Passa ai contenuti principali

Sii te stesso

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Editorialista caratteristiche Sydney Harris che, in un'occasione, accompagnato a comprare il giornale a un suo amico, che ha salutato con cortesia al proprietario del chiosco. Questo ha risposto con schiettezza e mancanza di considerazione. L'amico di Harris, mentre la raccolta del giornale che l'altro aveva gettato lui malamente, sorrise e voleva al venditore un buon weekend. Quando i due amici ripresero la strada, il cronista ha chiesto:
-Ti tratta sempre con tale mancanza di rispetto?
-Sì, purtroppo.
- E ti mostrano sempre altrettanto bello?
-Sì, così.
- E perché sei così gentile con lui, quando egli è così scortese con te?
-Perché non voglio essere, che decide come dovrei agire io.
Il grande Pericle, Athenian illustre, che portò alla loro città al suo massimo splendore nel v secolo a.c., secondo il famoso storico romano, Plutarco, nel suo celebre libro, parallele vite che ha agito in un modo simile:
"Imperturbabile nel dire, accadere quello che è successo, Pericle, il tono della sua voce, stupito e meravigliato affatto inalterabile. In un'occasione, un uomo infame canaglia era insultare lui tutto il giorno e subito esso fino a quando nell'agorà, mentre spedito i problemi che ha presentato a lui. Nel pomeriggio, si è ritirato in casa tranquilla, e l'uomo cominciò a seguirlo, vomito ogni sorta di calunnie contro di lui. Ottenuto Pericle casa quando era buio e comandò un servo che si nuovo una torcia e andò ad per aiutare l'uomo a casa sua ".
La persona pienamente umana è uno che riesce ad essere se stessa. Lui è un attore della sua vita, non un nuovo attore prima di quello che fanno o dicono gli altri. Agisce per le proprie convinzioni, non di reazione e agire con gli altri.
La formazione di persone reali dovrebbe essere l'obiettivo fondamentale dell'educazione. Il mondo in generale, ci sono milioni di abitanti, ma poche persone che rischiano di afferrare la vita nelle sue proprie mani e viverla al meglio, senza essere sperimentato da altri (mercati, moda, famiglia, costumi, oggetti, idoli, soldi...). Oggi Diogene potrebbe anche a piedi le strade delle nostre città e affollata di supermercati immettere ripetente instancabile «cerco un uomo», perché non convinto lo apparizioni di uomini e donne che era ovunque.
Per vivere la vita con autenticità, è necessario ora molto valore e saper nuotare contro corrente. Vivere con autenticità significa rischiare, osare, imparare a dire no, se uno crede che si dovrebbe dire, quando tutti ci dicono di sì. In un mondo tarlato dall'egoismo, valore molto bisogno di essere generosi. Un mundodonde relazioni sono intrappolati dal reato o afferra la parola e il potere che non parlano o essere a ogni altro, prende tanto coraggio di ascoltare e trattare l'altro con amore e gentilezza. In un mondo dove ciò che è importante è avere, è difficile impegnarsi in essere e comprendere l'esistenza come un dono per gli altri.
Istruzione deve essere una proposta per aiutare lo studente ad essere costruita come una persona, è sogno, a inventare, per valorizzare tutte le sue possibilità, cercando ogni giorno di essere più e meglio.
Articolo tradotto per scopi didattici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…