Passa ai contenuti principali

Il segreto della felicità - Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole e racconti per l'educazione ai valori


Molti anni fa, viveva un uomo saggio che ha detto che ha mantenuto il segreto della felicità in una scatola. Re e signori più potenti della terra fornito il saggio loro fortune e poteri per mostrare loro il contenuto del tronco. Alcuni persino cercato di strappare il forziere con la forza, ma tutti i loro sforzi erano inutili, perché come l'uomo è stato sempre molto saggia sei riuscito li è così che nessuno troverà il petto.
Buon uomo vissuto più felice di tutti i giorni, mentre la maggiore infelicità di qualcuno, mangiato da invidia e impotenza, ha cercato invano di prendere in consegna il petto.
Un giorno, è stato depositato presso il saggio figlio pregandolo che aveva scoperto il segreto della felicità. Vedendo la sua purezza e semplicità, il saggio disse:
-A te se io vado a mostrarvi i miei segreti. Vieni con me e prestare attenzione. In realtà, ci sono due forzieri dove tengo i segreti per essere felici. E quelle casse sono la mia mente e il mio cuore. Perché nessuno ha trovato loro ancora tanto come sono venuti a cercare per loro e sono stati rimossi da forzare tutti i miei averi e i miei mobili. Il grande segreto che mantengono queste casse è una serie di passaggi che si devono prendere nella vita se vuoi davvero essere felice. Il primo passo è quello di riconoscere l'esistenza di Dio in tutte le cose e, pertanto, si deve amare e grazie per tutto quello che hai e tutto ciò che accade a voi. Il secondo passo è quello di amare se stessi: ti amo tanto e ogni giorno, ti svegli e sdraiarsi, deve ripetere te stesso più e più volte: "io sono importante, vale molto, io sono in grado di, io sono intelligente, sto amando, mi aspetto molto da me, non non c'è nessun ostacolo che non riuscivo a superare". Il terzo passo è mettere in pratica tutto quello che dici che tu sei. Cioè, se pensi di che essere intelligente, agire con intelligenza; Se si pensa che si può, fare quello che proponiamo; Se pensi che stai amando, esprime il vostro affetto a persone che amano; Se pensate che non vi siano ostacoli che non possono superare, proporre obiettivi nella tua vita e lotta per loro per conseguirli. Il quarto passo è che deve non invidiare qualcuno così ha o quello che è, perché invidia riempie il cuore di dolore e rabbia. Hanno incontrato i loro obiettivi, si sforzano per voi per raggiungere il tuo. Il quinto passo richiede di ostelli non rancori verso qualcuno nel tuo cuore; Se qualcuno si fa male, lo perdona e dimentica. Il sesto passo è che non si dovrebbero prendere le cose che non appartengono a voi; Ricorda che, secondo le leggi della natura, se oggi si prende qualcosa, domani saranno rimossi a voi qualcosa di più valore. Il settimo passo, non deve maltrattare chiunque, tutti gli esseri del mondo hanno il diritto di essere rispettati e che vogliamo. E infine, sempre alzarsi con un sorriso alle labbra di fiore, guarda al tuo intorno e vedere nel lato di vita buona e bella tutte le cose, pensare di tutto ciò che è stato dato, in quello che stai avendo tutto quello che hai, privilegiato di aiutarla gli altri senza aspettarsi nulla in cambio, guarda con affetto alle persone e darle lorocome me che ho fatto con te, il segreto della felicità.
Un famoso proverbio inglese dice: "lo scopo della vita è essere felici. Il luogo per essere felici è dove trovano e il tempo per essere felici è adesso".
Se Dio ci ha creati tutti e ogni uno di noi di amore, ci ha creati per essere felici. Tutti hanno il diritto di cercare la felicità e trovarlo. Quello che succede è che la maggior parte delle persone attivamente cerca la felicità non dove. Si cercano in denaro, a piacere, al potere, senza sospettare che è all'interno di ciascuno di loro. La chiave della felicità è in se stessi e fare ciò che si dovrebbe fare nel modo più perfetto. Si tratta, in breve, cercare l'eccellenza nella vita quotidiana di ciò che uno fa. Fare le cose quotidiane nel miglior modo possibile. Dove la parola meglio riacquista la sua dimensione tecnica, estetica e morale.
Il bambino a cui il saggio ha aperto i tesori della loro petti, mi ha detto che il segreto per essere felice. Volevo che vi dirà che si comunicano agli altri e, soprattutto, quindi praticare i passi di felicità nella sua vita. Si sforzano di essere buoni e saremo felici. Lo facciamo con
perfezione quello che dobbiamo fare e la felicità si arriva a noi da solo:

* * *

Un cucciolo è stato occupato a cercare di afferrare la propria coda. Passò di lì un cane vecchio e saggio e vederlo così disperata, ha chiesto:
-Cosa stai facendo che vedete così occupato in questo tipo di ginnastica così Impossibile?
-Loro hanno detto che la felicità è nella mia coda. Se prenderlo, sarò
felice.
Il cane saggio lo guardò con dolce comprensione e ha detto:
-È vero che la felicità è nella coda. Perché faccio quello che devo fare e andare dove devo andare e lei mi segue sempre.
Tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…