Passa ai contenuti principali

Paricutin, il vulcano che nasce da un campo di grano

Raramente vulcanologo arrivare a guardare la nascita, crescita e morte di un vulcano. Paricutin fornito tale opportunità. Paricutin è un vulcano di cono di cenere che si trova nello stato di Michoacan, Messico, nei pressi di un villaggio coperto di lava lo stesso nome. Vulcano eruttò su 20 febbraio 1943 e continuò in eruzione fino al 1952, durante la quale ha distrutto i villaggi di Parícutin e San Juan Parangaricutiro, seppellendo sia sotto la cenere e lava. Campanile di San Juan Parangaricutiro è ciò che resta del villaggio, frugando fuori la roccia di lava ormai solidificata.
A differenza della maggior parte dei vulcani, vulcano Parícutin non esisteva fino a quel fatidico giorno. Questo rende il vulcano unico perché è uno dei pochissimi vulcani cui nascita è stato assistito dall'uomo. Il vulcano si trova a circa 200 miglia ad ovest di città del Messico, nel campo vulcanico di Michoacan-Guanajuato, che contiene circa 1.400 bocche vulcaniche. Paricutin è il più giovane vulcano a forma nell'emisfero settentrionale.
paricutin-volcano-postcards-2
Nascita di un vulcano: la cartolina più presto conosciuta del vulcano Paricutin, preso sul 2 ° giorno dell'eruzione. Foto di credito
Per settimane prima dell'eruzione, gli abitanti di questo villaggio avevano sperimentato tremori e profondi brontolii dalla terra. Su 20 febbraio 1943 un contadino, Dionisio Pulido e sua moglie Paula bruciavano arbusti nel loro campo di grano quando hanno osservato la terra davanti a loro si gonfiano verso l'alto e crack per formare una fessura di circa 2 metri in tutto. Udirono sibilando suoni e vide sorgere fumo dalla fenditura, che hanno successivamente descritto come avendo un odore ripugna di uova marce. Dionisio Pulido non era sicuro di cosa fosse, ma è spaventato lui abbastanza per fuggire la scena. Incredibilmente, cosa assistito inconsapevolmente l'agricoltore fu la nascita di un nuovo vulcano.
Il giorno successivo, Dionisio, insieme a molti altri del villaggio, uscì all'alba per esaminare il sito. Ciò che hanno visto entrambi stupito e terrorizzato li. Rocce e fumo stavano girando verso il cielo, mentre il cono cresceva davanti ai loro occhi. Dopo poco più di un giorno il cono era già 50 metri di altezza, entro una settimana aveva raggiunto 100 metri e lava cominciò sgocciola sui terreni circostanti.
paricutin-volcano-postcards-3
"Vulcano portato a 17:30 su 20 febbraio 1943 nel villaggio di Paricutin, Michoacan. Foto scattata da Ruiz Chavez 28 febbraio 1943." Foto di credito
L'eruzione è diventato più potente in marzo, generando colonne di fumo alte di parecchi chilometri. Il vulcano era più intenso durante il primo anno, quando espulso oltre il 90 per cento del totale materiale vomitato fuori dal vulcano. Il denso fumo, cenere, esalazioni di zolfo e lava rendeva pericoloso per le persone nei villaggi di Paricutin e San Juan Parangaricutiro soggiornare, e hanno dovuto essere evacuate. Agosto 1944, la maggior parte dei villaggi di Paricutin e Parangaricutiro erano coperti di lava e cenere. Solo le torri della Chiesa di San Juan Parangaricutiro erano visibili sopra il campo di lava. A causa della tempestiva evacuazione, nessuno è stato ucciso dalla lava o le ceneri. Tuttavia, tre persone sono morte da un fulmine, connesso con l'eruzione.
Per i prossimi nove anni il vulcano ha continuato ad eruttare, anche se questo è stato dominato da relativamente tranquille eruzioni di lava che bruciata la circostante 25 chilometri quadrati di terra. Nel 1952, l'eruzione finì e Parícutin è andato tranquillo, raggiungendo un'altezza finale di 424 (1.391 metri) sopra il campo di grano dove è cominciato. Parícutin è creduto per essere un vulcano monogenetica, significato che non verrà mai eruttare nuovamente. È classificato come un vulcano estinto. Il cono di scorie e la Chiesa di metà-sepolto sono popolari tra i turisti oggi.
La nascita del vulcano generato enorme interesse non solo tra scienziato ma la popolazione in generale. Pan American aerei tra Los Angeles e città del Messico riferito deviate dal loro percorso regolare per poter mostrare ai passeggeri il nuovo vulcano. E ' anche catturato l'attenzione del grande schermo. Scatti del vulcano durante la sua fase attiva sono stati inclusi nel film di 20th Century Fox capitano dalla Castiglia, pubblicato nel 1947.
paricutin-volcano-18
Il cono di scorie, subito dopo la sua nascita nel 1943 in un campo di grano messicano. Foto di credito
Paricutin002
(Sinistra)Vista da Uruapan. (Destra) Mostra da Parangaricutiro Photo credit
paricutin-volcano-postcards-1
Stessa vista dal Parangaricutiro, ma alcuni mesi più tardi. Foto di credito
paricutin-volcano-postcards-4
Parangaricutiro: Al centro della foto, che circonda la Chiesa e bloccando la strada, è un muro nero di lava stillicidio verso la Chiesa. Avviso che viene rimosso tutto il legno dalla Chiesa e il villaggio, come la città è lentamente ricoperta di lava. Foto di credito
paricutin-volcano-postcards-5
Foto di credito
paricutin-volcano-postcards-6
Foto di credito
paricutin-volcano-postcards-7
Foto di credito
paricutin-volcano-postcards-8
Foto di credito
paricutin-volcano-9
Foto di credito
paricutin-volcano-11
Foto di credito
paricutin-volcano-12
Foto di credito
paricutin-volcano-15
1943 foto mostra una vista spettacolare di un'eruzione di Paricutin durante la notte. Foto di credito
paricutin-volcano-16
Foto di credito
paricutin-volcano-13
Foto di credito
paricutin-volcano-1
Immagine satellitare del cono del vulcano Paricutin.
paricutin-volcano-3
Foto di credito
paricutin-volcano-6
Foto di credito
paricutin-volcano-4
Foto di credito
paricutin-volcano-5
Foto di credito
paricutin-volcano-7
Foto di credito
paricutin-volcano-10
Foto di credito
paricutin-volcano-14
Foto di credito
Fonti: Wikipedia / Mexonline / Smithsonian Institution / San Diego State UniversityTradotto dal sito: Amusing Planet

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…