Passa ai contenuti principali

La burocrazia dell'Impero achemenide: Imparare dal passato


per Haleh Brooks
pubblicato il 2 nov 2014
Nei primi tempi dell'impero achemenide, i re si rese conto che, se dovessero essere in grado di gestire la grande massa di terra e multiculturale persone che abitavano, hanno dovuto creare un sistema organizzativo che consenta la somministrazione senza causare alcun ribellione o disturbo e, soprattutto, assicurare il pagamento puntuale e corretta tributo alla corte. Sollievo di Dario I a Persepoli Uno dei principali risultati ottenuti dei sovrani achemenidi era la loro capacità di riconoscere e utilizzare le pratiche già consolidate delle terre conquistate, come pure dei sistemi di governo che erano venuti prima di loro; in tal modo la burocrazia di massa organizzata centralizzata dell'Impero achemenide era basata sui sistemi preesistenti accadici, assiri e, eventualmente, mediani di amministrazione così come l'egiziano. Sotto il regno di Ciro e Cambise, le zone conquistate di Elam, Media, Lydia, Babilonia, Egitto, e alcune tribù iraniane orientali erano più o meno in una forma di una federazione di entità autonome. Quando si trattava di tributo, sono stati sottoposti a tassazione irregolare se non del tutto. Il re hanno fatto affidamento su funzionari non persiani presenti in forma già stabilito per i governi di questi "stati oggetto". Queste forme di organizzazione, o la mancanza di essa, portato a scontri tra i nobili iraniani e anche di "nazionalismo" nelle zone conquistate, che alla fine hanno portato il caos e la ribellione dopo la morte di Cambise '.
clip_image001




Dario Organizza il suo impero

Quando Dario salì al trono achemenide, ha avuto un grande compito davanti a sé. Egli non solo ha dovuto riconquistare le zone ribelli, ma aveva bisogno anche di integrarli in un impero sistematica. Sapendo che le tre questioni principali che dovevano essere sotto il controllo del suo impero di lavoro sono stati un "suono militare, un'economia stabile e un sistema legale", si mise ad organizzare l'impero con questi aspetti in mente. Achemenide Impero Mappa Il sistema di divisione, che Dario utilizzato, può essere osservato sulla sua tomba in forma di un rilievo situato sulla parte superiore della scultura roccia. Qui è ritratto sul suo trono, che viene "sostenuta da 30 figure di pari status"; questo simboleggiava il popolo suddito dell'Impero. I paesi diversi Persia o Persis sono elencati in quello che sembra essere ordine geografico. Tomba di Dario I, Naqsh-e Rustem Erodoto (3.89) afferma che "Dario uniti in una provincia delle nazioni che erano vicini di casa, ma a volte ha passato sopra le tribù vicine e hanno dato il loro posto a quelle più remote ". Dr. Shahbazi si applica questo sistema per le terre registrate nel rilievo menzionato, e distnguishes tra i persiani patria sei altre nazioni. Questa "sette piegato" partizione dell'impero, che sembra richiamare la tradizionale divisione iraniana del mondo in sette regioni, illustra la divisione dell'impero nel modo seguente:
clip_image002


clip_image003


  1. la regione centrale, Persis
  2. la regione occidentale che comprende media e Elam
  3. l'altopiano iraniano che comprende Partia, Aria, Battriana, Sogdiana, Chorasmia e Drangiana
  4. le terre di confine: Archosia, Sattagydia, Gandara, Sind e Scizia orientale.
  5. le pianure occidentali: Babilonia, Assiria, Arabia ed Egitto.
  6. la regione nord-occidentale: che comprende Armenia, Cappadocia, Lydia, Sciti d'oltremare, Skudra e Petasos-Indossando greci.
  7. le regioni costiere meridionali: Libia, Etiopia, Maka e Caria.
All'interno di queste regioni Dario, istituito 20 province, chiamate satrapie (sul modello dell'impero assiro). Ognuno aveva un governatore, o satrapo, che era direttamente responsabile verso il re, e ogni satrapia aveva un tributo annuo fisso. Erodoto ci fornisce un elenco dettagliato delle satrapie da ovest a est che iniziano con Ionia, e nomi loro tributo annuale pagarsi al giudice, pure.
Come notato sopra, il sistema di amministrazione assira sembra essere stato uno dei modelli più importanti per la burocrazia achemenide. Il sistema di amministrazione assira è stato riformato ampiamente dal re assiro Tiglat-Pileser III (745-727 aC). Da quando era stato un governatore provinciale prima del colpo di stato che lo fece re, ha capito l'importanza di limitare i poteri di questi amministratori. Egli ha promulgato una legge che divideva le satrapie e dimezzato il potere del governatore in modo che i governatori delle province non potevano fare come ha fatto e si ribellano contro di lui. Con la creazione di funzionari che erano direttamente sotto il suo controllo, e che hanno sostenuto i governanti locali, fu in grado di tenere il governatore locale sotto controllo. Ha anche avviato un "sistema di intelligence", che ha trasmesso le relazioni utilizzando posti tappa di stato, facendo in modo che il "funzionario" è rimasto fedele ed efficiente.
Queste riforme assiri possono essere osservate nella gestione achemenide pure. La maggior parte dei satrapi nominati da Dario erano nobili persiani, che dovevano amministrare i distretti fiscali all'interno delle satrapie, e ognuno di questi quartieri potrebbe di nuovo essere suddivisi in "sub-satrapie" e di nuovo in entità più piccole. Questi avevano i loro governatori che erano stati o nominati dalla corte centrale o dal satrapo se stesso.

Gli uomini di fiducia e funzionari di governo

Per essere in grado di garantire una valutazione equa di ogni satrapia, il re avrebbe mandato un comitato di "uomini di fiducia" per valutare il reddito e la spesa di ogni distretto in ogni satrapia. Documenti babilonesi di quel periodo mostrano l'esistenza di dettagliati registri immobiliari con confini di proprietà, le proprietà e le valutazioni di terra. Inoltre, i testi elamiti si trovano in Persepolis parlare funzionari che "scrivono le persone down" e "si rivolgono ad esso". In sostanza, un Registro centrale dei popoli è stato creato in ogni satrapia ed è stato utilizzato per valutare le imposte e, probabilmente, anche per registrare gli uomini validi per i prelievi dell'esercito. La politica di "uomini di fiducia" che sono stati inviati a osservare e riferire sulle attività nelle province da parte del sovrano è stato preso in prestito da un altro sistema precedente: quello del Impero di Akkad (2334-2083 aC). Sargon di Akkad (2334-2279 aC), il fondatore dell'impero, ha istituito questo sistema preciso, al fine di mantenere l'ordine e prevenire la ribellione.
Anche preso in prestito un altro criterio del achemenide da Akakd. Al fine di evitare la concentrazione del potere in una sola persona, ogni satrapo aveva un "Reale segretario", il cui compito era quello di osservare gli affari dello Stato e anche per comunicare con il re. A "Tesoriere Reale" ha anche lavorato con il satrapo, tutelando la profittabilità provinciali. Infine, il "Garrison Commander" è stato responsabile delle unità militari di stanza nella satrapia e solo responsabile nei confronti del re. Accertamenti supplementari sono stati effettuati da ispettori "Royal" che hanno agito come gli occhi del re e le orecchie; avevano piena autorità sugli affari della satrapia e risposto solo al re.
Sembra che il coordinamento dell'amministrazione imperiale era la responsabilità della cancelleria il cui quartier generale era a Persepoli, Susa, e Babilonia. Così le principali città dell'Impero, come la Battriana, Ekbatana, Sardi, Dascylium, e Memphis, inoltre devono aver avuto le loro divisioni. E 'importante ricordare che l'organizzazione burocratica era profondamente radicata in Medio Oriente ed è stato utilizzato anche da Ciro e Cambise nei giorni precedenti dell'impero; tuttavia, Dario riformato in conformità con le esigenze di un impero centralizzato e gli stati soggetti.

Soldi & Trade

Dario ha anche introdotto un nuovo sistema monetario che consisteva di monete d'argento del peso di 8 grammi e monete d'oro di peso 5,4 g, corrispondenti a 20 monete d'argento. Le monete d'oro sono stati chiamati "Dareiko" o darici. Tuttavia, è importante ricordare che la maggior parte delle nazioni soggette coniate le proprie monete e utilizzato il proprio lato sistemi monetari a fianco con il nuovo sistema introdotto da Dario.
La nuova amministrazione modificato anche contribuito a rafforzare gli scambi e offrire rotte commerciali sicure al persone soggette per la costruzione di nuove strade e il miglioramento delle reti stradali. Nuove stazioni modo sono stati costruiti in tutto l'impero, che offre sicurezza di viaggio, e il diritto viaggiatori autorizzati a compilare disposizioni e monti. Inoltre ha sponsorizzato gli edifici di canali e corsi d'acqua sotterranei. La marina imperiale mantenuto i mari e le coste dell'impero sicuro e libero dai pirati, incoraggiando così il libero scambio tra le satrapie.

Conclusione

I re achemenidi primi, che hanno fatto la achemenide Impero e le sue dottrine, basati sull'impiego di una serie delle loro pratiche e la gestione dei sistemi burocratici precedenti. Nei casi in cui in realtà differivano dai precedenti imperi era nella loro tolleranza e il rispetto per i popoli conquistati e le loro pratiche culturali e credenze.
Sì, era un impero, e "tutti gli abitanti nati liberi dell'impero achemenide sono stati considerati soggetti del persiano re. Tuttavia, in alcuni elementi costitutivi dell 'impero ben diverse forme di organizzazione politica ha prevalso (ad esempio monarchico, oligarchico, aristocratica, democratica, e teocratico), e governanti goduto di autonomia negli affari interni "(Dandamayev, M., 631-632). Questa è stata la svolta achemenide: chiaramente capire quello che era possibile e fattibile con una pratica pre-esistente o di sistema e capire quali erano necessarie azioni per eseguire l'impero in modo efficiente, pur mantenendo la dottrina achemenide di tolleranza e rispetto.

Questo contenuto è fornito da precedenti Preservers nell'ambito di un accordo di condivisione dei contenuti. Articolo originale di Haleh Brooks. Inserito da Karen Barrett-Wilt, pubblicata il 2 Novembre 2014 con la seguente licenza: Creative Commons: Attribution-NonCommercial-ShareAlike. Questa licenza permette agli altri remix, tweak, e costruire su questo contenuto non commerciali, a patto che accreditano l'autore e licenza le loro nuove creazioni nei termini identici.

Bibliografia

  • ASSIRIA - Enciclopedia Iranica
  • Dandamayev, M. "1. Citizenship in Achaemenid Period" in "Citizienship", "Encyclpaedia Iranic (631-632)
  • Shahbazi, A.S. "III Darius I the Great" in "Darius", "Encyclopaedia Iranica"
  • Wiseman, DJ "Tiglat-Pileser III"
  • Erodoto. Le Storie. Viking Adult, 2014. Page (s) 3,89, 3,90-97.
  • Schaeder, HH. Le lezioni di Friedrich-Wilhelms Univeritat a Breslavia. Braslau, 1941. Pagina (s) 29
Tradotto dal sito: Ancient History Encyclopedia

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…