La moglie del sindaco

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Tony de Mello racconta la storia (il cui mandato che è Paco Percaz) di una donna che, mentre stava morendo, aveva l'impressione che è stato trasportato al cielo e depositato presso il Tribunale.
-Chi sei?-chiese una voce.
-Io sono donna sindaco - rispose con orgoglio.
-Ho chiesto chi sei, non con chi hai sposato.
-Io sono una madre di quattro figli.
-Ho chiesto chi sei, non quanti bambini avete.
-Io sono un insegnante di scuola.
-Ho chiesto chi sei, non quello che è la tua professione. -Io sono un buon cristiano.
-Ho chiesto chi sei, non quello che è la vostra religione.
-Io sono una persona che ha pregato ogni giorno e ha aiutato i poveri e i bisognosi.
-Ho chiesto chi sei, non quello che hai fatto.
E così via. Hai non detto quello che hai detto, mai risposto in modo soddisfacente la questione chi sei. Non ovviamente è passato, perché lei è stata inviata sulla terra. Quando guarì dalla sua malattia, egli divenne determinato a scoprire chi è stato. E tutto era diverso.
La domanda più importante di tutti, basato su una piena vita è chi sono io? Generalmente, una domanda che ci fanno chi sei tu?, rispondiamo con la nostra professione: io sono il maestro, medico, mercante, ingegnere e artista... La maggior parte delle persone dedica vita per afferrare gli oggetti, per accumulare ricchezza e potere, di essere un professionista migliore, senza considerare il mai di arrivare a conoscere, approfondire la profondità della loro intimità, costruire in pienezza, essere la persona migliore.
Ogni giorno ci muoviamo sempre più verso una cultura di spersonalizzazione e di vuoto, con le spalle alla riflessione, silenzio, interiorità, solidarietà e amore. Cultura moderna è piena di meccanismi per farci vivere in volo permanente di noi stessi, per convincerci che la vita è un continuo trambusto, una cosa già preimpostata a piedi per andare alla cieca, senza mai che ci chiede di dove siamo leader. Tutto è montato per evitare che incontrare sé che potrebbe avviare il processo di cambiamento verso l'autenticità. È per questo che, per molti il silenzioso è intollerabile: se sono da solo in casa, avere la radio o in TV perché hai il terrore al silenzio che essa consentirebbe loro di incontrarsi con se stessi. Dal vivo è equivalente a perdere in un monotono lavoro di routine e senz'anima, ripetere gli slogan che ci dicono, acquistare e utilizzano le cose che sono di moda e afiebradamente perseguire le orme di un rutinizado di piacere. In questo modo, uomini e donne vivono riesce a scoprire i nostri desideri umani fondamentali, il nostro desiderio di trascendenza e l'unità, il senso ultimo dell'esistenza.
Di conseguenza, la maggior parte delle persone vive la loro vita senza comprenderlo o capisce gli altri, da solo in mezzo alla folla, portando all'interno di esso un estraneo.
Non dobbiamo mai dimenticare che la conoscenza principale che dobbiamo insegnare è conoscenza di sé. È cosa ripetuta Socrate: "Conosci te stesso". Conoscenza di sé è alla base della vera saggezza.
Articolo tradotto per scopi didattici