Passa ai contenuti principali

Parabole e illustrazioni per educare a valori

ADSBYGOOGLE

Compendio di aneddoti, parabole, favole e testi con valori di crescita personale


Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Rabbi Hiyya bar Abba e Rabbi Abbahu era li aveva due dei più grandi studiosi rabbiniche del suo tempo e, casualmente, sia apparso il giorno stesso in un villaggio a consegnare i loro rispettivi sermoni, ognuno di loro di attirare un pubblico considerevole.
Rabbi Hiyyá cercava di seri problemi legali, considerando che gli insegnamenti del rabbino Abbahu consistevano principalmente di storie e parabole. Così, non era lungo fino a quando tutte le persone che si sono riuniti per ascoltare il rabbino Hiyyá passato con la folla si sono riuniti per ascoltare le meravigliose storie di Rabbi Abbahu.
Comprensibilmente, Hiyya ha un po' deluso quando ha visto che lui è stato lasciato con nient'altro che alcuni ascoltatori. Più tardi quello stesso giorno, ha detto chiesero:
-Vi racconto una storia. In un'occasione, due mercanti entrò in un villaggio a vendere la loro merce. Uno di loro stava vendendo pietre preziose e altri gioielli venduti a buon mercato. In un primo momento, la gente del villaggio incontrati in giro per il concessionario che ha portato la merce più costosa. Naturalmente, erano curiosi di vedere le gemme bene stretti. Ma quando è venuto a comprare e non solo a guardare, sono accorsi per il mercante di gioielli e fu lui con il quale ha speso i suoi soldi.

"C'era una volta"... "C'era una volta"... "Lunga, molto tempo fa, in un luogo non troppo lontano"... Alcune frasi hanno elevato potere di suggestione sull'essere umano come questi, che di solito iniziano questi racconti chiamati tales. Non importa l'età, condizione sociale, tempo o cultura... Sentire o leggere di "C'era una volta" quasi magiche parole... noi tutti sentire i bambini especialmente sottomessa e jovenes dall'apertura di un leggendario e misterioso, magico, fantastico mondo che affascina la nostra attenzione e la nostra immaginazione, iniziamo dalla monotonia quotidiana che apre le porte di un mondo dove tutto è possibile.
Le storie sempre sono state usate come un'importante risorsa metodologica per l'apprendimento di valori e credenze, non solo dalle autorità educative, ma anche dalle tradizioni spirituali, dove gli insegnanti tendono a "parlare in parabole". Oggi, le storie sono usate sempre più come un importante modo di auto-aiuto di pratica, che consiste di un auto-cura con cui cerchiamo personale sviluppo di noi stessi, in modo autonomo, che si devono utilizzare tecniche semplici ed efficaci che non richiedono complicato, la maggior parte dei praticanti della conoscenza di terapia. Per questo motivo, le storie sono un ottimo strumento per chiunque abbia voglia di impegnarsi con la loro crescita personale. Questa virtù di semplicità che hanno storie li rendono estremamente attraente, educatori come tutti sanno lavorare valori in Aula, come può essere compreso anche dagli uomini più ignoranti, con cui la verità è reso accessibile al pubblico, cosa impossibile se trasmesse dai canali più elaborati, che solo loro capire alcuni.
Sua forza evocativa è rinforzato, d'altra parte, per il suo divertimento e festoso, dal momento che è più facile da accettare la verità quando è esposta in forma di accattivante e divertente storia, come il piacere che provoca la lettura o udito porta le nostre barriere, la nostra resistenza e nostra condizionata.
Anche qui la lettura di brevi storie incluyendo altro tipo di testi come poesie e sentencias può fare in diverse aree di conoscenza, a diversi livelli di interpretazione, e tutti li offrono grande numero di possibilità educative.

1 livello immaginativo:


In primo luogo, i racconti hanno una qualità "empatica", quindi di gran lunga essere la scena della storia, di molto fantastico di perdita molto sia nei recessi del tempo, inserire una storia sempre ci sembra che la storia è possibile, che ci può succedere qui, proprio ora, proprio dietro l'angolo; che, in un certo senso, siamo i protagonisti della storia; che questo accade a, molto vicino nello spazio e nel tempo. Quindi, le storie sembrano sempre attuale, sempre per soddisfare la nostra curiosità, il nostro bisogno di fantasia, la nostra ricerca di qualcosa di diverso e meraviglioso.
Questa "dimensione magica" soddisfa e stimola la nostra immaginazione e la nostra fantasia - qualità che noi stiamo necessarie in un mondo sempre più materialista e tech - costituisce il primo livello della storia. Ma questa dimensione non esaurisce, né tanto meno, loro potenziale, poiché la caratteristica essenziale dei racconti è la molteplicità di livelli che può essere capito, al punto che la proprietà più esclusiva è la sua enorme capacità di adattarsi perfettamente a diversi livelli di sviluppo e diversi punti di vista dei lettori, in modo che ognuno si esibirà le storie secondo la loro capacità di comprendere le vostre esigenze e interessi.

2 livello di divertimento:


Storie - così come tutti i conto - darci personaggi, situazioni e intrighi della trama che soddisfano il nostro bisogno di evasione. È uno degli obiettivi della storia tutto - sopra anche della vostra intenzionalità comunicare alcuni messaggi, intrattenere, divertire, che spesso usano umorismo come risorsa pedagogica: insegnano, sì, ma per la gioia, per non rendere la formazione più facilmente digeribili, in "-Squeak", per rendere l'umorismo delle situazioni che rientrano le nostre barriere mentali senza sforzo. Quindi una parte importante delle storie che deriva naturalmente verso la battuta, o che molti di questi facilmente diventare storie moralizzatore.

3. cultura livello:


La maggior parte dei racconti sono di origine anonima e sono stati trasmessi all'inizio per via orale, per finire di essere raccolto nelle collezioni che attraversano le frontiere e dottrine religiose, che sopravvivono nel tempo e nelle diverse culture, che sono radicate nel patrimonio culturale di diversi popoli e civiltà, fino a quando essi finiscono per diventare racconti tradizionali. Qui, poi, la dimensione letteraria e cultura delle storie, perché abbiamo messo in contatto con un gruppo, molte volte, anziché patrimonio locale o nazionale, è veramente universale.

4. etica livello:


Questo livello si riferisce all'intenzione che hanno quasi tutte le storie trasmettono una morale da insegnare, proporre alcuni comportamenti etici. L'intrigo della trama è, da questo punto di vista, l'emanazione di certi valori morali, che sono esemplificati e illustrati con personaggi e situazioni che prendono il vero carattere di allegoria, parabola in cui sono indicate le sfortunate conseguenze di un comportamento sbagliato o la ricompensa che segue un'azione corretta.
La trama contiene un messaggio etico, la cosiddetta "morale", che dovrebbe essere derivato intuitivamente alla fine della storia. Questo intento moralizzatore è all'origine della maggior parte delle fiabe che hanno giunto fino a noi, utilizzato proprio per trasmettere valori morali "perenni" per tutti i tipi di pubblico, perché la verità etica entra nella nostra mente più facilmente se sono esemplificati e illustrato con semplici e coinvolgenti storie che soddisfano il nostro bisogno di fantasia, fantasia e divertimentoutilizzando un linguaggio simbolico che punta al nostro livello intuitivo, che se si pone in modo teorico, con linguaggio discorsivo dell'astrazione.

5. livello simbolico


Infine, varcato la soglia dell'etica, accedere alla dimensione più recente, da cui si può interpretare un racconto: il "simbolico". Anche noi potremmo descriverlo come "spirituale".
Tutti sanno che tradizioni spirituali hanno sempre utilizzato il racconto a trasmettere i suoi insegnamenti, con un intento ben preciso: trascendono il mente logica e riflessivo, discorsiva e lineare pensiero che divide, analizza e classifica. Questa è l'essenza del processo di "Risveglio" che conduce all'illuminazione, che è possibile solo attraverso l'intuizione, con quello sguardo globale che cattura l'essenza intuitivamente.
Precisamente all'intuizione eseguono la maggior parte dei racconti, che è intuitivamente catturare, o perdi il tuo messaggio, non essendo possibile capire il loro pensiero, riflettendo, li di dissezione in parti come dovrebbe operare il metodo scientifico della mente discorsiva. Trascendere questa dimensione della mente, la verità si arriva direttamente al cuore, bypassando le barriere e filtri mentali che distorcono la sua verità. Per questo motivo, maestri spirituali, specialmente quelli della tradizione orientale, hanno sempre utilizzato le storie come strumento di base dei loro insegnanti quando si tratta di "iniziare" all'interno conoscenze ai suoi discepoli.
Inoltre, la maggior parte delle verità metafisiche, etiche e filosofiche non può essere spiegata chiaramente utilizzando il linguaggio convenzionale, che non riesce ad esprimere le sfumature - talvolta indicibili - dell'esperienza spirituale. Tuttavia, un aneddoto, un esempio, una semplice parabola, un'allegoria, una leggenda sono in grado di spiegare, nella sua apparente semplicità, i misteri più insondabili e le verità più elevate. Per questo motivo, tutti i grandi maestri spirituali hanno parlato sempre "in parabole".
D'altra parte, queste particolarità essenziale di storie è che essi possano essere comprese anche dagli uomini più ignoranti, con cui la verità è reso accessibile al pubblico, cosa impossibile se trasmesse dai canali più elaborati, che solo loro capire alcuni.
Infine, è più facile da accettare la verità quando è esposta in forma di accattivante e divertente storia, come il piacere che provoca la lettura o udito porta le nostre barriere, la nostra resistenza e nostra condizionata.
Questo livello simbolico è, senza dubbio, il livello più profondo che è possibile leggere una storia, anche se non è sempre presente. Gran parte dei racconti tradizionali - tra cui il "infantile" - affondano le radici in miti, leggende e storie dove simboli e archetipi che illustrano le verità spirituali allegoricamente, emergono chiaramente così può "tradurre" ad un livello "iniziatico", che non equivale ad affermare che i suoi creatori lavorano con questa intenzione.
Ricordiamo, per esempio, il racconto di Pinocchio, una storia ben nota di bambino in cui, a quanto pare, è difficile vedere un contenuto simbolico. Ma a tradurla in questo modo: Geppetto è Dios Padre, che crea Pinocchio (l'uomo) come una bambola di legno (che simboleggia il fango della nostra materialità). Vuole un vero e proprio, figlio di sangue (cioè, Dio vuole raggiungere uomo sua autorealizzazione spirituale e diventa uomo-Dio, dire un essere perfetto, che si ottiene quando l'essere umano si sviluppa la scintilla divina che egli conserva al suo interno). Ma le tentazioni e le richieste di forza mondo di Pinocchio, che ha subito una caduta nell'abisso, una discesa agli inferi"", che è liberato perché è in grado di riscattare se stesso con una buona azione, offrendo anche la sua vita per salvare suo padre Geppetto.
Questo sacrificio è ciò che dà Pinocchio (esseri umani sottoposti alla materialità del "legno") il merito necessario affinché, finalmente, capita di essere un essere umano della verità. Questo significa che, dopo l'Odissea di questo mondo materiale, uomo sviluppa la sua natura divina attraverso il sacrificio e arrendersi a Dio.
Come vediamo, rappresentano la storia di avventura "Risveglio" della coscienza umana, il gigantesco processo cosmico per cui l'anima umana acquisisce il "illuminazione". È emozionante vedere come, in tali brevi linee e in modo semplice, questa storia diventa una vera allegoria sull'evoluzione della coscienza umana, la storia dell'evoluzione cosmica. Tutte le religioni e le filosofie incluse nella "tradizione perenne" sono condensate in questa semplice storia.
Naturalmente, non intendiamo dire che tutte le storie hanno per tradurli in questo modo, molto meno. Il nostro scopo di mettere in questo esempio è l'attenzione sul contenuto simbolico profondo che tendono ad avere un particolare tipo di storie, quelle appartenenti a varie tradizioni spirituali, che hanno creato queste storie per comunicare la sua saggezza ed esperienze, risposte alle domande eterne dell'essere umano nella sua evoluzione su questa terra: "Chi sono io?""Da dove vengo io?", "Dove sto andando?", "siamo quello che in questo mondo e per che cosa?", ecc.
La maggior parte dei racconti sono di origine anonima e sono stati trasmessi all'inizio per via orale, per essere raccolto nelle collezioni che attraversano le frontiere e dottrine religiose, che sopravvivono nel tempo e nelle diverse culture, che sono radicate nel patrimonio culturale di diversi popoli e civiltà, fino a quando essi finiscono per diventare folktales dove è ancora possibile decifrare il codice simbolico alla fineSe avete la possibilità di intuitivamente leggere tra le righe e sono sveglio atteggiamento per catturare il suo messaggio trascendente.
Articolo tradotto per scopi didattic

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…