Passa ai contenuti principali

L'arpista Figueredo

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Questa storia è anche di Galeano e fu a Cartagena, nell'incontro avvenuto nel 1997 sulla ricerca-azione.
Non c'era nessun partito in pianura o danza del joropo senza il maestro arpa magica Figueredo. Le dita accarezzare le corde e illuminato di gioia e il fiume largo della sua prodigiosa musica fluiva in maniera incontrollata.
Era di persone in città, annunciando e permettendo al partito. E le relative descrizioni e sua arpa, dalle strade della pianura infinite.
Una notte, ho dovuto attraversare un morichal spessa e ci aspettavano i banditi. Hanno aggredito, picchiato selvaggiamente fino alla morte e ha preso descrizioni li e l'arpa.
La mattina dopo, passati attraverso lì alcuni vettori e trovato il maestro Figueredo ricoperta di lividi e sangue. Egli era vivo, ma in pessime condizioni. Egli difficilmente potrebbe parlare. Ha fatto uno sforzo incredibile ed è venuto a blaterare con labbra gonfie e insensibile: «Mi ha rubato i muli». È tornato a sprofondare in un silenzio che fa male, e dopo una lunga pausa, è riuscito a spingere le labbra frantumi una nuova denuncia: «Mi ha rubato l'arpa». Dopo un po', e quando sembrava che non hai intenzione di dire nulla, cominciò a ridere. Era una risata fresca e profonda che inspiegabilmente è venuto fuori che la faccia scorticata. E tra le risate, Figueredo maestro è stato in grado di dire: «Ma non mi ha rubato la musica!».
Cerchiamo di non essere rubato noi illusione, speranza, sogno, utopia. «La storia è finita,» pontificated il giapponese americano Francis Fukuyama, come espressione di quella cultura neo-liberale che si pone con le pretese egemoniche e cerca di convincerci che questo è il migliore dei mondi possibili, e quindi non ha senso cercare di cambiarlo. Felicità è ridotto a livelli di consumo semplice e sogni ridotti a oggetti di marche che ci contraddistinguono e ci crescono l'illusione che siamo superiori e migliore. Non c'è nessuna che credere, cosa credere, come credo, tranne che per i consumi privati e industriali. La speranza è crollata e morente. Neve lungo e forte nei cuori che cercano il calore delle cose.
Oggi, più che mai e precisamente perché miliardi di persone nel mondo vengono rimossi o "esclusi" la possibilità di una vita dignitosa, utopie, come Frei Betto, dice ' non solo avere futuro, diventano necessarie e urgenti. Ma essi non si trovano in ogni scaffale del supermercato. Essi si presenteranno come in impoveriti, che ha apportato modifiche a un futuro di diventare migliore... C'è forse finire della storia quando scopriamo la storia proprio come parte di un processo collettivo e acquisito la consapevolezza dei diritti umani, civili, sociali e religiose».
Letto da qualche parte la denuncia della cura che molti hanno confessato di aver avuto brutti sogni, ma nessuno ha confessato è molto più grave peccato di non sognare. Facci non essere rubati a noi il diritto di sognare, che è il più importante di tutti. Senza di essa, il resto sono insignificanti. Sarebbe terribile se non potremmo immaginare un mondo diverso, sogno di esso come progetto e liberaci con speranza e gioia per la loro costruzione. Ci opponiamo alla nostra capacità di sognare per il antisueno dei pragmatisti. Ricordarsi di Facundo Cabral: 'Se ci lascia il nostro morire sogni saremo poveri, se si prendono cura di loro e mettere in pratica, saremo ricchi'.
Secondo la mitologia del nostro indigeno yekuana, un sogno di Dio ha creato uomini e donne e ha dato loro la vita eterna oltre le apparenze di dolore e morte: «Dio li sognava mentre canto e agitando loro maracas, avvolto nel fumo di tabacco e sentivo felice e anche scosso dal dubbio e mistero. Il yekuana sanno che se Dios sognando di cibo, porta frutta e mangimi. Se sogni di Dio della vita, nato e partorisce. La donna e l'uomo sognato che un grande uovo lucido apparso nel sogno di Dio. All'interno dell'uovo, hanno cantato e ballato e armati molto clamore, perché erano la voglia matta di nascita. Hanno sognato che la gioia nel sogno di Dio era più forte del dubbio e il mistero; e Dio, sognando, li ha creati, e canto ha detto: "rompere questo uovo e nata donna e uomo nato. E insieme si vivono e muoiono. Ma essi essere rinati. Essi nascerà e morire nuovamente nascerà. E mai nascerà, perché la morte è un lie"(Galeano).
Articolo tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…