Tasse del raja - Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole per educare a valori

Parabole e storie di educare ai valori


C'era una volta un rossi che ha vissuto in un sontuoso palazzo, circondato da lusso e opulenza. Crudele e sanguinario mantenuto il modo di vita di spremitura fiscale sempre più terribile e onerosi per i suoi sudditi che avevano appena peggio vivere. Per questo motivo, fu odiato dal suo popolo e visse sempre più isolato. Ora ha appena lasciato il suo palazzo ed era temendo un complotto, una rivolta, sospettando di tutti.
Un giorno, aveva chiamato il suo ministro delle finanze e ha detto:
-È ora che si va alla tassa annua.
-Maestà - ha detto il ministro - quest'anno il raccolto è stato molto male. Tempeste e grandinate distrussero campi e persone non hanno nemmeno a mangiare. Vi chiedo di avere un po' di comprensione...
-Sei pazzo? -Rossi gridarono pieno di ira-. Non ho la colpa delle tempeste o scarsi raccolti. Se non vuoi finire i vostri giorni in prigione, obbedire al mio ordine e rendere tutti senza eccezione per pagare quello devo.
Ottimo come sempre ha detto il ministro - addebiterà le tasse. E per che cosa utilizzare i soldi raccolti?
-Sempre qualcosa da riparare o migliorare. Funziona bene tutto il Palazzo e la scrittura giù quello che hai bisogno di qualche miglioramento. In questo, useremo i soldi.
Il ministro ha preso il giro e vide i rossi con il volto cupo e spaventoso, la regina, mangiato dalla noia, a principitos da solo e senza amici, desiderosi di ottenere a correre intorno al campo. Vide gli intrighi dei cortigiani, sguardi di rancore e di odio di servi e contadini che arrivò al Palazzo.
Completata la sua ispezione, ha detto a Raja:
-Maestà, avevi ragione. Ci sono molte cose che ripristino e migliorare nel palazzo. Ho intenzione di pagare le tasse e con loro organizzerà che tutto è rotto.
Ha iniziato il suo tour del campo. A tocchi di banditore reale, la folla era mormorando al Plaza, unendo i loro stracci, si infuria e miserie. Indirizzo di memoria noto al sanguinamento. Ma, a quel punto si sono sbagliati. Essi non poteva credere ciò che hanno sentito. Le parole del ministro sono stati una fresca pioggia che ha lavato le sue paure e si infuria e affaticamento e stava mettendo le scintille di meraviglia e di gioia nei loro occhi e i loro cuori:
-Rossi, nostro Signore, per imparare che i raccolti di quest'anno sono stati molto male e a soddisfare i desideri della regina e i loro principi di bambini, ha
ha deciso di perdonare loro imposte. E non solo: coloro che stanno passando la difficoltà, aiutati dal tesoro reale, come il Raja ha deciso che nessuno dei suoi sudditi passare fame o bisogno.
Tutti i popoli e gli angoli del Regno, fu che sgorga una grande ondata di gioia e gratitudine.
Finito loro tour, il ministro è apparso prima i rossi, che ha ignorato le loro misure, pienamente responsabile.
-Come hai fatto? Ha chiesto il Raja. Posso immaginare che in molti villaggi hanno dovuto immergere nell'esercito per costringerli a pagare.
-No, no, niente di che. Mai sentito così tanto che vi accolgono
Ha detto.
Rossi guardò perplesso:
- E dove i soldi raccolti?
-Ha già speso tutto.
-Come!
-Sì, come lei mi ha detto, io ho riparato principali difetti del palazzo. Come ho visto che quello che mancava di più era la gioia e la fiducia, il frutto della misericordia e bontà, ha perdonato tutte le tasse e debiti.
Il re ha volato in una collera, ordinò l'incarcerazione del suo ministro e lo stesso a uscire davanti al suo esercito di raccogliere le tasse. Presto apparve dietro la porta del palazzo ha ricevuto che una pioggia di applausi e tifo raggruppa quella sinistra è sconcertato. Da tutti gli angoli del Regno persone erano venuti a rendere omaggio alla famiglia reale e ho visto alcuni bambini con mazzi di fiori, con il canto, si avvicinò con regali per i propri figli, i principi.
Per la prima volta in molti anni, nel cuore del re ha cominciato a battere la tenerezza e gratitudine, sono essi pieni di emozione e le lacrime agli occhi e capire che la felicità era possibile. Egli doveva trovare il suo ministro incarcerato e ha detto:
-Buono e saggio. Avevi ragione. Hai nel porre rimedio alle principali esigenze del palazzo. Sei un amministratore eccellente perché sai per convertire il denaro in felicità. Si dà il mio manager e consulente di vita.

(Racconto del Malabar)

Per la maggior parte delle persone, il denaro è il supremo bene. Sono convinto che tutte le porte sono aperte con i soldi ed è possibile soddisfare tutti i desideri. Pensano che denaro è, in definitiva, la via della felicità e per ottenerlo, sono disposto a fare nulla. Essi credendo di trovare libertà, schiavizzare la vita per soldi.
Il denaro è necessario per vivere, ma è molto triste vivere per soldi. Cosa importante è non avere ricchezza, ma sé ricca. Diciamo che tale un imprenditore, artista, atleta o professionale, è molto ricco, ma sono ricchi di che cosa? È persona davvero ricca, ricca di generosità, pienezza, pace, felicità? I soldi, possono comprare tante cose, certamente, ma non acquista l'importante né riesce a soddisfare i desideri più profondi:
"Acquistare il letto, ma non dormire". Noi perchè dormire nei letti dei materassi di piuma d'oro e squisita, se non riusciamo a dormire?
"Acquistare una casa, ma non una casa." L'essenza di una casa non è in mobili, lampade di cristalli pregiati, il vasellame d'argento, camere spaziose, la cucina... Casa deriva dalla parola latina "focus", che significa il calore. In molti palazzi di casa, persone languire nella noia, la noia e la solitudine. Non acquistare una casa: una casa fatta, sta costruendo giorno dopo giorno con amore.
"Il piacere di acquistare, ma non amore". Il piacere è fugace, amore resiste. Il piacere mai riempito le lacune dell'anima, non soddisfa pienamente l'amore vero, sì. Molti comprare corpi e piaceri, ma non riescono a comprare i cuori. Forse, sono temuti o invidiati, ma non amati.
"Acquistare un crocifisso, ma non la fede". Molti esibiscono crocifissi d'oro intorno al collo, pagare Suntuarie celebrazioni religiose, chiamare la stampa quando danno grande dispense. Niente di tutto questo, tuttavia, li porta a Dio. Molti atei sono costose opere di arte sacra e la semplicità e l'umiltà di molti poveri e piccole molle robusto grande fede.
Il segreto non è tanto accumulare denaro, ma trasformarlo in una fonte di felicità genuina. Molte persone hanno i soldi ma non sono felice. Essi cercano la felicità non dove. Seguono ciecamente promesse di venditori di illusioni...
Non sarai mai felice se si provoca problemi agli altri, se sai, se si utilizza il tuo potere per opprimere e umiliare. Trovate solo felicità se siete esso direttamente, se ti impegni per rendere possibile per gli altri.
So un maestro seminatore di felicità. Sforzarsi di comprendere e amare ogni studente e leccornie che il vostro soggiorno è una lunga festa di amicizia, di lavoro e di servizio.

Tradotto per scopi didattici