Passa ai contenuti principali

Gioca con Dio - Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole e racconti per l'educazione ai valori

Parabole e racconti per l'educazione ai valori


Molto santo eremita che viveva da sola in montagna giù ogni domenica alla massa del popolo e dopo la messa, era un buon tempo giocando con i bambini. Egli diede loro back flip, li gettò in aria, in competizione con loro nella corsa...Ogni domenica aveva nuovi giochi e occorrenze. Amavano i bambini.
Un giorno, l'insegnante gli si avvicinò per chiedergli che cosa era la sua magia affinché tutti i bambini del villaggio si sia vorrebbe.
-Insegno loro giochi pratica con Dio - durante la settimana, ha detto l'eremita.
Come il maestro lo guardò con stupore, l'eremita ha continuato lo guardava con gli occhi mansueti e profonde:
-Sì, spenderlo giocando con Dio. Non e ' nostro padre? E quale buon padre non gioca con i vostri bambini? Tutti chiamano Dios, il Padre, ma il modo in cui lo trattiamo, non sembrano molto convinti che è in realtà. A meno che non pensiamo che Dio è un padre molto seriamente e fastidiosa.
Quale immagine abbiamo e riflettere su Dio? Crediamo davvero che è un padre infinitamente buono, che ci ama più che possiamo immaginare? Un padre Castor, scherzi giocosi, che ama giocare e divertirsi con noi? E se crediamo veramente, dimostrerebbe il nostro agire e le nostre vite? O ci vuoi prendere Dio come un autoritario padre, distante e noioso, incapace di ridere o sorridere, cioè come un cattivo padre? Non sono forse le preghiere e le preghiere troppo grave e fastidiose? Abbiamo mai abbiamo osato giocare con Dio?
Certamente, Dio è il padre di tutti gli esseri umani e abbiamo chiamato all'esistenza di una vita in pienezza e gioia. Ma poche persone lo conosciamo e molti sono ancora meno che cosa sperimentiamo, sentiamo il suo amore. Quindi, il dovere che dobbiamo essere mediatori del suo amore con tutti coloro che non sono a conoscenza di esso, ignorarlo o hanno un'idea sbagliata della.
Molti studenti non hanno mai sperimentato il profondo affetto dei veri genitori. Si sforzano di curarli e li amo in modo che, attraverso di voi, possono guardare fuori l'insondabile honduras dall'amore di Dio. O amore di María, la Virgen, che è sempre stato sicuro percorso a Gesù, e che, come una madre meravigliosa, gustare i nostri giochi e gioie e ama giocare con noi e ci vedono felici:

* * *

Ha una bella leggenda francese del XII secolo che un Acrobat e clown, stanco di girando il mondo, è venuti all'Abbazia dei monaci di Chiaravalle con l'intenzione di raccogliere c'e dedicarsi interamente al servizio di Dio. Ben presto, tuttavia, è caduto sul conto che non era disposto a vivere la vita dei monaci. Egli non poteva leggere o scrivere, fu molto imbarazzante per l'artigianato e i momenti di preghiera erano infiniti. Come i giorni passati, ho visto più depresso, come se un velo di tristezza coperto la sua anima.
Una mattina molto presto, mentre i monaci erano in preghiera, clown acrobata cominciò a vagare per l'Abbazia e arrivati presso la cripta della Chiesa, dove scopre un'immagine della Vergine seduta sul suo trono. Il clown ha osservato con attenzione il viso amorevole e sentivo che niente aveva fatto nella sua vita per mostrare il suo amore figlio della Vergine. Come era l'unica cosa che potrebbe fare bene, saltando e ballando, è spogliato della sua abitudine di pesanti e cominciò a esercitare le loro migliori salti, smorfie e saltellavano alla Vergine, mentre egli lo pregò di accettare la sua performance come prova del loro amore.
Da quel giorno, mentre altri monaci sono stati dati alle loro preghiere, il clown ballando, saltando ed esercitato loro meglio agisce con tutta devozione alla Vergine della cripta. Un giorno un Monaco facendo le sue buffonate e saltando lo sorprese e, travasato, corse per dirgli l'abate. Caddero i due silenziosamente alla cripta e, nascosto dietro un pilastro, assistito le prestazioni di Acrobat e stordito finché egli cadde esausto sul pavimento. Quindi, non poteva credere che cosa hanno visto i loro occhi: la Vergine rosa dal suo trono, asciugò la sua fronte del clown e depositati in un lungo bacio di gratitudine e di amore.

Tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…