Scrivere - Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole per educare a valori

Parabole e storie di educare ai valori


Benito Pérez Galdós è stato, senza dubbio, la figura del XIX secolo spagnolo realismo vertice. Autore di una vasta opera letteraria che comprendeva circa ottanta romanzi e opere 22 teatrali, era in grado di riflettere come chiunque, specialmente in 46 volumi di "Episodios Nacionales", la società spagnola del suo tempo. Già anziano, è stato invitato da alcuni amici per trascorrere una stagione nel centro di Sitges. Come è stato già quasi cieco, a scrivere che avevo bisogno di una segretaria che stava prendendo nota di ciò che ha detto.
Un pomeriggio in cui Pérez Galdós era nella biblioteca di casa dettando alcuni testi, il proprietario della casa ha inviato una nota con il servo, una ragazza recentemente arrivato dal campo. Dopo un po', la ragazza è venuto indietro dicendo che non poteva trovare il messaggio perché erano troppo impegnati a scrivere.
-Che chi scrive è non, Don Benito - ha cercato di chiarire la signora.
-È molto sbagliato, signora - rispose la cameriera-. L'unica cosa che rende Don Benito sta parlando. Chi scrive veramente è il Signore che lo accompagna.
Molte persone pensano che la scrittura è quello di copiare e, infatti, ci sono studenti che hanno superato di dieci, quindici o più anni nel sistema di istruzione e in occasioni molto rare ha scritto qualcosa, o sono stati insegnati a scrivere realmente, in un modo personale per comunicare il suo pensiero o dump la loro creatività in un testo. Essere limitata semplicemente copiando e trascrivere centinaia di pagine, le parole e i pensieri degli altri, indipendentemente dal fatto se lo hanno fatto in dettature, copiando direttamente da libri o enciclopedie in quelle opere male chiamato di "ricerca", o previa memorizzazione di rispondere con successo la serie di test ed esami da eseguire in lunghi anni di scolarizzazione. Ed è che, come magistralmente esprime lo scrittore Julio Ramón Ribeyro, "scrivere, piuttosto che per trasmettere la conoscenza, è l'accesso a quella conoscenza. L'atto della scrittura ci permette di cogliere una realtà che, finora, ci era modo incompleto, velata, fuggitivo, caotico. Molte cose li capiscono li solo quando scriviamo ".
Se la scrittura è un mezzo di comunicazione e creazione, è anche imparare a pensare, perché è un mezzo privilegiato di espressione e di riflessione del pensiero. Quando scriviamo, meditiamo sulle idee che vogliamo esprimere, noi esaminare e giudicare i nostri pensieri. Questo è talmente vero che uno non riesce a capire un'idea fino a quando scrive. "Se volete sapere cosa ne pensate, scriverlo." Dietro molte resistenze a scrivere, le resistenze sono nascosti per pensare, ed è triste vedere come la scuola ha trascurato il continuo esercizio di scrittura creativa e personale.
Scrittura sta comunicando, rovesciando in altri per scatenare processi di creazione, di illusione, di speranza. Come ha detto Eduardo Galeano, "si scrive, ma il testo è nel lettore. Il viaggio di parole dentro di lui, appartengono a lui. La scrittura è un modo per cercare altro, prendere, dare l'anima. È l'avventura dell'incertezza. È come buttare le bottiglie in acqua con messaggi d'amore, di speranza, nella speranza che qualcuno li raccoglierà e rispondere".
Abbiamo bisogno di scuole e insegnanti attivamente impegnati nell'insegnamento di lettura e scrittura. Lettura e scrittura sono due facce della stessa medaglia. Per padroneggiare la scrittura dovrebbe leggere e scrivere molto, deve combattere con le parole e virtualmente l'esperienza che la scrittura è un mezzo per comunicare agli altri le proprie esperienze, i sogni, idee, paure, desideri e illusioni. Così, il bambino lancerà solo per scrivere liberamente se ritieni di avere qualcosa da dire e ciò che egli dice o ha è apprezzato dagli altri. Da qui l'importanza di creare un ambiente motivante, dove gli studenti sentiranno libero e desiderosi di esprimere i loro sentimenti nelle idee di Aula, occorrenze ed esperienze oralmente e per iscritto.

Tradotto per scopi didattici