Cratere di impatto di Amguid

Amguid è un cratere meteoritico situato in una regione remota e inaccessibile dell'Algeria del sud-ovest. Il cratere non può essere avvicinato da auto a causa del terreno roccioso. Il più vicino luogo abitato è più di cento km di distanza, anche se a soli 13 km a nord del cratere è una guelta permanente circondata da tombe pre-islamiche, che suggerisce che il luogo è abitato lungo. Alcuni report di viaggiatori che questo cratere è stato visitato molto meno rispetto la vetta dell'Everest, almeno in tempi moderni.
La prima menzione di Amguid crater in letteratura scientifica si è verificato nel 1953 dall'esploratore francese Roman Karpoff, che ha notato che ha notato un possibile impatto cratere da un aereo nel 1948. La prima visita è stata di un geologo francese Jean Phillippe Lefranc nel 1969.
amguid-crater-1
Immagine satellitare del cratere Amguid
Il cratere è di circa 500 m in larghezza e la profondità approssimativa tra il fondo del cratere e suoi cerchioni è 65 m. cratere è stato riempito in parte con un vento soffiato sabbia; non è stata misurata la profondità reale del cratere sotto lo strato di questa sabbia. La parte centrale del cratere Amguid è pianeggiante e coperto di limi eoliane. Questi limi rifrangono la luce a causa della quale il cratere appare bianco visto dallo spazio.
Il cratere è probabilmente sono state formate meno di 100.000 anni fa, ma più di 10.000 anni. Non non c'è nessuna ricerca ancora che fornirebbe un dati più esatti.
amguid-crater-3
Foto di credito
amguid-crater-2
Foto di credito
amguid-crater-4
Foto di credito
Fonti: Wondermodo / Sahara OverlandTradotto dal sito: Amusing Planet