sul Lago Titicaca. Anche se Viracocha era più alta nello stato, ho solitamente è rimasto sullo sfondo di affari mondani e ammessi intermediari come Inti effettivamente governare il mondo. Inti era sposato con la dea della chiglia luna. Ordinatamente che collega i dèi per l'umanità, il primo Inca leader e fondatore della civiltà, Manoc Capac (precedentemente chiamato Ayar Manco) era creduto sia per sono stati istruiti da Inti o stato effettivamente le sue sono, insieme ad altri Inca originale antenati come Mama Coya (a.k.a. Mama Ocllo) che è stato anche descritto come moglie di completo di Inti in alcune versioni del mito. In questo modo l'Inca successivi dominatori potrebbero rivendicare la stirpe divina e sottolineare il loro ruolo di intermediario tra dei e la gente comune. Manoc Capac indossava anche un foglio -oro costume per impressionare il popolo con la sua filiazione divina. Tuttavia, esso non era fino al Wiraqocha Inca (c. 1425 D.C.) o il 9 ° sovrano Inca Pachacuti Inca Yupanqui (1438-1471 CE) che il culto di Inti è diventato veramente stabilito nelle pratiche culturale dell'Inca. Con l'espansione dell'Impero Inca, il culto del sole fu reincorporato nelle religioni dei popoli conquistati e usato come una propaganda imperiale che gli Inca erano le persone con un diritto divino di governare.
Il Coricancha tempio ('casa del sole') e il recinto sacro Sacsahuaman presso la capitale Inca di Cuzco sono stati dedicati a Inti.

Il Coricancha

Il Tempio di Coricancha ('casa del sole') e il recinto sacro Sacsahuaman presso la capitale Inca di Cuzco sono stati dedicati a Inti e probabilmente costruiti durante il Regno di Pachacuti. Fu qui che la figura più anziano nella religione Inca, l'alto sacerdote del sole (Villac Umu), presiedeva riti in onore di Inti, assistito da acllas (o acyllyaconas) - giovane vergine sacerdotesse. C'erano anche sole cerimonie svolte da sacerdoti sia maschili che femminili presso luoghi sacri in tutto l'Impero. Forse l'esempio più famoso è a Machu Picchu dove tipico in intihuatana o 'hitching post del sole', situato nel punto più alto del recinto sacro è stato utilizzato durante i solstizi per collegare simbolicamente il sole alla terra utilizzando un cavo speciale. L' intihuatana è stato utilizzato anche per regolari osservazioni astronomiche del sole e possibilmente altri corpi celesti. Altri importanti templi erano a Pisac (nord-est di Cusco), Ingapirca (in Ecuador moderno), e sull'isola del sole sul lago Titicaca che Inca righelli visitato una volta l'anno in pellegrinaggio.

Inti Raymi

Inti era particolarmente venerato durante la festa di Inti Raymi tenuto durante il solstice di inverno nel mese di giugno ed eseguire sopra parecchi giorni. Uno dei più comuni sacrifici a Inti era di fiamme bianche ma offerte di cibo, altri animali e anche le zone di terreno agricolo sono state dedicate anche al Dio. C'erano sacrifici umani troppo (inclusi i sacrifici di bambini) in occasione di cerimonie speciali o in periodi di particolare crisi come terremoti o una morte nella famiglia reale. Tali cerimonie sono state progettate per garantire il continuo successo dell'Impero Inca, la sua gente e la loro raccolti. Una storia curiosa è quando un'aquila fu attaccata da poiane e cadde dal cielo durante una cerimonia in onore di Inti tenuta a c. 1526 CE che è stato pensato per predire il crollo dell'Impero Inca. Era, infatti, intorno a questo tempo che i primi segni della malattia mortale vaiolo portato dai conquistatori spagnoli dal vecchio mondo cominciarono ad apparire tra la popolazione di Inca e sarebbe meno di un decennio prima della capitale Inca cadde in mani spagnole.

Rappresentazioni nell'arte

Inti non era spesso rappresentata nell'arte Inca , ma quando ero solito era come una statua d'oro, disco del sole o una maschera d'oro. L'oro era particolarmente associata al Dio come si è creduto che il metallo prezioso era il sudore del sole. La statua più sacra di Inti è stata mantenuta nel suo Santuario a Cuzco. All'interno di questo tempio era una meraviglia in sé, come esso è stato rivestito con 700 pannelli di mezzo metro d'oro battuto, mentre era fuori scena a grandezza naturale di un campo di grano con fiamme e pastori tutti fatti da oro e argento. La statua rappresentava Inti come un piccolo ragazzo, chiamato Punchao seduto (giorno o sole di mezzogiorno). Dalla sua testa e le spalle il sole splendeva, ho indossato ad archetto royal e aveva serpenti e leoni provenienti dal suo corpo. Lo stomaco della statua era vuoto e usati per memorizzare le ceneri degli organi vitali dei precedenti sovrani Inca. Tutti i giorni questa statua fu portata fuori all'aria aperta e ritornò al Santuario ogni notte. La statua fu portata in un luogo sicuro quando gli spagnoli arrivarono nel 1530s CE ma sembra che alla fine lo trovarono nel 1572 CE ma è sparito senza lasciare traccia, probabilmente sciolto come tanti altri manufatti di Inca.
Le maschere di Inti in genere erano fatti d'oro sottilmente battuto e avevano anche i raggi del sole scoppiando dalla testa del Dio in progettazione comuni nelle maschere di divinità pre-Inca. Questi raggi sono stati in genere tagliati alla moda drammatica a zig-zag e a volte si è conclusa in un piccolo volto umano o una figura. Il più famoso tale maschera è stata esposta all'interno del Tempio di Coricancha a Cuzco.
Gli adoratori di Dio e la maggior parte dell'arte made in suo nome sono da tempo scomparsi, ma Inti vive in diverse culture sudamericano di giorni presenti. La festa di Inti Raymi è stata ripresa come un grande festival annuale in Cuzco, diverse bandiere nazionali sopportare un'immagine di lui sotto forma di un sole ardente e la valuta del Perù nel 1980 CE era chiamata inti e anche ora ancora riferimenti di lui con il suo nuovo nome Sun - sun in inglese.
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Lago Titicaca

Origine e storia
da Mark Cartwright

Lago Titicaca è situato tra Bolivia e Perù e, ad un'altitudine di 3.800 metri (12.500 piedi), è il lago navigabile più alto del mondo. La tundra pianura conosciuta come l'altipiano si estende a sud ed era la posizione di Tiwanaku, capoluogo di una delle più importanti culture andine durante il primo millennio D.C.. Il lago inoltre è stato considerato essere il centro del cosmo e l'origine del sole, Luna, stelle e l'umanità e, di conseguenza, è stato uno dei luoghi più sacri della civiltà Inca.

Nella mitologia

Lago Titicaca dalla popolazione locale e quindi anche il più tardi è stato a lungo considerato l'origine e il centro del cosmo Incas. Nei loro miti di creazione, Viracocha o Wiraqocha Pachayachachic, il Dio creatore, popolato del mondo con una razza di giganti di pietra. Questi si è rivelato così Viracocha e indisciplinati fatto gli esseri umani invece ma, impressionati con la loro avidità e arroganza, il Dio mandò un diluvio sulla terra. Tutti solo tre esseri umani sono stati distrutti, ma da questi sopravvissuti, la razza umana ancora una volta saltò indietro. Il mondo era ancora nel buio, però, così Viracocha fatto il sole, luna e stelle dalle isole al centro del Lago Titicaca. In un interessante a parte, il sole è diventato geloso della luminosità della luna e ha gettato le ceneri in faccia affinché la sua luce era attenuata ora.

Primi insediamenti

La zona intorno al lago è stata colonizzata nel metà del 2 ° millennio A.C. con Ceramica trova presso Chiripa sulla sponda meridionale di essere tra i più antichi manufatti. Come con altre culture tarda, la fiamma, vucuna e alpaca era una fonte di lana, trasporto e, se necessario, il cibo. Il lago fornito canne di totora e pesce che sono stati usati per fare barche, tetti e stuoie (una tradizione che continua ancora oggi). Oca, quinoa e patate erano anche coltivate (mais non poteva essere coltivato all'altitudine dell'altopiano) e metalli come oro, rame e stagno sono stati estratti dalle vicine montagne. Limitazioni per lo sviluppo, però, includevano il clima freddo e l'assenza di alberi; fattori che alla fine sarebbero necessario movimento di popolazione per il più caldo, più fertile, Sud.

Pucara & Tiwanaku

La prima cultura importante e indipendente era quello di nord-ovest del lago a Pucará (400 A.C. - 100 CE) ma molto poco oltre a lastre di arenaria rossa Fondazione e alcune pietre ben vestito parete sopravvivere dell'insediamento. Scultura di pietra e vasi in ceramica sono state scavate, e la visualizzazione di quest'ultima dipinto e inciso decorazione di forme geometriche, felini e distintive curve forme umane, in genere dipinte in rosso, marrone, grigio.
Il lago era considerato il centro del cosmo e il luogo della creazione.
Ancora più significativo è stato il sito di Tiwanaku (Tiahuanaco o) cui due 200 a.c. e il 1000 CE sulla sponda meridionale del lago e che divenne la capitale di un vasto Impero. Le due culture erano parallele ma apparentemente indipendenti, anche se ci sono caratteristiche comuni quali campi sommersi e alcune somiglianze nei loro rispettivi stili artistici. La coltura a Tiwanaku inoltre sono stata influenzata dal sito nelle vicinanze di Chiripa, che predates esso.
La prima volta all'architettura monumentale di Tiwanaku da 200 CE con grandi corti murate, cerimoniale piramidi, statue di pietra massicce e la celebre porta del sole. Campi sollevati paludose bonificate dalla battigia e canali d'irrigazione portava l'acqua dal lago che ha aumentato la produzione agricola. Un fossato è stato anche creato per circondare il recinto sacro su tre lati con il quarto lato è la riva del lago. La città si estendeva oltre 10 chilometri quadrati e la popolazione di picco a Tiwanaku avrebbe potuto essere alta come 70.000.
Il motivo per il crollo di Tiwanaku è chiaro e può essere dovuto a una combinazione di eccessiva espansione dell'Impero, ribellione, e il cambiamento climatico. Una serie di siccità a cavallo del millennio ha causato il livello del lago a cadere alla fine di 12 metri che è stato devastante per le colture di irrigazione-dipendente e notevolmente ridotto la tavola di acqua creando riarse campi in grado di sostenere l'agricoltura. L'area non era ancora in grado di riconquistare la sua ex prosperità e, proprio quando più umido meteo è venuto nel XV secolo CE, quindi troppo fatto Incas; ed erano assetati di conquista.

Espansione di Inca

Lago Titicaca divenne nuovamente un importante locale con l'ascesa dell'Impero Inca durante i secoli 15 ° e 16 ° CE. Gli Incas erano attratti immediatamente per le Highlands come una possibile area di espansione, ma lo ha fatto prendere loro alcuni tempo per conquistare il bacino del Titicaca e le sue culture locali, il Lupaqa, Qolla e Ayaviris. La prima espansione nella zona si è verificato durante il Regno di Viracocha Inka da 1425 CE e poi nuovamente sotto Pachacuti Inca Yupanqui (1438-1471 CE). Tuttavia, era la vittoria decisiva, presso il fiume Desaguadero che scorre dal lago sul lato sud, che infine a cui Inca controllano e portate spietate rappresaglie su capi locali - le loro teste sono state visualizzate su pali e i loro corpi scuoiati per i tamburi. Secondo quanto riferito, il leader Qolla è stato preso a Cuzco e, in una grande cerimonia, decapitato per i suoi guai.
Il Ayaviris Lupaqa, Qolla e probabilmente non aveva avanzato ad un livello di organizzazione statale per il momento è arrivato l'Inca e, 1532 CE, una serie di alleanze tra la gente del posto e loro sovrani Inca avevano stabilito 13 province intorno al lago. La sottomissione delle culture intorno Titicaca è stata completata dal reinsediamento forzato e del lavoro altrove nell'Impero e dal divieto di insediamento in siti di collina fortificata. Lupaqa architettura e sepoltura pratiche, in particolare, è venuto per visualizzare i tratti familiari di architettura Inca -rettangolare planimetrie e muratura in pietra ben vestito.
Incas incorporato i miti locali riguardanti il lago nella propria storia adottandola come luogo sacro con templi al sole (Inti) e Luna (Coati) costruito sulle isole sul lago, la costruzione di un santuario sul promontorio di Copacabana, l'impostazione a parte della terra per il Dio del sole Inti sulla sponda settentrionale e la venerazione delle antiche rovine di Tiwanaku sulla sponda meridionale. L'Inca fondatore leader, che comprendeva Manco Capac e sua sorella (o moglie) Mama Ocllo, sono stati pensati per provenire dalla zona del lago e successivi dominatori Inca inoltre farebbe pilgrimmages annuale di questi luoghi sacri.

Resti archeologici

Al Chucaripupataon, sull'isola del sole sul lago, manufatti realizzati con rame, argento e oro sono stati scavati e includono la maschera d'oro. Fu qui che la roccia sacra di Titikala era situata. Resti di vari edifici sono stati scavati sulle due isole sacre. Una tale struttura è un edificio residenziale a due piani conosciuto come Pilco Kayma e l'altro, noto, piuttosto grandiosamente, come il "Palazzo delle vergini del sole', tradizionalmente datato al Regno di hmnchmbhm Inca Yupanqui (ultimo trimestre XV secolo D.C.). Il complesso di due piani dispone di sei appartamenti di symmetricaly organizzato, un cortile e una terrazza aperta lunga 40 metri al piano superiore. L'edificio ha le caratteristiche tipiche dell'architettura Inca - forme trapezoidali, ben tagliata e aderente della Massoneria e pareti con nicchie.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Coricancha

Origine e storia
da Mark Cartwright

Il complesso religioso di Coricancha (Qorikancha) nella capitale Inca Cuzco a conteneva il Tempio del sole che era non solo il luogo più sacro o huaca nella religione Inca , ma è stato considerato il centro del mondo Inca. Il sito era noto anche come il recinto d'oro e fu dedicato ai più alti dii nel pantheon Inca come il Dio creatore Viracocha, la chiglia di dea della luna e soprattutto a Inti, il Dio del sole. Poco rimane oggi ad eccezione di alcuni tratti di mura in pietra bene quale accenno a undici dimensioni enormi del sito e il leggendarie storie che raccontano l'enorme quantità di oro usato per decorare i templi e il suo giardino dorato.

Layout & architettura

La costruzione del complesso è comunemente attribuita a Pachacuti Inca Yupanqui, il 9 ° sovrano Inca (1438-1471 CE) che inoltre si imbarcò in un programma di ricostruzione generale nella capitale. Nonostante gli scavi, però, l'esatta cronologia del sito non è chiaro. Nella mitologia di inca il primo leader di Inca Manco Capac (Manqo Qhapaq) costruì un tempio presso il sito nel XII secolo CE e archeologia mostrano la prova di pre -Impero strutture.
Il lay-out del sito, visto dall'alto, in realtà ha assomigliato ad un sole con raggi brillanti fuori in tutte le direzioni. Queste erano le linee di sacro ceque (zeq'e) - fisiche e cosmiche strade - di cui c'erano 41 che ha condotto ad un impressionante luoghi sacri 328. Cuzco è stato deliberatamente strutturata per rappresentare se stesso a jaguar di Coricancha ed era situato presso la coda. In simmetria tipica di Inca il secondo più importante luogo sacro della città - Sacsahuaman - era situato alla testa. Coricancha fu costruito dove ha incontrato due fiumi grande della città di Huantanay e Tullamayo.
Le porte sono state coperte in fogli d'oro, così come gli interni ed esterni di vari templi e il lato interno del perimetro parete è stato anche detto di hanno costellato di smeraldi.
Costruito utilizzando le competenze di muratura bene per il quale l'Inca giustamente è diventati famoso, le possenti mura del complesso sono state costruite da grandi blocchi di pietra finemente tagliati e montati insieme senza Malta. La grande parete occidentale curva particolarmente nota per la sua forma e la Massoneria regolare, elegante. Maggior parte delle pareti anche appoggiato leggermente verso l'interno come sono aumentato in altezza, una caratteristica tradizionale di architettura Inca. Molte porte trapezoidali e finestre consentito l'accesso e luce di immettere gli spazi interni e una vasta fascia d'oro era altezza aggiunto a metà strada intorno alle mura. All'interno gli edifici erano di un piano e avevano i tetti di paglia. Le porte erano anche coperti da fogli di oro, così come gli interni ed esterni di vari templi e il lato interno del perimetro parete diceva anche che hanno costellato di smeraldi.

Tempio del sole

Il tempio più importante del distretto era il Tempio del sole, dedicato al Dio sole Inti. Le pareti interne ed esterne del tempio, situato nell'angolo nord del complesso, sono stati ricoperti in oro - considerato il sudore del sole - che è stato picchiato in lamiere. C'erano, secondo quanto riferito, 700 di questi fogli quadrati di mezzo metro, ogni peso di 2 kg.
All'interno del tempio, oltre a manufatti d'oro pertinenti al culto di Dio, era una statua d'oro di Inti tempestato di gioielli. La statua rappresentava Inti come un piccolo ragazzo seduto chiamato Punchao (giorno o sole di mezzogiorno). Dalla sua testa e le spalle il sole splendeva, ho indossato ad archetto royal e aveva serpenti e leoni provenienti dal suo corpo. Lo stomaco della statua era vuoto e usati per memorizzare le ceneri degli organi vitali dei precedenti sovrani Inca. Tutti i giorni questa statua fu portata fuori all'aria aperta e ritornò al Santuario ogni notte. Un'altra importante rappresentazione del Dio - una maschera gigante con raggi a zig-zag scoppiando dalla testa - è stato appeso alla parete di una camera appositamente dedicata all'interno del tempio.
Il giardino del tempio era un omaggio meravigliosamente concepito a Inti. Proprio come terra - a volte anche intere regioni - sono stati dedicati al Dio, così anche questo giardino è stato costruito in onore del grande Dio sole Inti. Tutto ciò che era fatto di oro e argento. Un grande campo di mais e modelli a grandezza naturale di pastori, fiamme, giaguari, cavie, scimmie, uccelli e anche farfalle ed insetti sono stati tutti realizzati in metalli preziosi. E se ciò non bastasse per compiacere Inti c'erano anche un gran numero di oro e argento tempestato di pietre preziose tutti i vasetti. Ciò che resta di queste meraviglie sono poche band di grano dorato, convincente, se silenziosa, testimonianza per i tesori perduti di Coricancha.

Altri templi

Cinque altri templi o wasi sono stati disposti intorno al cortile quadrato principale di Coricancha. In ordine di gerarchia, un tempio era dedicato al Dio creatore Viracocha (più o meno uguale a Inti), una chiglia alla dea della luna, di Venere o Chaska-Qoylor, uno per il Dio del tuono Illapa e infine uno per Cuichu il Dio di arcobaleno. Proprio come Tempio di Inti era ricoperta d'oro, tempio completo chiglia era coperto in argento, un metallo pensato per essere le lacrime della luna. Ogni wasi conteneva una statua di culto di quel Dio particolare e preziosa arte e oggetti religiosi ad essi collegati.
C'era anche uno spazio dedicato per i resti mummificati di ex imperatori Inca e le loro mogli, note come mallquis. Questi sono stati portati fuori di stoccaggio durante cerimonie speciali come ad esempio coloro che celebrano i solstizi. Le offerte sono state fatte a queste mummie vestite in abiti eleganti, e le grandi conquiste che avevano fatto durante i loro regni sono stati letti per tutti di ascoltare. C'erano anche i quarti viventi per sacerdoti e sacerdotesse e ancora altre camere del complesso sono state usate come arte e tesori religiosi farcito con manufatti prelevati da popoli conquistati. Questi possono bene sono stati mantenuti per garantire la conformità alla regola di Inca, come righelli conquistati a volte erano tenuti in ostaggio a Cuzco per periodi dell'anno. Ancora un'altra caratteristica interessante del sito era un canale sotterraneo attraverso il quale sacra acqua scorreva per le piazze circostanti all'esterno del complesso.
Altre funzioni importanti di Coricancha inclusa l'assunzione delle osservazioni astronomiche, specialmente della Via Lattea (Mayu). C'era, per esempio, una coppia di torri che segna il solstizio d'estate e gli avvistamenti sono stati presi dalla pietra sacra ushnu contro monumenti naturali e artificiali all'orizzonte all'inseguimento del sole. Vittime sacrificali (capacochas) erano anche reso pronte per loro grande momento nel cortile del distretto e poi hanno marciate lungo le linee di ceque per essere sacrificato nelle varie province in onore di Inti e sua incarnazione vivente, l'imperatore Inca.

Storia successiva

Il portone di ingresso piuttosto semplice del complesso sopravvive ancora oggi con il suo tipico stipite doppio, così come sezioni di pareti esterne e alcune pareti interne. Il monastero cristiano di Santo Domingo è stato costruito in cima al complesso, senza dubbio, in un tentativo deliberato di significare che la religione era stata sostituita da un'altra. La maggior parte dell'oro dal sito era, naturalmente, fusi in lingotti e prese per la corona spagnola. Il pezzo stella, la statua d'oro di Inti, è stato scattato in un luogo sicuro quando arrivarono gli spagnoli, ma sembra che alla fine si trovarono trent'anni più tardi nel 1572 CE ma è sparito senza lasciare traccia, probabilmente sciolto come tanti altri manufatti di Inca.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…