Passa ai contenuti principali

Fantasmi nel mondo antico | La sua storia e l'origine


Definizione di fantasmi nel mondo antico

di Joshua J. Mark

clip_image001
Per le persone del mondo antico, non c'era alcun dubbio che l'anima di un essere umano sopravvissuto morte corporale. Qualunque cosa erano opinioni personali di un individuo in materia, culturalmente essi erano cresciuti con la consapevolezza che i morti hanno vissuti su in un'altra forma che ancora necessaria qualche tipo di sostentamento, in una vita ultraterrena che in gran parte è stata dettata da diversi fattori: il tipo di vita che avevano vissuto sulla terra, come i loro resti sono stati smaltiti alla loro morte o, come essi furono ricordati di vivente. I dettagli dell'aldilà in diverse culture variavano, ma le costanti sono stati che un tale regno esistito, che fu governata da leggi immutabili, e che le anime dei morti sarebbe rimasta lì a meno dato licenza dagli dèi per tornare alla terra dei vivi per qualche motivo specifico. Queste ragioni potrebbero includere riti funebri improprio, mancanza di qualsiasi tipo di sepoltura, morte per annegamento, dove il corpo non è stato recuperato, omicidio in cui il corpo è stato non trovato mai (e mai così correttamente sepolto), o per risolvere qualche lavoro incompiuto o fornire un vero resoconto degli eventi che circondano la loro morte, come quando uno è stato assassinato e aveva bisogno di una morte vendicata e l'assassino ha portato alla giustizia, al fine di riposare in pace.
L'apparizione di fantasmi di defunti, anche quelli dei propri cari, raramente è stato considerato un'esperienza di benvenuto. I morti sono stati supposti per rimanere nella propria terra e non si aspettava di attraversare nuovamente il mondo dei vivi. Quando tale evento si è verificato, era un segno sicuro che c'era qualcosa di terribilmente sbagliato, e coloro che hanno sperimentato un incontro spirituale erano tenuti a prendersi cura del problema in modo che il fantasma tornare alla posizione corretta. Questa comprensione era così diffusa che può essere trovate storie di fantasmi, con temi molto simili, nelle antiche culture della Mesopotamia, Egitto, Grecia, Roma, Cina e India, nonché regioni della Mesoamerica e le terre celtiche dell'Irlanda e della Scozia. Fantasmi sono anche raffigurati nella Bibbia più o meno allo stesso modo come erano in precedenza opere romane. Di seguito non è affatto un trattamento completo del soggetto. Molti libri sono stati scritti sulla credenza nei fantasmi in ognuna delle culture che sono state citate e i molti che non sono. Lo scopo di questo articolo è semplicemente di fornire ai lettori con i concetti di base dell'aldilà e la credenza nei fantasmi nel mondo antico.
Fantasmi In Mesopotamia
Fantasmi potrebbero sembrare persone sulla terra, a destra una sorta di sbagliato.
Nella cultura mesopotamica, morte fu l'atto finale della vita da cui non non c'era nessun ritorno. La terra dei morti è stata conosciuta con molti nomi; fra loro era il Irkalla, il Regno della terra conosciuta come la "terra del non ritorno", dove le anime dei morti dimorava in un buio tetro, alimentato dalla sporcizia, e sorseggiato da pozzanghere di fango (anche se c'erano altre visioni dell'aldilà, come quella espressa nell'opera Gilgamesh, Enkidu e inferi). Questa esistenza era la conclusione finale per tutti i viventi, non importa quanto grande o povera una vita aveva vissuto e fu governata dalla regina oscura Ereshkigal. Nessuna anima è stata consentita di lasciare Irkalla, per qualsiasi motivo, non anche una dea, come esemplificato nel poema La discesa di Inanna, in cui anche la regina del cielo e sorella di Ereshkigal, Inanna, deve trovare un sostituto per prendere il suo posto una volta lei ascende al mondo dei vivi. Speciale dispensa, tuttavia, è stata data alle anime che avevano bisogno di completare una sorta di missione. Fantasmi potrebbero sembrare persone sulla terra se si pensava che avevano bisogno di qualche tipo di sbagliato a destra.
clip_image002
Regina della notte (o di Burney) sollievo, Mesopotamia
Queste apparizioni solitamente si sono manifestano in una sorta di malattia tra i viventi. Scrive lo studioso Robert D. Biggs, "i parenti morti – soprattutto morto – potrebbe anche problemi vivi, particolarmente se obblighi di famiglia per la fornitura di offerte per i morti sono stati trascurati. Particolarmente probabile che torni a Briga viventi erano fantasmi di persone morte innaturale morti o che non erano adeguatamente sepolto - ad esempio, morte per annegamento o morte su un campo di battaglia"(4). I medici della Mesopotamia, conosciuto come l'Asu e Asipu, impiegato magie che vuoi placare i fantasmi, ma, prima che potesse iniziare tale trattamento, il medico sarebbe chiedere al paziente di onestamente confessare tutti i peccati che potrebbero avere chiamato il fantasma indietro dagli inferi. Malattia in Mesopotamia era considerata una manifestazione esteriore di qualche peccato che era stata punita dagli dèi o dagli spiriti del defunto e sempre è stato presupposto per essere colpa di colui che era malato, finché non è stato provato altrimenti.
Alla morte di uno, un'entità spirituale conosciuta come è stato creato un Gidim, che mantenuto l'identità personale del defunto e viaggiato sopra la terra dei morti. E ' stato questo Gidim che sarebbero tornati a tormentare i vivi se la giusta attenzione non era stato pagato per la sepoltura e i riti funebri o se ci fosse stato qualche atto illecito coinvolto nella morte della persona. Iscrizioni rendere chiaro, tuttavia, che a volte il Gidim potrebbe maliziosamente scivolare fuori dal Irkalla visite a terra, dove essi sarebbe molestare i vivi per nessuna buona ragione. Questi spiriti sarebbe stati puniti dal Dio del sole Shamash avendo loro offerte funerarie prese da loro e assegnato a Gidim che aveva nessuno da ricordare loro sulla terra e quindi non quello di fornire loro offerte per la loro esistenza. Anche se ci sono annotazioni dei cari tornando dall'aldilà con avvisi o consigli, la maggior parte dei fantasmi della Mesopotamia erano ospiti indesiderati che sono stati inviati al loro regno attraverso l'uso di incantesimi, amuleti, preghiere o esorcismo.

Fantasmi egiziani

I vivi che sono stati molestati dal fantasma avrebbe dovuto perorare la loro causa direttamente allo spirito restituito nella speranza di una risposta ragionevole.
Nell'antico Egitto, il ritorno di un fantasma è stato anche considerato un fatto molto grave. Per gli Egizi, inesistenza era un concetto intollerabile, e si credeva che, alla morte, l'anima ha viaggiato alla sala della verità, dove è stato giudicato da Osiride e 42 giudici, avendo il suo cuore pesava in equilibrio con la piuma bianca della verità; Se il cuore è stato trovato più leggero di piuma, l'anima ha proceduto alla vita ultraterrena, mentre se era più pesante, è stato gettato a terra dove esso è stato mangiato da un mostro e l'anima cesserebbe di esistere. Cuore sarebbe più chiaro se uno aveva vissuto una vita buona e più pesante, se uno non aveva. L'aldilà era conosciuto come il campo di canne, che era un'immagine speculare della vita sulla terra in Egitto. Uno sarebbe godere la casa si sapeva, il flusso di quella casa, su uno albero preferito e cane, e quindi non c'era alcuna ragione per un'anima di voler tornare sulla terra, a meno che l'anima ha avuto una buona ragione per farlo.
clip_image003
Osiride
Nel precedente periodo dell'Egitto, l'anima era considerata un'unica entità nota come la Khu, l'aspetto immortale di un individuo, ma in tempi successivi, l'anima è stato pensato per essere composto da cinque componenti differenti. Due di questi componenti, il Ba e il Ka (spirito e personalità), si sono riuniti dopo la morte sotto forma Akh, ed era questa entità che sarebbe tornato come un fantasma. Se corretto riti non erano stati osservati nella sepoltura o viventi prima o dopo la morte della persona aveva commesso qualche peccato, l'Akh era dato dispensa dagli dèi per tornare sulla terra per ristabilire il torto. I vivi che sono stati molestati dal fantasma avrebbero dovuto perorare la loro causa direttamente allo spirito restituito nella speranza di una risposta ragionevole e, se era inefficace, avrebbe bisogno di avere un sacerdote intervenire e giudicare tra i vivi e i morti. Un esempio di questo sarebbe come, quando sventura cadde su un vedovo, che è stato prima attribuita a qualche "peccato" aveva nascosto da sua moglie che lei, ora onnisciente in campo di canne, fu punendolo per. In una lettera da un vedovo di moglie morta, trovata in una tomba dal nuovo regno, l'uomo supplica con lo spirito della moglie di lasciarlo da solo come egli è innocente di qualsiasi irregolarità:
Che cosa malvagia ho fatto a te che dovrei venuti a questo passaggio di male? Che cosa ho fatto per te? Ma che cosa hai fatto a me hanno messo le mani su di me anche se non avevo niente malvagio a te. Dal momento in cui ho vissuto con te come tuo marito fino a oggi, che cosa ho fatto per te che bisogno di nascondere? Quando tu ammalarsi della malattia che tu fossi, ha causato un maestro-medico essere recuperato...Ho passato otto mesi senza mangiare e bere come un uomo. Ho pianto grandemente insieme con la mia famiglia davanti al mio quarto street. Ho dato vestiti di lino per avvolgere te e non lasciato alcun vantaggio annullato che ha dovuto essere effettuata per te. Ed ora, ecco, ho passato tre anni da solo senza entrare in una casa, anche se non è giusto che uno come me dovrebbe avere per farlo. Questo avere ho fatto per causa tua. Ma ecco, tu non distinguere il bene dal male (Nardo, 32).
Se adeguatamente sepolto con riti adeguati e continuamente ricordato, gli spiriti dei morti potrebbero essere di grande utilità per i vivi e vegliare su di loro per tutta la vita. C'era una differenza significativa, tuttavia, nella comprensione egiziano di uno "spirito" che risiedeva pacificamente nel campo di canne e un "fantasma" che è tornato a terra.

Fantasmi in Grecia e Roma

Fantasmi nell'antica Roma furono comprese ad apparire in un certo modo prevedibile e, solitamente, in certi momenti della notte.
Nell'antica Grecia, aldilà ha consistito di tre regni distinti. Quando uno è morto, messo una moneta in bocca per pagare Caronte il traghettatore per prendere l'anima attraverso il fiume Stige. Questa moneta non era "pagamento", esattamente come un segno di rispetto tra l'anima e la divinità - il maggiore il valore della moneta, la sede migliore anima ottenuto nella barca di Caronte. Una volta che l'anima era da altro lato, uno sarebbe passano il cane a tre teste Cerberus e poi stare davanti a tre giudici a dare conto della vita che uno aveva vissuto. Quando la storia era stato detto e come i giudici conferiti, uno sarebbe dato una tazza di acqua dal fiume Lete, le acque dell'oblio e avrebbe dimenticato ex vita sulla terra. I giudici sarebbe quindi assegnare l'anima una posizione: se tu fossi stato un guerriero morto in battaglia, andò per i campi Elisi, che erano un paradiso; Se fossi stata una persona buona, è andato alla pianura di Asfodelo, anche piacevole; Se fossi stata una persona cattiva, poi è andato alle tenebre del tartaro dove l'anima rimase fino a quando essa aveva espiato i peccati della propria vita. Nessuna anima è stato "condannato all'eterna dannazione". L'anima nel tartaro potrebbe diventare elevato la pianura di Asfodelo in tempo. Come nelle culture della Mesopotamia e dell'Egitto, anime non si aspettava di tornare sulla terra per qualsiasi ragione, ma a volte hanno fatto ancora. Questo stesso paradigma di base è stato adottato dalla cultura romana che ha tenuto una molto più profonda credenza nei fantasmi dei greci.
clip_image004
Lekythos attico
Nella commedia Mostellaria (The Haunted House), il drammaturgo romano Plauto racconta la storia di come un ricco mercante ateniese denominato Theopropides va via per affari e lascia il funzionamento della sua casa a suo figlio, Philolaches. Philolaches vede l'assenza di suo padre come un'opportunità per godersi la vita al massimo invece di provare un intendente responsabile e prende in prestito una grossa somma di denaro per comprare la libertà di una schiava che ama. Trascorre poi ancor più soldi per lanciare una grande festa per i suoi amici a casa di suo padre. Tutto sta andando bene per Philolaches fino a quando il suo schiavo, Tranio, gli dice che lui ha appena ottenuto la parola che Theopropides è inaspettatamente il ritorno dal suo viaggio e sarà presto casa. Philolaches panico, non sapendo cosa fare con i suoi ospiti, o come egli spiegherà a sue spese enormi, ma Tranio assicura lui tutto andrà bene. Si blocca Philolaches e i suoi ospiti in casa e incontra Theopropides fuori, dicendogli che lui non può entrare perché la casa è stata trovata per essere ossessionato. Egli racconta Theopropides che un fantasma è apparso a Philolaches in sogno, nel cuore della notte, mentre le torce erano ancora accesi e lo ha informato che è stato assassinato in casa tempo fa da un suo ospite malvagio che ha ucciso per il suo oro. Tranio ulteriormente dice che il cadavere di un uomo assassinato è ancora nascosto in casa, ed è pericoloso per chiunque di entrare. Theopropides ritiene la storia senza domanda e dove vivrà ora si dispera. Un usuraio poi rivela, chiedendo il pagamento del prestito Philolaches tirò fuori per comprare la schiava, e Tranio spiega che questo è stato fatto per acquistare la casa accanto, poiché la casa vecchia 'Theopropides ora è inabitabile. Anche quando Theopropides va alla porta accanto e parla di Simo, il proprietario della casa, che nega che egli vendette a Philolaches, Theopropides ancora non mostra segni di mettere in dubbio la storia di fantasmi.
La sepoltura impropria dei morti è stata considerata il motivo principale per il ritorno di uno spirito dall'aldilà.
Fantasmi nell'antica Roma furono comprese ad apparire in un certo modo prevedibile e, solitamente, in certi momenti della notte. Lo storico D. Felton ha notato che un pubblico che ha goduto Mostellaria avrebbe trovato casuale storia di fantasmi di Tranio esilarante perché ha partito da ciò che la gente sapeva la verità di un ossessionante sarebbe: il fantasma di un uomo assassinato apparirebbe in una stanza illuminata da una torcia (dato che non si vedeva fantasmi senza un qualche tipo di luce) ma non appare in sogno a meno che lui era un amico o persona amata. Fantasmi che sono apparsi nei sogni sono stati considerati un genere completamente differente di spirito che un fantasma "agitato", che aveva sofferto una morte prematura o ingiusta e non era stato sepolto con i riti corretto. Nella sua fretta di mettere insieme una storia per il padrone di casa, Tranio confonde due tipi distinti di ghost story e, osserva Felton, il pubblico antico avrebbe trovato questa confusione divertente.
Un'interessante partenza da questo paradigma è la storia della fanciulla Philinnion come detto da Phlegon di Tralle (II secolo) e successivamente da Proclus (v secolo D.C.), in cui Philinnion è sposata con uno dei generali di Alessandro Magno, Cratero e muore dopo sei mesi di matrimonio. Lei è tornata alla vita e visite di un giovane di nome Machates ogni notte nella sua stanza a casa dei suoi genitori. Quando lei viene scoperto dai suoi genitori, spiega che lei fu liberata dagli inferi per uno scopo specifico e poi muore una seconda volta. Lo storico Kelly E. Shannon, tra gli altri, ha sottolineato le lunghezze che Phlegon va per autenticare la sua storia, presentandolo come un primo conto persona sotto forma di una lettera relativa di un evento storico che è accaduto in un luogo specifico (Anfipoli) in un determinato momento (durante il Regno di Philip II di Macedon) pur facendo attenzione a non essere così specifica che un lettore al corrente con la storia di quel luogo e tempo avrebbe motivo di dubitarne. Shannon scrive:
Che cosa può un lettore ragionevolmente credere? Letteratura romana è pieno di creature strane e inspiegabili, oggetti e avvenimenti, da centauri apparizioni spettrali di eruzioni vulcaniche. E queste non si limitano al mondo del mito. Conti del mondo naturale spesso si concentrano su fenomeni che possono sembrare stravaganti o impossibile: autori come Plinio il vecchio presentare come vere cose che un pubblico moderno razionale troverebbe difficile o addirittura impossibile prendere sul serio (1).
Questo fenomeno fa riferimento a Shannon era noti ai Romani come mirabilia (prodigi o miracoli) e comprendeva parlando di bestie, incredibilmente alte spirito-donne, visioni da dèi e fantasmi. Tra i più famosi di tale mirabilia è il racconto di Plinio il giovane (61-115 CE) che racconta la storia del filosofo Atenodoro, che viene ad Atene e sente di una casa infestata che sta economicamente perché ognuno ha paura del fantasma che lo tormenta. Atenodoro affitta la casa, e che la notte, sente il tintinnio delle catene e si sveglia per trovare un uomo nella sua stanza che moti che egli dovrebbe salire e venire con lui. Atenodoro segue il fantasma di un posto nel cortile della casa dove lo spirito svanisce improvvisamente. Il giorno dopo Atenodoro ha il magistrato della città scavare il posto dove si trovano i resti di un uomo intrecciate con catene. Il corpo è sepolto con tutti i riti corretto, e la casa non è infestata. Questa storia è tipica di un "inquietante", in cui uno spirito appare a chiedere il risarcimento per un torto. La sepoltura impropria dei morti - o mancanza di qualsiasi grave - è stata considerata il motivo principale per il ritorno di uno spirito dall'aldilà anche sopra il desiderio di uno spirito di avere loro morte vendicata.
La possibilità di un spirito di ritornare per chiedere a una persona cara per vendicare la sua morte è illustrata in una favola raccontata da Apuleio, in cui un uomo chiamato Trasillo cade nell'amore con la moglie del suo amico Tlepolemo e uccide lo caccia. Lei lo spirito di Tlepolemo appare alla moglie in un sogno, racconta come morì e chiede di vendicarlo. Trasillo ha chiesto se egli può corteggiarla, ma lei ha negato il suo vestito perché lei è ancora in lutto. Lei ora dice, tuttavia, che egli può farle visita quella notte. Lei gli offre il vino che è drogato e, una volta cade in uno stupore, lei lo acceca con il suo perno di capelli, sostenendo che la morte è troppo facile una punizione per quello che ha fatto, e lui ora deve vagare attraverso la vita senza vedere il mondo. Poi lei corre alla tomba del marito, racconta la storia della sua morte e uccide se stessa con la sua spada. Trasillo stesso ha rinchiuso nella tomba Tlepolemo e affama se stesso alla morte.
Questi, poi, furono i due modi principali di un'udienza antica capito fantasmi a manifestarsi (anche se non erano l'unica modalità di manifestazione), nei sogni o nelle apparenze fisiche e di solito hanno a che fare con qualche problema che circonda la loro morte e questo stesso paradigma è osservato in altre culture.

Fantasmi in Cina e India

Durante il Festival del fantasma, la gente lascia fuori cibo e doni per i defunti nella speranza che rimarranno nel loro regno e non vivente di guai.
Nella cultura cinese, lo spirito di una persona che aveva annegato, morì da solo, morì in battaglia o ha subito qualche altra morte dove sono andati insepolto sembrerebbe corporeo e potrebbe essere visto solo di notte dalla luce della torcia. Lo spirito di un antenato che desiderava riguardano alcune informazioni o dare un avviso appare in sogno. Fantasmi erano considerati una realtà del filosofo cinese Mo Ti (470-391 A.C.) che ha sostenuto a favore di accettare la relazione del fantasma del ministro Tu Po ritorno dall'aldilà e assassinando Xuan, il re di Zhou. Argomentava che quando le persone raccontano di come una certa macchina opera con cui si è la non conoscenza, o come certe persone si comportano o parlano in una terra che non sono mai stati a, quello che si dovrebbe accettare dire se la loro relazione sembra credibile e se, se stessi, sembrano testimoni affidabili. Seguendo questa linea di ragionamento, quindi, si dovrebbe accettare ciò che viene detto sui fantasmi, se quelli che dicono che uno di loro può essere attendibile in quello che hanno detto su altre cose nella vita uno può verificare se stessi. Come antichi resoconti storici, come pure i rapporti contemporanei del suo tempo, conteneva riferimenti a fantasmi, essi devono essere accettate come una realtà allo stesso modo uno riconosciuto storia consolidata e rapporti di notizie del giorno, anche se uno non ha sperimentato un fantasma di se stessi.
La credenza cinese in fantasmi fu fortemente influenzata dalla loro pratica di culto degli antenati e la credenza che i defunti ha continuato ad esercitare una forte influenza sulla vita delle persone. Come in altre culture menzionate, gli spiriti dei morti potrebbero trarre beneficio vivente a meno che non vi era stata una scorrettezza nella sepoltura o riti funebri o morti erano stata data la dispensa dal cielo per tornare a destra un torto. Il Festival del fantasma, che è nato per onorare e placare i morti, continua che si terrà il quindicesimo giorno del settimo mese dell'anno. Conosciuto come il "mese del fantasma", questa volta è pensata per essere quando il velo tra il Regno dei vivi e dei morti che è più sottile e morti possono facilmente attraversare sopra (simile al concetto celtico di Samhain e il festival mesoamericana, conosciuto come il giorno dei morti). Durante il Festival del fantasma, la gente lascia fuori cibo e doni per i defunti placare e loro onore nella speranza che rimarranno nel loro regno e non vivente di guai.
clip_image005
Fantasma Festival, Cina
L'aldilà cinese è stato pensato come un viaggio in cui l'anima ha dovuto attraversare un ponte sopra un abisso dove è stato giudicato. Se l'anima è stato trovato degno, continuò, sospesa in un padiglione di guardare indietro sulla terra dei viventi uno l'ultima volta e poi ha bevuto una tazza di un infuso chiamato zuppa di Mengpo che ha causato uno dimenticare ex vita interamente. La cultura dei fantasma cinese diverge a questo punto su cosa succede all'anima; secondo alcune opere, l'anima va in cielo, mentre secondo altri, si è reincarnato. Se l'anima è trovato indegno mentre attraversa il ponte verso l'aldilà, si scivola giù nell'inferno dove rimane. In entrambi i casi, l'anima non si aspettava di tornare alla terra dei viventi e, se uno ha fatto, e non era un antenato che appare in sogno con qualche avviso o Consiglio, era che certa una sorta di forza del male è stato coinvolto.
Ciò è esemplificato nel racconto di Ning Caicheng e Nie Xiaoqian dal libro dello scrittore Pu Songling delle storie del 1680 CE. La storia è pensata per essere molto più vecchio di seicento CE e racconta la storia della visita di Ning in un tempio dove viene visitato dal fantasma della fanciulla Nie. Lei cerca di sedurlo, ma lui resiste a causa della sua fede nella condotta virtuosa. Due altri viaggiatori che vengono a soggiornare presso il tempio sono trovati morto la mattina successiva con fori trapassati in suole dei loro piedi e il loro sangue drenato. Nie arriva a rispettare la virtù di Ning resistere suoi anticipi e gli dice che morì nel tempio quando lei aveva solo 18 anni e passò sotto il controllo di un demone mostro che hanno abitato la terra dove fu sepolta. Questo mostro richiesto di sedurre i viaggiatori e drenare il sangue che ha poi alimentata a lui. Ning scava fino resti di Nie e li trasporta a casa con lui dove ri-li seppellisce vicino a casa sua e riversa una libagione sulla sua tomba come segno di rispetto e onore. Dopo aver effettuato i riti funerari appropriati per la ragazza, egli si rivolge a lasciare la sua tomba, ma lei grida a lui, e scopre che lei è stata restituita alla vita a causa della sua condotta virtuosa e i suoi sforzi nel seppellire lei correttamente. Ning e Nie poi sposare e, come va la storia, vivere felici e contenti con i loro figli.
Storie di fantasmi cinesi spesso portano una morale sulla falsariga della leggenda di Ning e Nie e sottolineare comportamenti virtuosi e bontà verso gli altri. Confucio stesso crede nell'efficacia della storia fantasma perché si sentiva le lezioni apprese da incontri soprannaturali potrebbe infondere virtù corretta nel vivente. Sentiva che questo era vero anche per incontri con i cosiddetti fantasmi affamati, che erano spiriti cui parenti avevano dimenticato i loro doveri di rispetto e di ricordo o gli spiriti di coloro che erano stati assassinati, ma cui killer non era stato portato alla giustizia. Fantasmi affamati si pensiero di aver ricevuto un permesso speciale da dèi a tormentare i vivi fino a che non hanno ricevuto il loro dovuto. Il fantasma affamato potrebbe tormentare la mente dei viventi o abitano la casa e comportarsi sulla falsariga della familiarità poltergeist.
Anche questo era vero in India dove i fantasmi del defunto erano visti come una sorta di fantasmi affamati. In India antica (e moderna) fantasmi erano conosciuti come Bhoots e apparso come esseri umani, ma con i piedi all'indietro che potrebbero cambiare il loro aspetto senza avvertimento. I piedi sono pensati per apparire all'indietro per simboleggiare che qualcosa è andato storto, che lo spirito è in una condizione innaturale. Bhoots concretizzarsi quando la persona muore prima di aver ordinato tempo sulla terra. Poiché essi erano in grado di godere la pienezza della loro vita, ritornano a terra nella speranza di possedere il corpo di qualche persona vivente. Fantasma di possesso, compreso lo spirito ri-animare il proprio cadavere, era una grande preoccupazione nell'antica India, e alcuni studiosi mantengono che ciò ha portato alla pratica di cremare i morti. Se un corpo venivano cremato, lo spirito non poteva ritorno ri-animare e l'incendio di alcune spezie, insieme con l'uso di amuleti e preghiere, potrebbe proteggere i vivi dallo spirito prendendo possesso di loro dopo che ha trovato il suo corpo morto non potrebbe ri-abitare.
Ci sono storie che coinvolgono regioni infestate, case e persino città dove i fantasmi sono stati presenti per molti secoli.
Dal momento che questi spiriti sono morti prima di aver tempo a disposizione, sono molto infelice e solitamente arrabbiato. Fantasmi sono stati pensati per causare più problemi quando si sono manifestati fisicamente ma, come in altre culture, sono stati considerati benefici quando apparve nei sogni e potrebbe essere riconosciuti come lo spirito di qualcuno il sognatore aveva conosciuto, soprattutto un parente. Un bhoot particolarmente pericoloso era conosciuto come il churail, che era lo spirito di una donna che era morta di parto. Questo fantasma è stato pensato per essere incontrato di incroci e intersezioni e farebbe progressi di amicizia per la vita. Se la persona vivente era una donna, il churail cercano di rubare i suoi figli o provare a possedere il suo corpo e, se un uomo, dovrebbe cercare di sedurre e poi ucciderlo. Una volta che il bhoot aveva vissuto fuori suo tempo assegnato sulla terra, anche il churail, sarebbe lasciare e ri-entrare nel flusso della reincarnazione. Credenza indiana in un aldilà che coinvolgono la trasmigrazione delle anime dettato che l'anima del defunto è stato giudicato secondo i suoi atti, mentre nel corpo e sarebbe spostare in alto o in basso una gerarchia spirituale nell'incarnazione successiva. Sembrerebbe, tuttavia, che non ogni anima proseguì, poiché ci sono storie che coinvolgono infestata regioni, case e persino città dove i fantasmi sono stati presenti per molti secoli.
Il più famoso di questi siti è Bangarh Fort in Rajasthan che è una città abbandonata è pensato per essere abitata dai fantasmi. La città fu costruita sotto l'impero di Mughal nel 1573 CE e, come la leggenda, fu prospera finché maledetto da un solitario eremita che abitava vicino. In una versione della storia, questo eremita era un uomo saggio che ha dato la sua benedizione all'edificio della città a condizione che nessuna delle case è salito tanto in alto quanto a gettare un'ombra sulla sua collina casa e bloccare così il suo sole. I costruttori originali della città rispettata la sua richiesta ma, successivamente, si era dimenticato e aggiunte sono state fatte al palazzo che gettare la sua ombra sulla casa dell'eremita. Ha maledetto la città ei suoi abitanti per la loro mancanza di considerazione e, in una sola notte, tutte le storie superiore degli edifici sono stati distrutti e le persone che sopravvissero poi deserta Bangarh Fort e costruirono una nuova città di Bangarh nelle vicinanze.
clip_image006
Le rovine di Bhangarh Fort, Rajasthan
L'altra versione della storia coinvolge la bella principessa Ratnavi e il malvagio mago Balnath Baba. Il mago era nell'amore con la principessa, ma sapeva che non sarebbe mai tornata suoi sentimenti. Ha inventato una pozione d'amore che vuoi attirare potentemente la principessa a lui e travestito da profumo, che lui poi aveva presentato al suo un giorno nel mercato. Ratnavi sospetta bottiglia tenuto qualcosa di diverso dal profumo e versò su un masso vicino che, a causa dei poteri magici di pozione, ha disegnato il masso direttamente verso la procedura guidata e lui schiacciato. Mentre stava morendo, Baba Balnath maledetto Ratnavi e l'intera città e giurò che nessuno dovrebbe mai vivere tra le sue mura ancora. Come nella versione della storia, la città era deserta poi in una sola notte dopo una catastrofe e, fedele alla sua maledizione, e mai più fu abitata da vivente. I morti, tuttavia, si ritiene che ancora risiedono presso Bangarh Fort e ci sono rapporti al giorno d'oggi da persone che affermano di sentire delle voci spettrali, risate disincarnata di vecchia piscina di balneazione, orme, che dicono anche che essi hanno visto luci muoversi in città e hanno visto anche lo spirito della principessa Ratnavi se stessa.

Fantasmi mesoamericana

Nel sistema di credenza Maya, indugiando fantasmi come quelle ha detto ad abitare Bangarh furono intollerabili e doveva essere tenuti a bada attraverso ciondoli e amuleti o guidato indietro agli inferi attraverso l'intercessione di un Daykeeper (sciamano). L'idea di Maya dell'aldilà era simile alla vista di Mesopotamian che la malavita era un luogo oscuro e terribile, ma Maya ha preso visione ulteriormente: nel mondo sotterraneo Maya (conosciuto come Xibalba o Metnal) c'erano numerosi signori di morti che potrebbero ingannare l'anima del defunto, come ha cercato la sua strada verso il paradiso. Una volta l'anima disceso in questo mondo sotterraneo, è stato un viaggio da cui non c'era più tornare indietro. Fantasmi, come con le altre culture accennata, non erano dovrebbe tornare al regno terrestre. Lo spirito avrebbe lasciato il corpo ed essere condotto attraverso una grande distesa d'acqua da un cane di spirito che poi avrebbe aiutato l'anima navigare attraverso le varie gite e trappole dei signori di Xibalba, raggiungere l'albero della vita che l'anima allora doveva salire fino al paradiso.
Come i Maya, gli Aztechi tenuto che l'aldilà era un luogo cupo senza ritorno.
Spiriti che è tornato, quindi, sono stati considerati innaturali a meno, come con altre culture, che apparve nei sogni ed erano riconoscibili come amici o familiari (anche se anche questo non era sempre il caso). Maya ha preferito credere che i morti che non erano a riposo perfetto potrebbero tornare sotto forma di piante che erano sia benefico o dovrebbe essere evitato. Il miglior esempio di questa credenza è la leggenda della Xtabay che racconta la storia di due donne belle, Xkeban e Utz-fondarono. Xkeban è stata trattata male le persone rispettabili della città perché lei era impegnato in illegale sesso con un uomo fuori del matrimonio, ma lei era amata da classi inferiori a causa della sua bontà di cuore e la sua gentilezza a tutti. Utz-fondarono fu molto apprezzato da classi superiori perché lei proveniva da una buona famiglia e osservato tutto il galateo sociale, ma era duro e crudele e curato per nessuno, ma se stessa.
Un giorno, una strana e inebriante fragranza riempito il villaggio e, quando la povera gente seguita alla sua fonte, sono venuti alla capanna di Xkeban e lei ha trovato morto al suo interno da qualche causa sconosciuta. L'incantevole fragranza era proveniente dal suo corpo. Hanno seppellita e, il giorno dopo, trovato bellissimi fiori selvatici in crescita in tutta la sua tomba che ha trasportato il profumo stesso avevano sperimentato il giorno prima. Poco dopo, Utz-fondarono morto ma, dal suo corpo rosa un odore terribile. La gente rispettabile del villaggio seppellita con una grande cerimonia donna buona e nobile e piantati molti fiori, ma il giorno successivo, i fiori erano abbassate e morì. Dalla sua tomba poi è cresciuto il fiore noto come Tzacam che non ha nessun profumo mentre, dalla tomba di Xkeban, è cresciuto il fiore Xtabentun che sente l'odore dolce e anime delle due donne divennero infuso con i loro rispettivi fiori.
Quando Utz-fondarono trovato che lei era un fiore pungente senza profumo, era geloso di Xkeban e creduto che peccato di Xkeban di amore fisico aveva in qualche modo ha portata tale prosperità. Entrò nella lega con gli spiriti oscuri di Xibalba per riportarla alla vita che lei potrebbe ora avere sesso con chi ha il piacere ed essere come Beato come Xkeban. Utz-fondarono non capito, tuttavia, che atto di Xkeban era stato motivato dall'amore mentre Utz-fondarono è stata motivata dall'ambizione. Lei è stata restituita a terra come il Xtabay, il fiore che cresce da cactus Tzacam ma a volte assume una forma umana e attende i viaggiatori all'incrocio. Se un uomo presta attenzione a lei, Lei seduce e poi lo uccide mentre, se il viaggiatore è una donna, lei punisce lei che affliggono la pace della mente.
clip_image007
Tezcatlipoca
Gli Aztechi hanno un'entità simile nelle loro credenze, che è in realtà più vicina alla churails dell'India. Lo spirito di Aztec è conosciuto come un Civatateos ed è il fantasma di una donna che morì di parto. Questi spiriti anche ossessionato crocevia ma ignorato i viaggiatori maschi; hanno aspettato per donne con bambini e poi colpito le donne e ha rubato i loro figli. Sono stati anche pensavano di poter scivolare nelle case di notte per rapire bambini ci. Amuleti e incantesimi sono stati appesi da porte e finestre per scongiurare la Civatateos. Nel sistema di credenze azteche, fantasmi sono stati anche ospiti indesiderati che solo portarono cattive notizie o servito come presagi di sventura. Come i Maya, gli Aztechi tenuto che l'aldilà era un luogo cupo di non ritorno e quindi, quando uno spirito ha fatto tornare indietro, era una chiara indicazione che qualcosa era andato storto o presto sarebbe.
clip_image008
Mictlantecuhtli
Come con la tribù di Tarasco, gli Aztechi credevano che cani potrebbero vedere uno contro fantasmi proteggerebbe ed entrambi i gruppi seppellivano i loro morti con i cani che sono stati pensati per poi servire l'anima nell'aldilà come guida sia attraverso gli inferi e come protettore contro i fantasmi. Taraschi furono profondamente turbati dalla paura dei fantasmi e così ha sviluppato il concetto del cane lo spirito. Si pensava che i fantasmi erano gli spiriti di coloro che era stato impropriamente sepolto, che era morto da solo a caccia e non furono mai trovati, o che era annegato. Questi spiriti sarebbero tornati a vivente finché i loro corpi sono stati trovati e adeguatamente sepolto con cerimonie. Il problema, naturalmente, era che i corpi non potrebbero essere trovati. In questi casi, i Taraschi tenuto che un cane lo spirito sarebbe trovare il corpo e portare via l'anima verso l'aldilà, affinché essa non avrebbe Difficoltà vivente.
I morti sono stati celebrati nelle culture mesoamericane, invece di essere pianto e questo ha dato luogo all'evento conosciuto oggi come il giorno dei morti (El Dia de los Muertos). La Comunità si raccoglie in questo giorno per ricordare coloro che hanno passato altro lato e per celebrare la loro vita. Originariamente, gli Aztechi onorato la dea degli inferi, Mictecacihuatl, durante questo festival e poi onorato le anime dei bambini che erano morti e poi gli adulti che erano passato altro lato. Il festival usato che si terrà durante il tempo del raccolto di mais (fine luglio e agosto), ma dopo la conquista spagnola ha spostato a novembre in coincidenza con tutti i Santi della Chiesa cattolica.

Fantasmi celtiche

Questo spostamento nella stagione del giorno dei morti in Mesoamerica avvenne a causa della politica della Chiesa cattolica di "Evangelizzazione" precedentemente esistenti feste pagane. Una simile celebrazione osservata in Nord Europa in Irlanda, Scozia, e Galles è noto come Samhain (pronunciato sou-quando o scrofa-quando). I pagani di queste regioni ha visto la vita come ciclica, non lineare, e l'anno ruotava come una ruota. Samhain era la fine di un ciclo e l'inizio del successivo e si era pensato che, in questo momento, il velo tra i vivi e i morti è cresciuto sottile e morti potevano camminare di nuovo in vita. Ciò ha avvenuto a fine ottobre/inizio novembre e tradizionalmente è considerato inizia al tramonto del 31 ottobre e andare fino al 2 novembre (anche se alcuni hanno osservato la celebrazione per una settimana prima del 31 ottobre per una settimana dopo). Anche se molte fonti moderne di giorno su internet e qualche televisione popolare illustrato dall'attestazione di Stati Uniti che Samhain era il Dio celtico dei morti e che persone avrebbe sacrificato a lui il 31 ottobre, questo non è così. Ci mai era un Dio celtico della morte conosciuto come Sam Hain. "Samhain" significa semplicemente "fine estate" in lingua celtica.
Durante Samhain bovini macellati, e le ossa sono state bruciate in "fuochi dell'osso", oggi conosciuti come falò.
I morti sono stati pensati per camminare liberamente attraverso il mondo in questo periodo e persone vuoi preparare pasti che loro defunti amici e parenti goduti mentre vivo. Samhain era una celebrazione importante quando il raccolto è stato portato, bovini sono stati abbattuti e salati per l'inverno e le ossa sono state bruciate, una pratica che ha dato luogo all'osso, gli incendi, che oggi sono conosciuti come falò. Il lato più oscuro di Samhain, tuttavia, era che i morti che erano inquieti (come i fantasmi affamati della Cina) erano inoltre liberi di vagare e così gente ha avviato la pratica di indossare maschere, così essi non sarebbe riconosciuti da uno spirito che può desiderare un danno. Questa usanza Pharoahs la celebrazione di moderno-giorno di Halloween. L'impero romano aveva conquistato gran parte della regione dei Celti del 1 ° secolo D.C. e, quando il cristianesimo divenne la religione ufficiale dell'impero nel IV secolo D.C., la Chiesa incorporato molte feste pagane nel loro calendario. Poiché Samhain era tale un festival popolare, fu portato nella Chiesa come Allhallows o Hallowmas, che divenne il giorno dell'anima tutti e poi tutti i Santi giorno quando i credenti pregavano per le anime dei defunti in purgatorio. Come con Samhain in Europa, così è stato con il giorno dei morti in Messico; le feste pagane divennero giorni delle osservanze cristiane.

Conclusione

Anche se la credenza che morti potrebbero tornare sulla terra al giorno dell'anima tutti i persistenti, è cambiato come la visione cristiana dell'aldilà è diventato sempre più popolare e fantasmi è venuto per essere collegati con i demoni e il diavolo. Fantasmi sono menzionati nella Bibbia in passaggi come Matthew 14.25-27, Mark 06.48-50 e Luke 24:37:39. Tra i passaggi più famosi riguardanti un fantasma è quello da I Samuel 28: 7-20 in cui re Saul va alla strega di Endor e le chiede di evocare il fantasma di Samuel, il suo ex consigliere e un profeta di Dio. Saul è in seguito tagliato fuori dalla grazia di Dio per aver scelto di consultare uno spirito circa quello che dovrebbe fare invece di confidare in Dio per il suo futuro. Fantasmi e spiriti di particolare prestigio, è venuto essere visto in una luce negativa, come il cristianesimo ha guadagnato più aderenti. Il passaggio in Mark 6 inoltre è stato interpretato come una rappresentazione negativa di fantasmi, in quanto i discepoli pensano che Gesù è un fantasma, quando vedono che cammina sull'acqua. Fantasmi non potevano camminare sull'acqua, solo divinità e coloro che sono stati divini, e così quando i discepoli confondono Gesù per un fantasma, si è pensato per mostrare la loro durezza di cuore a ricevere il messaggio di salvezza di Gesù. Lo studioso Jason Robert Combs ha notato come lo scrittore di Mark sapeva che il suo pubblico avrebbe riconosciuto il simbolismo dello spirito. Egli scrive:
Dèi e uomini divini cammino sull'acqua; fantasmi non lo fanno. Ma quando i discepoli vedono Gesù camminare sulle acque, credono che l'impossibile, piuttosto che l'ovvio. Inserimento di Mark di questa assurdità, "perché lo hanno visto camminare sul mare hanno pensato era un fantasma" (06.49), evidenzia in modo drammatico, misconstrual i discepoli della messianicità di Gesù (358).
L'autore del marchio fa continuamente al punto che i discepoli non è riuscito ad afferrare che Gesù è stato e ciò che la sua missione era di circa. Suo uso dello spirito all'inizio del suo libro avrebbe reso questo punto chiaramente ad un pubblico antico che avrebbe riconosciuto che un fantasma non può camminare sull'acqua e che, ulteriormente, l'acqua spesso è stata impiegata per allontanare i fantasmi. Il libro biblico di I Giovanni 4:1 gli Stati che uno dovrebbe testare tutti spiriti per vedere se sono da Dio e non credere che ogni spirito è ciò che sembrano essere. Questo passaggio, accoppiato con la convinzione espressa nel passaggio da Mark e io Samuel e gli altri, ha incoraggiato un anche ulteriormente il giudizio negativo di fantasmi di persone aveva precedentemente. Sebbene fantasmi erano sempre stati considerati sgradito e innaturale, essi erano ora collegati con il demoniaco e sono stati visti come agenti del diavolo. Persone sono stati incoraggiati a rifiutare la realtà dei fantasmi poiché, alla morte, l'anima della persona è andato al cielo, inferno o Purgatorio e non ha fatto tornare sulla terra. Se uno ha visto un fantasma, poi, si dovrebbe supporre che fosse un trucco del diavolo per rullante anima per inferno in causando loro per dubitare l'ordine divino di Dio. Questo atteggiamento verso i fantasmi è sfruttato per scopi drammatici in Shakespeare di Amleto, quando il principe Amleto dubita che il fantasma che ha visto è in realtà suo padre tornò dalla morte e dice, "lo spirito che io ho visto/può essere un diavolo e il diavolo ha potere e per assumere una forma piacevole, sì e forse/fuori dalla mia debolezza e la mia malinconia/come egli è molto potente con tali spiriti/abusi me per Accidenti a me" (II.ii.610-615). Questa visione di fantasmi alterato completamente il vecchia comprensione che fantasmi erano le anime di coloro che erano morti e, poiché erano del diavolo, convinzione in loro era scoraggiato.
Nel tempo, una crescente fiducia in una secolare e più "scientifico" modo di vedere il mondo ha completato il lavoro iniziato dai fantasmi Chiesa e relegati al Regno della superstizione e finzione. A giudicare dal numero di siti Web e libri dedicati all'argomento, ci sono molti nel giorno moderno che sono interessati in materia di fantasmi, ma, in generale, la credenza non è incoraggiata culturalmente; precisamente la situazione inversa di come fantasmi sono stati visti nel mondo antico. Il giornalista John Keel, che ha studiato molti cosiddetti eventi paranormali ed è meglio conosciuto per il suo libro The Mothman Prophecies, una volta ha scritto che non c'è niente come il "paranormale" o "supernatural". Dopo citando una serie di strani eventi che persone hanno sperimentato nel corso della storia, chiglia osservato che ciò che la gente nel giorno moderno chiama "paranormale" o "supernatural" eventi sono in realtà normali e naturali gli aspetti della vita sulla terra. Il mondo di spiriti, fantasmi e anime che appaiono da un aldilà, secondo Keel, potrebbe essere proprio come di una realtà di oggi come lo era per il popolo del mondo antico; il motivo la gente non accetterà più fantasmi come parte della vita è semplicemente perché un mondo che funziona in questo modo non sia più riconosciuto come valido. Un nuovo paradigma di come il mondo ha lavorato è aumentato con il cristianesimo e quindi l'accettazione di una visione laica dell'universo e fantasmi sono stati ulteriormente le distanze dal Regno dei viventi fino, infine, hanno perso la loro potenza effettiva e divenne il fiocco di racconti e leggende.

Scritto da Joshua J. Mark, pubblicato il 30 ottobre 2014 con la seguente licenza: Creative Commons: attribuzione-non commerciale-Condividi allo stesso modo. Questa licenza consente di altri remix, tweak e costruire su questo contenuto non commerciale, purché essi autore di credito e loro nuove creazioni sotto le identiche condizioni di licenza.

Bibliografia

  • Un fantasma sull'acqua? La comprensione di assurdità in Mark 06.49-50 Jason Robert Combs
  • Autenticando la meravigliosa da Kelly E. Shannon
    http://Arts.St-Andrews.AC.uk/literaryinteractions/wp-content/uploads/2...
  • Medicina, chirurgia e salute pubblica nella Mesopotamia antica di Robert D. Biggs
  • Plauto - Mostellaria
  • Plinio il giovane: un'antica storia di fantasmi
  • Martin, T. r. Grecia antica. Pressa dell'Università di Yale, 2013.
  • Bremmer, N. J. ascesa e caduta dell'aldilà. Routledge, 2001.
  • Coventry, M. luoghi infestati della Scozia. Goblinshead, 2009.
  • Dalley, S. miti da Mesopotamia creazione, l'inondazione, Gilgamesh e othres. Oxford University Press., 2004.
  • Felton, d. Haunted Grecia e Roma. Pressa dell'Università del Texas, 1998.
  • Grimassi, R. spirito della strega: spiritualità in stregoneria contemporanea. Llewellyn Publications, 2003.
  • Hodkinson, O. epistolare narrazioni nella letteratura greca antica. Brill Leiden/Boston, 2014.
  • Jacobsenk, T. i tesori delle tenebre. Yale University Press, 1978.
  • Chiglia, j. A. il Mothman Prophecies. Tor Books, 2013.
  • Nardo, d. storia culturale esplorando - vivere nell'antica Roma. Greenhaven Press, 2003.
  • Nardo, d. vivere nell'antico Egitto. Greenhaven Press, 2004.
  • Pu Songling. Strane storie da un Studio cinese. Classici del Penguin, 2006.
  • Shakespeare, w. Amleto. Simon & Schuster, 1992.
  • Smith, H. religioni del mondo. HarperOne, 2009.
  • Stuart, E. G. la misteriosa Maya. National Geographic Society, 1977.
  • Toynbee, A. J. greco storico pensato da Omero all'età di Eraclio. La nuova libreria americana, 1960.
  • Watterson, b. egiziani. Wiley-Blackwell, 1998.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…