Passa ai contenuti principali

Sammu-Ramat e Semiramis: l'ispirazione e il mito | Origine e storia

di Joshua J. Mark Sammu-Ramat (806-811 regnò A.C.) fu la regina reggente dell'Impero assiro, che deteneva il trono per il suo giovane figlio Adad Nirari III fino a quando ha raggiunto la maturità. È anche conosciuta come Shammuramat, Sammuramat e, più in particolare, come Semiramis. Questa ultima indicazione, "Semiramis", è stata la fonte di notevoli controversie per oltre un secolo, ora, come gli studiosi e gli storici discutono se Sammu-Ramat era l'ispirazione per i miti riguardanti Semiramis, se Sammu-Ramat governò Assiria e se Semiramis mai esistito come un personaggio storico reale. La discussione è andata avanti per qualche tempo ed è non possa essere concluso in un modo o l'altro in un prossimo futuro, ma, ancora, sembra possibile suggerire la probabile possibilità che le leggende del Semiramis sono state, infatti, ispirata al Regno della regina Sammu-Ramat e hanno la loro base, se non nei suoi atti effettivi, quindi almeno nell'impressione ha fatto il popolo del suo tempo.
clip_image001
Semiramis, ricevendo la parola della rivolta di Babilonia
Diletta-Ramat fu la moglie di Shamshi-Adad V (regnò 823-811 A.C.) e, quando è morto, lei assunse la regola fino a Adad Nirari III è venuto dell'età – momento in cui passava il trono a lui. Secondo lo storico Gwendolyn Leick, "questa donna raggiunto notevole fama e potere nel corso della sua vita e oltre. Secondo i documenti contemporanei, ha avuto notevole influenza alla Corte assira"(155). Questo spiegherebbe come fu in grado di mantenere il trono dopo la morte del marito. Le donne non sono stati ammessi a posizioni di autorità dell'Impero assiro e per avere una donna sovrano sarebbe stato impensabile a meno che quella donna particolare aveva abbastanza potenza per realizzarla.
Regno di sammu-Ramat potrebbe essere stato così imponente che leggende è cresciuto sempre maggiore fino a quando gli eventi effettivi sono stati dimenticati.
Così impressionante è stato il suo regno che, se uno accetta lei come modello per Semiramis, lei sarebbe stata ricordata più tardi dai greci, assiri, armeni e gli altri come un semi-divino essendo nato degli dèi e sollevato da colombe. La fonte primaria per i racconti riguardanti Semiramis proviene dallo storico greco Diodorus Siculus (c. 90-30 A.C.) che ha citato un precedente lavoro di Ctesia (c. 400 A.C.) che è ora perduto, anche se lei fa anche riferimento Erodoto e Strabone, e molte leggende riguardanti lei sono stati conservati da altri scrittori come Polieno, Plutarco, Justinus ed Eusebio, tra gli altri. Un famoso passaggio da Plutarco riferisce: "Semiramis costruito un monumento per se stessa, con questa iscrizione: qualunque re vuole tesoro, se si apre questa tomba, egli può essere soddisfatto. Darius quindi aprendolo trovato alcun tesoro, ma un'altra iscrizione di questa importazione: se tu non fossi una persona malvagia e della cupidigia insaziabile, non si disturberebbe le dimore dei morti ". Eusebio fa riferimento lo scrittore babilonese Berosso, lamentando che i greci attribuivano a Semiramis progetti di grande edificio ha non avuta nessuna mano, mentre Polieno riferimenti iscrizioni di suo che testimoniano la sua gesta e la costruzione delle "mura inespugnabili" della sua città.
Anche prima del tempo in cui ha scritto Diodoro, Semiramis è stato associato con Inanna/Ishtar, Astarte e divinità in generale. Era venerato dagli Assiri e insultato da armeni (probabilmente a causa di una campagna militare di successo ha condotto contro di loro), ma è generalmente tenuto in alta considerazione fino all'arrivo del Cristianesimo quando, come Ishtar, Astarte, Afrodite e altri dèi antichi cadde in disgrazia con la nuova fede. Lei fece infame nel XIX secolo CE da libro di propaganda anti-cattolica, Le due Babilonie, ministro cristiano Alexander Hislop che lei legata alla meretrice di Babilonia nel libro della rivelazione 17 (anche se lei non è mai menzionata per nome nella rivelazione, e nessuna variazione possibile il suo nome è menzionata nella Bibbia negativamente). Mentre tutto quanto sopra può essere vero, l'identificazione di Sammu-Ramat con Semiramis è stato ripetutamente contestato dal tardo XIX secolo CE. Gli storici sono divisi se Sammu-Ramat mai governato Assiria, se il suo regno diede alla luce la figura di Semiramide, e se lei effettivamente compiuto niente affatto; a causa di questo e la sua identificazione con la narrazione biblica nella rivelazione, lei rimane una delle figure più controverse dalla storia antica.

Lo storico Regno di Sammu-Ramat

Shamshi-Adad V era il figlio di Shalmaneser III e nipote di Assurnasirpal II. Loro successo regna e campagne militari avrebbe fornito Shamshi-Adad V con la stabilità e le risorse per iniziare il suo proprio regno di successo se non fosse stato per la ribellione del fratello maggiore. Figlio maggiore di Shalmaneser III, Ashur-danin-pal, apparentemente si stancò di attesa per il trono e ha lanciato una sommossa contro Shalmaneser III nell'826 A.C.. Shamshi-Adad V prese parte di suo padre e schiacciato la ribellione, ma questo lo ha portato sei anni per realizzare. Quando che Ashur-danin-pal è stato sconfitto, gran parte delle risorse che Shamshi-Adad V avrebbe avuto a sua disposizione erano andati, e l'impero assiro era debole e instabile.
clip_image002
Stele del re Shamshi-Adad V
È in questo momento che Sammu-Ramat compare nell'annotazione storica. Non è noto quale anno ha sposato il re ma, quando suo marito è morto e lei salì al trono, era in grado di fornire la nazione con la stabilità che aveva bisogno. Gli storici hanno ipotizzato che, poiché i tempi sembravano così incerti al popolo di Assiria, il Regno di successo di una donna sarebbe hanno generato una sorta di soggezione maggiore di quella di un re perché così senza precedenti. Lei era abbastanza potente per avere la sua propria Obelisco inscritto e messo in risalto nella città di Ashur. Leggere:
Stele di Sammuramat, regina di Shamshi-Adad, re dell'universo, re di Assiria, nuora di Salmanassar, re dell'universo, re di Assiria, madre di Adad Nirari, re delle quattro regioni del mondo.
Che cosa esattamente Sammu-Ramat ha fatto durante il suo regno è sconosciuta, ma sembra che lei ha avviato una serie di progetti di costruzione e possono condurre personalmente le campagne militari. Secondo lo storico Stephen Bertman, prima della morte di Shamshi-Adad, Sammu-Ramat "ha preso la straordinaria di accompagnare suo marito almeno una campagna militare, e ben visibile è accennata nelle iscrizioni reali" (102). Dopo la sua morte, ella sembra hanno continuato a condurre tali campagne di se stessa, anche se questo, come molto altro nel suo regno, è stata messa in discussione. Tutto quello che ha fatto, stabilizzato l'Impero dopo la guerra civile e fornito di suo figlio con una nazione consistente e sicura quando egli salì al trono. È noto che lei ha sconfitto i medi e annesse il loro territorio, possono avere conquistato gli armeni e, secondo Erodoto, possono avere costruito argini a Babilonia sul fiume Eufrate, che erano ancora famosi nel suo tempo. Che cosa ha fatto, tuttavia, si fuse con il mito negli anni dopo il suo regno. Lo storico Susan Wise Bauer commenti su questo, scrivendo:
La principessa babilonese che sammu-Ramat occupò il posto di potere. Una donna sul trono Assiro: esso non era mai stato fatto prima, e lo sapeva Sammu-Ramat. La stele che ha costruita per se stessa è presso alcuni dolori di lei linkare ogni re assiro disponibili. Lei è chiamata non solo regina di Shamshi-Adad e madre di Adad-Nirari, ma anche "nuora di Salmanassar, re delle quattro regioni". Stretta di sammu-Ramat sulla potenza era così sorprendente che ha echeggiato nella lontana memoria storica di un popolo appena arrivati sulla scena. I greci ricordato lei, dandole il nome greco di Semiramis. Lo storico greco Ctesia dice che lei era la figlia di una dea-pesce, sollevato di colombe, che sposò il re di Assiria e partorì un figlio chiamato Ninyas. Quando suo marito morì, Semiramis proditoriamente rivendicato il trono. La storia antica conserva un'eco del nome di Adad-Nirari in Ninyas, il figlio della leggendaria regina; e non è l'unica storia di suggerimento che Sammu-Ramat presero il potere in maniera non esattamente percepiamo. Un altro storico greco, Diodoro, ci dice che Semiramis convinse il marito a dare il suo potere solo per cinque giorni, per vedere quanto bene si potrebbe gestirla. Quando ha accettato, che aveva lui eseguito e sequestrato la corona per bene (349).
Sue campagne militari e la costruzione di progetti, nonché la sua amministrazione in grado del governo, reso tale impressione sulla gente del tempo che lei è cresciuta in statura, diventare più grande della vita. Lo storico antico Strabone scrisse, "le opere di Semiramis sono indicate nel corso di quasi tutto il continente, sterri recanti il suo nome, pareti e roccaforti, acquedotti e strade di scala-come sopra montagne, canali, strade e ponti" (xvi.1.2). Osservazioni di Erodoto riguardo a lei hanno lo stesso tono, e Diodoro, naturalmente, ha sostenuto che lei era divina. Tutto che questo è documentato dagli antichi, anche se gli storici moderni sostengono che lei non può avere fatto niente affatto, non possa essere esistito, o quel Sammu-Ramat ha nulla a che fare con il mitico Semiramis. Scrive lo storico Wolfram von Soden, "che Sammu-Ramat, il Semiramis di letteratura greca, fu temporaneamente reggente dopo 810 A.C. non può, tuttavia, essere provata" (67). Von Soden non è sola in questo parere, ma altri storici, come Bauer, sono altrettanto fermamente convinto nei loro crediti per l'opposto. Sembra chiaro, tuttavia, a causa delle somiglianze e identificazioni in antiche storie tra una regina assira che conquistò il Medes e armeni e Semiramis come una guerriero assira-Regina, che il mito di Semiramis è cresciuto dalle realizzazioni di un'effettiva storica donna e quella donna era Sammu-Ramat.

Il mitico regno di Semiramis

Secondo Diodoro, Semiramis è stato concepito quando Afrodite divenne adirata alla dea pesce Derceto della città di Ascalona (in Siria) e "ispirato in lei una violenta passione per un certo bel giovane tra i suoi devoti; e Derceto diede a Siro e nacquero una figlia, ma poi, pieno di vergogna del suo atto peccaminoso, ha ucciso i giovani ed esposto il bambino in una regione desertica rocciosa, mentre per quanto riguarda lei stessa, da vergogna e dolore, lei si gettò nel lago ed è stata cambiata quanto alla forma del suo corpo in un pesce"(4.2). Il bambino sarebbe morto, ma uno stormo di colombe è venuto in suo aiuto e alimentato il suo latte da loro becchi, che hanno preso dagli insediamenti vicini e, successivamente, alimentati anche suo formaggio. Hanno tenuto il bambino caldo avvolgendo stessi intorno a lei. I contadini, notando la perdita del loro formaggio e latte, alla fine è andato alla ricerca della causa e trovano l'anno di vita sul lago circondato da colombe. Lei è stata portata a casa di un contadino di nome Simmas, che ha chiamato sua Semiramis che, secondo Diodoro, significa "colombe".
Lei è cresciuto in una bellissima giovane donna che era ampiamente conosciuta per la sua intelligenza e la grazia per la sua apparizione. Un giorno, il governatore della Siria, un uomo di nome Onnes, visitato la fattoria, la vide e si innamorò di lei. Simmas ha chiesto la mano nel matrimonio e si è concesso. Scrive Diodoro, "E poiché le altre qualità di Semiramis erano in armonia con la bellezza del suo volto, si è scoperto che suo marito è diventato completamente asservito da lei, e poiché non farebbe nulla senza il suo Consiglio ha prosperato in tutto" (5.2). Onnes avanzato la carriera e la posizione a corte attraverso prendendo i consigli di sua moglie, finché non fu tra i più fidati consiglieri del re.
A questo punto il re, Nino, iniziò una campagna militare contro Bactriana e ha preso d'assalto ad eccezione di quello che voleva più ogni città: Battra. Egli pose l'assedio alla città, ma le difese erano così forti che egli non poteva prevalere contro di essa. Dopo l'assedio era andato per qualche tempo, Onnes pensato di consultare con Semiramis sul problema e vedere se lei potrebbe trovare una soluzione. Diodoro scrive:
Ma quando l'assedio è stato dimostrando una lunga relazione amorosa del marito di Semiramis, che era innamorato di sua moglie e stava facendo la campagna con il re, mandò per la donna. E lei, dotato come era con comprensione, audace e tutte le altre qualità che contribuiscono alla distinzione, colto l'occasione per visualizzare la sua abilità nativa. Prima di tutto, quindi, dal momento che stava per impostare su un viaggio di molti giorni, ha ideato un abito che ha reso impossibile distinguere se l'indossatore di esso era un uomo o una donna. Questo vestito era ben adattato ai suoi bisogni, per quanto riguarda entrambi il suo viaggiando in calore, per proteggere il colore della sua pelle e la sua convenienza nel fare qualunque cosa lei voglia fare, poiché era abbastanza flessibile e adatto per una persona giovane e, in una parola era così attraente che in seguito tempi medi, che erano allora dominante in Asia, portava sempre il garb di Semiramis, come hanno fatto i Persiani dopo di loro. Ora Semiramis è arrivato nella Bactriana e osservate i progressi dell'assedio, ha notato che era sulle pianure e nelle posizioni che erano facilmente assaliti che gli attacchi sono stati fatti, ma che nessuno mai aggredito l'Acropoli a causa della sua posizione di forza, e che suoi difensori avevano lasciato loro posti lì e stavano arrivando all'aiuto di coloro che sono stati duri premuto sui muri qui sotto. Di conseguenza, portando con sé tali soldati come erano abituati a clambering su alture rocciose e costituenti la sua strada con loro attraverso un certo burrone difficile, ha sequestrato una parte dell'Acropoli e ha dato un segnale a coloro che stavano assediando il muro giù nella pianura. Subito dopo i difensori della città, ha colpito con terrore al sequestro dell'altezza, le pareti a sinistra e abbandonarono ogni speranza di salvare se stessi (6,5-8).
La città cadde Ninus e chiese Onnes come era stato compiuto. Quando Onnes introdotto Semiramis al re era stupito per le sue abilità e presentato lei e Onnes con molti doni e onori. Presto, tuttavia, è caduto nell'amore con lei e, come riferisce Diodoro, Ninus "cercò di convincere il marito a lei cedere a lui di suo proprio accordo, offrendo in cambio di questo favore di dargli sua figlia Sosanê alla moglie. Ma quando l'uomo ha preso la sua offerta con grazia malato, Ninus minacciò di mettere fuori i suoi occhi non ha subito aderire ai suoi comandi. E Onnes, in parte per paura delle minacce del re e in parte fuori dalla sua passione per la moglie, è caduto in una sorta di delirio e follia, mettere una corda sul collo e si è impiccato. Tali, quindi, erano le circostanze per cui Semiramis ha raggiunto la posizione di Regina"(6,9-10).
Una volta che è diventata regina, lei costantemente acquisito maggiore potere attraverso la conquista militare e progetti di costruzione. Ninus morì e Semiramis lo seppellì sotto un grande tumulo sul fiume Eufrate (una tomba che Diodoro afferma che potrebbe ancora essere visto nel suo giorno). Ha poi fondato la città di Babilonia, costruito due enormi palazzi collegati da un tunnel sotterraneo, argini per tenere indietro il fiume dalle inondazioni della città e poi proceduto da lì a campagne militari. È stato notato da molti storici che conto di Diodoro della sua campagna contro l'India ha molte somiglianze con quelli di Alexander similarmente il grande e la sua conquista dei medi. Non volendo essere dominato da un altro uomo, lei ha preso una serie di amanti dagli uomini più belli nel suo esercito. Lei dormirebbe con loro e li hanno eseguito la mattina successiva o, secondo altri racconti, sepolto vivo il giorno successivo. In tutte le sue escursioni militari, lei stessa ha mostrato brillantemente inventivo (come la creazione di falsi elefanti per la sua campagna in India) e spietato come qualsiasi re assiro. Alla fine del suo regno ha governato tutti di Anatolia, Mesopotamia e Asia centrale. Morì all'età di 62, avendo governato per 42 anni e si trasformò in una colomba, che volò fino in cielo. Un altro account, che è alluso da Diodoro, è che, dopo la sua morte, le colombe che lei avevano aiutato nella sua giovinezza restituito e lei ha portato via nel cielo.

La polemica

Se uno crede che il mitico Semiramis avesse qualcosa a che fare con il Regno di Sammu-Ramat dipende interamente dalla quale storico e quale primaria fonti uno sceglie di accettare. Dopo aver scritto su Semiramis per 20 capitoli, Diodoro conclude la sua storia affermando che "Tale, poi, sono i conti in conflitto che possono essere trovati in storici per quanto riguarda la carriera di Semiramis" (20,5). La stessa istruzione potrebbe essere fatto oggi per quanto riguarda gli storici moderni. Sir Henry Rawlinson (1810-1895 CE), considerato "il padre di Assiriologia", iniziò a lavorare per decifrare l'iscrizione di Behistun in 1835 CE. Questa iscrizione, su una scogliera alta, era stata menzionata dagli storici antichi come Ctesia (fonte primaria di Diodoro per la storia di Semiramis) come avendo stato decretato dalla Semiramide di Babilonia (in realtà è stato decretato in seguito, di Dario il grande, in c. 522 A.C.). Rawlinson, a quanto pare, è il primo storico moderno di aver collegato il Semiramis con Sammu-Ramat nel tentativo di trovare qualche regina assira storica su cui si basava il leggendario Semiramis. Lui ha fatto così collegando Ctesia valere per quanto riguarda Bisotun con una persona reale storica e andato da lì per le iscrizioni negli annali assiri della regina reggente, che regnò 806-811 A.C. e condotto campagne militari con la figura di Semiramis. Gli storici dopo Rawlinson hanno sostenuto per o contro la sua pretesa, molti citando appunto le stesse fonti antiche per loro argomento. Un componente che complica nella polemica proviene da passaggi nella Bibbia che, per alcuni, link Semiramis con narrazioni bibliche.
È stato osservato che il nome "Shemiramoth" appare nella Bibbia in Cronache 15.18, 15.20-24 16:5 e II Cronache 17:8. In I cronache il nome che si applica ad un musicista del tempio mentre in Chronicles II per un insegnante di legge. Ciò suggerisce ad alcuni storici che una divinità semitica il nome di Shemiram (una versione di Astarte) era venerata nella regione da Ascalona in Siria (un sito conosciuto per il culto di Astarte) giù Levante a Israele e di fronte all'Armenia e Persia, e questa dea, poi, si fa riferimento nella Bibbia. Il nome nella Bibbia, "Shemiramoth", vuoi essere tradotto, secondo questa teoria, come "immagini di Shemiram" o "cose di Shemiram", e certamente musica e legge (come detto sopra) erano probabilmente sono state date all'umanità come regalo dai dii. Semiramis, sarebbe dunque Astarte e l'individuo – o individui – menzionati nella Bibbia sarebbero collegati a lei. La teoria non spiega, però, perché una dea pagana sarebbe fare riferimento così neutro nella Bibbia, quando ogni altra allusione a tale divinità è negativo. Né spiegare perché "Shemiramoth" nei passaggi citati allude a un Levita che avrebbe avuto niente a che fare con una dea mesopotamica. Inoltre non riesce a rendere conto per la possibilità che il Semiramis greco non ha nulla a che fare con il Shemiramoth della Bibbia.
clip_image003
Astarte
Ulteriore complicare l'identificazione di Sammu-Ramat con Semiramis (e presentando, così, un ottimo esempio di propaganda-come-storia) è il CE 1858 prenotare Le due Babilonie di Alexander Hislop (1807-1865 CE). Hislop è stato un ministro della Chiesa libera della Scozia che ha creduto che la Chiesa cattolica è una setta satanica e scrisse il suo libro per dimostrare questa "verità". Il libro sostiene che Semiramis è la moglie del re biblico Nimrod e madre di Tammuz e lei si collega direttamente alla meretrice di Babilonia dal libro dell'Apocalisse 17. La Bibbia non menziona mai Semiramis in qualsiasi connessione con Nimrod. Letture di Genesi 10:8, "e CUS generò Nimrod" ma non fa menzione della madre di Nimrod a tutti. Anche se dovrebbe essere chiaro a chiunque abbia anche una conoscenza di passaggio della storia Bibbia e mesopotamica che il lavoro non è altro che propaganda anti-cattolica, ancora è citato come autorità sulla storia antica di certi siti Web cristiana protestante e in stampa (come, ad esempio, nel anti-cattolico attacco di Pasqua sul sito La verità sulla Pasquatrovato nella bibliografia qui sotto). L'insistenza di questi scrittori cristiani su Semiramis la meretrice di Babilonia e acerrimo nemico del bene ulteriore distanza lei da una connessione iniziale con un'effettiva regina assira - una distanza già notato negli scritti precedenti che mantengono la divinità 'Semiramis.
Le storie di appetito sessuale 'Semiramis e il triste destino dei suoi molti amanti è molto vicina racconti su Inanna/Ishtar/Astarte, e la sua associazione con colombe e Ascalona sicuramente la identifica con Astarte. Ciò suggerisce ad alcuni storici che non non c'è nessuna necessità di cercare qualsiasi figura storica per la leggenda di Semiramis e che «a cercare un prototipo storico per lei è così sciocco da cercare un tale prototipo per Hercules o Romolo» (R. Bedrosian, 3). Altri storici non sono d'accordo, sostenendo, "dobbiamo vedere l'importanza della regina Sammu-Ramat, chi era l'ispirazione per il leggendario Semiramis... rimase così influente nel Regno del suo figlio Adad-Nirari III che iscrizioni ufficiali citati i due come agire insieme" (Van De Mieroop, 244-245). Anche se Sammu-Ramat non possono avere mai impegnati in una qualsiasi delle gesta attribuite a Semiramis, è possibile che lo storico Regno regina era così impressionante che esso ha dato vita a leggende che crebbe sempre maggiore come erano detto e ri-detto fino a quando, finalmente, che gli eventi reali sono stati dimenticati in favore di figura larger-than-life del mitico Semiramis. Questo modello nella storia mesopotamica è già noto attraverso il genere letterario conosciuto come "letteratura di naru", che sembra abbia avuto origine intorno al 2000 A.C.. Nella letteratura di naru, uno scrittore prende una figura ben nota storica e re-immagina lui o lei in situazioni che non è mai esistevano al fine di creare una storia avvincente che vuoi intrattenere ed illuminare un pubblico. Questo stesso modello è visto in altre culture antiche e anche in quelli più recenti. Un esempio paragonabile, anche se su scala più piccola, può essere visto nella storia degli Stati Uniti del XIX secolo D.C., dove la reale figura storica di David Crockett (CE 1786-1836) è stata trasformata dallo scrittore 1831 CE di James Kirke Paulding il gioco, Il leone dell'Occidente, Davy Crockett l'eroe popolare. David Crockett non potrebbe eseguire i tipi di incredibili gesta era capace di Davy Crockett, ma quest'ultimo era basato sulla vita dell'ex. In questo stesso modo, i miti del Semiramis semi-divine erano probabilmente ispirati dalla vita della regina Sammu-Ramat dell'Assiria.

Inserito da Joshua J. Mark, pubblicato il 16 settembre 2014 con la seguente licenza: Creative Commons: attribuzione-non commerciale-Condividi allo stesso modo. Questa licenza consente di altri remix, tweak e costruire su questo contenuto non commerciale, purché essi autore di credito e loro nuove creazioni sotto le identiche condizioni di licenza.

Bibliografia

  • Registri antichi di Assiria
  • Ctesia e la leggenda di Semiramis di Bedrosian R.
  • Diodoro Siculo su Semiramis
    http://Penelope.uchicago.edu/Thayer/E/Roman/Texts/Diodorus_Siculus/2a *...
  • Semiramis nelle fonti antiche
  • Stele di Sammu-Ramat
  • La verità sulla Pasqua
  • Le due Babilonie di Alexander Hislop
  • Bauer, W. S. la storia del mondo antico. W. W. Norton & Company, 2007.
  • Bertman, S. manuale di vita nell'antica Mesopotamia. Oxford University Press, 2003.
  • Leick, g. dalla alla Z della Mesopotamia. Pressa dello spaventapasseri, 2010.
  • Van De Mieroop, M. una storia dell'antico vicino Oriente ca. 3000-323 A.C., 2a edizione. Blackwell che pubblica, 2006.
  • Von Soden, w. l'Oriente antico. WM. B. Eerdmans Publishing Company, 1994.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…