Passa ai contenuti principali

La moglie del sindaco

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Tony de Mello racconta la storia (il cui mandato che è Paco Percaz) di una donna che, mentre stava morendo, aveva l'impressione che è stato trasportato al cielo e depositato presso il Tribunale.
-Chi sei?-chiese una voce.
-Io sono donna sindaco - rispose con orgoglio.
-Ho chiesto chi sei, non con chi hai sposato.
-Io sono una madre di quattro figli.
-Ho chiesto chi sei, non quanti bambini avete.
-Io sono un insegnante di scuola.
-Ho chiesto chi sei, non quello che è la tua professione. -Io sono un buon cristiano.
-Ho chiesto chi sei, non quello che è la vostra religione.
-Io sono una persona che ha pregato ogni giorno e ha aiutato i poveri e i bisognosi.
-Ho chiesto chi sei, non quello che hai fatto.
E così via. Hai non detto quello che hai detto, mai risposto in modo soddisfacente la questione chi sei. Non ovviamente è passato, perché lei è stata inviata sulla terra. Quando guarì dalla sua malattia, egli divenne determinato a scoprire chi è stato. E tutto era diverso.
La domanda più importante di tutti, basato su una piena vita è chi sono io? Generalmente, una domanda che ci fanno chi sei tu?, rispondiamo con la nostra professione: io sono il maestro, medico, mercante, ingegnere e artista... La maggior parte delle persone dedica vita per afferrare gli oggetti, per accumulare ricchezza e potere, di essere un professionista migliore, senza considerare il mai di arrivare a conoscere, approfondire la profondità della loro intimità, costruire in pienezza, essere la persona migliore.
Ogni giorno ci muoviamo sempre più verso una cultura di spersonalizzazione e di vuoto, con le spalle alla riflessione, silenzio, interiorità, solidarietà e amore. Cultura moderna è piena di meccanismi per farci vivere in volo permanente di noi stessi, per convincerci che la vita è un continuo trambusto, una cosa già preimpostata a piedi per andare alla cieca, senza mai che ci chiede di dove siamo leader. Tutto è montato per evitare che incontrare sé che potrebbe avviare il processo di cambiamento verso l'autenticità. È per questo che, per molti il silenzioso è intollerabile: se sono da solo in casa, avere la radio o in TV perché hai il terrore al silenzio che essa consentirebbe loro di incontrarsi con se stessi. Dal vivo è equivalente a perdere in un monotono lavoro di routine e senz'anima, ripetere gli slogan che ci dicono, acquistare e utilizzano le cose che sono di moda e afiebradamente perseguire le orme di un rutinizado di piacere. In questo modo, uomini e donne vivono riesce a scoprire i nostri desideri umani fondamentali, il nostro desiderio di trascendenza e l'unità, il senso ultimo dell'esistenza.
Di conseguenza, la maggior parte delle persone vive la loro vita senza comprenderlo o capisce gli altri, da solo in mezzo alla folla, portando all'interno di esso un estraneo.
Non dobbiamo mai dimenticare che la conoscenza principale che dobbiamo insegnare è conoscenza di sé. È cosa ripetuta Socrate: "Conosci te stesso". Conoscenza di sé è alla base della vera saggezza.
Articolo tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…