I tre setacci - Parabole e storie per Istruzione in valori

Parabole e storie per Istruzione in valori

Parabole e storie per Istruzione in valori


In un'occasione, un uomo si avvicinò a Socrate e gli disse:
-Devo dirti una cosa molto grave da un tuo amico.
Socrate lo guardò profondamente con i suoi occhi sagge e ha chiesto:
-Già fatto quello che voglio dire con il test dei tre setacci trascorrere?
-Test è? -ha detto il suo uomo sconcertato.
-Se non lo sai, mi sento bene. Il primo dei tre è il setaccio della verità. Sei completamente sicuro che è vero quello che voglio dire?
-Infatti, certo, sicuro, non. Penso che è vero perché ho sentito che è un uomo molto serio, che hai usato non per raccontare bugie.
-Se è così, sicuramente che non passò attraverso il setaccio secondo. È il filtro della bontà.
Uomo è arrossì e rispose timidamente:
-Certo che non.
Socrate lo guardò con simpatia e ha continuato dicendo:
-Anche se lei aveva passato cosa vuoi dirmi perché questi primi due scolapasta, ancora in terzo luogo, l'utilità sarebbe essere ti manca. Sei sicuro che sarà davvero utile e volete dirmi?
-Do utile? Infatti, non.
-Vedete? ha detto le Sage, se quello che voglio dire non so se è vero e certamente non è buono o utile, preferisco che non mi dica e tenerlo solo per te.
Egli parla solo il positivo degli altri affinché si sentono accettati, valorizzata, rispettata. Parole di tifo, che essi seminare fiducia, che sdraiarsi barriere e pregiudizi, che caldo cuori. La parola può ferire o incoraggiare, scoraggiare o entusiasmare, essere frusta o carezza. Combattere le idee preconcette, rimuovere pregiudizi, menti pulite. Non giudicare gli altri se non volete essere giudicati.
Formazione urgente di recuperare la parola come comunicazione di verità, rispetto, amicizia. Oggi si trova molto e senza il minimo di vergogna. Pubblicità e la retorica dei politici hanno fatto si trovano la chiave del suo successo. Viviamo in un mondo di ciarlatani, bloccato nel suono delle sue parole vuote. Pertanto, è urgente dare la parola il suo valore. Educare per rendere l'espressione di parola di vita, impegno.
Evitare ogni parola che ferita, combattere con tenacia la cultura del grido, offesa e pettegolezzi. È molto difficile guarire un'anima ferita da abuso o riparare il buon nome e la fama calpestati da bugie e pettegolezzi:
C'era una volta un giovane che aveva molto malumore e sempre stato bravo. Un giorno, suo padre gli diede un sacchetto di chiodi e gli disse che ogni volta che ha perso la pazienza, ha inchiodato uno di loro dietro la porta.
Il primo giorno, ragazzo guidato 37 chiodi e un numero simile nei giorni successivi. Gradualmente, come nelle settimane passate, il giovane è stato imparare a controllare il suo personaggio, poi si convinse che era più facile da padroneggiare la calma che continuano a chiodatura chiodi dietro la porta.
Infine venne il giorno che ha fatto non bravo una volta con ciò che quel giorno non doveva guidare qualsiasi chiodo dietro la porta. Quando è felice suo padre, questo suggerisce che d'ora in poi, ogni giorno che potenzialmente potrebbe essere controllato completamente, iniziare uno dei chiodi che si erano stabiliti nei precedenti giorni dietro la porta.
Essi spendevano i giorni e i giovani potrebbero finalmente annunciare il padre che non sono stati già unghie rimuovendo la porta.
Suo padre lo ha preso per mano, lo condusse alla porta e ha detto:
-Hai lavorato molto duramente, mio figlio, per controllare il tuo personaggio. Mi congratulo con voi. Ma guardate tutti quei buchi nella porta. E mai più sarà lo stesso. Ogni volta che si perde la pazienza e cerca qualcuno in collera, si lasciano cicatrici sulla tua anima, esattamente come quello che si vede alla porta. È verità che si può offendere qualcuno e poi rimuovere questo e fino a scusarsi, ma la cicatrice è nell'anima.
(Inviata via email da William Hernández)

* * *

Essi dicono che una donna molto pettegola, che stava mangiando gli altri, di cuoio è andato un giorno a confessare con San Felipe Neri. Dopo aver ascoltato molto attentamente alla donna e scoprire di che ha usato per ripetere la mancanza, anche se di solito ha confessare che, detto il confessore saggio mettere la penitenza:
-Andare a casa tua, uccidere un pollo e portami spiumatura e lungo la strada.
La donna ubbidì e, mentre è apparso davanti al sacerdote con il pollo spennato.
-Ora, il modo che è venuto di nuovo, uno raccogliere piume di gallina e ri-li elenco in luogo.
-Che s impossibile, padre! -rispose la donna smarrita. Nessuno potrebbe farlo, e tanto meno oggi, che rende entrambi vento!
-Lo so-disse il prete con dolcezza, ma volevo farvi capire che se non si può raccogliere piume di pollo sparse dal vento, come hai intenzione di in grado di riparare le cose negative stai dicendo c'è il prossimo?
Articolo tradotto per scopi didattici